FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 18-10-2020, 05:37   #1
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Premesso che ho anche un certo timore del contagio, non psicosi sicuramente, ma un po' di timore si. Ma questo penso molti, anche se non tutti.

Se dovesse riflettere l'andamento dell'influenza spagnola ci dovrebbe essere una drastica riduzione per la fine di novembre, ma poi ogni virus ha un ciclo a se.
Il problema è, come ha detto Zerocalcare in un'intervista "chi era già solo è rimasto ancora più solo". Avevo creato un gruppo di amici di 3 persone ma che è andato scemando sia perché tante cose non è prudente farle e anche perché loro cmq hanno altre amicizie.
A chiedere in giro se altre persone escono o si vedono neanche lo chiedo più perché da quello che ho sentito nei mesi precedenti gli altri non hanno paura e fanno tutto quello che c'è da fare, anche guardandomi come fossi un pauroso o un fissato.. e quindi non chiedo più niente perché già so che la gente esce e va anche nei ristoranti (adesso per forza al chiuso) senza porsi nessun problema

Quindi la situazione è zero amici. La palestra è già da marzo che è saltata. Fare sport all'aperto è diventato un calvario e fra un po' non si potrà neanche più fare.. come si sopravvive psicologicamente a tutto questo?
Pensando che il domani sia migliore? Ma io ho già più di 40 e già avevo dubbi prima.. ora ancor di più e anche pochi mesi persi a quest'età sono tanti perché ci si invecchia.. è veramente una situazione imbarazzante.
Vecchio 18-10-2020, 07:03   #2
Esperto
L'avatar di Kitsune
 

Dovendo stare in casa cerchi di virtualizzare il virtualizzabile e speri che tutto finisca presto.
Vecchio 18-10-2020, 08:22   #3
Esperto
L'avatar di tsubaki
 

anch'io ho perso e indebolito vari legami, trovandomi praticamente da sola e sempre in casa (dato che la mia università fa tutto online). sento di aver perso completamente un anno della mia vita, non che avrei fatto chissà cosa ma sicuramente avrei continuato nella mia quotidianità che alla fine mi piaceva. invece ora mi trovo in pausa, bloccata, non riesco a proseguire normalmente, non sto facendo niente e anzi mi sto distaccando sempre di più dalla realtà aggrappandomi ad internet per avere una via di fuga dai miei pensieri e da casa mia.
purtroppo non so dirti come si sopravvive a tutto questo, perché ormai non mi interessa nemmeno sopravvivere. sono diventata passiva, potrà succedere di tutto e quel che sento è come se fossi anestetizzata.
Vecchio 18-10-2020, 08:39   #4
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da Kitsune Visualizza il messaggio
Dovendo stare in casa cerchi di virtualizzare il virtualizzabile e speri che tutto finisca presto.
eh si, per forza.
Quote:
Originariamente inviata da tsubaki Visualizza il messaggio
Si, è un'anno perso.. mi sento come te. Sto anche sviluppando dei sintomi depressivi più forti del solito.. avevo dei progetti di miglioramento in generale, soprattutto lavorativo.. ma ora col mondo del lavoro in frantumi non c'è ben poco da migliorare, già è tanto se riuscirò a mantenere le stesse condizioni.
Vecchio 18-10-2020, 09:10   #5
Esperto
L'avatar di zoe666
 

io ho annullato quei pochi legami che avevo, e annullato quelli formali o quasi, ma perchè la maggior parte della gente mi sembra veramente sotto psicosi da virus.

A lavoro parlo praticamente solo con una collega che sembra ragionare e non vivere sotto isteria.

L'altro giorno ero a lavoro, appena seduta sul posto, ed è arrivata una dicendomi di igienizzare il mio posto ( che ricordo viene igienizzato ogni mattina prima di inizio turno ) perchè nel turno precedente ci si era seduto uno che aveva accusato un pò di febbre una volta tornato a casa. Non riuscivo a trattenermi dal ridere, ho detto che no, non ce n'era bisogno, e quella sembrava quasi sconvolta che volessi rimanere in quel posto "infetto"
A me sembra la gente stia impazzendo, seriamente.
Vecchio 18-10-2020, 11:49   #6
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

A parte la mascherina, io non avverto questa grande rivoluzione nella mia esistenza, ero solo prima, sono solo adesso, le poche persone che conoscevo le vedevo di rado prima, le vedo di rado adesso.
Non vivevo in modo festaiolo già prima, se abolissero tutte le feste non ne risentirei, anzi mi farebbe anche un po' piacere, meno caos e disturbi molesti in giro.
Di sicuro in certi ambiti crea disagi questa cosa, ma in ambito relazionale la mia vita non ha subito alcuno scossone.
E' la chiusura totale che magari mi potrebbe disturbare di nuovo, il non poter uscire mai di casa, questo sì mi ha disturbato.

Ultima modifica di XL; 18-10-2020 a 11:57.
Ringraziamenti da
Noradenalin (18-10-2020)
Vecchio 18-10-2020, 11:58   #7
Esperto
L'avatar di Wonderlust76
 

Quote:
Originariamente inviata da zoe666 Visualizza il messaggio
io ho annullato quei pochi legami che avevo, e annullato quelli formali o quasi, ma perchè la maggior parte della gente mi sembra veramente sotto psicosi da virus.

A lavoro parlo praticamente solo con una collega che sembra ragionare e non vivere sotto isteria.

L'altro giorno ero a lavoro, appena seduta sul posto, ed è arrivata una dicendomi di igienizzare il mio posto ( che ricordo viene igienizzato ogni mattina prima di inizio turno ) perchè nel turno precedente ci si era seduto uno che aveva accusato un pò di febbre una volta tornato a casa. Non riuscivo a trattenermi dal ridere, ho detto che no, non ce n'era bisogno, e quella sembrava quasi sconvolta che volessi rimanere in quel posto "infetto"
A me sembra la gente stia impazzendo, seriamente.
A me invece sembra che tu la stia prendendo un po' sottogamba...che poi ognuno è libero di fare quel vuole con la sua pelle, a patto che non infetti altri che poi magari si ritrovano con un tubo in gola.

Ultima modifica di Wonderlust76; 18-10-2020 a 11:58. Motivo: errore
Ringraziamenti da
cringe (18-10-2020), Viewer (18-10-2020), Wrong (18-10-2020)
Vecchio 18-10-2020, 13:43   #8
Esperto
L'avatar di CryingOnMyMind
 

Eh non lo so, onestamente a me non è cambiato granché. Finché è possibile cerco di farmi qualche giro in macchina o una passeggiata con i miei dove non c'è nessuno, per non perdere questo briciolo di contatto con l'esterno
Vecchio 18-10-2020, 14:20   #9
Esperto
 

La mia vita a livello pratico non è cambiata molto , il problema è che l’ansia cronica che ho di solito mi è aumentata per questa situazione, ho anche molta paura per la mia salute ovviamente ( sono molto pauroso e fragile ) ma soprattutto la mia situazione economica già molto compromessa prima , ormai si sta facendo drammatica , e nei prossimi mesi sarà ingestibile per me
Vecchio 18-10-2020, 14:50   #10
Esperto
L'avatar di Warner84
 

A livello pratico non è cambiata molto la mia vita, ma come hanno già detto altri, quei pochissimi rapporti sociali che avevo (calcetto e una birretta ogni morta di papa) si sono annullati, praticamente sono ridotto al solo casa-lavoro...tocca solo aspettare che migliori la situazione, ma a parte questo credo che abbia portato un'ulteriore inclinazione negativa alla mia patetica vita
Vecchio 18-10-2020, 14:52   #11
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da zoe666 Visualizza il messaggio
io ho annullato quei pochi legami che avevo, e annullato quelli formali o quasi, ma perchè la maggior parte della gente mi sembra veramente sotto psicosi da virus.

A lavoro parlo praticamente solo con una collega che sembra ragionare e non vivere sotto isteria.

L'altro giorno ero a lavoro, appena seduta sul posto, ed è arrivata una dicendomi di igienizzare il mio posto ( che ricordo viene igienizzato ogni mattina prima di inizio turno ) perchè nel turno precedente ci si era seduto uno che aveva accusato un pò di febbre una volta tornato a casa. Non riuscivo a trattenermi dal ridere, ho detto che no, non ce n'era bisogno, e quella sembrava quasi sconvolta che volessi rimanere in quel posto "infetto"
A me sembra la gente stia impazzendo, seriamente.
Per quanto poco importi anche a me del virus, penso che non bisogna assolutamente farsi prendere dal panico ma nemmeno additare gli altri come imbecilli e sottovalutare questa situazione generale in cui oggi ci ritroviamo a vivere. Reagiamo tutti in modo diverso, il rispetto comunque non deve venire a mancare.
Vecchio 18-10-2020, 14:55   #12
Esperto
L'avatar di zoe666
 

Quote:
Originariamente inviata da Wonderlust76 Visualizza il messaggio
A me invece sembra che tu la stia prendendo un po' sottogamba...che poi ognuno è libero di fare quel vuole con la sua pelle, a patto che non infetti altri che poi magari si ritrovano con un tubo in gola.
quindi non igienizzare un posto già igienizzato dove il giorno prima si era seduto uno col mal di gola è prenderla sotto gamba, ok

Quote:
Originariamente inviata da Viewer Visualizza il messaggio
Per quanto poco importi anche a me del virus, penso che non bisogna assolutamente farsi prendere dal panico ma nemmeno additare gli altri come imbecilli e sottovalutare questa situazione generale in cui oggi ci ritroviamo a vivere. Reagiamo tutti in modo diverso, il rispetto comunque non deve venire a mancare.
ognuno è libera di prenderla come vuole, non giudico nessuno, ma se la sua psicosi arriva a me e a chiedermi di far cose assurde che tranquillizzerebbero lui allora anche no
Vecchio 18-10-2020, 15:02   #13
Esperto
L'avatar di Svalvolato
 

Non è cambiato granché, non uscivo prima e non esco ora (ma non certo per il virus, che a dispetto dei media non è la nuova peste). Mi rattrista solo vedere la psicosi e ipocondria dilagante in molte persone.

Come si affronta? Evitando in primis il demenziale bollettino quotidiano delle 18. Per il resto cercando di vivere il più normalmente possibile, rispettando le regole ma non annullandosi come persone, come vorrebbero invece i cialtroni ai piani alti.
Vecchio 18-10-2020, 15:17   #14
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da zoe666 Visualizza il messaggio
ma se la sua psicosi arriva a me e a chiedermi di far cose assurde che tranquillizzerebbero lui allora anche no
Su questo posso essere d'accordo.
Vecchio 18-10-2020, 17:35   #15
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

La si affronta...da fobici
Sono gli altri a doversi preoccupare
Vecchio 18-10-2020, 18:33   #16
Esperto
L'avatar di Onizuka
 

Quote:
Originariamente inviata da gaucho Visualizza il messaggio
La limitazione più che altro la sento nel non poter fare qualche viaggio da solo quando riuscivo. Staccavo un po’ e qualche incontro magari lo rimediavo.

E andare in piscina, questo mi pesa parecchio.

Ma sono cosciente della situazione e del fatto che è meglio fare attenzione alla propria salute e a quella di familiari e conoscenti, ma non solo.

Pazienza.
Stessa cosa, dovevo fare qualche piccolo viaggetto per incontrare chi conosco ma non ci sono più i presupposti con questa situazione. Questa è l'unica cosa che mi pesa, per il resto la mia vita rimane totalmente invariata al momento.
Vecchio 18-10-2020, 19:28   #17
Esperto
L'avatar di Noradenalin
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
A parte la mascherina, io non avverto questa grande rivoluzione nella mia esistenza, ero solo prima, sono solo adesso, le poche persone che conoscevo le vedevo di rado prima, le vedo di rado adesso.
Non vivevo in modo festaiolo già prima, se abolissero tutte le feste non ne risentirei, anzi mi farebbe anche un po' piacere, meno caos e disturbi molesti in giro.
Di sicuro in certi ambiti crea disagi questa cosa, ma in ambito relazionale la mia vita non ha subito alcuno scossone.
E' la chiusura totale che magari mi potrebbe disturbare di nuovo, il non poter uscire mai di casa, questo sì mi ha disturbato.
Lo stesso vale per me; stavo sempre chiuso in casa già da prima del lockdown, per me la vita non è cambiata minimamente.

Anche a me farebbe piacere meno chaos, meno disturbi molesti e meno assembramenti (chissà, magari potrebbe aiutarmi un po' ad uscire in qualche posto con più tranquillità, senza fobie o attacchi di panico sapendo di non incontrare nessuno, ma non so...è presto per parlare di queste cose).
Magari c'è anche meno traffico per strada.

Per quanto io sia fobico, maniaco dell'igiene e affetto da disturbo ossessivo compulsivo, non ho notato cambiamenti nel mio comportamento e non ho alcun timore di un possibile contagio, anche perché morire, stare male o meno non mi cambierebbe nulla, peggio di così...


Oltretutto, dall'ultimo mese sono costretto ad uscire tutti i giorni per recarmi nella struttura di ricovero.
Essendo una struttura sanitaria, prima di potervi accedere bisogna fare il tampone e tutti i controlli necessari, e la permanenza all'interno comporta l'indossare sempre la mascherina (e divisa, guanti e camici per gli operatori che ci lavorano) e l'igienizzazione continua delle mani (prima normale lavaggio e poi gel) che se uno non è ossessivo-compulsivo e poco abituato a certi rituali, lo diventa di sicuro
C'è un numero massimo di persone che possono essere presenti contemporaneamente nella struttura.
Poi sono gli operatori a misurare la temperatura e fornire mascherine nuove ogni giorno, all'entrata.

Se dovesse chiudere, semplicemente ritornerei alla vita che facevo prima, da mezzo hikikomori (odio questo termine) e non ci sarebbe alcuna differenza.
Ringraziamenti da
probid (18-10-2020)
Vecchio 18-10-2020, 20:01   #18
Esperto
 

Ci vuole un certo potere per creare un gruppo di 3 amici dal nulla... vorrei sapere come si ottiene
Vecchio 18-10-2020, 20:18   #19
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da alien boy Visualizza il messaggio
Ci vuole un certo potere per creare un gruppo di 3 amici dal nulla... vorrei sapere come si ottiene
Sono colleghi di lavoro. L'iniziativa di uscire però è partita da loro 2. Non ho particolari superpoteri.. Io poi ho creato semplicemente il gruppo whatsapp. Siamo in 3 compreso io. Ma penso sia stata una semplice esigenza estiva, visto che non sono partiti per le ferie, sono single e probabilmente i loro amici erano fuori. Abbiamo fatto solo 3 uscite fra mare e piscina, e poi arrivato l'autunno, complice anche il fatto che uno non lavora più con noi non si è fatto più niente. Io ho fatto altre proposte di uscite ma non hanno aderito. Questo gruppo ormai penso che sia svanito.
Io ci ho provato, mi sono anche sforzato parecchio per uscire, ma poi la gente ha la vita loro, hanno altri amici, frequentazioni etc. e io mi sento anche sfigato ad insistere più di tanto.. alla fine posso stare anche da solo, ma ogni tanto un po' di compagnia con persone con cui ti trovi bene è meglio. Pazienza, è andata così.
A questo punto della mia vita il problema principale non penso sia più tanto la fobia sociale, quanto proprio la difficoltà a trovare amicizie, visto che perlopiù la gente ha famiglia e i single o sono molto socievoli e con tanti amici oppure sono depressi e chiusi in casa.
Ringraziamenti da
alien boy (18-10-2020)
Vecchio 18-10-2020, 21:06   #20
Esperto
L'avatar di Blue Sky
 

Volevo solo dire, per precisazione, che sport all'aperto si può ancora fare tranquillamente, e che le palestre sono ancora aperte.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Pandemia - Consigli per come affrontarla da fobici
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Coodipendenza, come affrontarla? Erexith Amore e Amicizia 6 03-02-2020 01:40
I fobici gay cuccano di più dei fobici etero! Ginta Forum Sessualità (solo adulti) 19 16-04-2012 20:47
geneticamente fobici, socialmente fobici calimero SocioFobia Forum Generale 18 28-07-2009 22:06
Amici Fobici & Amici non Fobici...come fare? Change Amore e Amicizia 6 16-05-2009 00:26



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:09.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2