FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Rispondi
 
Vecchio 12-10-2015, 18:03   #7041
Banned
 

i vari regimi comunisti erano bravi a livellare in basso , c'era lavoro per tutti
ma spesso mancava la roba non parlo dei lussi ma anche cappotti , scarpe etc..
ricordano molti corrispondenti da mosca le file che si formavano davanti ai magazzini
quando arrivavano i cappotti (che erano perloppiù dei pastrani tutti uguali)
o le scarpe "E' arrivata la scarpa sinistra !" e tutti in fila per accaparrarsi la scarpa sinistra
le claze da donna erano un lusso e così via
il sistema capitalista specie nella declinazione attuale, coniuga salari bassi e disoccupazione l'offerta dei prodotti alimentari e voluttari è amplissima , ma solo i 2/3 della popolazione è in grado di acquistarli l'altro terzo si arrangi
Vecchio 12-10-2015, 18:12   #7042
Esperto
L'avatar di Blur
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Da oggi sono disoccupato. In realtà sono un precario che fa supplenze molto corte.
azz mi spiace, comunque mi riferivo soprattutto ai nostalgici della dittatura comunista
Vecchio 12-10-2015, 18:32   #7043
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Blur Visualizza il messaggio
azz mi spiace, comunque mi riferivo soprattutto ai nostalgici della dittatura comunista
In ogni caso molto meglio la dittatura comunista alla dittatura capitalista.
Quello di cui parla tersite è l'unione sovietica in decadenza degli ultimi anni.. Come se io prendessi la Grecia di oggi come esempio per spiegare come funziona il capitalismo. Mettiamo che siamo nel 2035 e io per spiegare come si stava nella grecia capitalista iniziassi a dire che c'erano orde di eroinomani e barboni per la strada, che ci sono le file per prendere da mangiare alla caritas, che cera il 30 % di disoccupazione, o che bisognava fare la fila al bancomat per prendere i soldi e sappiamo anche che la Grecia non è sempre stata cosi e che magari fino a qualche anno fa si vivesse anche bene. Un po' di obiettività.
Vecchio 12-10-2015, 18:35   #7044
Banned
 

Io comunque sono laureata, ho sempre fatto dei lavoretti part time mentre studiavo, ora sono disoccupata.
Vecchio 12-10-2015, 18:56   #7045
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da tersite Visualizza il messaggio
i vari regimi comunisti erano bravi a livellare in basso , c'era lavoro per tutti
ma spesso mancava la roba non parlo dei lussi ma anche cappotti , scarpe etc..
ricordano molti corrispondenti da mosca le file che si formavano davanti ai magazzini
quando arrivavano i cappotti (che erano perloppiù dei pastrani tutti uguali)
o le scarpe "E' arrivata la scarpa sinistra !" e tutti in fila per accaparrarsi la scarpa sinistra
le claze da donna erano un lusso e così via
il sistema capitalista specie nella declinazione attuale, coniuga salari bassi e disoccupazione l'offerta dei prodotti alimentari e voluttari è amplissima , ma solo i 2/3 della popolazione è in grado di acquistarli l'altro terzo si arrangi
Ma prmai pochissimi prendono come modello il regime stalinista. Lo stesso Rizzo ammette che l'Urss non era il posto adatto a fare quel tipo di politica perché c'era un'economia troppo povera.
Vecchio 12-10-2015, 20:34   #7046
Esperto
L'avatar di Blur
 

Quote:
Originariamente inviata da Justsunrise Visualizza il messaggio
In ogni caso molto meglio la dittatura comunista alla dittatura capitalista.
Quello di cui parla tersite è l'unione sovietica in decadenza degli ultimi anni.. Come se io prendessi la Grecia di oggi come esempio per spiegare come funziona il capitalismo. Mettiamo che siamo nel 2035 e io per spiegare come si stava nella grecia capitalista iniziassi a dire che c'erano orde di eroinomani e barboni per la strada, che ci sono le file per prendere da mangiare alla caritas, che cera il 30 % di disoccupazione, o che bisognava fare la fila al bancomat per prendere i soldi e sappiamo anche che la Grecia non è sempre stata cosi e che magari fino a qualche anno fa si vivesse anche bene. Un po' di obiettività.
si ma allora anche tu non prendere come esempio del capitalismo la situazione che si è venuta a creare negli ultimi anni nell'occidente

vogliamo prendere come esempio una democrazia basata sul capitalismo tipica di un paese del nord europa come ad esempio la Finlandia o la Svezia?

tieni presente che al giorno d'oggi tutto quello che c'è di negativo lo si può trovare in un giornale, in un libro, in un video amatoriale, in un reportage mentre tutto quello che c'era di negativo ai tempi della tua beneamata dittatura sovietica lo puoi ormai solo leggere nei libri di storia. Quindi in questo caso è molto più facile subirne il fascino (anche se io lo trovo comunque stupido).

Vogliamo chiedere ad 1 milione di persone quale delle due situazioni preferirebbe vivere?

ovviamente tu mi dirai che si è fatta disinformazione sul passato e bla bla bla
Vecchio 12-10-2015, 21:33   #7047
Banned
 

Se si vuole un esempio di "comunismo" meno negativo si può forse pensare al "socialismo dal volto umano" della Repubblica Ceca, che rispetto all'URSS (e a buona parte dell'occidente del tempo) era il paradiso.
Vecchio 12-10-2015, 22:19   #7048
Esperto
L'avatar di Daniele89
 

Quote:
Originariamente inviata da Blur Visualizza il messaggio
tieni presente che al giorno d'oggi tutto quello che c'è di negativo lo si può trovare in un giornale, in un libro, in un video amatoriale, in un reportage mentre tutto quello che c'era di negativo ai tempi della tua beneamata dittatura sovietica lo puoi ormai solo leggere nei libri di storia. Quindi in questo caso è molto più facile subirne il fascino (anche se io lo trovo comunque stupido).

Vogliamo chiedere ad 1 milione di persone quale delle due situazioni preferirebbe vivere?
È un esperimento mentale che non vale nulla, perché incalza una risposta sulla base di una percezione impossibile.
Il passato non si percepisce (a rigore non percepiamo neanche quello che abbiamo vissuto), ma al più si immagina e, di conseguenza, se ne si lascia allucinare.
Le motivazioni per le quali uno non vorrebbe davvero vivere nell'Unione Sovietica sono in fin dei conti le stesse per le quali uno non vorrebbe davvero vivere in un'epoca passata in generale: nonostante i calci in culo che posso pigliare, il presente offrirà sempre il minimo garantito, in esso è pur sempre possibile tirare a campare.
Sempre per le stesse ragioni, anche se uno crede genuinamente nel paradiso, non va a buttarsi sotto il primo treno che passa.


Solo in tempi interessanti uno può prendere posizione nei confronti del passato, non sotto forma di riesumazione (come le cazzate fasciste sulla rinascita di Roma imperiale), ma sotto quella del riscatto.
Riconosco nei vinti del passato quella lotta che è anche la mia, una comunicazione si stabilisce negli interstizi della storia e la mia azione sarà animata da una forza che mi precedeva e che già mi sorpassa.
Ma tutto questo presuppone che l'occhio storico sia stato adestrato e la cognizione del presente conseguita: non siamo più nell'astrazione dell'esperimento mentale.

Non quotare, se possibile.
Vecchio 13-10-2015, 10:57   #7049
Esperto
L'avatar di Blur
 

A me sa tanto di risposta vaga di chi non vuole rispondere perchè per sostenere le sue tesi non può rispondere

Quindi estremizzando il discorso, pure fare un confronto tra la vita di oggi giorno e la vita che ne so durante la seconda guerra mondiale o durante la preistoria è un esperimento mentale che non vale nulla ed il passato non si percepisce?

permettimi di dire che io il passato durante una dittatura lo percepisco, la mancata libertà io la percepisco. Poi se volete ditemi pure che oggi siamo liberi solo a parole e bla bla bla
Intanto siamo qui davanti ad un pc a discuterne

Le dittatura andrà bene a voi a me dava fastidio perfino il periodo in cui berlusca comandava anche i 3 canali rai, mi sentivo quasi oppresso.
Non oso immaginare con la vostra beneamata dittatura

Comunque contenti voi

Ultima modifica di Blur; 13-10-2015 a 11:21.
Vecchio 13-10-2015, 11:18   #7050
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da Blur Visualizza il messaggio
si ma allora anche tu non prendere come esempio del capitalismo la situazione che si è venuta a creare negli ultimi anni nell'occidente

vogliamo prendere come esempio una democrazia basata sul capitalismo tipica di un paese del nord europa come ad esempio la Finlandia o la Svezia?

tieni presente che al giorno d'oggi tutto quello che c'è di negativo lo si può trovare in un giornale, in un libro, in un video amatoriale, in un reportage mentre tutto quello che c'era di negativo ai tempi della tua beneamata dittatura sovietica lo puoi ormai solo leggere nei libri di storia. Quindi in questo caso è molto più facile subirne il fascino (anche se io lo trovo comunque stupido).

Vogliamo chiedere ad 1 milione di persone quale delle due situazioni preferirebbe vivere?

ovviamente tu mi dirai che si è fatta disinformazione sul passato e bla bla bla
Marx non diceva che il capitalismo è merda, bensì che il capitalismo, che è un sistema più efficiente di quello precedente, andrà in esaurimento e dovrà essere sostituito da un altro sistema ancora più efficiente.
Vecchio 13-10-2015, 11:25   #7051
Esperto
L'avatar di phabio
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Marx non diceva che il capitalismo è merda, bensì che il capitalismo, che è un sistema più efficiente di quello precedente, andrà in esaurimento e dovrà essere sostituito da un altro sistema ancora più efficiente.
Vero. Il problema però è che li eredi di Marx avevano capito l'esatto contrario. Ora quando gli anticapitalisti criticano il capitalismo sembrano i creazionisti chiamati a commentare l'evoluzionismo
Vecchio 13-10-2015, 12:49   #7052
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Ma prmai pochissimi prendono come modello il regime stalinista. Lo stesso Rizzo ammette che l'Urss non era il posto adatto a fare quel tipo di politica perché c'era un'economia troppo povera.
sì ma io mi baso su quello realizzato non sull'utopia : allora guardo al socialismo e vedo quello sovietico , a quello cinese coi suoi 10 mln di morti per fame (ma secondo altri storici sono molto di più) , o a quello cubano e dei regimi dell'est ma tenuti in piedi dalla madre Russia ...ultimo esempio di socialismo è quello cinese odierno , di socialista ormai ha ben poco perchè è aperto al libero mercato e al capitale privato , ma mantiene saldo il potere nelle mani del partito comunista e parte delle banche sono in mano allo stato , una forma mista ma di sicuro i cinesi di oggi stanno meglio di quelli del tempo di Mao
Vecchio 13-10-2015, 14:29   #7053
Esperto
L'avatar di Boriss
 

Quote:
Originariamente inviata da Blur Visualizza il messaggio
Le dittatura andrà bene a voi a me dava fastidio perfino il periodo in cui berlusca comandava anche i 3 canali rai, mi sentivo quasi oppresso.
Non oso immaginare con la vostra beneamata dittatura
lo stato dell'informazione da allora è peggiorato... i quotidiani di maggior diffusione hanno notizie tutte uguali... è impossibile trovare punti di vista alternativi su alcune questioni; per non parlare dei telegiornali, basta vedere come è stato ridotto RaiNews 24 con la Maggioni.... 'na schifezza robba da giornalismo per cerebrolesi
questo perchè i anche i media sono società per azioni controllate dai grandi capitali, quindi da pochi centri di comando... un pò come nell'unione sovietica

« La stampa è libera per chi la possiede » (Lowell)

Ultima modifica di Boriss; 13-10-2015 a 14:32.
Vecchio 13-10-2015, 14:37   #7054
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da tersite Visualizza il messaggio
sì ma io mi baso su quello realizzato non sull'utopia : allora guardo al socialismo e vedo quello sovietico , a quello cinese coi suoi 10 mln di morti per fame (ma secondo altri storici sono molto di più) , o a quello cubano e dei regimi dell'est ma tenuti in piedi dalla madre Russia ...ultimo esempio di socialismo è quello cinese odierno , di socialista ormai ha ben poco perchè è aperto al libero mercato e al capitale privato , ma mantiene saldo il potere nelle mani del partito comunista e parte delle banche sono in mano allo stato , una forma mista ma di sicuro i cinesi di oggi stanno meglio di quelli del tempo di Mao
https://it.wikipedia.org/wiki/Capitalismo_di_Stato
Vecchio 13-10-2015, 19:36   #7055
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Boriss Visualizza il messaggio
lo stato dell'informazione da allora è peggiorato... i quotidiani di maggior diffusione hanno notizie tutte uguali... è impossibile trovare punti di vista alternativi su alcune questioni; per non parlare dei telegiornali, basta vedere come è stato ridotto RaiNews 24 con la Maggioni.... 'na schifezza robba da giornalismo per cerebrolesi
questo perchè i anche i media sono società per azioni controllate dai grandi capitali, quindi da pochi centri di comando... un pò come nell'unione sovietica

« La stampa è libera per chi la possiede » (Lowell)
puoi aver ragione che a volte la libertà è solo di facciata , ma vediamo di non esagerare
se no mi fai venire in mente Dacia Maraini quando visitò la cina e ne fu entusiasta, entrando in uan libreria vide tanti libri in edizioni in tutte le lingue , bello si disse allora non è vero che c'è il conformismo culturale ! : poi guardò meglio era sempre lo stesso libro in 50 edizioni diverse il "libretto rosso " di Mao
Vecchio 14-10-2015, 07:55   #7056
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Justsunrise Visualizza il messaggio
In ogni caso molto meglio la dittatura comunista alla dittatura capitalista.
Quello di cui parla tersite è l'unione sovietica in decadenza degli ultimi anni..
Forse anche di qualche anno prima:

Non c'è nessuna possibilità di calcolare di quanta parte del reddito nazionale si appropri la burocrazia [...] si è costretti a concludere che questo 15 o 20% della popolazione gode di altrettanti beni che il restante 80-85%. L'autorità burocratica ha per base la penuria di generi di consumo e la lotta di tutti contro tutti che ne deriva. I prodotti destinati al consumo delle masse, nonostante il loro prezzo elevato, sono di cattivissima qualità. Il nostro pane è di qualità detestabile [...] né in America né in Europa si consuma tabacco di qualità così scadente [...] Limousine per gli attivisti, buoni profumi per le "nostre donne", margarina per gli operai, magazzini di lusso per i privilegiati, un'occhiata ai cibi prelibati esposti in vetrina da parte della plebe.
(Lev Trockij, La rivoluzione tradita, 1936)

Anche se indubbiamente segnò un incredibile salto nella capacità industriale, il Piano Quinquennale, ovviamente, fu molto duro per gli operai; le quote di produzione erano estremamente difficili da raggiungere, richiedendo ai minatori di fare giornate lavorative di 16-18 ore. Il fallimento nel soddisfare le quote poteva risultare in accuse di tradimento. Le condizioni di lavoro erano povere, e anche rischiose. Secondo alcune stime, 127.000 operai morirono durante i quattro anni dal 1928 al 1932. A causa dell'allocazione di risorse per l'industria, associata al decremento di produttività introdotto dalla collettivizzazione, si ebbe una carestia. Anche l'uso del lavoro forzato non deve essere trascurato. Nella costruzione dei complessi industriali, i detenuti dei campi di lavoro vennero usati come risorse spendibili.
(da Wiki)

https://it.wikipedia.org/wiki/Stacanovismo

Ultima modifica di Winston_Smith; 14-10-2015 a 08:12.
Vecchio 14-10-2015, 19:37   #7057
Banned
 

Allegato 6160

Ultima modifica di minunmaailmass; 07-12-2018 a 16:57.
Vecchio 15-10-2015, 20:16   #7058
Esperto
 

No, vi prego, uccidetemi.

Vecchio 15-10-2015, 21:17   #7059
Banned
 

Mi chiedo perchè figure come Hitler vengono fortemente demonizzate mentre figure ugualmente brutali come Gengis Khan, Giulio Cesare e Alessandro Magno vengono quasi considerate positivamente, la giustificazione dell'epoca non è per me un'attenuante.
Vecchio 15-10-2015, 22:02   #7060
Esperto
L'avatar di phabio
 

Quote:
Originariamente inviata da Svers0 Visualizza il messaggio
Mi chiedo perchè figure come Hitler vengono fortemente demonizzate mentre figure ugualmente brutali come Gengis Khan, Giulio Cesare e Alessandro Magno vengono quasi considerate positivamente, la giustificazione dell'epoca non è per me un'attenuante.
Perchè questi ultimi essendo vissuti tremila anni fa non se li ricorda più nessuno. Fra tremila anni l'olocausto e la guerra si ricorderanno come oggi si ricordano le guerre puniche.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Forum Politica
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Politica e sesso Zanna92 Forum Sessualità (solo adulti) 32 27-06-2019 17:19
''politica'' del forum ansiolino Off Topic Generale 3 14-10-2017 15:43
La politica e la crisi Fantasmino Off Topic Generale 1 04-08-2011 08:31
Politica: L. 180/'78 barclay Off Topic Generale 3 06-01-2011 11:53
la politica salvo-auron Off Topic Generale 30 19-04-2009 00:39



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 16:56.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2