FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Sondaggi
Rispondi
 
Vecchio 01-03-2013, 22:56   #21
Esperto
L'avatar di Evandro Flores
 

Io pure fino ai 25 anni sono stato un single perenne. Come vivevo il mio stato? Da 'misterioso'... non mi lamentavo di non averne mai presa, né millantavo improbabili avventure... per fortuna sono sempre riuscito a gestire abbastanza bene la mia sofferenza per il mancato sviluppo di un settore importante delle relazioni col mondo, quello sentimentale.

Per fortuna dai 25 in poi in quel settore ho recuperato
Vecchio 01-03-2013, 22:56   #22
Esperto
L'avatar di AloneInTheDARK
 

Quote:
Originariamente inviata da in the deepest Visualizza il messaggio
Come gestire le domande inevitabili che gli altri ti pongono in continuazione circa il tuo status sentimentale?

Mi capita continuamente di ricevere domande atte a mettermi in imbarazzo o forse solo a capire qualcosa di me ed io non so minimamente gestire queste situazioni: arrossisco, balbetto, dico cavolate, oppure mi eclisso per nascondermi a piangere, specie quando qualcuno mi ha appena messo in imbarazzo e ha riso della mia reazione da eritrofobica.

Voi avete di questi problemi? come li gestite?
si puoì gestire in diversi modi, una battuta arguta, una scelta personale ecc... dipende dalle possibilità, ad esempio se hai un po' di spazio nella borsetta potersti usare questo:



e gli dai mille e più risposte ...e in pochi secondi.
Vecchio 01-03-2013, 23:06   #23
Banned
 

Quoto Liuk e faccio già che smentire chi ha detto che un conto è essere single per un periodo e un altro per esserlo stati tutta la vita... io ad esempio in tutti i gruppi in cui son stato ho sempre detto ciò che era... che non ho mai avuto nessuna relazione (ho avuto solamente una storia a distanza) e nessuno mi ha mai preso in giro o sfottuto per questo. Ma non è che temo neanche l'eventualità... non ci sono proprio gli estremi.
Non lo vivo come un elemento di inferiorità il fatto di non aver avuto relazioni perchè ,se devo essere proprio sincero, di persone fidanzate ne invidio veramente ma veeramente poche. Solo il vero amore mi sembra un risultato di cui essere davvero fieri. Quando vedo una coppia che davvero è composta di individui senzienti, consapevoli, intelligenti, di valore, che si sono scelti, si amano, stanno bene insieme. Desidero quello che loro hanno ma al tempo stesso mi sento felice per loro. Li stimo.
Ma siccome di coppie così non se ne vedono quasi più in giro.. sinceramente dal fatto di non avere avuto qualche squallida relazione con squallidi individui.. non ne derivo nessun calo di autostima...anzi, non di rado un aumento.

Ultima modifica di Halastor; 01-03-2013 a 23:14.
Vecchio 01-03-2013, 23:15   #24
Esperto
L'avatar di barclay
 

Quote:
Originariamente inviata da in the deepest Visualizza il messaggio
Come gestire le domande inevitabili che gli altri ti pongono in continuazione circa il tuo status sentimentale?
A me fanno raramente domande del genere (*). Probabilmente danno per scontato che una m***a come me deve per forza essere solo

* I miei parenti hanno smesso quando hanno capito che non gli avrei risposto. Due donne me l'hanno chiesto e poi hanno usato quell'informazione contro di me
Vecchio 01-03-2013, 23:18   #25
Esperto
L'avatar di iwannabemade
 

ti capisco bene anche se sono un ragazzo e ho 21 anni (ma ho tutte le premesse per trovarmi a 25 nella stessa situazione).

Quando te lo chiedono potresti provare a sviare il discorso con una battuta del tipo "perchè i ragazzi mi vedono troppo bella e pensano di non avere speranze con me" (questa lo trovata recentemente su facebook)

Anche se capisco bene che per un timido è difficile dirla con il giusto tono e si rischia di creare una situazione ancora più imbarazzante.
Vecchio 01-03-2013, 23:24   #26
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da in the deepest Visualizza il messaggio
Come gestire le domande inevitabili che gli altri ti pongono in continuazione circa il tuo status sentimentale?

Mi capita continuamente di ricevere domande atte a mettermi in imbarazzo o forse solo a capire qualcosa di me ed io non so minimamente gestire queste situazioni: arrossisco, balbetto, dico cavolate, oppure mi eclisso per nascondermi a piangere, specie quando qualcuno mi ha appena messo in imbarazzo e ha riso della mia reazione da eritrofobica.

Voi avete di questi problemi? come li gestite?
A parte che molta gente fa apposta queste domande,magari a persone visibilmente riservate e/o timide,giusto per scassare le palle e far sentire inferiore il prossimo...comunque io sono stato single fino ai 23 anni..e ovviamente colleghi bastardi che puntualmente chiedevano,e non ricevendo nessuna risposta offendevano,sfottevano e insinuavano una mia presunta omosessualitá.Poi ho imparato a rispondere,offendendo a mia volta e adottando un atteggiamento abbastanza aggressivo per tenerli buoni
Ultimamente,prima di fidanzarmi,quando chiedevano dicevo che andavo a tr*** .....il che era anche vero...
Vecchio 01-03-2013, 23:34   #27
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da MeStessa93 Visualizza il messaggio
non sono nemmeno molto attraente
La frase che hai usato implica che tu non sia oggettivamente brutta, quindi è solo una questione di lana caprina.

Non hai abilità sociali? A meno che tu non vada a nasconderti in un cassonetto oppure che tu faccia scena muta se interpellata sia scontrosa, non vedo particolari problemi in tal senso.

Quote:
Non conoscendo nessuno le proposte (quali? ) arriverebbero da uno sconosciuto, e non per niente, però non posso fidarmi del primo che capita
Tutti sono inizialmente sconosciuti, no?
Porre il vincolo di ricevere proposte solo da amici o conoscenti è un po' troppo pretenzioso oltre che poco realista.
Uno sconosciuto si consce e frequenta in sicurezza e, poi, diventato conoscente o amico, si decide il da farsi.
Vecchio 01-03-2013, 23:44   #28
Intermedio
 

Non ho questi problemi dato che non ho amici, quindi non me lo chiede nessuno
Vecchio 01-03-2013, 23:54   #29
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da in the deepest Visualizza il messaggio
Come gestire le domande inevitabili che gli altri ti pongono in continuazione circa il tuo status sentimentale?

Mi capita continuamente di ricevere domande atte a mettermi in imbarazzo o forse solo a capire qualcosa di me ed io non so minimamente gestire queste situazioni: arrossisco, balbetto, dico cavolate, oppure mi eclisso per nascondermi a piangere, specie quando qualcuno mi ha appena messo in imbarazzo e ha riso della mia reazione da eritrofobica.

Voi avete di questi problemi? come li gestite?
Mischio realtà con la fantasia,in pratica mento su cose cmq vere
Vecchio 01-03-2013, 23:57   #30
Banned
 

Cmq non facciamo gli ipocriti,l'essere single è visto male,che ci piaccia o no,ovvio che poi le persone intelligenti non si fermano a guardare queste cose,ma come sapete bene la massa non pensa ma segue i lgregge e se il gregge dice che essere single è da sfigati ,allora cosi sarai marchiato
Vecchio 02-03-2013, 00:04   #31
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da razorback Visualizza il messaggio
Cmq non facciamo gli ipocriti,l'essere single è visto male,che ci piaccia o no,ovvio che poi le persone intelligenti non si fermano a guardare queste cose,ma come sapete bene la massa non pensa ma segue i lgregge e se il gregge dice che essere single è da sfigati ,allora cosi sarai marchiato
Piú che essere single,il non scopare é visto male e da sfigati...
Vecchio 02-03-2013, 00:35   #32
Esperto
L'avatar di Van_Gogh
 

Quote:
Originariamente inviata da liuk76 Visualizza il messaggio

L'ho già detto in passato: se una Tizia dovesse "lamentarsi" le risponderei "proponiti tu oppure trovami una ragazza/donna con la quale fidanzarmi altrimenti taci che dici solo cazzate".

Se si parla di una relazione sentimentale è decisamente più difficile: non sono tante le donne che mi colpiscono. Più della metà di quelle che conosco le "scarterei".


Se uno ha poche occasioni di conoscenza come trova?
Se chi conosce non lo attira?
Se non è attratto sessualmente?
Se non prova alcun sentimento empatico?
Se non c'è feeling iniziando a conoscersi?

E poi... Guardatevi in giro: il mondo è pieno di persone che si fidanzano "tanto per": che chi lo fa per non rimanere solo, chi lo fa perché l'altra persona è carina salvo poi avere un guscio vuoto accanto, chi si accontenta di un baccalà a letto e ne è frustrato ma ci sta insieme perché è "una brava persona e la ama", chi non prova un sentimento ma per conformismo si sistema, ecc.

Io, parlo per me: me ne sono stato per anni single e non mi vergogno, né mi sento inferiore a nessuno.
Ho i miei limiti esteriori, ho avuto poche occasioni di conoscenza, non sono piaciuto a molte donne che ho conosciuto, qualcuna non mi attraeva sessualmente e molte di più non mi coinvolgevano.
Cosa dovevo fare? Fermare le donne per strada? Mettere un annuncio? Provarci con tutte nei locali? Accontentarmi pur di pucciare il biscotto?

Talvolta va così, punto.
E' quello che dico sempre anche io,vedo un bel po' di coppie che mi sembra stiano insieme "tanto per".Uno deve avere una dose discreta(almeno ma anche di piu')di entusiasmo per l'altra persona,se no non ha senso fidanzarsi.Deve esserci feeling,sentimento,attrazione sessuale altrimenti ha piu' senso restare single.

Quote:
Originariamente inviata da Halastor Visualizza il messaggio
Quoto Liuk e faccio già che smentire chi ha detto che un conto è essere single per un periodo e un altro per esserlo stati tutta la vita... io ad esempio in tutti i gruppi in cui son stato ho sempre detto ciò che era... che non ho mai avuto nessuna relazione (ho avuto solamente una storia a distanza) e nessuno mi ha mai preso in giro o sfottuto per questo. Ma non è che temo neanche l'eventualità... non ci sono proprio gli estremi.
Non lo vivo come un elemento di inferiorità il fatto di non aver avuto relazioni perchè ,se devo essere proprio sincero, di persone fidanzate ne invidio veramente ma veeramente poche. Solo il vero amore mi sembra un risultato di cui essere davvero fieri. Quando vedo una coppia che davvero è composta di individui senzienti, consapevoli, intelligenti, di valore, che si sono scelti, si amano, stanno bene insieme. Desidero quello che loro hanno ma al tempo stesso mi sento felice per loro. Li stimo.
Ma siccome di coppie così non se ne vedono quasi più in giro.. sinceramente dal fatto di non avere avuto qualche squallida relazione con squallidi individui.. non ne derivo nessun calo di autostima...anzi, non di rado un aumento.
Infatti sembra quasi un obbligo sociale fidanzarsi.Se non si trova la persona che ci piace veramente bisogna accontentarsi per non restare soli.Siccome lo fa la maggioranza devi farlo anche tu e qualcuno devi trovarlo per forza.Pensa che divertimento,deve essere una cosa angosciante invece.
Vecchio 02-03-2013, 01:59   #33
Banned
 

mentire sempre, anche di fronte all'evidenza
Vecchio 02-03-2013, 09:09   #34
Avanzato
L'avatar di Gladius
 

Ho un problema simile solo che vengo deriso tutti i giorni perchè sono single ed evito... alcuni credono che sia gay...

Il problema non è tanto mio ma è loro quelli che mi deridono sono schiavi della situazione perchè per un rapporto serio perdono totalmente la loro individualità e indipendenza di pensiero e per una persona secondo me fanno sacrifici rinunciando alle proprie abitudini e adattandosi alle esigenze della ragazza(forse è questo che vuol dire amare?).

Queste persone vedono te che sei nonostante tutto tranquillo e libero, mentre loro sono schiave di un rapporto e gli da fastidio, sono invidiose e e gli si da fastidio perchè si sentono turbate... per cui tendono a riversarsi su di noi facendoci sentire dei disadattati perchè vogliono farci cadere a loro livello.

Quello che voglio dirti è che se a 25 anni sei vergine sono fatti tuoi.
Chi ti frequenta non deve nemmeno parlare ma deve guardarsi dentro se stessa, la maggior parte della gente ha rapporti davvero squallidi.

PS:A 22 anni ero ancora vergine, ciò mi recava imbarazzo, un giorno tentai di perderla nel più squallido dei modi... fu una situazione squallidissima...


Quello che voglio dire ascolta solo te stessa.
Vecchio 02-03-2013, 10:00   #35
Intermedio
L'avatar di PioggiaDiStelle
 

Gli dici semplicemente, che per ora vuoi goderti la tua libertà e che quando arriverà quello giusto ti fidanzerai.
Come ti invidio, se potessi tornare indietro V.v
Due storie, due totali fallimenti...per questo ho deciso di rimanere single per la vita, e se qualcuno osa dire: eh ma vedrai che poi, lo trovi anche tu qualcuno.
No.
E' una scelta di vita.
Vecchio 02-03-2013, 11:00   #36
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Gladius Visualizza il messaggio
Ho un problema simile solo che vengo deriso tutti i giorni perchè sono single ed evito... alcuni credono che sia gay...

Il problema non è tanto mio ma è loro quelli che mi deridono sono schiavi della situazione perchè per un rapporto serio perdono totalmente la loro individualità e indipendenza di pensiero e per una persona secondo me fanno sacrifici rinunciando alle proprie abitudini e adattandosi alle esigenze della ragazza(forse è questo che vuol dire amare?).

Queste persone vedono te che sei nonostante tutto tranquillo e libero, mentre loro sono schiave di un rapporto e gli da fastidio, sono invidiose e e gli si da fastidio perchè si sentono turbate... per cui tendono a riversarsi su di noi facendoci sentire dei disadattati perchè vogliono farci cadere a loro livello.

Quello che voglio dirti è che se a 25 anni sei vergine sono fatti tuoi.
Chi ti frequenta non deve nemmeno parlare ma deve guardarsi dentro se stessa, la maggior parte della gente ha rapporti davvero squallidi.

PS:A 22 anni ero ancora vergine, ciò mi recava imbarazzo, un giorno tentai di perderla nel più squallido dei modi... fu una situazione squallidissima...


Quello che voglio dire ascolta solo te stessa.
vedi?
è come dico io, per la massa essere single o non aver scopato entro una certa età è marchio di infamia
quindi tu vuoi startene per i cazzi tuoi, loro vogliono farsi i cazzi tuoi
il problema è che loro sono 94% di piu dei fobici, quindi dominano loro
un po' come la democrazia.
Vecchio 02-03-2013, 11:04   #37
Banned
 

Ciao,amica mia digli o fargli capire che si facciano gli affari propri.
Che sfacciataggine certa gente,quando si voglio fare gli affari altrui,al limite menti,comincia a mentire fin quando non la smettono,purtroppo so gente che molte volte lo fanno a posta per umiliare.
Vecchio 02-03-2013, 11:06   #38
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da PioggiaDiStelle Visualizza il messaggio
Gli dici semplicemente, che per ora vuoi goderti la tua libertà e che quando arriverà quello giusto ti fidanzerai.
Come ti invidio, se potessi tornare indietro V.v
Due storie, due totali fallimenti...per questo ho deciso di rimanere single per la vita, e se qualcuno osa dire: eh ma vedrai che poi, lo trovi anche tu qualcuno.
No.
E' una scelta di vita.
lo dicevano pure alcune mie amiche di 30 anni... single single.. sto bene da sola ec... poi passavano gli anni e per la paura di stare sole a 37 anni si soon tutte accoppiate, e non certo con uomini dei loro sogni. anzi, alcuni le tradiscono pure, e loro penso o sappiano, ma c'hanno la casssa e i solllldi
ipocrisia portami via
Vecchio 02-03-2013, 11:22   #39
Avanzato
L'avatar di Satiah
 

A me fanno veramente incazzare le persone che fanno domande così dirette ed importune sulla vita degli altri, le ho sempre odiate!
Anche a me è capitato di trovarmi in situazioni in cui persone che conoscevo, magari che non vedevo da tempo e mi capitava di incontrare in giro, mi domandassero così, a bruciapelo, se fossi fidanzata o che cosa stessi facendo nella mia vita.
Dal momento che ho trascorso un periodo in cui non ero fidanzata e navigavo nella più assoluta confusione circa la mia vita, per cui di fatto non lavoravo e non facevo nulla, per me quelle domande erano veramente una tortura, mi facevano stare male...al punto che cercavo di evitare le persone, i luoghi in cui sapevo che avrei potuto incontrare gente che conoscevo e se le intravedevo scappavo. Mi risultava veramente penoso ed insopportabile dover ammettere di non avere una vita decente, di non avere un partner, un lavoro, degli obiettivi, mentre sapevo che i miei interlocutori li avevano.
Chiaramente queste persone non potevano sapere delle mie sofferenze e di quello che stavo attraversando, per cui magari facevano le domande ingenuamente, tanto per parlare di qualcosa...anche se credo che la maggior parte delle persone che indaga nella vita degli altri lo faccia solo per pettegolezzo e per mancanza di tatto e di discrezione.
Infatti io evito sempre di fare domande dirette agli altri, perché so che sono cose che possono infastidire.
Come ti è già stato consigliato, puoi intraprendere 2 strade: o menti e ti inventi cavolate, tanto gli altri non possono certo trovarti un partner o risolverti i problemi; oppure dici la verità e te ne freghi...ma so che non ci riesci a fregartene, visto che la cosa ti fa evidentemente soffrire.
Oppure potresti anche cambiare discorso e non rispondere...del resto non sei tenuta a farlo, perché non devi rendere conto a nessuno della tua vita privata. Se ti chiedono:" Sei fidanzata?" Tu non rispondere e cambia argomento. Se dovessero insistere fagli notare che sono inopportuni e maleducati. In tal modo metteresti loro nella condizione di sentirsi a disagio. Non devi sentirti sotto esame perché gli altri non hanno alcun diritto di indagare nelle nostre faccende, non sei mica in caserma a subire un interrogatorio...non hai commesso un reato, né devi dimostrare di avere alibi. Ricorda sempre questo: gli altri hanno lo stesso diritto di impicciarsi nei fatti tuoi che tu hai di impicciarti nei fatti loro. Se non vuoi permetterglielo, non devi sentirti in dovere di fornire spiegazioni.
Vecchio 02-03-2013, 11:30   #40
Esperto
L'avatar di varykino
 

a me succedeva fino a 5 - 6 anni fa ..... nn gli ho mai dato peso anzi , gia capivo dalla persona che avevo davanti se me lo avrebbe chiesto e facevo di tutto per farmelo chiedere e metterli in difficoltà perchè quando si sentono rispondere " eh no .... col sorriso" non sanno piu andare avanti

chiaro segno che in realtà nn gli frega niente se sei single o no haahha

e cambiano discorso con la faccia imbarazzata. a me è sempre successo cosi.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Quando si arriva ad avere 25 anni ed a non avere mai avuto un ragazzo
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Qual è il principale motivo che vi spinge ad avere una ragazza/un ragazzo? Robedain Sondaggi 108 07-02-2013 15:03
In quanti siamo ad avere 30 anni Ulver Amore e Amicizia 83 21-12-2012 20:21
Scoprire di avere un disturbo bipolare a 46 anni. salvatore1965 Presentazioni 19 08-01-2012 17:19
sul fatto di non avere mai avuto una tipa ragazzosingle Amore e Amicizia 55 31-10-2011 20:51
Avere trent'anni Otemanu Presentazioni 15 11-03-2009 04:31



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 04:05.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2