FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 07-01-2018, 22:47   #1
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

arrivati ad una certa età (penso dai 30 in su) si è talmente abituati a star male o se ne conoscono gli effetti che guarire mette quasi paura.
Insomma, immaginate uno che non ha mai fatto niente nella vita (vacanze con amici, relazioni sentimentali, vita mondana) e guarisce; quando si accorge di quanto tempo (età) ha sprecato e di quanto bene facciano stare queste cose, non pensate che il rimpianto che ne può derivare sia superiore al piacere e portare a depressione seria o altro?
Ringraziamenti da
S.Marco91 (08-01-2018), TãoSozinho (08-01-2018)
Vecchio 07-01-2018, 23:17   #2
Esperto
L'avatar di Mushroom
 

Io sono sotto 30 e sono già in questa situazione, sono dipendente dal mio malessere, e ho paura di cambiare.
Vecchio 07-01-2018, 23:20   #3
Banned
 

Ma no, al massimo si tira giù un paio di calendari e poi si va avanti.
Vecchio 07-01-2018, 23:28   #4
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Joseph Visualizza il messaggio
Ma no, al massimo si tira giù un paio di calendari e poi si va avanti.
ne sei sicuro?
immagina la semplice differenza di fare una marachella da minorenne o da maggiorenne.
immagina vedersi con gli amici e fare tardi senza preoccuparsi di dover andare al lavoro stanchi.
immagina una vacanza-avventura a 20 e la stessa a 40
immagina una cotta a 15 anni e una cotta a 35 (quella dei 35 chi vuole una relazione duratura non la può considerare una semplice cotta)
Vecchio 07-01-2018, 23:42   #5
Banned
 

Il punto è che il rimpianto del miglioramento non ottenuto in precedenza è sempre proporzionale al miglioramento, dunque è sempre minore della soddisfazione per averlo ottenuto.

Facendo conti immaginari con miglioramenti immaginari invece può essere vero tutto e il contrario di tutto, a seconda di quanto è giovanilista il proprio immaginario, ecc.
Vecchio 07-01-2018, 23:50   #6
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Joseph Visualizza il messaggio
Il punto è che il rimpianto del miglioramento non ottenuto in precedenza è sempre proporzionale al miglioramento, dunque è sempre minore della soddisfazione per averlo ottenuto.
non ne sono tanto sicuro. Anche quelli che hanno fatto tutto ti diranno che la cosa che più gli manca è le cose fatte da giovane, quando cioè si ha il vigore e la mente spensierata.

Quote:
Originariamente inviata da Joseph Visualizza il messaggio
Facendo conti immaginari con miglioramenti immaginari invece può essere vero tutto e il contrario di tutto, a seconda di quanto è giovanilista il proprio immaginario, ecc.
più che giovanilista l'immaginario, dipende quando (e se) si raggiungono quei miglioramenti
Vecchio 08-01-2018, 00:52   #7
Esperto
L'avatar di Jacksparrow
 

Non ne sono convinto .
Appena guarisci se il cervello non è fritto e il pisello sta ancora dritto, penso che chiunque con un po' di buon senso si butta a capofitto nella vita e nei suoi piaceri.
Vecchio 08-01-2018, 00:57   #8
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Jacksparrow Visualizza il messaggio
Non ne sono convinto .
Appena guarisci se il cervello non è fritto e il pisello sta ancora dritto, penso che chiunque con un po' di buon senso si butta a capofitto nella vita e nei suoi piaceri.
giusta considerazione. Considerando questo però bisogna vedere quanto fosse alto il livello di malessere in modo da raffrontarlo al livello di benessere ottenuto. Più è alto e più grande sarà il rimpianto. E se una cosa è troppa, il forum ci insegna che è insuperabile
Vecchio 08-01-2018, 01:00   #9
Esperto
L'avatar di Jacksparrow
 

Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
giusta considerazione. Considerando questo però bisogna vedere quanto fosse alto il livello di malessere in modo da raffrontarlo al livello di benessere ottenuto. Più è alto e più grande sarà il rimpianto. E se una cosa è troppa, il forum ci insegna che è insuperabile
Il rimpianto penso ci sia ogni giorno nella vita di un fobico molto prima della guarigione.
Magari a livello inconscio, ma c'è sempre la consapevolezza di non poter vivere come gli altri.
Vecchio 08-01-2018, 01:02   #10
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Jacksparrow Visualizza il messaggio
Il rimpianto penso ci sia ogni giorno nella vita di un fobico molto prima della guarigione.
Magari a livello inconscio, ma c'è sempre la consapevolezza di non poter vivere come gli altri.
esatto, ma anche l'ansia lieve c'è nei normali. Il problema sta nella quantità
Vecchio 08-01-2018, 01:20   #11
Esperto
L'avatar di S.Marco91
 

Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
arrivati ad una certa età (penso dai 30 in su) si è talmente abituati a star male o se ne conoscono gli effetti che guarire mette quasi paura.
Insomma, immaginate uno che non ha mai fatto niente nella vita (vacanze con amici, relazioni sentimentali, vita mondana) e guarisce; quando si accorge di quanto tempo (età) ha sprecato e di quanto bene facciano stare queste cose, non pensate che il rimpianto che ne può derivare sia superiore al piacere e portare a depressione seria o altro?
Si hai perfettamente ragione, se dovessi guarire prossimamente, dopo tutto quello che è accaduto sarebbe un dramma risolvibile solo ammazzandomi.
Il dramma sarebbe doppio: la consapevolezza di quanto perso "normalmente" e la consapevolezza di quanto perso a seguito della pesante scelta fatta 3 anni fa, che non ha portato a nulla.
Ringraziamenti da
ansiolino (08-01-2018)
Vecchio 08-01-2018, 01:21   #12
Principiante
 

Per mia esperienza posso dire che: anche se si riesce a uscire da questa situazione, le cicatrici rimangono, ho perso quasi tutta la mia adolescenza e nessuno potrà ridarmela, sebbene abbia superato solo alcuni gradini.
Oggi come oggi quasi provo nostalgia per quei giorni in cui ero nella mia bolla, ma solo al pensiero di poterci ritornare mi viene la pelle d'oca, non riuscirei a sopportare di rivivere in quello stato dopo aver avuto un assaggio della vita vera, cosa che potrebbe capitarmi seriamente. Quindi si continua e si va avanti, non credo che una persona abbia il rimorso per aver vissuto, ma piuttosto per essere tornato al punto di partenza, anche se ad ogni gradino si sta male, perché so che non potrò mai avere quello che hanno altri, e alla fine sono un asociale tra i sociali, mentre prima ero un inesistente tra gli asociali.
Vecchio 08-01-2018, 01:31   #13
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da S.Marco91 Visualizza il messaggio
Si hai perfettamente ragione, se dovessi guarire prossimamente, dopo tutto quello che è accaduto sarebbe un dramma risolvibile solo ammazzandomi.
Il dramma sarebbe doppio: la consapevolezza di quanto perso "normalmente" e la consapevolezza di quanto perso a seguito della pesante scelta fatta 3 anni fa, che non ha portato a nulla.
stare male e voler guarire è una situazione di stallo
Vecchio 08-01-2018, 01:33   #14
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Scarone Visualizza il messaggio
Per mia esperienza posso dire che: anche se si riesce a uscire da questa situazione, le cicatrici rimangono, ho perso quasi tutta la mia adolescenza e nessuno potrà ridarmela, sebbene abbia superato solo alcuni gradini.
Oggi come oggi quasi provo nostalgia per quei giorni in cui ero nella mia bolla, ma solo al pensiero di poterci ritornare mi viene la pelle d'oca, non riuscirei a sopportare di rivivere in quello stato dopo aver avuto un assaggio della vita vera, cosa che potrebbe capitarmi seriamente. Quindi si continua e si va avanti, non credo che una persona abbia il rimorso per aver vissuto, ma piuttosto per essere tornato al punto di partenza, anche se ad ogni gradino si sta male, perché so che non potrò mai avere quello che hanno altri, e alla fine sono un asociale tra i sociali, mentre prima ero un inesistente tra gli asociali.
ho finito i ringrazia, quindi te lo scrivo. Grazie
visto che parli di miglioramenti, puoi dirci anche come li hai otteunuti?
Comunque fai notare di non essere perfettamente guarito, quindi il quesito del topic resta...
Vecchio 08-01-2018, 01:39   #15
Esperto
L'avatar di S.Marco91
 

Quote:
Originariamente inviata da ansiolino Visualizza il messaggio
stare male e voler guarire è una situazione di stallo
non credo più di voler guarire, l'ultima volta che c'ho provato è costata carissima
Vecchio 08-01-2018, 02:01   #16
Principiante
 

Ho sempre avuto un amico stetto fin dalle elementari, sono passati gli anni e sono arrivato in quinta superiore, e lui era il mio migliore amico, andavamo e tornavamo insieme da scuola e qualche altra cosa, ma non sono mai uscito con lui la sera, solo un paio di volte con la sua vecchia comitiva, ma sudavo, non parlavo, insomma facevo figure di merda, fino a che non lascia la sua vecchia comitiva e non va in un altra, che aveva il locale. Questi ragazzi erano molto più alla mano di quelli vecchi, fumavano, bevevano, e molte altre cose, il che mi ha permesso di stare un po' meglio, anche se stavo comunque malissimo ogni volta che ci andavo, e non ero proprio il massimo, tanto che un giorno una ragazza mi urlo contro"ma perché non parli". Col passare dei mesi ho conosciuto tutti, anche a costo di presentarmi al locale solo, e ho avuto tantissimi momenti imbarazzanti, ma col tempo le capacità di conversare sono migliorate un pochino, ora sono al livello raji contrappali. La cosa che mi ha aiutato di più e stato il fumo, ogni 10 minuti mi montavo un drum(da noi si dice così), oppure l'alcol(ma con riguardo), e ho cercato anche di fumare maria per farmi accettare, anche se non era principalmente solo per quello, anche se ho smesso. Ora il mio tempo di socialità lo ho ridotto a una volta a settimana al massimo, se mi va, in qualche modo la mia parte asociale continua a risucchiarmi nelle sue calde mani, anche se uscire rappresenta un grosso sfogo. Invece almeno una volta a settimana mi vedo con l'amico di cui ho parlato inizialmente, e la sua ragazza, e come se fossi raji, che fa sempre il terzo incomodo tra Bernadette e Howard. E niente, questo è tutto, se mi poi dilungo coi particolari non la finisco più. E mi sono dimenticato di dire che anche ora la mia vita fa schifo, anzi, senza i troppi pensieri indotti dalla socialità, a quest'ora starei a realizzare il mio sogno, invece ora che mi sono normalizzato il mio pensiero è cambiato, e non riesco più a sognare a quello che volevo, ma quello di cui una persona normale ha bsogno per essere normale"parolone"
Vecchio 08-01-2018, 02:08   #17
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

che dire. Innanzitutto complimenti per esserti buttato pur sapendo di fare figure di merda (che poi noi pensiamo siano così).
Quello che ti obietto però non è tanto l'aver fumato erba per farti accettare, quanto il fatto di ''mollare'' e ridurre le uscite. Per aumentare la fs questo è un toccasana.
Anche raji ha avuto le tipe, non vederti quindi sempre come un terzo incomodo. Ad esempio il tuo amico non pensa di te questo altrimenti se ne uscirebbe da solo con la sua ragazza. Visto che poi mi pare di aver capito che siate grandi amici (e questa è una cosa preziosissima), potresti chiedere a lui se chiede alla sua ragazza (se tu hai vergogna) di farti conoscere qualche sua amica, così sareste in quattro...
Vecchio 08-01-2018, 02:21   #18
Principiante
 

Infatti proprio stasera abbiamo parlato del mio problema con le ragazze e in generale, e mi ha fatto 4 nomi. Il bello è che una e fidanzata, due non esistono e l'alta e praticamente una neonata. In tutta la mia vita ce stata solo una ragazza che mi ha contattato, ma ho dovuto bloccarla su whatsapp, per non farmi sfottere su chi mi contattava, anche se questa ragazza "disagiata" è più popolare di me. E ancora oggi mi sento uno schifo per averla bloccata spudoratamente. Parlando della ragazza del mio amico, ho imparato a conoscerla, e ora è come una cugina per me, non credo che gli dia troppo fastidio. Quello che sta pensando di essere il terzo incomodo sono io, e me ne vergogno tantissimo.
Vecchio 08-01-2018, 02:25   #19
Principiante
 

Si ma raji ha avuto solo occasioni momentanee, non ha fatto mai nulla di più, anche se non posso dirlo con certezza, sono ancora alla sesta stagione.
Vecchio 08-01-2018, 02:30   #20
Esperto
L'avatar di ansiolino
 

Quote:
Originariamente inviata da Scarone Visualizza il messaggio
Infatti proprio stasera abbiamo parlato del mio problema con le ragazze e in generale, e mi ha fatto 4 nomi. Il bello è che una e fidanzata, due non esistono e l'alta e praticamente una neonata. In tutta la mia vita ce stata solo una ragazza che mi ha contattato, ma ho dovuto bloccarla su whatsapp, per non farmi sfottere su chi mi contattava, anche se questa ragazza "disagiata" è più popolare di me. E ancora oggi mi sento uno schifo per averla bloccata spudoratamente. Parlando della ragazza del mio amico, ho imparato a conoscerla, e ora è come una cugina per me, non credo che gli dia troppo fastidio. Quello che sta pensando di essere il terzo incomodo sono io, e me ne vergogno tantissimo.
premettendo che avevo capito che il terzo incomodo sei tu tra il tuo amico e la sua ragazza (direi cosa ovvia), il fatto che abbiate parlato di ragazze è un bene.
Se ti ha fatto il nome di quella fidanzata probabilmente è perchè lui sa che quella storia non funziona o perchè ti considera migliore di quello con cui sta. Quelle due che non esistono (perchè sono brutte? strane?) possono comunque esistere se provi a conoscerle (sempre che non esistano non significhi che non esistano realmente). Quella neonata (l'importante è che siate entrambi o non o maggiorenni) magari potrebbe essere poco esperta come te quindi non ti sentiresti a disagio.
Quella che hai bloccato... ti sei risposto da solo e hai capito come si sente.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a il ''rimpianto'' di guarire
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Invidia o lieve rimpianto? mike21 SocioFobia Forum Generale 13 13-10-2015 12:23
si puo' guarire? electricfuneral Disturbo evitante di personalità 18 05-07-2014 11:47
Meglio un rimorso o un rimpianto? シリウス Sondaggi 38 31-05-2013 16:59
Lasciate perdere il rimpianto Sand SocioFobia Forum Generale 7 08-02-2012 15:25
si può guarire Darklady SocioFobia Forum Generale 13 18-09-2006 18:47



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 11:05.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2