FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Cinema e TV
Rispondi
 
Vecchio 24-08-2008, 21:48   #121
Intermedio
L'avatar di calivelo
 

the descent - discesa nelle tenebre



Un gruppo di nobili fobici stanco della cattiva società decide di andare a vivere nelle caverne sotto terra.
Un giorno però arrivano delle cattive donne estroversone che vogliono estroveggiare nelle loro grotte... l'epilogo è scontato!
Vecchio 25-08-2008, 01:47   #122
Esperto
L'avatar di Swathi
 

DUMA



Certe volte le amicizie più vere sono quelle più....
Vecchio 25-08-2008, 02:20   #123
Esperto
L'avatar di Swathi
 

E siccome adoro dai tempi di dark angel JESSICA ALBA come il ballo vi consiglio a tutti

HONEY



Vecchio 30-08-2008, 21:12   #124
Intermedio
L'avatar di SuperFobic
 



chevvelodicoaffare
Vecchio 31-08-2008, 11:44   #125
Principiante
L'avatar di Laura_avanti_Cristo
 

Hiroshima mon amour

di Alain Resnais





In Giappone per un film sulla pace, un'attrice francese ha una relazione appassionata con un architetto giapponese. Quest'amore le ricorda quello che durante la guerra ebbe nella natia Nevers con un giovane soldato tedesco, ucciso sotto i suoi occhi. Su un testo di Marguerite Duras, Resnais, cineasta della memoria, ha fatto un film incantatorio e dialettico la cui importanza innovatrice e precorritrice nell'evoluzione del linguaggio filmico ha superato la prova del tempo. Il suo fascino nasce dall'impiego dei contrari (Nevers e Hiroshima, l'amante tedesco ucciso e l'amante giapponese di 36 ore senza domani, l'etnia e la cultura diverse, il passato e il presente, la percezione e l'immagine mentale, la necessità della memoria e la fatalità dell'oblio, il dialogo e il monologo, il documentario e la poesia, la realtà quotidiana e l'incantatrice litania erotica), dalla dialettica tra fascinazione e decostruzione, tra partecipazione e distanziazione. Nel trasformare il ricordo (uno stato) in memoria (un atto) la donna si libera di quell'incantesimo e ricomincia a vivere. Fotografia di Sacha Vierny e Michio Tanasaki, musiche di Giovanni Fusco e Georges Delerue. Una data nella storia del cinema.
Vecchio 04-09-2008, 00:04   #126
Esperto
L'avatar di Swathi
 

UNDERWORLD e UNDERWORLD EVOLUTION

Adoro questa saga e tra poco arriva il terzo!


Vecchio 04-09-2008, 13:46   #127
Esperto
 

Il cinema di Shane Meadows:

Dead man's shoes



Sonny, soldato disilluso, ritorna a casa per regolare i conti con una banda di delinquenti, colpevoli di aver preso pesantemente di mira il fratello mentalmente disturbato.

This is England



Il piccolo dodicenne Shaun, orfano di padre per colpa della guerra delle Falklands, si trova a crescere per strada, nell'Inghilterra tatcheriana. Viene preso in simpatia da un gruppo di skinheads, che lo adottano come mascotte. Un toccante racconto di crescita morale, nonché un perfetto affresco storico del clima dell'epoca, nelle periferie degradate dell'Inghilterra proletaria.
Vecchio 06-09-2008, 11:28   #128
Intermedio
L'avatar di fuxxia82
 

KUNG FU PANDA!!!!!!




beeeellloooooo.
Vecchio 06-09-2008, 20:13   #129
Principiante
L'avatar di Lyrica
 

Quote:
Originariamente inviata da Lilly_2
Io stasera ero un pò indecisa tra quello ed Elisabeth con Cate Blanchett..
Bello!A me è piaciuto moltissimo, li adoro i film storici (o pseudo-storici ). In aereo per gli States ho visto "The other Boleyn Girl", un altro di quei film che pareva promettere proprio bene...peccato che dopo un po' si moltiplicavano le scene imbarazzanti, per cui per non turbare il gentile signore al mio fianco ho preferito spegnere
Vecchio 06-09-2008, 21:19   #130
Principiante
L'avatar di valmor2
 



Una notte nella vita di una ex rock star Pakistana che oggi vende caffè su un carretto per le strade di New York. Fotografia direi eccellente della città di notte e rappresentazione realistica di un altro lato della grande mela o di una città moderna, diverso e forse opposto ai film drammatici di crimine o da quelli stile wall street, mostrando la solitudine senza colpi di scena, finali a lieto fine o speranze e grandi cambiamenti, un pò come in molte vite forse.
Vecchio 09-09-2008, 10:08   #131
Esperto
L'avatar di Amylee17
 

MANHATTAN

di Woody Allen






E' senza dubbio il capolavoro di Allen e una pietra miliare della cinematografia.
Lo considero persino nettamente migliore di “Io e Annie”
Affascinante e sconvolgente l'uso del bianco e nero che trasforma New York in un personaggio centrale del film, memorabile la fotografia della panchina sul ponte del Queensboro, con Allen e la Keaton seduti a parlare a notte fonda. Un romantismo raffinato, che non scade mai nelle banalità favolesche di tanti altri film. un film da vedere e rivedere, capace di rissolvarti nei momenti più neri. Un antidoto contro la depressione.


RECENSIONE:
In questo poema d'amore per una Manhattan interiorizzata e sognata, calata nel sublime bianconero di Gordon Willis e accarezzata dalle canzoni di George Gershwin, più che la vicenda contano i personaggi e il tono con cui sono raccontarti.
Commedia romantica solo in apparenza. Manhattan, uno dei film più riusciti di Woody Allen, è in realtà un’amara riflessione sul cinismo e la superficialità dei rapporti umani e sullo spregiudicato balletto degli accoppiamenti. I dialoghi sofisticati, lo humour sferzante celano, ma mai fino in fondo, l’incapacità di misurarsi con la verità dei sentimenti più autentici, salvandosi solo con la forza delle parole (incredibile la pervicacia con cui gli uomini insistono a lasciare le loro compagne sostenendo che è per il loro bene).
Dramma in cadenze leggere di commedia: la summa di W. Allen di cui è per molti critici e spettatori il film preferito, quello che resterà.
Vecchio 09-09-2008, 20:37   #132
Esperto
L'avatar di gattasilvestra
 

Stasera alle 23.15 circa su rete 4

IL GENIO DELLA TRUFFA

Film d'intrattenimento, caruccio, che segnalo perché il protagonista (interpretato da Nicholas Cage) è molto depresso ed affetto da agorafobia. Tanto geniale nellla sua occupazione (che lo ha reso evidentemente ricco), quanto a disagio nella vita di ogni giorno. (cit wikipedia)
Vecchio 10-09-2008, 19:10   #133
Avanzato
L'avatar di CapitanFobic
 



gecko: "il pranzo è per chi non ha niente da fare"

lui si che aveva capito tutto
Vecchio 11-09-2008, 14:14   #134
Intermedio
 



"Perché vuol morire, signor Sampedro?"

"Vede le nostre mani? Sono a pochi millimetri l'una dall'altra. Eppure per me è una distanza che non potrò mai colmare".

Nel 1998 destò scalpore la morte di Ramón Sampedro, un tetraplegico che lottò per anni per ottenere l'eutanasia ed elaborò un piano affinché non si riuscisse a sapere con certezza chi fosse il vero colpevole tra quelli che poi lo aiutarono a morire.

Questo film del 2004, diretto da Alejandro Amenábar e interpretato magistralmente da Javier Bardem, racconta la sofferenza di un uomo costretto all'immobilità assoluta da un'imprudenza giovanile, e del suo desiderio di porre fine a queste sofferenze. Desiderio che si scontra con l'ottusità delle leggi, ma anche col dolore dei suoi familiari.

Pochi centimetri da una mano che vorresti stringere... una distanza ridicola per tutti noi, un abisso insormontabile per chi, come Sampedro, è inchiodato in un letto senza poter muovere altro che la testa. Un cervello pensante ancorato in un corpo che non è più un corpo, ma solo una zavorra. Un'anima prigioniera di un involucro inanimato, che, a causa di questo, non può volare verso l'amato mare. Sampedro è consapevole della sua scelta. Ma allora, perché le istituzioni non lo lasciano morire? Chiesa, stato spagnolo, Europa, invocano principi etici dimenticando il libero arbitrio dell'uomo, ignorando la sua sofferenza.

Un film terribile, ma allo stesso tempo bellissimo. Se lo si guarda in originale ci sono anche momenti divertenti quando il fratello e il nipote di Sampedro si parlano in galiziano.
Vecchio 12-09-2008, 23:51   #135
Avanzato
L'avatar di Diafobik
 

a beutiful mind


un film di fantascienza, dove un uomo devole trova una donna buona che si prende cura di lui e non lo abbandona mai
nonostante la trama esageratamente fantasiosa ed improbabile, un ottimo film
Vecchio 13-09-2008, 18:51   #136
Avanzato
L'avatar di CapitanFobic
 

il sesto giorno



cosa succederebbe se si potesse clonare la fobia?
guardate questo film per scoprirlo!

ps la più cattiva è la donna!
Vecchio 19-09-2008, 22:48   #137
Esperto
L'avatar di animaSola
 

Per gli appassionati del genere horror

Anno:1987




Trama:Un gruppetto di ballerini agli ordini di Peter Collins, un isterico regista, sta provando un balletto di cui fa parte Alicia. In una sera di pioggia questa, recatasi con Betty (la sarta di scena) in un ospedale per una storta, vede in un letto Irving Wallace, uno squartatore di donne, finalmente arrestato e ora sotto controllo. Al rientro in teatro, Betty viene assassinata (è Wallace che, narcotizzato un infermiere, è fuggito e si aggira in città). Da quel momento il gruppo degli artisti passa ore di terrore nei vasti ambienti del teatro, poiché per ragioni di sicurezza il regista ha fatto nascondere la chiave della uscita di servizio e - morta subito colei che l'ha messa da qualche parte - la suddetta chiave non si trova. Purtroppo anche l'assassino ha fatto in tempo a penetrare nell'interno del vasto edificio: messosi un mascherone da barbagianni, egli elimina crudelmente uno ad uno tutti i presenti. All'alba non è rimasta viva che Alicia, più che scioccata dalla plurima tragedia, la quale però, dopo che la Polizia ha portato via i morti, torna in teatro per recuperare un suo prezioso orologio. Il maniaco sessuale, già dato per bruciato a suggello del massacro, è invece ancora vivo: il custode negro, che al mattino ha ripreso servizio, riesce ad ucciderlo con una rivoltellata tra gli occhi. Alicia è salva.
Vecchio 28-09-2008, 17:29   #138
Banned
 

Per chi non lo avesse visto consiglio questo...



Un vero capolavoro!

E il libro dice: "Noi possiamo chiudere col passato, ma il passato non chiude con noi."
Vecchio 01-10-2008, 22:38   #139
Esperto
L'avatar di calinero
 

Hancock



esilarante (cit.)
Vecchio 04-10-2008, 00:57   #140
Intermedio
L'avatar di califobik
 

la mummia 3



medio, cioè ansomma, i primi 2 film erano più introspettivi 8)

han pure cambiato la tipa

lui cmq è un grande
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a SEZIONE CINEMA Recensioni e film consigliati
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
SEZIONE LIBRI Recensione e libri consigliati mefiori Forum Libri 179 31-05-2021 12:15
SEZIONE MUSICA Recensioni e dischi consigliati mefiori Forum Musica 154 29-11-2020 21:56
Blog consigliati Chioccioccolata Off Topic Generale 11 22-04-2010 01:00
Ottimo sito per recensioni musicali mefiori Forum Musica 0 07-04-2007 10:05



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 21:38.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2