FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Trattamenti e Terapie
Rispondi
 
Vecchio 09-07-2020, 21:18   #21
Esperto
L'avatar di Noradenalin
 

Quote:
Originariamente inviata da vikingo Visualizza il messaggio
il consiglio che do è di fare solo psicoterapia non usate farmaci, al massimo ansiolitici
Il problema è che in certe situazioni e per certe patologie o sintomi i farmaci sono necessari, indispensabili.

Io ho fatto (e faccio tuttora) psicoterapia per 10 anni, di qualsiasi tipo ma principalmente cognitivo-comportamentale; le parole non mi sono mai servite a niente, non hanno mai risolto nulla, non cambiavano i pensieri e non alleviavano i sintomi, col passare del tempo peggioravo soltanto.

Solo quando ho iniziato a prendere i farmaci (antidepressivi, ansiolitici, antipsicotici, sonniferi) ho cominciato a riuscire a controllare qualche pensiero intrusivo e invalidante, a controllare ed alleviare qualche sintomo, a dormire un po' meglio, a placare le psicosi.
Il problema è che con me i farmaci hanno sempre avuto poco effetto; hanno fatto qualcosina, hanno rallentato un po' il peggioramento (ma non evitato perché purtroppo è continuato), ma mai quanto avrebbero dovuto.
In più anche se riscontravo qualche leggero benefico, dopo un mesetto l'organismo si abituava e l'effetto del farmaco svaniva.

Anche io ho fatto dei test (per l'aspetto cognitivo, il q.i. ecc.) e sono seguito da un secondo psicologo specializzato con il quale faccio esercizi per allenare la memoria di lavoro, la comprensione ecc. perché col tempo anch'io ho sviluppato disfunzionalità e difficoltà cognitive, di memoria, di concentrazione; ho difficoltà perfino a leggere un libro o post molto lunghi qui sul forum, a guardare un film o giocare ai videogiochi.

Le cause sono sicuramente lo stato ansioso/depressivo protratto nel tempo e probabilmente anche l'uso prolungato di psicofarmaci, ma preferisco così piuttosto che avere ansia e sintomi incontrollabili per tutto l'arco della giornata.
Se avessi potuto decidere io, avrei iniziato a prenderli anche prima, chissà forse si sarebbe potuto prevenire in tempo l'insorgenza di qualche sintomo o patologia.
Vecchio 10-07-2020, 09:51   #22
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Faccio visite di controllo dalla psichiatra della ASL. Continuo a prendere Zoloft e Xanax per alleviare i sintomi. Avevo iniziato una psicoterapia ma non serviva a nulla, il disturbo depressivo e l'ansia da evitamento erano fuori controllo.
Vecchio 10-07-2020, 14:41   #23
Esperto
 

Non ho mai fatta terapia cognitivo comportamentale, quindi non lo so se è valida o no.
Sul discorso di dire agli altri, io starei attento. Ho provato a dire i miei problemi a mia mamma, e non è che mi ha capito benissimo fino in fondo... spesso neanche i familiari stretti capiscono ste cose, figuriamoci gente esterna
Vecchio 10-07-2020, 14:59   #24
Esperto
 

A me nel concreto i farmaci aiutano molto , al csm vado soprattutto per fare due chiacchiere ( come sfogo più che altro ) con gli operatori
Ringraziamenti da
Noradenalin (10-07-2020)
Vecchio 10-07-2020, 23:46   #25
Esperto
L'avatar di Onizuka
 

Io la sto facendo da due mesi circa e devo dire che mi sto trovando bene e sto avendo dei miglioramenti, anche se per ora ci stiamo concentrando soprattutto sul disturbo ossessivo compulsivo. In seguito affronteremo meglio anche il disturbo evitante e la fobia sociale, speriamo bene. Poi ho instaurato un buon rapporto con il mio terapeuta, ed è la prima volta che mi trovo così bene, abbiamo anche vari interessi in comune e dopo la seduta ci mettiamo a chiacchierare spesso. Senza contare che non ci sto solo un'ora ma anche il doppio e il triplo, e non è da tutti.

Ultima modifica di Onizuka; 10-07-2020 a 23:49.
Vecchio 11-07-2020, 17:29   #26
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Qualcuno mi può spiegare perché sono al mare I miei vicini di ombrellone parlano e io non riesco a memorizzare quasi nulla,ho impiegato un ora ieri sera per memorizzare una nota vocale di due minuti di un mio amico, vi sembra normale un calo così drastico cognitivo e di memoria sembra che ho l'Alzheimer non è normale e sono preoccupatissimo, la risonanza magnetica dice che è tutto ok ma nella mia testa ci sono io e ho la mente annebbiata, e come se la memoria a lungo termine fosse intaccata, quella a breve termine tiene, ma se i discorsi di chi parla si allungano mi perdo, ho chiesto una perizia psichiatrica il 28 da un altra psichiatra, il 22 ho l'incontro col mio ma credo anticiperò non so più che fare ho paura anche ad uscire di casa per paura di non riuscire a sostenere una conversazione, sono strasicuro che la causa è lolanzapina che non prendo più da gennaio ma come lo dimostrò se la risonanza dice che tutto ok, , la psicologa mi ha detto che i test di memoria non servono perché se ho la mente annebbiata attestano che c'è un problema ma la causa non la rilevano, qualcuno può dirmi la sua se ha problemi cognitivi e di memoria
Vecchio 20-07-2020, 19:33   #27
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Domani vado da una nuova psichiatra, volevo sapere ma non è che potrei avere l'Alzheimer a causa dei problemi di memoria, mi hanno detto che al centro Alzheimer fanno i test cognitivi e di memoria, la psicologa me li aveva sconsigliati,domani vediamo cosa mi dice la psichiatra non mi interessa che la risonanza dice che è tutto ok, i discorsi lunghi quando la gente mi parla memorizzo qualke parola,quando leggo dopo un po' riesco a memorizzare,il problema è quando la gente mi parla, ormai ho paura anche a fare le cose da solo, dove devo ascoltare discorsi lunghi, dentro la mia testa ci sono io, il mio amico mi manda note vocali da 2 minuti e ci sto un ora per memorizzare vi sembra normale, se ho un danno cognitivo causato dai farmaci lo voglio attestato, mi dite se la risonanza dice che è tutto ok come lo dimostri, farò test cognitivi e di memoria,più ho un tremore al braccio sinistro da febbraio innaturale,cosa mi consigliate questa psichiatra spero mi aiuti perché non sono stato mai così male, e alcune volte quando scrivo messaggi su telefono dimentico qualke parola
Vecchio 08-08-2020, 17:45   #28
Intermedio
L'avatar di Tia99
 

Oggi sono esattamente 3 mesi dall'inizio della mia terapia Cognitivo-Comportamentale.
La psicologa mi aveva detto che in 2 mesi avrei iniziato a vedere i primi risultati e in 3/4 mesi avrei risolto i miei problemi di ipocondria e ansia sociale.

Purtroppo devo essere onesto, non ho visto molti risultati.
L'ipocondria è leggermente migliorata, la psicologa mi ha consigliato di ridurre gradualmente le ricerche su internet inerenti alle malattie e prendermi una mezz'ora al giorno per pensare alle cose negative evitando di pensarci il resto della giornata.
L'ansia sociale non è cambiata, non ho visto nessun miglioramento a livello sociale.

La psicologa mi ha insegnato una tecnica di rilassamento basata sulla respirazione che purtroppo invece di rilassarmi mi genera tachicardia e per tanto ho dovuto interromperla.

Non so se continuerò la psicoterapia, fino a fine mese la dottoressa è in ferie quindi ho tempo per pensare a cosa fare.
Vecchio 08-08-2020, 20:16   #29
Esperto
L'avatar di Dahmer
 

3-4 mesi son pochi, comunque io su alcune cose ho ottenuto ottimi risultati, su altre nulli o molto poco. coraggio.
Vecchio 08-08-2020, 20:49   #30
Banned
 

10 sedute e ancora devo capire il senso di sta terapia. Parlare col prete confessore da più soddisfazioni
Vecchio 11-08-2020, 22:16   #31
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Qualcuno mi potrebbe spiegare cortesemente quando l'ansia sociale inizia a limitarti in tante cose, o comunque un disturbo di personalita condiziona troppe cose, e si sommano ad altre problematiche, dove si va per chiedere la pensione d'invalidità, mi hanno detto all ASL ti fanno dei test psicologici, quanta invalidità so che ci sono le percentuali,come te laccertano per deficit cognitivi, so che si parla di 300 400 euro massimo, se si può lavorare anche con pensione di invalidità per arrotondare, se si può continuare a guidare, avevo un cugino talassemico che aveva un invalidità dell 80 per cento e lavorava e guidava, vorrei che qualcuno mi spiegasse la situazione
Vecchio 12-08-2020, 09:01   #32
Esperto
L'avatar di milton erickson
 

Credo che per poter valutare l'efficacia di una terapia ci vogliano diversi mesi , anche un anno. Poi certo ci sono terapeuti bravi e terapeuti meno bravi (e l'esperienza del terapeuta conta molto, quindi io eviterei quelli troppo giovani)

Inoltre ci vuole anche un notevole impegno da parte del paziente.

La terapia è una forma di apprendimento e come tale non funziona se non c'è impegno da entrambe le parti (terapeuta e paziente)
Vecchio 12-08-2020, 12:07   #33
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da milton erickson Visualizza il messaggio
Credo che per poter valutare l'efficacia di una terapia ci vogliano diversi mesi , anche un anno. Poi certo ci sono terapeuti bravi e terapeuti meno bravi (e l'esperienza del terapeuta conta molto, quindi io eviterei quelli troppo giovani)

Inoltre ci vuole anche un notevole impegno da parte del paziente.

La terapia è una forma di apprendimento e come tale non funziona se non c'è impegno da entrambe le parti (terapeuta e paziente)
Secondo me conta la volontà e la passione del terapeuta, seguendo il tuo ragionamento un terapeuta giovane non farà mai strada.
Vecchio 12-08-2020, 13:04   #34
Esperto
L'avatar di milton erickson
 

Quote:
Originariamente inviata da Mik80 Visualizza il messaggio
Secondo me conta la volontà e la passione del terapeuta, seguendo il tuo ragionamento un terapeuta giovane non farà mai strada.
Conta la volontà e la passione certo, ma anche l'esperienza...dico solo che come regola generale è più facile trovarsi a proprio agio con terapeuti già rodati..con tutte le eccezioni possibili a questa regola..
Vecchio 12-08-2020, 13:10   #35
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da milton erickson Visualizza il messaggio
Conta la volontà e la passione certo, ma anche l'esperienza...dico solo che come regola generale è più facile trovarsi a proprio agio con terapeuti già rodati..con tutte le eccezioni possibili a questa regola..
Fa conto che una ragazza ha pubblicato un post dove laureata in psicologia, ha pubblicato, ora amica possiamo risolverci i nostri problemi. Se studiare in questo modo è voler studiare psicologia allora siamo alla deriva.
Vecchio 12-08-2020, 14:30   #36
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Comunque le figure maschili mi sembrano terapeuti con le palle, le donne quelle viste da me mi sembrano donne date alla psicanalisi per curare se stesse, non mi danno una stabilità sembrano più complessate dei pazienti, di recente ho fatto una consulenza con una consigliata da un conoscente, su Facebook e tutta agghindata in posa ben vestita, in seduta si e presentata appena alzata dal letto la prima cosa che ha trovato nell armadio con gli occhiali da secchiona, ha detto cose interessanti ma voglio coerenza nel personaggio, se non vedo una sicurezza in sé stessi nel terapeuta non mi ci affido, gli uomini mi sembrano con meno paturnie, forse una psicologa di 50 55 anni e meglio anche 45,ma la trentenne non mi sembra almeno quelle viste da me sembravano più sciroccate dei pazienti, ce ne una forse a settembre ci vado che ha lavorato al policlinico celio di Roma, in Campania ha aiutato minori con problemi di camorra,ha un curriculum di un certo tipo,il curriculum di un terapeuta indipendentemente dalla laurea dal dottorato dal master conta l'esperienza sul campo,gli uomini sembrano avere meno paturnie sopratutto delle psicologhe di 30 anni,questa è la mia opinione, una psicologa di 45 anni con una certa carriera già e diverso secondo me
Vecchio 12-08-2020, 14:42   #37
Intermedio
L'avatar di impacciato
 

Io dovrei farmi curare il cervello solo per il fatto di prelevare, spezzettare e annusare le mie feci e urinare sulla mia mano per sentire il calore piacevole dell'urina.
Spesso "arieggio" persino davanti ai miei familiari con ovviamente il loro disappunto.
E pensare che prima ero decisamente diverso, un ragazzetto per bene. L'insoddisfazione personale può portare anche a questo. Ormai mi sto abbandonando a me stesso.

Mi è capitato persino di defecare al mare davanti a tanta gente. Anni fa MAI lo avrei fatto e mai avrei avuto il coraggio.

Ultima modifica di impacciato; 12-08-2020 a 14:45.
Vecchio 12-08-2020, 16:48   #38
Esperto
L'avatar di Noradenalin
 

Quote:
Originariamente inviata da vikingo Visualizza il messaggio
Qualcuno mi potrebbe spiegare cortesemente quando l'ansia sociale inizia a limitarti in tante cose, o comunque un disturbo di personalita condiziona troppe cose, e si sommano ad altre problematiche, dove si va per chiedere la pensione d'invalidità, mi hanno detto all ASL ti fanno dei test psicologici, quanta invalidità so che ci sono le percentuali,come te laccertano per deficit cognitivi, so che si parla di 300 400 euro massimo, se si può lavorare anche con pensione di invalidità per arrotondare, se si può continuare a guidare, avevo un cugino talassemico che aveva un invalidità dell 80 per cento e lavorava e guidava, vorrei che qualcuno mi spiegasse la situazione
Non saprei con precisione ma io essendo affetto da sintomi molto invalidanti che mi hanno portato al totale isolamento in casa per 10 anni, avevo provato a chiedere informazioni al mio psichiatra appunto per ottenere l'invalidità (che non era tanto per i soldi, quanto magari per qualche agevolazione che avrebbe potuto aiutare anche la mia famiglia) ma me l'ha sconsigliato perché sono ancora troppo giovane, inoltre nella mia zona ottenere l'invalidità è molto difficile: mio nonno, dopo 3 ictus e non essendo autosufficiente, ha comunque dovuto tentare 3 volte prima di riuscire ad ottenere l'invalidità e la 104...roba da matti.

Però leggevo di persone che l'hanno ottenuta anche con lievi sintomi di fobia sociale o cose di poco conto, non so se dipenda dalla zona o magari avevano qualche conoscenza...non mi stupirei se fosse così.

Io ormai ho perso la speranza e la fiducia anche in queste pratiche e negli enti che se ne occupano.
Vecchio 12-08-2020, 17:10   #39
Intermedio
L'avatar di impacciato
 

Leggendo sui vari forum c'è chi ha preso la 104 avendo la sindrome di Asperger e non me l'aspettavo sinceramente.
Comunque tu Norad quanti anni hai, se posso? Che problemi hai oltre alla solitudine?
Anche io soffro di Doc, anche se non diagnosticato ma so di averlo.
Forse una bella cura farebbe bene anche a me.
Vecchio 12-08-2020, 17:31   #40
Esperto
L'avatar di Noradenalin
 

Quote:
Originariamente inviata da impacciato Visualizza il messaggio
Leggendo sui vari forum c'è chi ha preso la 104 avendo la sindrome di Asperger e non me l'aspettavo sinceramente.
Comunque tu Norad quanti anni hai, se posso? Che problemi hai oltre alla solitudine?
Anche io soffro di Doc, anche se non diagnosticato ma so di averlo.
Forse una bella cura farebbe bene anche a me.
Ho 25 anni e soffro di depressione, fobia sociale, disturbo evitante di personalità (e possibile disturbo schizotipico), DOC, dismorfofobia.
Tutto diagnosticato e riportato su carta.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Terapia Cognitivo-Comportamentale
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
terapia cognitivo comportamentale ansiolino Trattamenti e Terapie 36 15-04-2018 00:30
Terapia cognitivo-comportamentale ~~~ Disturbo evitante di personalità 4 14-10-2013 10:02
Help Terapia Cognitivo-Comportamentale Yui Trattamenti e Terapie 15 28-01-2013 21:14
Terapia cognitivo-comportamentale Pietro Trattamenti e Terapie 47 08-09-2012 13:01
Terapia Cognitivo-Comportamentale Dappista Trattamenti e Terapie 15 23-12-2010 10:50



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:03.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2