FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Medicine
Chiudi la discussione
 
Vecchio 22-04-2013, 21:04   #1
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Sono 7 anni che combatto contro me stessa e la maledetta depressione che si è manifestata in tutta la sua massima potenza a settembre 2006.. Da quando prendo psicofarmaci è peggiorato tutto. L'ansia è triplicata se non di più. Mi ritrovo a quasi 27 anni con un bel pò di esperimenti vari (chiamiamoli così). Ssri, ansiolitici, ipnotici, qualche antipsicotico, stabilizzatori dell'umore.. E che hanno fatto? Hanno amplificato i miei disturbi. Ho una dipendenza fisica e psichica dovuta al lorazepam (tavor). Un anno fà lo stavo diminuendo una goccia per volta ma mi ero fatta male i calcoli pensando che 45 gocce corrispondessero a 2,5 mg di compressa e col tempo piano piano sono stata malissimo. Panico assurdo, non dormivo quasi più e non capivo il perché. Vabbè sono andata avanti lo stesso associando qualche goccia di diazepam per parare il colpo. Solo che ora prendo 2 mg di lorazepam e mi ritrovo con una tosta contrattura muscolare che sono sicura che si è scatenata con la diminuizione del lorazepam. È un anno e 2 mesi che ho sempre il trapezio rigido e il collo che mi tira. Sento il peso del mondo sulle spalle oltre a tutto il resto di problemi che ho sia fisici che psicologici. Arrivo al dunque: devo trovare un neuropsichiatra bravo e ho serie intenzioni di disintossicarmi da queste maledette medicine (assumo il lamictal e il tavor) e non mi importa se vivrò momenti ancora più brutti. Non mi importa se avrò allucinazioni e se sentirò bruciare dentro il mio corpo come se fossi all'inferno. Ne vale la pena perché tanto non ho più persone che potrebbero pensare che sono diventata ancora più strana. Si ci sarebbe mia madre che assisterebbe a tutto lo spettacolo ma non mi interessa. È anche per colpa del rapporto che ho con lei se sono ridotta così. DEVO PENSARE A ME STESSA E VOGLIO CHE IL MIO CERVELLO RIPRENDA IL COMANDO

Ultima modifica di Black Moon; 22-04-2013 a 21:11.
Vecchio 22-04-2013, 21:14   #2
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

se lo fai con una assistenza medica professionale è una gran bella cosa
Vecchio 22-04-2013, 21:23   #3
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da Inosservato Visualizza il messaggio
se lo fai con una assistenza medica professionale è una gran bella cosa
Il problema è trovare medici competenti
Vecchio 22-04-2013, 21:32   #4
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

Quote:
Originariamente inviata da Black Moon Visualizza il messaggio
Il problema è trovare medici competenti
più che altro è trovare un medico che semplicemente non cambi medicine, ma che tenda a ridurne l'uso allo stretto necessario
Vecchio 22-04-2013, 21:34   #5
Banned
 

Devi capire cos'hai, solo a quel punto puoi capire cosa eliminare. La strada di consultare un neuropsichiatra è ottima, ti suggerisco di abbinarla a un terapista (non ho grandi esperienze in merito ma mi sono fatto l'idea che la cognitivo comportamentale sia la strada che porta ad avere risultati concreti più facilmente), e di calare le dosi mano a mano.
Non escludere l'eventualità che il tuo caso appartenga a uno di quei rari in cui sia necessario assumere qualche farmaco per il resto della tua vita, anche se, pur nel caso si trattasse della tua situazione, togliere ciò che non è necessario sarebbe comunque un bene per te.

Lo psicofarmaco per come la vedo io dovrebbe avere la funzione di rendere possibili attività altrimenti impensabili per un affetto da disturbi psichici, in modo da poter avviare un circolo virtuoso e costruirsi un modello mentale del mondo e degli altri più funzionale ad una vita soddisfacente.
Un po' come le rotelle per imparare ad andare in bici, o la tavoletta per imparare a nuotare.
Quindi qualsiasi psicofarmaco dovrebbe essere assunto nell'ottica di una terapia "sul campo", sotto forma di impegno, di obiettivi, di feedback (positivi ma anche negativi), ed eventualmente di un confronto con uno specialista che può aiutare a interpretare gli episodi sotto una chiave di lettura differente.
Quando assumevo alprazolam lo facevo con l'intento di riuscire a uscire di casa, sapendo che sarei stato comunque male, ma non così male da scappare terrorizzato a casa.
Non lo assumevo per "stare bene".

No pain, no gain.


Suggerisco inoltre attività fisica intensa, stimola la produzione di endorfine, e aiuta alla concentrazione (la capacità di concentrarsi tra l'altro è una salvezza per chi rischia attacchi di panico). La corsa mi ha aiutato tantissimo nei momenti più bui.
Vecchio 22-04-2013, 21:36   #6
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da Inosservato Visualizza il messaggio
più che altro è trovare un medico che semplicemente non cambi medicine, ma che tenda a ridurne l'uso allo stretto necessario
A messina i dottori lasciano a desiderare.. E comunque io voglio toglierli completamente, piano piano ovviamente. E che ci sono potenti effetti collaterali ed ho paura. I sintomi di astinenza sono pericolosi :-(
Vecchio 22-04-2013, 21:43   #7
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Ormai so bene cosa ho. Quando ero adolescente non potevo capire. Da 2 mesetti faccio aqua gym proprio per i problemi alle spalle ma non mi basta mica. Senza un lavoro, senza persone con cui avere una vita sociale REALE non potrò riprendermi al 100%. Voglio disintossicarmi perché è il momento giusto visto che non ho legami nel mondo reale che potrei perdere mentre mi incammino nell'inferno. E sono sicura che se il mio cervello ricomincia a respirare e a lavorare da solo non dovrò più assumere nulla perché fino ad adesso sono sempre stata lucida. Purtroppo ho problemi con la memoria ed è colpa del lorazepam quindi devo eliminarlo il prima possibile. 3 anni di fila con un ansiolitico! Ora basta
Vecchio 22-04-2013, 22:26   #8
Banned
 

come ti comporti se non li prendi? questo bombardamento chimico mi sembra eccessivo...
Vecchio 22-04-2013, 23:03   #9
Esperto
L'avatar di Kody
 

Bravissima, se trovi la voglia di superare i tuoi problemi, se li affronti senza mai arrenderti, allora ne uscirai.

Magari non cercare di fare il passo troppo lungo della gamba. Forse non è il caso di smettere di colpo con i farmaci, ma pian piano.

Metticela tutta, qualsiasi cosa succeda, non ti demoralizzare mai.
Vecchio 23-04-2013, 02:00   #10
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da Atlas Visualizza il messaggio
come ti comporti se non li prendi? questo bombardamento chimico mi sembra eccessivo...
mi sento in panico e senza voglia di fare le cose. Già sto in questo stato figuriamoci senza. Senza il tavor mi sento un'agitazione assurda e poi a livello muscolare non ne parliamo
Vecchio 23-04-2013, 02:03   #11
Banned
 

Non dare retta a nessuno...se ti senti pronta a smettere con gli psicofarmaci fallo in base alle tue sensazioni e alla tua forza mentale. Io ci sono passato e ti capisco quando dici di non voler andare dallo psichiatra...loro non te li toglieranno mai,anzi te ne daranno altri perchè quello è il loro mestiere.
L'unico consiglio che mi sento di darti è di cercare sostegno dalle persone a cui vuoi bene. buona fortuna
Vecchio 23-04-2013, 02:05   #12
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da utentex Visualizza il messaggio
Non dare retta a nessuno...se ti senti pronta a smettere con gli psicofarmaci fallo in base alle tue sensazioni e alla tua forza mentale. Io ci sono passato e ti capisco quando dici di non voler andare dallo psichiatra...loro non te li toglieranno mai,anzi te ne daranno altri perchè quello è il loro mestiere.
L'unico consiglio che mi sento di darti è di cercare sostegno dalle persone a cui vuoi bene. buona fortuna
non c'è nessuno che mi vuole bene in sicilia. E poi io voglio andare da un dottore!
Vecchio 23-04-2013, 02:08   #13
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Black Moon Visualizza il messaggio
non c'è nessuno che mi vuole bene in sicilia. E poi io voglio andare da un dottore!
Neanche le tua famiglia o parente stretto? se vai da un dottore non te li toglierà di sicuro...al massimo vai da uno psicologo
Vecchio 23-04-2013, 02:23   #14
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da utentex Visualizza il messaggio
Neanche le tua famiglia o parente stretto? se vai da un dottore non te li toglierà di sicuro...al massimo vai da uno psicologo
un farmaco che ormai mi da assuefuazione non serve a niente. Sicuramente verrà sostituito da qualcos'altro. No, sono senza papà da 24 anni quasi. Come ho scritto in precedenza i miei problemi sono anche dovuti al rapporto con mia madre quindi..
Vecchio 23-04-2013, 02:25   #15
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Sicuramente se si può fare dovrei andare in una clinica del sonno. Non sono così tanto diversi gli psicofarmaci dalle droghe..
Vecchio 23-04-2013, 02:30   #16
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Black Moon Visualizza il messaggio
un farmaco che ormai mi da assuefuazione non serve a niente. Sicuramente verrà sostituito da qualcos'altro. No, sono senza papà da 24 anni quasi. Come ho scritto in precedenza i miei problemi sono anche dovuti al rapporto con mia madre quindi..
Mi dispiace,non sapevo della tua situazione familiare. Scusa la domanda,ma il tuo obbiettivo è eliminare gli psicofarmaci o fartene prescrivere uno nuovo?
Vecchio 23-04-2013, 02:33   #17
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da utentex Visualizza il messaggio
Mi dispiace,non sapevo della tua situazione familiare. Scusa la domanda,ma il tuo obbiettivo è eliminare gli psicofarmaci o fartene prescrivere uno nuovo?
In primissima eliminare l'ansiolitico che non fa più nessun effetto. Se non lo piglio invece sto più male di adesso quindi si deve togliere molto lentamente
Vecchio 23-04-2013, 02:37   #18
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Credo che forse il lamictal non me lo toglierò mai.. Figuratevi che me lo sono autoprescritta ed è l'unico che davvero mi ha dato una mano per avere un minimo di stabilità ma non basta mica
Vecchio 23-04-2013, 02:38   #19
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Black Moon Visualizza il messaggio
In primissima eliminare l'ansiolitico che non fa più nessun effetto. Se non lo piglio invece sto più male di adesso quindi si deve togliere molto lentamente
io l'ansiolitico lo sto prendendo solo al bisogno,cioè quando sto malissimo. Devi essere forte ed esporti il meno possibile alla fonti che ti provocano ansia
Vecchio 23-04-2013, 02:45   #20
Esperto
L'avatar di Black Moon
 

Quote:
Originariamente inviata da utentex Visualizza il messaggio
io l'ansiolitico lo sto prendendo solo al bisogno,cioè quando sto malissimo. Devi essere forte ed esporti il meno possibile alla fonti che ti provocano ansia
Allora dovrei scappare via dal mio paese ma non posso. Sono circondata di ansia dappertutto. A casa, mia madre... Ogni angolo del mio paese mi fa ricordare le situazioni spiacevoli che ho avuto. L'ultima a novembre scorso.. A quanto ho capito tu mica sei dipendente dall'ansiolitico. Io lo prendo tutte le notti da maggio 2010
Chiudi la discussione
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Voglio dare una svolta alla mia vita: ELIMINARE GLI PSICOFARMACI
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
come si fa a pensare alla scuola se si pensa alla vita sociale o.O Ansiaboy Amore e Amicizia 22 15-06-2013 22:35
lo studio aiuta a dare un senso alla solitudine? andry88darkside SocioFobia Forum Generale 16 08-04-2011 00:55
non dare tanto peso alla malattia Social DOC Forum 6 22-12-2008 13:52
Svolta alla vita vikingo SocioFobia Forum Generale 5 26-03-2008 23:13
ADDIO ALLA FOBIA SOCIALE?BASTA ELIMINARE I PREGIUDIZI? Graziepapi Amore e Amicizia 17 26-05-2007 00:20



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 13:25.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2