FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Altri disturbi di personalità
Rispondi
 
Vecchio 16-05-2021, 13:57   #41
Esperto
L'avatar di Varano
 

Quote:
Originariamente inviata da Ruoppolo Visualizza il messaggio
Ci sono persone per le quali l'autostima dipende dal feedback ricevuto dagli altri ed altre la cui autostima dipende dall'autopercezione o dall'autovalutazione.

Chi cerca l'approvazione degli altri tenderà a basare la propria autostima sul giudizio altrui, mentre chi (come me) non ha autostima, non camberebbe idea su sé stesso neanche se gli venisse detto che é bellissimo o intelligentissimo, continuerebbe comunque a valutarsi negativamente.
C'è del vero in questo, spesso siamo troppo severi con noi stessi. Però è vero anche che un feedback negativo incide in maniera devastante quando siamo già a terra.
Ringraziamenti da
Ruoppolo (16-05-2021)
Vecchio 16-05-2021, 14:05   #42
Esperto
L'avatar di Blue Sky
 

Io la mia l'ho detta.
Mi sembra però che ci sia davvero una sorta di ostinazione a vedere il negativo, e vedere una realtà parziale.

Comunque noto una certa confusione tra l'autostima e il piacere sentimentalmente/sessualmente alle ragazze. Purtroppo sono due cose parecchio diverse.
Ringraziamenti da
Trinacria (17-05-2021)
Vecchio 16-05-2021, 14:12   #43
Esperto
L'avatar di Varano
 

Quote:
Originariamente inviata da Blue Sky Visualizza il messaggio
Io la mia l'ho detta.
Mi sembra però che ci sia davvero una sorta di ostinazione a vedere il negativo, e vedere una realtà parziale.

Comunque noto una certa confusione tra l'autostima e il piacere sentimentalmente/sessualmente alle ragazze. Purtroppo sono due cose parecchio diverse.
Ci sono varie autostime, io posso essere al tempo stesso un asso nel mio lavoro e una frana con le donne, oppure essere impedito a guidare ma eccellere nello sport. Qui si parlava di autostima in relazione al proprio corpo e come dicevo all'inizio è correlata al piacere o meno alle ragazze. Per forza di cose, avere esperienze ti rafforza l'autostima.
Vecchio 16-05-2021, 14:13   #44
Esperto
L'avatar di Xchénnpossoreg?
 

Quote:
Originariamente inviata da Abe's Oddysee Visualizza il messaggio
Quindi magari vorrei capire se é a me che sfugge qualcosa, sebbene attualmente sia fermamente convinto della mia opinione.
Capito
Abe's, ti parlo da bruttarella.
Per intenderci, a volte provo pena per gli altri perché per interagire con me devono guardarmi in faccia. Vorrei quasi chiedere loro scusa per il disagio ma evito solo per non sembrare troppo strampalata.
Pensa come sto messa

Però l'aspetto estetico è solo un tassello (importante, non lo metto in dubbio) dell'attrazione. Si può piacere anche per altri motivi.. ti è mai capitato - ad esempio - di provare qualcosa per una ragazza poco carina ma simpatica, interessante, piacevole nei modi?. Del resto cose simili succedono tutti i giorni, basta vedere le coppie in giro per le città. Non si fidanzano soltanto i belli o le belle.

Secondo me quello che generalmente ci frega - più dell'aspetto - è l'idea che abbiamo di noi stessi/e.
Ci concentriamo su quello che non ci piace, ci giudichiamo e sostanzialmente finiamo per remarci contro.
Facendo così l'autostima si disintegra e tutto diventa complicato e quasi impossibile.
Non ci provo perché assomiglio a Belfagor. Odoacre dice che sembro la strega Nocciola ed è vero, la vedo riflessa ogni giorno allo specchio.
Argh!

Conosco questo meccanismo ma ci casco continuamente .
Eppure so come scardinarlo, bisogna smettere di fissare la magagna (vera o presunta) e fare altro, puntare su doti differenti.
C'è tanta bellezza in giro e quella fisica è solo la patina più superficiale.
Esteticamente non sono una bella figheira? Ok, ora me lo segno ma posso comunque essere una bella persona.

Certo non è facile.
Per quanto doloroso si fa prima a sventolare bandiera bianca.
Siore e siori sono brutta, mi dichiaro sconfitta e prendo la residenza nel bidone dell'umido. Lì però non sarò mai felice, c'è puzza e tutto è fermo, immutabile. Allora forse conviene reagire mettendo in conto ostacoli e difficoltà. Certi giorni saranno un incubo, a volte la voglia di mollare sarà tanta ma almeno potrò dire di aver provato. E probabilmente finirò per scoprire che qualcosa di buono c'è e non sono del tutto da buttare via.
Ringraziamenti da
EugeneMorrow (17-05-2021)
Vecchio 16-05-2021, 14:19   #45
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Ma lautostima con laltro sesso cresce in base ai fedback.se entri in un locale o davanti ad un negozio ti guardano dieci donne e normale ti senti piu sicuro.magari le insicurezze le hai lo stesso ma sai di piacere a qualcuno.se non ti caga mai nessuno dell altro sesso e sei invisibile puoi ripeterti che sei il piu fsscinoso uomo del mondo quanto vuoi ma si diventa ridicoli.parlo di autostima non di se stessi ma nei rapporti con laltro sesso che e diverso.
Vecchio 16-05-2021, 14:26   #46
Avanzato
L'avatar di Abe's Oddysee
 

Quote:
Originariamente inviata da Xchénnpossoreg? Visualizza il messaggio
Capito

Abe's, ti parlo da bruttarella.

Per intenderci, a volte provo pena per gli altri perché per interagire con me devono guardarmi in faccia. Vorrei quasi chiedere loro scusa per il disagio ma evito solo per non sembrare troppo strampalata.

Pensa come sto messa



Però l'aspetto estetico è solo un tassello (importante, non lo metto in dubbio) dell'attrazione. Si può piacere anche per altri motivi.. ti è mai capitato - ad esempio - di provare qualcosa per una ragazza poco carina ma simpatica, interessante, piacevole nei modi?. Del resto cose simili succedono tutti i giorni, basta vedere le coppie in giro per le città. Non si fidanzano soltanto i belli o le belle.



Secondo me quello che generalmente ci frega - più dell'aspetto - è l'idea che abbiamo di noi stessi/e.

Ci concentriamo su quello che non ci piace, ci giudichiamo e sostanzialmente finiamo per remarci contro.

Facendo così l'autostima si disintegra e tutto diventa complicato e quasi impossibile.

Non ci provo perché assomiglio a Belfagor. Odoacre dice che sembro la strega Nocciola ed è vero, la vedo riflessa ogni giorno allo specchio.

Argh!



Conosco questo meccanismo ma ci casco continuamente .

Eppure so come scardinarlo, bisogna smettere di fissare la magagna (vera o presunta) e fare altro, puntare su doti differenti.

C'è tanta bellezza in giro e quella fisica è solo la patina più superficiale.

Esteticamente non sono una bella figheira? Ok, ora me lo segno ma posso comunque essere una bella persona.



Certo non è facile.

Per quanto doloroso si fa prima a sventolare bandiera bianca.

Siore e siori sono brutta, mi dichiaro sconfitta e prendo la residenza nel bidone dell'umido. Lì però non sarò mai felice, c'è puzza e tutto è fermo, immutabile. Allora forse conviene reagire mettendo in conto ostacoli e difficoltà. Certi giorni saranno un incubo, a volte la voglia di mollare sarà tanta ma almeno potrò dire di aver provato. E probabilmente finirò per scoprire che qualcosa di buono c'è e non sono del tutto da buttare via.
Spero tu sia conscia del fatto che uomini e donne sono diversi. A te non mancheranno le occasioni nonostante sia brutta, all'uomo questo non accade, anche fosse la persona più bella e solare del mondo

Facile per voi costruirvi realtà alternative, noi invece dobbiamo restare con i piedi per terra...
Vecchio 16-05-2021, 14:54   #47
Esperto
L'avatar di Xchénnpossoreg?
 

Quote:
Originariamente inviata da Abe's Oddysee Visualizza il messaggio
Spero tu sia conscia del fatto che uomini e donne sono diversi. A te non mancheranno le occasioni nonostante sia brutta, all'uomo questo non accade, anche fosse la persona più bella e solare del mondo

Facile per voi costruirvi realtà alternative, noi invece dobbiamo restare con i piedi per terra...
E' vero, in effetti ho la fila dietro la porta di casa.
Sono fidanzata da sempre, non ho mai passato un anno della mia vita senza un moroso.
E' la dura vita di una privilegiata, tutti mi vogliono e tutti mi cercano


Chiudo qui, siamo all'ennesimo uomini vs donne.
Peccato però, lo spunto iniziale del thread era interessante
Ringraziamenti da
Trinacria (17-05-2021)
Vecchio 16-05-2021, 15:21   #48
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Mi pare di capire che gli uomini sottomedia esteticamente lamentano il fatto di non avere piu mezza chances in questa societa.e affermano che anche le donne meno belle hanno opportunita.io osservando in giro non la penso cosi.vrdo tanti uomini che vogliono stare con la reginetta del ballo.la cheerleader di turno.che hanno tanti followers e altre donne invisibili inesistenti che se hanno avuto 3 ammiratori e assai.in questa societa molto basata sull immaggine stare sotto la sufficienzs esteticamente e un problema per uomini e donne.le donne veramente privilegiate sono quelle belle e se sono estroverse ancora di piu.
Ringraziamenti da
DeadSoul (16-05-2021)
Vecchio 16-05-2021, 16:08   #49
Avanzato
L'avatar di Abe's Oddysee
 

Quote:
Originariamente inviata da vikingo Visualizza il messaggio
Mi pare di capire che gli uomini sottomedia esteticamente lamentano il fatto di non avere piu mezza chances in questa societa.e affermano che anche le donne meno belle hanno opportunita.io osservando in giro non la penso cosi.vrdo tanti uomini che vogliono stare con la reginetta del ballo.la cheerleader di turno.che hanno tanti followers e altre donne invisibili inesistenti che se hanno avuto 3 ammiratori e assai.in questa societa molto basata sull immaggine stare sotto la sufficienzs esteticamente e un problema per uomini e donne.le donne veramente privilegiate sono quelle belle e se sono estroverse ancora di piu.
Viviamo in dimensioni diverse allora...
Vecchio 16-05-2021, 16:10   #50
Avanzato
L'avatar di Abe's Oddysee
 

Quote:
Originariamente inviata da Xchénnpossoreg? Visualizza il messaggio
E' vero, in effetti ho la fila dietro la porta di casa.

Sono fidanzata da sempre, non ho mai passato un anno della mia vita senza un moroso.

E' la dura vita di una privilegiata, tutti mi vogliono e tutti mi cercano





Chiudo qui, siamo all'ennesimo uomini vs donne.

Peccato però, lo spunto iniziale del thread era interessante
No non volevo fare l ennesimo scontro uomo/donna, ma riportare la propria esperienza senza considerare l appartenenza sessuale é come riportare una mezza verità. Per questo ho dovuto rettificare.
Vecchio 16-05-2021, 16:42   #51
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Abe's Oddysee Visualizza il messaggio
No non volevo fare l ennesimo scontro uomo/donna, ma riportare la propria esperienza senza considerare l appartenenza sessuale é come riportare una mezza verità. Per questo ho dovuto rettificare.
Dopo una certa età i problemi relazionali ci sono anche per le donne, non esiste solo la magia dei 20 anni.
Vecchio 16-05-2021, 17:24   #52
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
Per me è una scemenza questa delle soluzioni parziali, un problema definito o ha soluzioni o non ne ha, sono certi vincoli a definire un problema, vincoli diversi generano problemi diversi. Questo non è ben chiaro né agli psicologi né ad altri. Quando iniziano a parlare del tutto o niente in modo retorico per me non hanno afferrato bene una cippa.
Se io mi lamento di una certa condizione ben definita cerco una soluzione per questa (voglio soddisfare dei vincoli insieme) non un tizio che mi dica "eh ma fatti andar bene questo, che io questo so fare".
Che mi frega che tu questo sai fare?
Non sai risolverla? Va bene, ma non dire che la soluzione c'è e io la rifiuto, visto che qua si fa tutt'altro, si ridefinisce un problema e si risolve un altro problema.

Per me un problema o si risolve con una soluzione effettiva o non si risolve, non è che esistono soluzioni parziali, le soluzioni parziali risolvono ridefinizioni del problema di partenza, cioè un altro problema e l'idea che si debba essere per forza interessati a certe ridefinizioni è un'altra cosa dura a morire.

Se una persona rifiutasse delle "cure" sono dell'idea che la cosa se analizzata bene non risulta affatto irrazionale se la persona valuta che queste cure nell'insieme comunque non le daranno una condizione per lei tollerabile, che poi per pinco pallino le cose vanno abbastanza bene cosí per me è quasi irrilevante, io o un altro tizio non siamo questo pinco pallino.

Pinco pallino e un altro non stanno ponendo gli stessi problemi per questo per pinco pallino quelle risultano cure che curano qualcosa e per un altro solo un inutile accanimento terapeutico, cioé una non cura di quel che la persona vuole e desidera curare davvero.

Una cura è oggettiva nel senso che dice se si fa a si ottiene b, certo è che questa cura qua non risolverebbe il problema di chi volesse non fare a e ottenere b.

Io se fossi dovuto andare da un dentista in assenza di anestesia certi denti li avrei lasciati cariati, se poi un altro fosse stato ben disposto a sopportare non avrei dedotto che c'era una cura anche per me che io rifiutavo, la cura per me è quella con l'anestesia non l'altra.

Io relativizzo le cose, ma le relativizzo senza colpevolizzare nessuno.
Se uno vuole vivere in certi modi e sta male non risulta affatto un poveretto rispetto ad altri che vivono bene anche così.
Sì ma se uno soffre perché per esempio vuole diventare astronauta ma non se la sente di fare il percorso per arrivare a quel traguardo e va da uno psicologo questo in fin dei conti cosa può provare a fare se non: provare a capire come mai manchi la motivazione perché si impegni per quell'obiettivo e vedere se lo si può aiutare in quel senso (anche se lui non ha richiesto esattamente questo), 2) giudicato che non ci siano le condizioni mentali o materiali per fargli affrontare quel percorso vedere se può fargli trovare accettabile una strada alternativa, un modo di vivere migliore dell'attuale, seppur privo di quella modalità di realizzazione. Proprio perché non è un mago. Però magari conta in un'influenza del suo contributo che spinga in una direzione la mente del paziente. Oppure semplicemente fa questi tentativi solo perché è interessato al suo compenso (cosa che non gli fa onore, ma purtroppo è un comportamento che bisogna mettere in conto). Cioè alla fine se uno pensa fermamente che un esperto della materia comunque non può stravolgere certe dinamiche che coinvolgono anche le preferenze e gli interessi altrui e che quindi non un potere per fargli ottenere quello che ci si aspetta, che se ne frega di lui/lei? In fondo per far funzionare una terapia psicologica credo che la fiducia del paziente in chi tenta di aiutarlo deve esserci. Lo scopo viene in genere definito come il raggiungimento di un più generico benessere, o non-malessere. Se il tizio che non può vivere nel modo x che tanto ha desiderato fino ad allora riuscisse comunque a raggiungere uno stato in cui sta comunque meglio, con l'aiuto del professionista, potrebbe non contrastare l'approccio scelto dall'esperto in questione. In effetti molte volte sarà capitato che chi si era rivolto a un terapeuta ne è uscito meglio pur avendo dovuto ridimensionare le sue aspettative. Per cui se funziona per alcuni, in teoria può funzionare anche per altri. Da ciò chiaro che il professionista ci prova, anche perché il suo è un lavoro retribuito, ma in molto casi non è neanche solo o principalmente per questo e lo farà in "buona fede" (tra virgolette, perché magari le motivazioni che lo spingono non sono solo nell'interesse esclusivo del benessere del paziente, ma più su un concetto generale di salute di una persona all'interno di una società, che sono due cose che comunque vanno di pari passo, probabilmente). Concordo che le terapie non possono funzionare per tutti, e infatti in molti casi fanno poco (o nulla), spesso c'entra questa cosa della fiducia, altre volte si è proprio "sfigati" e basta. Ma nel caso della prima motivazione perché "attaccare" chi prova a fare interventi diciamo di "ridefinizione", come dicevi tu, o di illusione (crederci e provarci un po' di più può portare pure a qualche risultato concreto)? Cioè capisco se dicono: "è la ricetta per tutti", ma questa cosa non si evince sempre, anche se magari lo pensano; ma c'è da dire che anche chi pone il problema e legittimamente non vuole seguire i consigli di altri poi fa un errore simile: generalizza per tutti, ovvero "per me non funzionano quei discorsi e non lo fanno neanche per tutti gli altri nella mia condizione di partenza". Infatti pochi post sopra si è appena detto che chi dovesse pensare di migliorare la propria autostima senza il feedback delle sventole che gli sbavano dietro* è un illuso. Ok

*in realtà si parlava di società, ma suppongo che il ruolo delle suddette sia fondamentale in tale contesto

Ultima modifica di alien boy; 16-05-2021 a 17:41.
Vecchio 16-05-2021, 17:25   #53
Esperto
L'avatar di lonely heart
 

Non mi piaccio e infatti non ho autostima.
Questo comporta una serie di conseguenze che gravano sulla mia persona e sulla mia psiche.
Purtroppo non c'è nulla da fare, o ci si accetta o si è condannati a vivere sempre male.
Ringraziamenti da
vikingo (16-05-2021)
Vecchio 17-05-2021, 10:52   #54
Esperto
 

L’unico problema che non ho mai avuto è quello di accettarmi o meno sul piano estetico , mi importa davvero meno di zero , infatti non ho mai fatto nulla per apparire meglio , tipo avere un look , palestra e cose così
Vecchio 17-05-2021, 13:45   #55
Principiante
L'avatar di EugeneMorrow
 

Quote:
Originariamente inviata da Xchénnpossoreg? Visualizza il messaggio
Capito Abe's, ti parlo da bruttarella...
Ti giuro, questo commento mi ha fatto sorridere 🤣. Mi piace questo lato caratteriale delle persone, ridere dei propri difetti. Penso che sia una di quelle qualità che mi farebbe piacere trovare in una ragazza ideale, rispetto all'aspetto fisico sono caratteristiche che per me hanno piú importanza.

Dato che si tirano fuori persone che vogliono diventare astronauti, ma che non hanno motivazione eccetera, pongo una questione citando anche uno dei film preferiti, da cui io mio nick è ispirato.
Come succede in Gattaca, il protagonista Vincent è determinato a diventare astronauta per una importante agenzia spaziale, ma nella realtá classista in cui il film è ambientato, se non sei una persona con i geni creati a tavolino, non puoi permetterti di poter fare dei lavori elitari(nel film le aziende fanno fare dei test genetici ai candidati, passati per banali test antidroga, per selezionare ovviamente solo le persone nate tramite selezione artificiale).
Il protagonista viene ovviamente respinto e si mette in contatto con un uomo che lo aiuta a cambiare la sua identitá con un altro uomo, nato artificialmente, ma che è rimasto escluso dalla società perché è costretto sulla sedia a rotelle per già di un incidente (il caro Eugene Morrow). Il protagonista studia e si allena come un matto e tramite degli escamotage riesce ad accedere alla struttura, tant'è che non viene distinto tra tutti i suoi colleghi "superdotati".
La chiave che fa girare la serratura è la motivazione, non tutti possiamo diventare astronauti, ma nel nostro piccolo possiamo sempre fare qualcosa. Detto da un pessimista come me è un controsenso, soprattutto in questo periodo in cui non sto tanto bene psichicamente. Però questo che mi ha insegnato il film (oltre che in un prossimo futuro dovremo fare spazio ai "superdotati") è un chiodo fisso. Spero di trovare tutta quella motivazione anche nelle cose piú becere che io protagonista ha usato nel film.
Piú si ha motivazione nel fare le cose, piú ci sentiamo soddisfatti e la nostra autostima accresce. Capisco chi desidera ardentemente un partner ma penso che bisogna prima concentrarsi su altre cose, se si sta meglio con se stessi le persone ti percepiscono in modo diverso. Ho provato sulla mia pelle che stare in una relazione dove la tua autostima è praticamente vicina a fattori negativi, ti porta inevitabilmente a star male.
Ringraziamenti da
Xchénnpossoreg? (17-05-2021)
Vecchio 17-05-2021, 13:58   #56
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Non lo so come si fa. Non ho idea di cosa significhi piacere a se stessi, e non parlo dell'aspetto fisico di cui mi frega zero.

Per me la questione è dare un senso al vivere e al morire questo senso non c'è. Tutte le risposte che si possono dare sulle vocazioni, le strade da percorrere ecc... per me sono deliranti.

E delirante mi appare tutto quello che si fa per vivere "meglio", tante azioni senza significato, senza una logica, senza un fine.

Non capisco il senso della fatica e del sacrificio, non capisco il senso di perseguire obiettivi, non ne capisco lo scopo.

Non capisco niente se non che si nasce si soffre e si muore e tutto dura un attimo.
Vecchio 17-05-2021, 15:17   #57
Esperto
L'avatar di Cancelletto
 

Quote:
Originariamente inviata da Ruoppolo Visualizza il messaggio
Ci sono persone per le quali l'autostima dipende dal feedback ricevuto dagli altri ed altre la cui autostima dipende dall'autopercezione o dall'autovalutazione.

Chi cerca l'approvazione degli altri tenderà a basare la propria autostima sul giudizio altrui, mentre chi (come me) non ha autostima, non camberebbe idea su sé stesso neanche se gli venisse detto che é bellissimo o intelligentissimo, continuerebbe comunque a valutarsi negativamente.
Concordo. Non a caso si chiama "auto-stima"
Vecchio 17-05-2021, 15:22   #58
Esperto
L'avatar di Cancelletto
 

Quote:
Originariamente inviata da Black_Hole_Sun Visualizza il messaggio
Non lo so come si fa. Non ho idea di cosa significhi piacere a se stessi, e non parlo dell'aspetto fisico di cui mi frega zero.

Per me la questione è dare un senso al vivere e al morire questo senso non c'è. Tutte le risposte che si possono dare sulle vocazioni, le strade da percorrere ecc... per me sono deliranti.

E delirante mi appare tutto quello che si fa per vivere "meglio", tante azioni senza significato, senza una logica, senza un fine.

Non capisco il senso della fatica e del sacrificio, non capisco il senso di perseguire obiettivi, non ne capisco lo scopo.

Non capisco niente se non che si nasce si soffre e si muore e tutto dura un attimo.
Secondo me, se non si sta bene con se stessi di conseguenza non si riesce a godere di nessun tipo di situazione o obiettivo esterno raggiunto. Nulla ha senso perché nulla ci appaga e quindi vediamo anche lo sforzo per farlo inutile
Vecchio 17-05-2021, 15:47   #59
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Lorenzo sonego giocatore di tennis esploso di recente e un onesto mestierante fino a 3 anni fa non era neanche nei 100 oggi e tra i primi 30.durante la pandemia ha lavorato tantissimo sul fisico e sui fondamentali.a roma ha battuto 2 top ten e portato al terzo djokovic.classico esempio di giocatore che con la grinta e la mentalita la garra riesce ad arrivare in alto.bisognerebbe ispirarsi di piu a questi personaggi che a gente piu talentuosa ma discontinua anche piu geniale ma meno umile nell applicarsi.
Vecchio 17-05-2021, 15:56   #60
Esperto
L'avatar di vikingo
 

A me mi hanno sempre criticato a casa dovunque ma io me ne sono sempre fregato matto ma convinto.mi possono tirare i pomodori me ne frega.sono alto 2 metri nessuno mi viene a provocare.forse da fastidio anche questa cosa vuole fare il ribelle.no io sto dentro le regole ma sono talmente indipendente che scelgo io quando socializzare o aggregarmi e con chi aggregarmi.e questi personaggi gli spiriti liberi danno fastidio perche danno lasensazione di stare bene da soli.magari internamente soffrono ma esternamente danno la sensazione di eswere degli egoisti.o comunque troppo anticonformisti per certe donne sopratutto.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Come si fa ad avere autostima se non ci si piace fisicamente?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Domanda secca: ma a voi, a parte la fobia sociale, piace uscire o piace stare in casa Brutton Amore e Amicizia 52 19-10-2019 11:59
Cosa vuol dire avere autostima? ~~~ SocioFobia Forum Generale 12 12-03-2016 12:16
Bassa autostima o piuttosto autostima ipertrofica? passenger Automiglioramento 23 04-03-2015 22:10
Se vi piace qualcuno fisicamente e lo ammirate a tutto ne siete attratti? cancellato15306 Amore e Amicizia 19 14-12-2014 16:21
Mi piace avere il mal di testa e a volte anche la febbre Blur SocioFobia Forum Generale 15 10-04-2013 20:50



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 15:23.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2