FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Amore e Amicizia
Rispondi
 
Vecchio 23-02-2012, 22:01   #21
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da solarfall Visualizza il messaggio
Se c'è qualcuno qui che ci è riuscito PARLI per il bene della comunità! E' una questione di "vitale" importanza.
Io ci sono "riuscito" ma sostanzialmente ho avuto tantissima fortuna (sia per le modalità dell'incontro sia soprattutto per il tipo di persona che ho potuto conoscere). E' avvenuto tramite internet e sono stato molto agevolato dal fatto che mi ha contattato lei e si è fatta avanti lei esplicitamente per prima.
Vecchio 23-02-2012, 22:02   #22
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Allocco Visualizza il messaggio
Non così ovviamente, pare..

Sarà che io vivo nel mondo dello zucchero filato (oddio, ho detto troppo), ma penso che in una situazione reale chi viene abbordato
valuti sulla base dei suoi personali canoni, e non ricorrendo a stereotipi risalenti al paleolitico.
Se (e dico se) chi viene abbordato si basa su questi schemi paradossali...
Dirigetelo allo gnoccaforum, o per le donne al celebre ciollaforum
Non parlavo dei canoni di chi viene abbordato ma delle caratteristiche di chi abborda. Le stesse caratteristiche che definiscono quell'insieme che in certi siti e forum chiamano "valore di mercato" della persona.
Vecchio 23-02-2012, 22:07   #23
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da filosofo Visualizza il messaggio
Post interessante. Io su questa cosa ci ho scritto un articolo.

http://isegretidellerelazioni.blogsp...-affamato.html

Allora...

Individuiamo due casi:

1) l'uomo costantemente affamato che "va in porto"
2) l'uomo affamato che "non va in porto"

Le ragazze capiscono al volo se sei uno "sventrapapere seriale" o uno che "vorrebbe ma non può".

Il primo viene decodificato come uomo che può avere molte donne, e che quindi è già stato "preselezionato" da altre.
Il secondo viene decodificato come "morto di f...a" e un pò sfigato.

Radicalizzo, per rendere l'idea.

Noi comunichiamo con le parole, il paraverbale (tono di voce, ritmo, ecc.) e con il linguaggio non verbale.

Un affamato che "va in porto" esprime maggiore sicurezza, savoir faire e self confidence, a tutti i livelli, di uno che "vorrebbe ma non può".

E' importante quindi esprimersi con sicurezza.

Un conto è provarci in modo "cazzuto", comunicando desiderio, un altro è provarci in maniera più stentata, al condizionale, comunicando bisogno.

La differenza tra desiderio e bisogno è fondamentale.
Se la donna subodora bisogno, le possibilità di riuscita sono misere.

Proprio per questo, smettere di avere bisogno, sentirsi appagati ed eventualmente "desiderare", sono ottimi viatici per crearsi opportunità con l'altro sesso.
Oltre a moltissime cose giuste che hai scritto, il messaggio principale non è ben spiegato. Cioè tu stai dicendo che per trovare la ragazza uno non ci deve pensare spesso? E' impossibile, se non si trovano passioni alternative.

La tensione per quel tipo di scopo non può essere alleviata a comando, se il livello d'interesse rimane tale (e ci rimane tale, dato che si afferma che lo scopo è sempre quello).
Le passioni sono passioni, non sono controllabili, non se ne vanno soltanto ignorandole e autoimponendosi di non pensarci.

Io credo che le teorie seduttive, che considero interessanti e molto veritiere, abbiano il difetto di essere state formulate da persone estroverse, per cui l'introversione non viene neanche considerata, soprattutto per una questione di ignoranza. Con questo non voglio dire che il seduttore debba rispettare i tempi e le remore dei forti introversi, questo non lo farà mai; però non tenere conto dell'introversione porta ad emanare principi che per qualcuno non risulterà valido; e qui mi riferisco soprattutto alla faccenda del bisogno: chi ha veramente il bisogno di sesso è il sessualmente attivo, soprattutto se estroverso.
Vecchio 23-02-2012, 22:20   #24
Esperto
L'avatar di filosofo
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Oltre a moltissime cose giuste che hai scritto, il messaggio principale non è ben spiegato. Cioè tu stai dicendo che per trovare la ragazza uno non ci deve pensare spesso? E' impossibile, se non si trovano passioni alternative. La tensione per quel tipo di scopo non può essere alleviata a comando, se il livello d'interesse rimane tale (e ci rimane tale, dato che si afferma che lo scopo è sempre quello). Le passioni sono passioni, non sono controllabili, non se ne vanno soltanto ignorandole e autoimponendosi di non pensarci. Io credo che le teorie seduttive, che considero interessanti e molto veritiere, abbiano il difetto di essere state formulate da persone estroverse, per cui l'introversione non viene neanche considerata, soprattutto per una questione di ignoranza. Con questo non voglio dire che il seduttore debba rispettare i tempi e le remore dei forti introversi, questo non lo farà mai; però non tenere conto dell'introversione porta ad emanare principi che per qualcuno non risulterà valido; e qui mi riferisco soprattutto alla faccenda del bisogno: chi ha veramente il bisogno di sesso è il sessualmente attivo, soprattutto se estroverso.
Allora avrò io qualche problema, dato che non ci penso più di tanto.

Il messaggio che voglio comunicare è: se una persona raggiunge un equilibrio e un appagamento nella propria vita, anche senza le donne, raggiungerà uno stato emotivo molto più proficuo per poter dedicarsi alla loro ricerca.
E sarà molto più interessante per loro.

Se io subcomunico a una donna: "Beh, io sono contento nella mia vita, e vorrei condividere qualcosa con te, ti desidero" è molto diverso rispetto a "Ho bisogno di te, puoi farmi stare meglio e permettere alla mia vita di avere più senso".

E' una differenza mica da poco.

Spero di essermi espresso meglio
Vecchio 23-02-2012, 22:22   #25
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da filosofo Visualizza il messaggio
Il messaggio che voglio comunicare è: se una persona raggiunge un equilibrio e un appagamento nella propria vita, anche senza le donne, raggiungerà uno stato emotivo molto più proficuo per poter dedicarsi alla loro ricerca.
E secondo te è facile, se uno è arrivato a 30 o 40 anni senza essere stato mai cagato di striscio da nessuna? Per me non è stato possibile raggiungere quell'equilibrio prima di fidanzarmi.
Poi quell'equilibrio per me bisogna cercarlo comunque, anche dopo un eventuale fidanzamento, ma per star bene con sé stessi, non per piacere alle donne.

Ultima modifica di Winston_Smith; 23-02-2012 a 22:24.
Vecchio 23-02-2012, 22:25   #26
Esperto
L'avatar di filosofo
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
E secondo te è facile, se uno è arrivato a 30 o 40 anni senza essere stato mai cagato di striscio da nessuna? Per me non è stato possibile raggiungere quell'equilibrio prima di fidanzarmi. Poi quell'equilibrio bisogna cercarlo comunque, anche dopo un eventuale fidanzamento, ma per star bene con sé stessi, non per piacere alle donne.
L'ideale è avercelo come precondizione per un fidanzamento.

Far trovare alla donna un "comodo salotto" piuttosto che un "campo minato"

E poi l'equilibrio diventa a tutto tondo.
Vecchio 23-02-2012, 22:26   #27
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da filosofo Visualizza il messaggio
Il messaggio che voglio comunicare è: se una persona raggiunge un equilibrio e un appagamento nella propria vita, anche senza le donne, raggiungerà uno stato emotivo molto più proficuo per poter dedicarsi alla loro ricerca.
E sarà molto più interessante per loro.

Se io subcomunico a una donna: "Beh, io sono contento nella mia vita, e vorrei condividere qualcosa con te, ti desidero" è molto diverso rispetto a "Ho bisogno di te, puoi farmi stare meglio e permettere alla mia vita di avere più senso".

E' una differenza mica da poco.

Spero di essermi espresso meglio
Sì, sono d'accordo, ma se vivi in una società come la nostra, farai leggermente fatica ad essere appagato della tua vita, quando coetanei e persone anche più giovani ricevono continuamente un feedback dall'altro sesso e invece tu no.

Ultima modifica di Warlordmaniac; 23-02-2012 a 22:29.
Vecchio 23-02-2012, 22:28   #28
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da filosofo Visualizza il messaggio
L'ideale è avercelo come precondizione per un fidanzamento.
Ma non è una cosa (completamente) programmabile a tavolino.

E questa ricerca dell'equilibrio può durare anni e anni e anni.

Nel frattempo, io consiglio di non smettere di cercare, senza aspettare che si sia raggiunto quell'equilibrio. La vita è una, e non dobbiamo per forza essere perfetti per piacere a qualcuna.
Credo che quasi nessun essere umano riuscirebbe a essere completamente appagato della propria vita senza mai aver avuto qualcuno/a al suo fianco per decenni. Non vedo perché proprio gli utenti di questo forum (che già devono sopportare tante cose) dovrebbero essere costretti a un tale sforzo da martiri. Cercate, cercate, non smettete mai di sperare e non sentitevi mai troppo imperfetti per sperare.

Ultima modifica di Winston_Smith; 23-02-2012 a 22:34.
Vecchio 23-02-2012, 22:31   #29
Esperto
L'avatar di filosofo
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Sì, sono d'accordo, ma se vivi in una società come la nostra, farai leggermente fatica ad essere appagato della tua vita, quando coetanei e persone anche più giovani ricevono continuamente un feedback dall'altro sesso e invece tu no.
Noi, ahimé, dobbiamo percorrere una strada in salita.
Per molti altri le cose sono più facili.

Non è giusto, ma è ciò che c'è.

So che è difficile, ci mancherebbe.
Vecchio 23-02-2012, 22:46   #30
Esperto
L'avatar di muttley
 

Il presupposto è che se si hanno dei problemi correlati alla sfera interpersonale (in questo caso il rapporto con l'altro sesso) bisogna sempre mettersi in gioco e riconsiderare con obiettività quali sono i limiti attuali e come superarli. Caratteristiche come introversione o estroversione, timidezza o espansività, sono fasi evolutive della personalità, non condizioni ad vitam.
Vecchio 23-02-2012, 22:52   #31
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Il presupposto è che se si hanno dei problemi correlati alla sfera interpersonale (in questo caso il rapporto con l'altro sesso) bisogna sempre mettersi in gioco e riconsiderare con obiettività quali sono i limiti attuali e come superarli.
Questo è senz'altro consigliabile. Accanto a questo, consiglio di non sentirsi mai fuori gioco e di tenere sempre gli occhi aperti, senza rimandare per forza tutto a quando si sarà "pronti".

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Caratteristiche come introversione o estroversione, timidezza o espansività, sono fasi evolutive della personalità, non condizioni ad vitam.
Guarda che non siamo tutti Zelig, le caratteristiche fondamentali della personalità restano quelle.
Ci possiamo evolvere, ma Hitler non diventa Madre Teresa e Buster Keaton non diventa Christian De Sica.
Vecchio 23-02-2012, 22:54   #32
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da filosofo Visualizza il messaggio
Post interessante. Io su questa cosa ci ho scritto un articolo.

http://isegretidellerelazioni.blogsp...-affamato.html

Allora...

Individuiamo due casi:

1) l'uomo costantemente affamato che "va in porto"
2) l'uomo affamato che "non va in porto"

Le ragazze capiscono al volo se sei uno "sventrapapere seriale" o uno che "vorrebbe ma non può".

Il primo viene decodificato come uomo che può avere molte donne, e che quindi è già stato "preselezionato" da altre.
Il secondo viene decodificato come "morto di f...a" e un pò sfigato.

Radicalizzo, per rendere l'idea.

Noi comunichiamo con le parole, il paraverbale (tono di voce, ritmo, ecc.) e con il linguaggio non verbale.

Un affamato che "va in porto" esprime maggiore sicurezza, savoir faire e self confidence, a tutti i livelli, di uno che "vorrebbe ma non può".

E' importante quindi esprimersi con sicurezza.

Un conto è provarci in modo "cazzuto", comunicando desiderio, un altro è provarci in maniera più stentata, al condizionale, comunicando bisogno.

La differenza tra desiderio e bisogno è fondamentale.
Se la donna subodora bisogno, le possibilità di riuscita sono misere.

Proprio per questo, smettere di avere bisogno, sentirsi appagati ed eventualmente "desiderare", sono ottimi viatici per crearsi opportunità con l'altro sesso.
Ma il topic parla di trovare la ragazza, non la fica
Vecchio 23-02-2012, 22:55   #33
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Sampei80 Visualizza il messaggio
Ma il topic parla di trovare la ragazza, non la fica
Nel significato che dò personalmente ai due termini, trovo opportuna questa osservazione.
Vecchio 23-02-2012, 22:59   #34
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Il presupposto è che se si hanno dei problemi correlati alla sfera interpersonale (in questo caso il rapporto con l'altro sesso) bisogna sempre mettersi in gioco e riconsiderare con obiettività quali sono i limiti attuali e come superarli. Caratteristiche come introversione o estroversione, timidezza o espansività, sono fasi evolutive della personalità, non condizioni ad vitam.
....Ni.
Se un introverso non è ancora evoluto, ragionando in questo modo andrà verso l'omologazione, che non è detto che sia un male (per me sì).

La mia ricetta è cercare altre passioni, anche se poi bisognerà trovarle; occorre rimanere impegnati e attivi. Occorre sforzarsi predicando in ogni occasione, che il sesso/amore è il grande sopravvalutato. Se sei devoto a questa entità, rimarrai ossessionato; bisogna convincersi che c'è dell'altro, altrettanto piacevole.

Lo scopo di coltivare altre passioni non dovrà essere il trovare una donna, ma proprio il contrario: poter fare a meno di una donna.
Vecchio 23-02-2012, 23:00   #35
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Guarda che non siamo tutti Zelig, le caratteristiche fondamentali della personalità restano quelle.
Ci possiamo evolvere, ma Hitler non diventa Madre Teresa e Buster Keaton non diventa Christian De Sica.
Non ci sono prove di ciò. Può anche darsi che non basti una vita per attuare un cambiamento radicale della personalità, ma è comunque possibile (possibile non vuol dire facile, si badi bene) intervenire in maniera anche significativa sul proprio carattere. E comunque su Madre Teresa ne ho sapute certe...
Vecchio 23-02-2012, 23:01   #36
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Quote:
Originariamente inviata da Sampei80 Visualizza il messaggio
Ma il topic parla di trovare la ragazza, non la fica
Sia rimorchiare che avere una relazione stabile sono traguardi difficili se non si seguono delle regole seduttive.
Vecchio 23-02-2012, 23:04   #37
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Se un introverso non è ancora evoluto, ragionando in questo modo andrà verso l'omologazione, che non è detto che sia un male (per me sì).
E' un'eventualità ma non una certezza. Condivido il resto del post, ovvero la sostanziale sopravvalutazione dell'affettività e del bisogno fisico, troppo spesso banalizzati ed livellati nella dimensione unicista ed esclusiva, così come la ricerca di piaceri e motivazioni alternative.
Vecchio 23-02-2012, 23:06   #38
Esperto
L'avatar di paccello
 

Quello che scrive filosofo è tristemente vero, quasi impeccabile. Con dei "ma". Uno l'ha già scritto Warlordmaniac: il non pensarci non è pianificabile a tavolino ed è difficile in un contesto in cui gli altri parlano/fanno (meno di come sembri, ma tant'è).
Secondo: ok, mettiamo che io conviva con l'essere "Out" per l'altro sesso. Ho degli altri interessi che almeno in parte mi appagano, e non cerco "il triangolino che ci esalta". Ma quello non si metterà mai a cercare me. Nel momento in cui mi interessassi a qualcuna, l'inesperienza e insicurezza salterebbero tragicamente fuori ed è molto probabile che il risultato sia pensare "...cos'è che volevo fare, con questa? Vabbè, torniamo nel mio guscio...". Quindi lo smettere di cercare è secondo me solo un comodo occultare il problema, a cui ad un certo punto un virg-inesp-introv ecc. può arrivare dopo delusioni, muri, sofferenze e la presa di coscienza di come si è e come si dovrebbe essere/fare per... (generalizzando).
Mi verrebbe da concludere: non se ne esce e/o siamo fottuti, salvo botte di fortuna, o cambi di contesto (non vorrei dire di nazione...).
La famosa frase fatta del titolo del topic vale per quelli che qui dentro chiamiamo i "Normaloni": l'esperienza nel cassetto ce l'hanno, le donne sanno coglierla, di donne ne conoscono... grazie al cazzo che possono anche non cercarla. Qualcuna tra le mani con cui riuscire a concludere, gli capita molto più facilmente.
Vecchio 23-02-2012, 23:08   #39
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Non ci sono prove di ciò. Può anche darsi che non basti una vita per attuare un cambiamento radicale della personalità, ma è comunque possibile (possibile non vuol dire facile, si badi bene) intervenire in maniera anche significativa sul proprio carattere. E comunque su Madre Teresa ne ho sapute certe...
Intervenire in maniera significativa sì, stravolgere no. Per il resto siamo d'accordo.
Che ha fatto Madre Teresa?
Vecchio 23-02-2012, 23:11   #40
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Warlordmaniac Visualizza il messaggio
Lo scopo di coltivare altre passioni non dovrà essere il trovare una donna, ma proprio il contrario: poter fare a meno di una donna.
Non si rischia una sindrome da volpe e l'uva?
Estremizzando il ragionamento, si può fare a meno di tutto, salvo mangiare, bere e dormire.
Il fatto di rinunciare a quello che non si può (o si pensa di non poter) avere e non a quello che si può avere (guarda caso) e poi raccontarsi che si è in grado di fare a meno della prima cosa, non assomiglia al "nondum matura est" della favola?
E poi se uno se la volesse cercare questa donna, perché deve obbligarsi a rinunciarvi?
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a "Per trovare una ragazza smettete di cercarla.." E' proprio così?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Lettera per i genitori dei giovani rompiballe "ESTRO" sono cosi per colpa vostra"!!! Timidboy Amore e Amicizia 22 18-09-2011 19:19
"Se continuo così non mi appassionerò mai a nulla nella vita.." Gray_Fox SocioFobia Forum Generale 12 21-06-2011 12:50
Trovare il "proprio stile" Who_by_fire SocioFobia Forum Generale 3 17-03-2011 04:47
"AVERE il ragazzo o la ragazza", "il MIO ragazzo", "la MIA ragazza" MoonwatcherII Amore e Amicizia 57 04-02-2011 15:38
Dire la verità del proprio stato ad "estranei"? debb_ SocioFobia Forum Generale 26 24-11-2009 12:44



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 06:13.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2