FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Timidezza Forum
Rispondi
 
Vecchio 28-09-2004, 20:57   #1
Banned
 

sto per iniziare un ciclo di sedute però il mio terapeuta è psicologo non psichiatra quindi presumo che non mi darà farmaci (credo).
Sono necessari i farmaci o si possono avere buoni risultati anche con la sola terapia cognitivo comportamentale?
ciao a tutti
Vecchio 29-09-2004, 21:00   #2
Intermedio
L'avatar di Carota
 

--
Vecchio 29-09-2004, 22:32   #3
Banned
 

ciao carota grazie per la risposta :wink:
beh a dire il vero preferirei fare a meno dei farmaci se non strettamente necessario quindi mi chiedevo se la sola psicoterapia cognitivo comportamentale può avere risultati sufficienti... :roll:
ciao!!!
Vecchio 04-10-2004, 17:51   #4
Banned
 

non vorrei disilluderti, ma, 9 volte su 10 la psico-terapia da sola non basta. Almeno all'inizio serve una spintarella e solo un farmaco può dartela. Non vorrei tu perdessi troppo tempo con il tuo psicologo senza fare dei passi in avanti- definitivi - un grosso in bocca al lupo
Vecchio 05-10-2004, 13:53   #5
Guest
 

Avendone fatte due di psicoterapie in tempi diversi e molto lontani fra loro (una cognitiva, l'altra ad indirizzo psicoanalitico) posso dirti che sui sintomi
a me non ha fatto nulla e sono alquanto scettico su quanto possa risolvere questo tipo di problemi. I farmaci sicuramente risolvono temporaneamente i sintomi, ma non i problemi.
La psicoterapia può essere utile come elemento conoscitivo, per accrescere la propria consapevolezza, modificare il proprio modo di pensare, in altri termini per "crescere".
Fai bene comunque a provare al di là dei benifici immediati che ti può dare. Modificare certe strutture mentali e modi di pensare richiede anni se non tutta la vita.
Ciao insider
Vecchio 17-10-2004, 00:13   #6
Principiante
L'avatar di Eric
 

Quote:
Originariamente inviata da insider
La psicoterapia può essere utile come elemento conoscitivo, per accrescere la propria consapevolezza, modificare il proprio modo di pensare, in altri termini per "crescere".
Sono daccordo con te, purtroppo :roll:
Ho fatto 4 psicoterapie (la quarta e' quella che sto facendo attualmente) con 4 dottori diversi (2 psicologi, 2 psichiatri) durate tutte almeno 1 anno, e purtroppo non ho risolto nulla riguardo al mio problema: la timidezza.
Tutte e 3 le volte precedenti ho interrotto perche' non c'era il minimo miglioramento e continuavo a buttare soldi inutilmente.

Adesso sono molto scoraggiato, vorrei chiedere se avete notizie nella storia di qualcuno che abbia realmente risolto il problema con la psicoterapia, io comincio a dubitare fortemente dell'utilita' di terapie "a parole". Nonostante il mio attuale dottote mi dica il contrario.
Vecchio 17-10-2004, 09:21   #7
Intermedio
L'avatar di Carota
 

--
Vecchio 18-10-2004, 10:06   #8
Banned
 

La mia psicologa è contraria ai farmaci, il medico di famiglia mi ha prescritto la xanax. Mi rifiuto di prenderlo, ho paura della dipendenza, degli effetti collaterali e che dopo smesso io stia peggio. Sono in cura da soltanto due mesi e so che è presto, ma voglio provare a farcela da sola. Forse chiedo troppo?
Eli
Vecchio 18-10-2004, 17:51   #9
Principiante
L'avatar di gabriele1980
 

Sento in giro anche su internet sulle chat a volte non sono credibili appena che scrivi che sei timido ti dicono che sei strano e poi s'è dicono la famosa frase sei fidanzato e io dico no sono single,io esco molto poco e queste persone bisogna uscire perche c'è tanta ipocrisia verso chi è timido e insicuro?

boh
Vecchio 19-10-2004, 14:04   #10
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Eric
io comincio a dubitare fortemente dell'utilita' di terapie "a parole". Nonostante il mio attuale dottote mi dica il contrario.

Anchio dubito ke si possa superare certi problemi solo "a parole" :roll:
Io sn andata dalla psicologa per 7 mesi circa, ma nn ho avuto quasi nessun risultato...ora sto prendendo dei farmaci che mi attenuano un po il problema...anke se nn fanno miracoli ovviamente :roll: però almeno sto un po meglio...
Vecchio 19-10-2004, 17:43   #11
Guest
 

La bravura del terapeuta secondo me è un problema relativo. Ovviamente esistono anche i ciarlatani, ma visto che nessuno di noi è in grado di valutare la preparazione e professionalità si procede secondo la fiducia che il medico ispira. Se poi dovessimo giudicare la bravura in base alle percentuali di “successo” delle terapie cosa dovremmo dedurre? Che di medici bravi ce ne sono molto pochi mi sa.
Il punto è che i disagi psicologici non sono come le malattie organiche per cui ad una diagnosi seguono i farmaci per guarire. In questo caso uno può valutare se quelli che ti sono prescritti hanno avuto effetto o no e nel caso li cambia. Bravo è il medico che capisce subito cos'hai e ti prescrive i farmaci corretti.
Il rapporto con un psicoterapueta invece è basato su un dialogo, e ciò che conta ai fini dei progressi è il recepimento, l'interpretazione e l'elaborazione di quanto viene detto non solo durante la seduta, ma anche l'elaborazione delle esperienze che uno vive nella vita.
Se alla base dei disagi ci sono degli schemi mentali e modi di pensare “errati”, è ovvio che nessuno, al di fuori di te stesso, potrà mai mutare il tuo modo di ragionare, neanche il medico più bravo di questo mondo. La spinta deve partire da te. Il terapeuta in fin dei conti è il catalizzatore di un processo e la sua bravura può consistere solo nel dare le informazioni e le interpretazioni corrette; tutto il resto (elaborare, capire per cambiare) spetta a noi. E questo “resto” è in realtà il lavoro fondamentale che ognuno deve fare. Senza di questo secondo me è impossibile un'evoluzione. Molto spesso invece facciamo l'esatto opposto, siamo talmente attaccati alle nostre idee che per niente al mondo le cambieremmo. Bisogna rendersi conto che molta della zavorra che ci portiamo addosso dev'essere lasciata andare; che non si può pensare di cambiare, rimanendo uguali a se stessi; e che senza esperienze di vita reale, tutto diventa ancora più difficile per non dire impossibile.
Vecchio 19-10-2004, 19:10   #12
Principiante
L'avatar di gabriele1980
 

Ci sono farmaci con pochi effetti collaterali per ridure un pò l'ansia?

Grazie
Vecchio 22-10-2004, 16:21   #13
Intermedio
L'avatar di Carota
 

--
Vecchio 23-10-2004, 14:19   #14
Guest
 

Io trovo paradossale pretendere che un'altra persona (lo psicologo, lo psichiatra, ecc) risolva i problemi che uno ha con se stesso. Perché di questo si tratta mi pare e non d'imparare qualche tecnica. Altrimenti non ci vorrebbe molto a guarire e non si capisce come tanta gente faccia psicoterapie di anni senza apprezzabili miglioramenti (tu ad esempio carota da quanti anni fai psicoterapia?). Son tutti impreparati questi psicoterapeuti? O non sarà che si pretende dallo psicoterapueta qualcosa che non può dare? Perché alla fine i miglioramenti non dipendono solo dal medico, ma da ognuno di noi; anzi prevalentemente da noi. Il terapueta come ho detto può aiutarti a capire, ma non può sostituire il tuo modo di pensare e di vedere le cose, la tua personalità, il tuo carattere, ecc.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a TERAPIA TIMIDEZZA E FOBIA SOCIALE
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Timidezza o fobia sociale? dixy899 Timidezza Forum 43 29-09-2009 16:43
Timidezza o fobia sociale? kantante Timidezza Forum 5 23-03-2009 18:20
Timidezza e fobia sociale cancellato2488 Timidezza Forum 14 10-12-2008 19:36
timidezza vs fobia sociale severn Timidezza Forum 19 05-08-2006 19:00



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:05.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2