FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 24-05-2020, 18:00   #41
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da Peste Nera Visualizza il messaggio
Mi fermarono per strada anni fa madre e figlia dei testimoni di geova per convincermi a entrare nelle loro fila ma non accettai anche se ci provarono ammiccando tutto il tempo.
Di quelli non mi fido. Altre congregazioni un po' più soft possono aiutare se ne fai parte, ma in cambio qualcosa vogliono sempre, è ovvio, spesso soldi ma anche tempo, favori, partecipazione etc. E poi ci dovresti un minimo credere.. se mi associo io a ste robe sarebbe poco credibile
Vecchio 24-05-2020, 18:56   #42
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Teach83 Visualizza il messaggio
In effetti se uno è schizoide potrebbe non essere danneggiato da una situazione del genere, però non ne sarei sicuro al 100%.
Anche perchè come si fa a capire se uno sta bene da solo per il semplice motivo che si è abituato a starci, ed è diventato uno "stile di vita", oppure ha una personalità di quel tipo ? E poi siamo sicuri che gli schizoidi non soffrano in qualche modo la solitudine ? Forse ne sappiamo ancora poco...
Bisogna vedere se si provano certi tipi di invidie e poi comunque schizoidi o no dobbiamo tutti stare nella giungla vedi i contesti lavorativi. Certo io non amo la società però bisogna cercare in un qualche modo di starci anche perché siamo animali sociali e dai problemi non si può sempre fuggire.
Vecchio 24-05-2020, 19:21   #43
Esperto
L'avatar di SoloUnaDonna
 

Mi sembra di essere tornata alla situazione di un paio di anni fa.. che è brutta perché da un lato la trovavo/trovo così tanto comoda e rilassante e avevo fatto una fatica ad uscirne.. e ora non so se ne uscirò più.. che schifo, sto virus proprio ora doveva capitare?
Vecchio 24-05-2020, 19:57   #44
Esperto
L'avatar di varykino
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
e magari ti troviamo un altro lavoro.
firmo subito , chi mi devo inchiappettare?
Vecchio 24-05-2020, 19:58   #45
Esperto
L'avatar di SoloUnaDonna
 

Quote:
Originariamente inviata da varykino Visualizza il messaggio
firmo subito , chi mi devo inchiappettare?
ti devi fare inchiappettare ._.
Vecchio 24-05-2020, 19:59   #46
Esperto
L'avatar di varykino
 

Quote:
Originariamente inviata da SoloUnaDonna Visualizza il messaggio
ti devi fare inchiappettare ._.
son dettagli trascurabili
Vecchio 24-05-2020, 22:11   #47
Principiante
L'avatar di BlackOpal
 

Il lockdown da una parte mi ha danneggiata lavorativamente parlando e questo mi dispiace perché non posso realizzare dei progetti che per una volta avevo in mente ma dall'altra, ad essere sincera, ci godo.
Mi divertiva vedere gente "estroversa e festaiola" che normalmente mi etichetta come asociale, soffrire perché doveva star chiusa in casa senza incontrare nessuno, della serie il karma colpisce!
Ringraziamenti da
Cris96 (27-05-2020)
Vecchio 24-05-2020, 23:25   #48
Principiante
 

Anche io ho una grande nostalgia del lockdownperché ha messo in standby i miei problemi e ora che si torna piano piano alla vita normale mi tocca affrontare..però si era bello: strade vuote, tempo libero..tornerei subito indietro nel tempo per fare ancora un mese così
Ringraziamenti da
enemyofthesun (24-05-2020)
Vecchio 24-05-2020, 23:28   #49
Esperto
L'avatar di enemyofthesun
 

Il virus, per quanto fonte di tragedia e ansie, era una situazione nuova, così il lockdown.
Sarò impopolare ma è stato stimolante il periodo fino all'inizio di questo mese.
M'interessavo di cose riguardanti il virus, notizie, numero contagi.
Ora la curva è in discesa, non sembrano esserci colpi di scena, tutti sono già usciti mentre io continuo a rimanere nel mio lockdown personale, sono uscito solo un giorno per necessità, e subito tornato a casa, non sono entrato in nessun luogo chiuso.
E' tutto molto noioso adesso. Si è aggiunta l'inevitabile solitudine che mi travolge puntualmente in estate, l'odio per il caldo che ormai si fa già sentire.
Le uniche notizie sono per gli imbecilli che escono e fanno gli aperitivi assembrandosi.

Mi piacerebbe che tornasse il virus, un aumento, sì contenuto, dei casi, un parziale nuovo lockdown. Ma temo che in estate non succederà proprio nulla di tutto ciò. Potrebbe accadere a settembre-ottobre ma lì non sarebbe molto gradito nemmeno a me, preferirei in estate se proprio.
Tipo il periodo di Ferragosto sarebbe bello un parziale lockdown.
Sì sono abbastanza stronzo ma sono abbastanza stufo della gente e del mondo.

Ora si è scoperto che si può fare smart working. Ma vaffanculo. Che se si fossero svegliati 10 anni fa era meglio.
C'era un silenzio in città (non vivo in città ma m'immagino le città silenti...che sogno), poco inquinamento, poche auto. Un mondo perfetto. Se non fosse per i morti, e di quello mi dispiace...non mi dispiace minimamente per il lockdown invece. Anzi. Mi dispiace adesso che sia finito.
Mi rompe le palle uscire. Anche per il virus. E l'idea di mettere il naso al market o in negozi, ancora peggio. Idem usare i mezzi pubblici. Ma non mi piace guidare.
E' in realtà un casino questa fase 2 e successive in era coronavirus. Sono inquietato e non so come affrontare. Mi verrebbe da non uscire mai più e comprare tutto online. Assecondo?
Vecchio 27-05-2020, 23:07   #50
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da enemyofthesun Visualizza il messaggio
Il virus, per quanto fonte di tragedia e ansie, era una situazione nuova, così il lockdown.
Sarò impopolare ma è stato stimolante il periodo fino all'inizio di questo mese.
M'interessavo di cose riguardanti il virus, notizie, numero contagi.
Ora la curva è in discesa, non sembrano esserci colpi di scena, tutti sono già usciti mentre io continuo a rimanere nel mio lockdown personale, sono uscito solo un giorno per necessità, e subito tornato a casa, non sono entrato in nessun luogo chiuso.
E' tutto molto noioso adesso. Si è aggiunta l'inevitabile solitudine che mi travolge puntualmente in estate, l'odio per il caldo che ormai si fa già sentire.
Le uniche notizie sono per gli imbecilli che escono e fanno gli aperitivi assembrandosi.

Mi piacerebbe che tornasse il virus, un aumento, sì contenuto, dei casi, un parziale nuovo lockdown. Ma temo che in estate non succederà proprio nulla di tutto ciò. Potrebbe accadere a settembre-ottobre ma lì non sarebbe molto gradito nemmeno a me, preferirei in estate se proprio.
Tipo il periodo di Ferragosto sarebbe bello un parziale lockdown.
Sì sono abbastanza stronzo ma sono abbastanza stufo della gente e del mondo.

Ora si è scoperto che si può fare smart working. Ma vaffanculo. Che se si fossero svegliati 10 anni fa era meglio.
C'era un silenzio in città (non vivo in città ma m'immagino le città silenti...che sogno), poco inquinamento, poche auto. Un mondo perfetto. Se non fosse per i morti, e di quello mi dispiace...non mi dispiace minimamente per il lockdown invece. Anzi. Mi dispiace adesso che sia finito.
Mi rompe le palle uscire. Anche per il virus. E l'idea di mettere il naso al market o in negozi, ancora peggio. Idem usare i mezzi pubblici. Ma non mi piace guidare.
E' in realtà un casino questa fase 2 e successive in era coronavirus. Sono inquietato e non so come affrontare. Mi verrebbe da non uscire mai più e comprare tutto online. Assecondo?
Si asseconda comunque condivido tuttoquello che hai scritto!
Vecchio 28-05-2020, 06:16   #51
Avanzato
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Capisco perfettamente il senso del discorso, il lockdown in fondo ha avuto il "merito" di mettere tutti sullo stesso piano. Posso capire anche che una persona depressa e isolata abbia anche un po "goduto" nel vedere tutti gli altri costretti alla lora stessa condizione. Inizialmente anche per me è stato lo stesso, quello che mi pesava era non poter uscire da solo a camminare, adesso che almeno quello si può fare sono a posto.
Vecchio 28-05-2020, 22:44   #52
Esperto
L'avatar di vero82
 

L'unica cosa che rimpiango della fase uno e' il fatto che dormivo molto bene, senza ansie, perche' non avevo situazioni ansiogene da affrontare


Comunque non credo che il lock down ci aveva messi tutti allo stesso livello perche' se si fanno confronti riguardo al con chi si e' passato la quarantena ci sono state delle differenze abissali, non eravamo affatto tutti allo stesso livello

Ultima modifica di vero82; 28-05-2020 a 22:49.
Vecchio 29-05-2020, 10:04   #53
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

Estroversoni dopo una settimana di quarantena





Io dopo anni di quarantena come stile di vita
Immagini allegate
Tipo di file: jpg tenor.jpg‎ (4.5 KB, 6 visite)

Ultima modifica di SamueleMitomane; 29-05-2020 a 10:08.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (30-05-2020)
Vecchio 29-05-2020, 11:04   #54
Esperto
L'avatar di DeadSoul
 

Quote:
Originariamente inviata da L innominato Visualizza il messaggio
Anche io ho una grande nostalgia del lockdownperché ha messo in standby i miei problemi e ora che si torna piano piano alla vita normale mi tocca affrontare..però si era bello: strade vuote, tempo libero..tornerei subito indietro nel tempo per fare ancora un mese così
Anch'io
Vecchio 29-05-2020, 16:47   #55
Esperto
L'avatar di gaucho
 

In quarantena sembrava tutto più tranquillo e ordinato
Vecchio 30-05-2020, 18:26   #56
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Quanta verità


Vecchio 29-06-2020, 22:08   #57
Principiante
 

Anche io ho fatto la vita di sempre. Ed in più essendo una cosa forzata non avevo nemmeno sensi di colpa
Vecchio 30-06-2020, 10:20   #58
Principiante
L'avatar di kurt87
 

Non noto e non ho notato la differenza tra lockdown e non. Praticamente è una vita che sono in lockdown, compreso ora. Quando sei abituato ad avere zero vita sociale, a vivere praticamente più in casa che fuori, ad essere solo, non ti cambia nulla. Infatti trovavo esilarante il fatto che per due mesi del cazzo, tutti sti habituè della movida, del divertimento, delle uscite, delle vacanze, del caos, fossero in totale crisi. Perchè parliamoci chiaro, il problema loro era questo, non poter cazzeggiare come sono soliti fare, niente di più, niente di meno. E lo testimonia infatti ciò che sta accadendo in queste settimane di ripartenza e il totale menefreghismo nel rispettare le regole ancora oggi. Anzi, se devo essere onesto, forse ci ho goduto pure un pò, così magari capiscono qualche cosa e aprono un pò la mente (ma dubito...). Ovviamente non mi rivolgo a chi ha passato momenti brutti, avuto problemi di salute o nel peggiore dei casi, ha perso delle persone care. Ci mancherebbe, per loro provo vicinanza e rispetto totale e spero possano riprendere in mano le loro vite e tornare ad avere un minimo di serenità e normalità, per quanto possibile. Ma non rispetto chi ha visto il lockdown quasi come una "forzatura" (quando in realtà era solo la misura più logica da attuare per salvaguardare la nostra e loro salute e cercare di limitare i danni), e che aveva come unica preoccupazione non poter cazzeggiare come sempre, in totale spregio e insensibilità di chi stava realmente soffrendo. Quasi come se a un bambino gli togli il giocattolo preferito e fà i capricci. Che poi capirai, avessero fatto sto gran sforzo a stare due mesi in casa (in casa...) a fare una mazza, mangiare, bere, vedere la tv, leggere, dormire. Avessi detto due mesi in guerra, al fronte, in carestia...
Vecchio 30-06-2020, 10:32   #59
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da kurt87 Visualizza il messaggio
Non noto e non ho notato la differenza tra lockdown e non. Praticamente è una vita che sono in lockdown, compreso ora. Quando sei abituato ad avere zero vita sociale, a vivere praticamente più in casa che fuori, ad essere solo, non ti cambia nulla. Infatti trovavo esilarante il fatto che per due mesi del cazzo, tutti sti habituè della movida, del divertimento, delle uscite, delle vacanze, del caos, fossero in totale crisi. Perchè parliamoci chiaro, il problema loro era questo, non poter cazzeggiare come sono soliti fare, niente di più, niente di meno. E lo testimonia infatti ciò che sta accadendo in queste settimane di ripartenza e il totale menefreghismo nel rispettare le regole ancora oggi. Anzi, se devo essere onesto, forse ci ho goduto pure un pò, così magari capiscono qualche cosa e aprono un pò la mente (ma dubito...). Ovviamente non mi rivolgo a chi ha passato momenti brutti, avuto problemi di salute o nel peggiore dei casi, ha perso delle persone care. Ci mancherebbe, per loro provo vicinanza e rispetto totale e spero possano riprendere in mano le loro vite e tornare ad avere un minimo di serenità e normalità, per quanto possibile. Ma non rispetto chi ha visto il lockdown quasi come una "forzatura" (quando in realtà era solo la misura più logica da attuare per salvaguardare la nostra e loro salute e cercare di limitare i danni), e che aveva come unica preoccupazione non poter cazzeggiare come sempre, in totale spregio e insensibilità di chi stava realmente soffrendo. Quasi come se a un bambino gli togli il giocattolo preferito e fà i capricci. Che poi capirai, avessero fatto sto gran sforzo a stare due mesi in casa (in casa...) a fare una mazza, mangiare, bere, vedere la tv, leggere, dormire. Avessi detto due mesi in guerra, al fronte, in carestia...
Esatto.

Il lockdown mi ha dato la misura di quanto sia viziata e fragile la gente, di quanto sia poco abituata alla rinuncia e al sacrificio minimo, e quindi di quanto io sia lontanissima per vissuto a quello altrui, se i loro problemi sono questi, se veramente crollano per due mesi tranquilli a riposo nel comfort di casa in compagnia dei propri cari.
Non potremo capirci mai.
Ma d'altra parte per me è così su tutto, non solo sul lockdown, ogni volta che sento o leggo qualche affermazione in giro non posso non pensare "seh, questi sono i tuoi problemi?Queste sono le tue priorità?Ma che davero?"
E niente, non siamo compatibili io e i terrestri, fine OT.

Ultima modifica di claire; 30-06-2020 a 10:35.
Vecchio 30-06-2020, 11:11   #60
idk
Esperto
L'avatar di idk
 

Provare sconforto o rabbia per situazioni di pesante deprivazione delle libertà più basilari è una reazione umana del tutto comprensibile.
Analizzare e stigmatizzare queste reazioni con l'esperienza e la mentalità di chi, per ragioni sue, è già ampiamente abituato per ragioni sue a un regime di clausura, porta a delle conclusioni che denotano una sostanziale incapacità d'immedesimarsi nell'altro.
Sembrate quei detenuti di lungo corso, nelle celle, che alla sera controllano se i nuovi arrivati accettano oppure no la pillola sedativa del secondino, pronti a etichettare come debole chi è preso male e cede alla tentazione della chimica.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Nostalgia del lockdown
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Beneficiare del lockdown lisbeth_ Timidezza Forum 43 27-04-2020 20:33
Windows 10 e nostalgia Svers0 Forum Geek 51 21-05-2018 22:56
Nostalgia Bluevelvet93 SocioFobia Forum Generale 2 16-04-2014 20:54
La nostalgia. Labocania Off Topic Generale 5 17-05-2013 17:50
nostalgia............... tino Amore e Amicizia 7 26-07-2009 21:52



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:06.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2