FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Trattamenti e Terapie
Rispondi
 
Vecchio 11-09-2022, 17:13   #1
Principiante
 

Sono un ragazzo di 20 anni e sono sicuro di avere la fobia sociale: ansia, tachicardia e paura del giudizio altrui in tutte le situazioni sociali.
Non ho mai avuto amici e attualmente non ne ho, finora ho sempre fatto finta di nulla perché mi ha fatto comodo, ma prima o poi purtroppo bisogna fare i conti con la realtà e quindi stavo pensando di provare eventualmente uno psicologo/psicoterapeuta.

Ho letto un po' qui sul forum ma anche altrove che a quanto pare il migliore trattamento è la terapia cognitiva-comportamentale.
Mi sono messo alla ricerca e ho notato che nella mia zona questo tipo di terapia la fa solo un tizio un po' avanti con l'età e almeno guardando le foto non mi ispira molta fiducia.
Poi c'è qualche donna ma sono tutte ragazze sulla trentina e sinceramente non mi sentirei molto a mio agio in quel caso.
Insomma preferirei un uomo ma che sia di media età e ne avevo trovato uno però di indirizzo Psicodinamico in questo caso.

Vi chiedo quindi: secondo la vostra esperienza è davvero fondamentale questa cognitiva-comportamentale?
Come vi siete trovati con terapie psicodinamiche o di altro tipo?
Le ritenete più o meno efficaci della TCC?
Vecchio 11-09-2022, 19:17   #2
Banned
 

Ciao io è da circa un anno che faccio una terapia cognitivo comportamentale e devo dire che anche se non mi ha risolto completamente il problema mi ha aiutato soprattutto con l'autostima e la presa di coscienza di sé stessi e delle proprie possibilità.
Io mi aspetto più una cosa risolutiva, cioè che mi dicesse come non avere ansia o nel mio caso nausea quando ho i miei momenti brutti, ecco su quello diciamo non c'è stata una vera risoluzione però sicuramente in questo anno mi sento migliorata su altri aspetti, e uno tira l'altro quindi spero che un miglioramento porti un altro miglioramento.
Quindi in sostanza credo che provare non sia una cattiva idea, tanto migliorare da soli è impossibile perciò affidarsi ad un esperto/a mi pare l'opzione più valida esclusi i farmaci che sono l'estrema ratio.
PS io vado da una ragazza giovane, 37enne e mi trovo abbastanza bene quindi non pensare che ci sia bisogno del luminare per essere a proprio agio, anzi spesso è meglio rapportarsi con chi è più simile a noi
Vecchio 11-09-2022, 19:32   #3
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Forse è meglio se la non-donna è relativamente giovane, c'è molto più vissuto comune. Io lo vedo benissimo che stanno drasticamente diminuendo i punti in comune per conversare con chi ha 20, 30 anni meno di me. E' diversa la percezione delle cose, io sono cresciuto senza internet quindi la sola idea di gente che vive virtualmente mi è incomprensibile e tanto altro. Un terapeuta di "soli" 50 anni potrebbe non capirti completamente; ovvio che è il suo lavoro anche tenersi informato quindi non è un problema, ma il difetto di comunicazione non è uno scenario così fuori dal mondo.

Inoltre per esercitare la professione ci sono una serie di setacci, non è che dopo la laurea si apre direttamente lo studio (oddio per le forme di terapia counseling ci manca poco...) quindi delle due un terapeuta giovane è qualcuno che sicuramente crede in quello che fa e ha una serie di qualità intellettuali sopra la media; ha visto gli stessi cartoni animati, manga, etc. che hai visto tu e usa whatsapp. Io per esempio non lo so usare, ma chissenefrega perché non faccio il terapeuta (scherzo!).
Vecchio 11-09-2022, 19:44   #4
Esperto
L'avatar di Sheev Palpatine
 

Se proprio non vuoi farti seguire uno dei terapeuti nella tua zona c'è una playlist di autoaiuto che ho trovato davvero molto molto utile. Però devi masticare un pochino l'inglese, visto che appunto è in inglese :
Vecchio 11-09-2022, 21:59   #5
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Marta97 Visualizza il messaggio
Ciao io è da circa un anno che faccio una terapia cognitivo comportamentale e devo dire che anche se non mi ha risolto completamente il problema mi ha aiutato soprattutto con l'autostima e la presa di coscienza di sé stessi e delle proprie possibilità.
Io mi aspetto più una cosa risolutiva, cioè che mi dicesse come non avere ansia o nel mio caso nausea quando ho i miei momenti brutti, ecco su quello diciamo non c'è stata una vera risoluzione però sicuramente in questo anno mi sento migliorata su altri aspetti, e uno tira l'altro quindi spero che un miglioramento porti un altro miglioramento.
Quindi in sostanza credo che provare non sia una cattiva idea, tanto migliorare da soli è impossibile perciò affidarsi ad un esperto/a mi pare l'opzione più valida esclusi i farmaci che sono l'estrema ratio.
PS io vado da una ragazza giovane, 37enne e mi trovo abbastanza bene quindi non pensare che ci sia bisogno del luminare per essere a proprio agio, anzi spesso è meglio rapportarsi con chi è più simile a noi
Ok quindi dici che per te ha funzionato la cognitivo-comportamentale.
Hai avuto modo di provare altri tipi di terapia?
Mi piacerebbe avere un confronto per capire se esistono anche altre alternative valide.

Quote:
Originariamente inviata da pokorny Visualizza il messaggio
Forse è meglio se la non-donna è relativamente giovane, c'è molto più vissuto comune. Io lo vedo benissimo che stanno drasticamente diminuendo i punti in comune per conversare con chi ha 20, 30 anni meno di me. E' diversa la percezione delle cose, io sono cresciuto senza internet quindi la sola idea di gente che vive virtualmente mi è incomprensibile e tanto altro. Un terapeuta di "soli" 50 anni potrebbe non capirti completamente; ovvio che è il suo lavoro anche tenersi informato quindi non è un problema, ma il difetto di comunicazione non è uno scenario così fuori dal mondo.

Inoltre per esercitare la professione ci sono una serie di setacci, non è che dopo la laurea si apre direttamente lo studio (oddio per le forme di terapia counseling ci manca poco...) quindi delle due un terapeuta giovane è qualcuno che sicuramente crede in quello che fa e ha una serie di qualità intellettuali sopra la media; ha visto gli stessi cartoni animati, manga, etc. che hai visto tu e usa whatsapp. Io per esempio non lo so usare, ma chissenefrega perché non faccio il terapeuta (scherzo!).
Al di là della persona, riguardo il tipo di terapia ne conosci qualcuna che puoi consigliarmi?

Quote:
Originariamente inviata da Sheev Palpatine Visualizza il messaggio
Se proprio non vuoi farti seguire uno dei terapeuti nella tua zona c'è una playlist di autoaiuto che ho trovato davvero molto molto utile. Però devi masticare un pochino l'inglese, visto che appunto è in inglese :
https://www.youtube.com/watch?v=S6k6...hbw0M3c84Ccqve
L'avevo già visto in passato e mi ha aiutato molto a comprendere meglio come funziona l'ansia sociale, il mio problema è che ho poca autodisciplina e quindi non ero in grado di pensare a degli esercizi sociali e ancora di più ad applicarli nella realtà.
Vecchio 12-09-2022, 01:25   #6
Banned
 

Io sto provando solo la cognitivo comportamentale quindi non ti so dare info sulle altre, ma anch'io sapevo che è la più indicata per problemi come l'ansia sociale. Poi c'è da vedere però se il problema è veramente quello e solo quello, io per dire la prima seduta l'ho fatta con un altro psicologo che mi ha confermato il problema e detto che si poteva risolvere con la terapia senza farmaci
Vecchio 13-09-2022, 00:17   #7
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da TicTic7070 Visualizza il messaggio
Sono un ragazzo di 20 anni e sono sicuro di avere la fobia sociale: ansia, tachicardia e paura del giudizio altrui in tutte le situazioni sociali.
Non ho mai avuto amici e attualmente non ne ho, finora ho sempre fatto finta di nulla perché mi ha fatto comodo, ma prima o poi purtroppo bisogna fare i conti con la realtà e quindi stavo pensando di provare eventualmente uno psicologo/psicoterapeuta.

Ho letto un po' qui sul forum ma anche altrove che a quanto pare il migliore trattamento è la terapia cognitiva-comportamentale.
Mi sono messo alla ricerca e ho notato che nella mia zona questo tipo di terapia la fa solo un tizio un po' avanti con l'età e almeno guardando le foto non mi ispira molta fiducia.
Poi c'è qualche donna ma sono tutte ragazze sulla trentina e sinceramente non mi sentirei molto a mio agio in quel caso.
Insomma preferirei un uomo ma che sia di media età e ne avevo trovato uno però di indirizzo Psicodinamico in questo caso.

Vi chiedo quindi: secondo la vostra esperienza è davvero fondamentale questa cognitiva-comportamentale?
Come vi siete trovati con terapie psicodinamiche o di altro tipo?
Le ritenete più o meno efficaci della TCC?
Sconsiglierei l'indirizzo Psicodinamico: la TCC è più indicata per la FS.
Fonte: uno che ha perso 10 anni utili dietro alle fumose e inconsistenti pippe della psicoanalisi, che potevano essere spesi meglio con un approccio pragmatico di problem-solving più vicino alla TCC.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Migliore terapia per la fobia sociale
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Terapia d'urto per la fobia sociale!! Graziepapi Trattamenti e Terapie 59 13-10-2015 20:57
Terapia sistemico relazionale e fobia sociale Graziepapi SocioFobia Forum Generale 3 11-10-2013 16:43
terapia contro la fobia sociale yujikoli Trattamenti e Terapie 1 14-04-2011 20:06
Rimedio migliore per te per affrontare la fobia sociale webmaster Sondaggi 7 15-03-2010 21:34
TERAPIA TIMIDEZZA E FOBIA SOCIALE Anonymous-User Timidezza Forum 13 23-10-2004 15:19



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 14:28.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2