FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Ansia e Stress Forum > Attacchi di panico Forum
Rispondi
 
Vecchio 16-09-2015, 10:33   #1
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Venivo da un buon periodo in ambito studio/lavoro.

Mi ero laureato, avevo trovato uno stage, avevo vinto una borsa di studio, mi ero fatto apprezzare nel mio primo lavoro.

Poi l'offerta.

Il lavoro lo continui, ma all'estero.

Io avevo sognato questo momento da anni.

Mai stato fuori di casa, mai stato all'estero per lunghi periodi.


Con un pò di paura parto.

Primi tempi difficili, poi ingrano e trovo stanza, miglioro lingua e lavoro.

Dopo un mese quando devo cominciare a rilassarmi e crescere con il sarge e il lavoro accade l'inspiegabile.


Una sera comincio a sentirmi male, diarrea, spasmi addominali e poi arriva l'insonnia nella mia vita.

Io che avevo sempre dormito alla grande.

In tutto questo mi si era anche chiuso lo stomaco ed avevo perso 5kg da quando ero arrivato ( ma il peso poco conta perchè sono uno che tornava sempre dimagrito anche dai viaggi)

Resisto a lavorare altri 7 giorni stoicamente.

Poi una mattina arrivo giallo in ufficio e dal lavoro mi portano al pronto soccorso.

Mi dicono che è gastrite, mi danno medicine e mi dicono che passerà.

RImango a casa e dopo la cura non passa nulla.



Mi consentono di tornare a casa e di curarmi meglio.

Faccio gli esami allo stomaco ma non esce nulla.

Nel frattempo soffro d'insonnia anche a casa e comincio a prendere l'ansiolitico.

Ritorno all'estero e di nuovo i primi tempi tutto ok.

Poi passato un altro mese, l'insonnia diventa più resistente e devo aumentare l'ansiolitico per dormire 4-5 ore.

Immaginate all'estero, in un'altra lingua e con condizione psico-fisiche del genere che gran bella vita di merda che conducevo.

Avevo spesso lo stimolo di evacuare, infatti andavo al bagno anche 2-3 volte in ufficio.

Finisce il periodo lavorativo prima di Natale e torno a casa.

Preciso che il posto dove stavo mi piaceva, il lavoro anche.


Però nel ripartire nell'anno nuovo (contratto di 6 mesi) non me la sono sentita perchè ancora agitatissimo ed insonne, persino a casa.

Ora chiedo voi cosa avreste fatto al mio posto?

Come avreste agito?


Per me quel lavoro significava parecchio, era la mia consacrazione economica e l'indipendenza fuori da casa...per giorni mi sono sentito un vigliacco e mammone, e ciò mi ha causato una depressione con crisi di pianto e crollo dell'autostima.

Ora sono disoccupato e di nuovo dai miei.

Eppure con tutti i problemi, mi ero fatto apprezzare parecchio all'estero...
Vecchio 16-09-2015, 11:53   #2
Esperto
L'avatar di Grimmjow
 

Mi spiace molto, mi rattrista la sola immedesimazione visto che in qualche modo anch'io ho dovuto interrompere/rifiutare un'esperienza che avevo intrapreso nonostante fossi convintissimo della scelta.
Ora, così su due piedi sarebbe davvero difficile comprendere cosa sia successo dentro la tua testa in quei momenti, una cosa è certa, se è un qualcosa di psicologico un motivo alla base ci deve essere, magari non riesci a carpire la ragione del tuo malessere, ma c'è!
Ringraziamenti da
Erpatrizio (16-09-2015)
Vecchio 16-09-2015, 20:31   #3
Esperto
L'avatar di _Diana_
 

Io i primi sintomi li ho avuti presto, quindi non ho avuto modo di fare certe esperienze con tranquillità o darmi molte opportunità di provarci almeno, dal momento che mi piegavano le gambe. Al tuo posto? Non sarei riuscita nemmeno ad affrontare il colloquio per quel lavoro all'estero (eppure mi piacerebbe e questo limite mi fa dannare l'anima).

Io sto provando con la psicoterapia, te hai mai provato?
In quei momenti qualcosa potrebbe averti spaventato, non hai nemmeno la più pallida idea di cosa potesse essere?
Se ti va di parlarne...

Vecchio 16-09-2015, 20:49   #4
Banned
 

dovevi bere e andare in disco che passava tutto (cit dottissima del forum, con ironia eh... )

Mai avuto nulla prima di partire? amici, morose, compagnia, uscite, come passavi il tempo?
Vecchio 16-09-2015, 21:36   #5
Esperto
L'avatar di Milo
 

Più che attacco di panico io qui parlerei di ansia libera generalizzata,anche io non riuscivo più a lavorare per i mal di pancia,adesso con un mix molto leggero di ansiolitico e antidepressivo almeno il problema del bagno sembra risolto per il momento...
Vecchio 17-09-2015, 13:55   #6
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Quote:
Originariamente inviata da Grimmjow Visualizza il messaggio
Mi spiace molto, mi rattrista la sola immedesimazione visto che in qualche modo anch'io ho dovuto interrompere/rifiutare un'esperienza che avevo intrapreso nonostante fossi convintissimo della scelta.
Ora, così su due piedi sarebbe davvero difficile comprendere cosa sia successo dentro la tua testa in quei momenti, una cosa è certa, se è un qualcosa di psicologico un motivo alla base ci deve essere, magari non riesci a carpire la ragione del tuo malessere, ma c'è!
Quale esperienza? Anche tu lavorativa?

Io penso che ho esagerato nel voler fare qualcosa di troppo difficile
1) Vivere da soli
2) Vivere all'estero
3) Lavoro impegnativo

Tenendo presente che ho qualche problema ad adattarmi proprio a livello fisico con relative somatizzazioni quando sto lontano da casa...
Vecchio 17-09-2015, 13:56   #7
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Quote:
Originariamente inviata da _Diana_ Visualizza il messaggio
Io i primi sintomi li ho avuti presto, quindi non ho avuto modo di fare certe esperienze con tranquillità o darmi molte opportunità di provarci almeno, dal momento che mi piegavano le gambe. Al tuo posto? Non sarei riuscita nemmeno ad affrontare il colloquio per quel lavoro all'estero (eppure mi piacerebbe e questo limite mi fa dannare l'anima).

Io sto provando con la psicoterapia, te hai mai provato?
In quei momenti qualcosa potrebbe averti spaventato, non hai nemmeno la più pallida idea di cosa potesse essere?
Se ti va di parlarne...

Si ho fatto psicoterapia ma mi sembravano più consigli da fratello maggiore che un vero e proprio passo avanti...

Si a me va di parlarne...
Vecchio 17-09-2015, 13:58   #8
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Quote:
Originariamente inviata da reknub Visualizza il messaggio
dovevi bere e andare in disco che passava tutto (cit dottissima del forum, con ironia eh... )

Mai avuto nulla prima di partire? amici, morose, compagnia, uscite, come passavi il tempo?
In generale un pò cagionavole di salute lo sono già di mio...
Ma penso che ciò che ho avuto lì sia stato dettato al 95% da ansia e paure...eppure ero partito con un entusiasmo unico...

La mia vita privata e familiare è molto buona, lì ho trovato le difficoltà di chi vive in condivisione, lontano da casa ecc...
Vecchio 17-09-2015, 14:00   #9
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Quote:
Originariamente inviata da Milo Visualizza il messaggio
Più che attacco di panico io qui parlerei di ansia libera generalizzata,anche io non riuscivo più a lavorare per i mal di pancia,adesso con un mix molto leggero di ansiolitico e antidepressivo almeno il problema del bagno sembra risolto per il momento...
Hai passato anche tu la trafila delle visite gastroenterologiche?
Ho tutt'ora dolori allo stomaco e non so come uscirne...
Vecchio 17-09-2015, 14:31   #10
Esperto
L'avatar di _Diana_
 

Quote:
Originariamente inviata da Erpatrizio Visualizza il messaggio
Si ho fatto psicoterapia ma mi sembravano più consigli da fratello maggiore che un vero e proprio passo avanti...

Si a me va di parlarne...
Che tipo di terapia? TCC?

Se sono consigli del tipo "esci che ti passa" allora direi che puoi tranquillamente cambiare professionista. Penso che ci sia bisogno di ascoltare e capire da dove vengono quelle paure che per un po' si è tentato di sovrastare ciecamente, prima di implodere.
Vecchio 17-09-2015, 15:59   #11
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da Erpatrizio Visualizza il messaggio
Hai passato anche tu la trafila delle visite gastroenterologiche?
Ho tutt'ora dolori allo stomaco e non so come uscirne...
Onestamente no,io non ho mai avuto problemi di stomaco ma problemi intestinali sapendo che erano dovuti dall'ansia li ho curati con l'ansiolitico e l'antidepressivo adesso stò molto meglio.
Vecchio 17-09-2015, 16:32   #12
Esperto
L'avatar di Grimmjow
 

Quote:
Originariamente inviata da Milo Visualizza il messaggio
Onestamente no,io non ho mai avuto problemi di stomaco ma problemi intestinali sapendo che erano dovuti dall'ansia li ho curati con l'ansiolitico e l'antidepressivo adesso stò molto meglio.
Interessante, quindi hai escluso a priori l'ipotesi fisiologica?
Avendo delle somatizzazioni intestinali (anch'io), potrei chiederti quale terapia farmacologica ti è stata prescritta e, soprattutto, se ha avuto degli esiti positivi? Un'ultima cosa, di pari passo immagino tu abbia seguito anche una terapia psicologica o mi sbaglio? Grazie mille
Vecchio 17-09-2015, 17:51   #13
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Quote:
Originariamente inviata da _Diana_ Visualizza il messaggio
Che tipo di terapia? TCC?

Se sono consigli del tipo "esci che ti passa" allora direi che puoi tranquillamente cambiare professionista. Penso che ci sia bisogno di ascoltare e capire da dove vengono quelle paure che per un po' si è tentato di sovrastare ciecamente, prima di implodere.
No era una professionista che conoscevano i miei, era più una chiacchierata che un qualsiasi tipo di terapia...
Ecco per un caso come il mio...quale terapia consigliereste?
Volevo informarmi sulla strategica breve...

Non era proprio al livello di esci e divertiti, ma non c'era una mappa o un percorso da seguire...
Vecchio 17-09-2015, 19:22   #14
Esperto
L'avatar di dotrue
 

Quote:
Originariamente inviata da Erpatrizio Visualizza il messaggio
Immaginate all'estero, in un'altra lingua e con condizione psico-fisiche del genere che gran bella vita di merda che conducevo.
Complimenti...

Quote:
Originariamente inviata da Erpatrizio Visualizza il messaggio
Ora chiedo voi cosa avreste fatto al mio posto?

Come avreste agito?
Io sarei stato più previdente, o più evitante, e nn sarei partito proprio...ma tu hai dimostrato un coraggio da leoni (rispetto a me)...anche se nn ho capito se stavi male da prima o se è stata la tua prima volta

Ultima modifica di dotrue; 17-09-2015 a 19:24.
Vecchio 17-09-2015, 19:41   #15
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da Grimmjow Visualizza il messaggio
Interessante, quindi hai escluso a priori l'ipotesi fisiologica?
Avendo delle somatizzazioni intestinali (anch'io), potrei chiederti quale terapia farmacologica ti è stata prescritta e, soprattutto, se ha avuto degli esiti positivi? Un'ultima cosa, di pari passo immagino tu abbia seguito anche una terapia psicologica o mi sbaglio? Grazie mille
Ho escluso a priori cause fisiologiche per il semplice motivo che ho problematiche legate all'ansia da sempre quindi il primo indiziato è sempre quello,io adesso sono in cura solo dallo psichiatra prendo una dose molto bassa di daparox(metà della dose minima)e mezza pastiglia di tavor la mattina e la sera i miglioramenti son arrivati molto lentamente e anche se qualche problemino c'è ancora almeno sul lavoro non ho più inconvenienti,considerando che la dose di farmaci è bassissima sono contento del risultato.
Vecchio 17-09-2015, 19:52   #16
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Quote:
Originariamente inviata da dotrue Visualizza il messaggio
Complimenti...



Io sarei stato più previdente, o più evitante, e nn sarei partito proprio...ma tu hai dimostrato un coraggio da leoni (rispetto a me)...anche se nn ho capito se stavi male da prima o se è stata la tua prima volta
Grazie dei complimenti, ma senza ombra di dubbio è stato il periodo più brutto e stressante della mia vita...
No prima volta, non sapevo cosa fosse l'ansia e le somatizzazioni correlate

Mi sono chiesto a posteriori..."ma chi me l'ha fatto fare?", però un vero uomo ci va con relativa tranquillità a vivere fuori per tot mesi, poi se proprio non va se ne ritorna a casa...

Questo pensavo mai aspettandomi di stare così male...
Vecchio 17-09-2015, 20:41   #17
Esperto
L'avatar di Grimmjow
 

Quote:
Originariamente inviata da Milo Visualizza il messaggio
Ho escluso a priori cause fisiologiche per il semplice motivo che ho problematiche legate all'ansia da sempre quindi il primo indiziato è sempre quello,io adesso sono in cura solo dallo psichiatra prendo una dose molto bassa di daparox(metà della dose minima)e mezza pastiglia di tavor la mattina e la sera i miglioramenti son arrivati molto lentamente e anche se qualche problemino c'è ancora almeno sul lavoro non ho più inconvenienti,considerando che la dose di farmaci è bassissima sono contento del risultato.
Grazie mille! Perdona un'ultima domanda, da quanto tempo hai iniziato la cura? Dipendenza a parte, il fatto è che ritengo che i farmaci alla lunga diano assuefazione ergo non danno più gli stessi risultati...
Vecchio 17-09-2015, 21:09   #18
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da Grimmjow Visualizza il messaggio
Grazie mille! Perdona un'ultima domanda, da quanto tempo hai iniziato la cura? Dipendenza a parte, il fatto è che ritengo che i farmaci alla lunga diano assuefazione ergo non danno più gli stessi risultati...
All'incirca 5 mesi e mi sembra faccia sempre più effetto,da quel che ho letto sono gli ansiolitici che danno molta dipendenza e perdono efficacia nel tempo invece gli antidepressivi danno meno dipendenza e non dovrebberò creare assuefazione anzi hanno bisogno di mesi per portare al massimo il loro effetto.
Vecchio 21-09-2015, 09:33   #19
Principiante
L'avatar di Erpatrizio
 

Comunque, bando alle ciance, si ritorna alla propria quotidianità...
Conviene per me dimenticare quel periodo, e ritornare il ragazzo entusiasta che ero prima!

LAVORO

1)Voglio iscrivermi a Garanzia Giovani, non si sa mai

2)Se non trovo lavoro, iscrivermi a qualche corso che mi piaccia

SALUTE

Fortunatamente sto ridormendo 8 ore a notte senza alcun aiuto

Per lo stomaco io penso di rivolgermi ad un gastroenterologo


ANSIA FUORI DI CASA

Qui devo lavorare parecchio, perchè checchè se ne dica, la maggior parte delle società chiede ai dipendenti di trasferirsi in altre città...e sono proprio quelli maggiormente "mobili" ad avere migliori carriere...
Avevo dimenticato di dire che sintomi simili, li avevo avvertiti anche in vacanza dopo una sola settimana...
Vecchio 21-09-2015, 10:42   #20
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Erpatrizio Visualizza il messaggio
Comunque, bando alle ciance, si ritorna alla propria quotidianità...
Conviene per me dimenticare quel periodo, e ritornare il ragazzo entusiasta che ero prima!

LAVORO

1)Voglio iscrivermi a Garanzia Giovani, non si sa mai

2)Se non trovo lavoro, iscrivermi a qualche corso che mi piaccia

SALUTE

Fortunatamente sto ridormendo 8 ore a notte senza alcun aiuto

Per lo stomaco io penso di rivolgermi ad un gastroenterologo


ANSIA FUORI DI CASA

Qui devo lavorare parecchio, perchè checchè se ne dica, la maggior parte delle società chiede ai dipendenti di trasferirsi in altre città...e sono proprio quelli maggiormente "mobili" ad avere migliori carriere...
Avevo dimenticato di dire che sintomi simili, li avevo avvertiti anche in vacanza dopo una sola settimana...
Non ti abbattere, vedrai che sará una situazione temporanea.
Hai fatto bene a dare la precedenza alla tua salute perché é la cosa più importante. Hai un ottimo spirito d'iniziativa e tanta voglia di fare, vedrai che quando sarai tornato in forma con un po' di sacrificio e buona volontà le opportunità non ti mancheranno!
Ringraziamenti da
Erpatrizio (21-09-2015)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Secondo me è stato un attacco di panico
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
è un attacco di panico? andrea92 Ansia e Stress Forum 13 30-07-2015 16:53
attacco di panico reietta84 Attacchi di panico Forum 14 14-04-2014 10:42
HELP! Attacco di panico pre-lavoro OverdrivE Attacchi di panico Forum 9 20-02-2014 09:18
attacco di panico alvaro Ansia e Stress Forum 14 10-07-2011 17:14
attacco di panico... marylin Attacchi di panico Forum 7 11-10-2008 14:41



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 02:17.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2