FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Rispondi
 
Vecchio 13-07-2018, 09:45   #1
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Ieri mi è successa una cosa curiosa. Un mio ex compagno di scuola, che non vedevo da anni, mi ha contattato tramite FB per chiedermi un parere su un'intervista del filosofo Umberto Galimberti dedicata alla degenerazione del sistema scolastico. Sotto riporto il parere che ho invitato al mio ex compagno, vorrei aprire però anche qui un dibattito; ecco l'intervista:

È interessante l'idea di Galimberti di mettere ad insegnare professori carismatici; penso che sia un'idea giusta; il problema è: come fai a reclutare professori del genere? La proposta di selezionarli tramite colloquio è semplicemente ridicola. Sarebbe come affidare al maestro del lavoro il compito di selezionare, tramite concorso, il nuovo führer del reich. Le guide non si formano e non si selezionano: si impongono da sé. Credo sia semplicemente impossibile istituzionalizzare il carisma e reclutarlo traverso metodi burocratici; sempre poi che il carisma decida di mettersi al servizio del ministero. Io non ce lo vedo affatto il "vate", fra una beffa di Buccari e un'incursione su Vienna, ad insegnare per 40 anni filati il risorgimento italiano in una scuola di provincia.

Per quanto riguarda invece il discorso su che cosa la scuola dovrebbe fare, cioè: se educare, istruire, preparare al lavoro ecc, non saprei proprio; non ho nemmeno voglia di pensarci. Tanto sono certo del fatto che non sarebbe comunque in grado di adempiere nessuna di queste funzioni. Insegnare i buoni sentimenti mediante il ricatto del "se non fai quello che ti dico ti boccio e non ti dò il pezzo di carta" non funziona; per quanto riguarda il lavoro: è impossibile imparare a cavalcare andando a piedi (come dice anche Galimberti); mentre la trasmissione di informazioni, ossia l'istruzione, nell'epoca di internet non abbisogna di nessun professore e di nessuna scuola. Tanto chi è interessato studia anche per i fatti propri, gli altri si limitano semplicemente ad ingurgitare delle informazioni che poi dimenticano appena finisce la verifica o l'interrogazione.

Non male la proposta di fare della scuola un luogo di socializzazione e di aggregazione, anche se l'idea di essere obbligato a socializzare non è che mi vada proprio a genio. Non fosse obbligatoria, magari...

Giustissimo quello che dice sull'invasione della scuola da parte della psichiatria. I bambini cominciano a percepirsi davvero come cretini in seguito alle false diagnosi degli psichiatri. Si potrebbe applicare, in questo caso, la "teoria dell'etichettamento" (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Teor...etichettamento) che il sociologo americano Howard S. Becker aveva formulato per spiegare l'influsso che l'etichetta di "criminale", che la società affibbia ad alcuni suoi membri, produce sulla persona in questione; l'atto di perseverare nella condotta delinquenziale veniva interpretato da Becker come il risultato dell'interiorizzazione dell'etichetta. Secondo me succede la stessa ed identica cosa ai bambini sani che finiscono nelle grinfie degli psichiatri: una specie di profezia che si auto adempie, cioè poi diventano cretini sul serio.

Ultima modifica di E. Scrooge; 14-07-2018 a 12:19.
Vecchio 13-07-2018, 10:18   #2
Esperto
L'avatar di Warlordmaniac
 

Abbastanza d'accordo con te, ma aggiungerei una cosa: quello che dice Galimberti sull'insegna te carismatico e energia erotica è da depravati.
Vecchio 13-07-2018, 11:33   #3
Esperto
 

Galimberti non è uno psichiatra, ergo non capisco come possa dire che le diagnosi mediche siano falsate. Ma a cosa si riferisce di preciso? (un video di tre quarti d'ora di Galimberti non lo guardo neanche sotto tortura)
Vecchio 13-07-2018, 11:39   #4
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Galimberti non è uno psichiatra, ergo non capisco come possa dire che le diagnosi mediche siano falsate. Ma a cosa si riferisce di preciso? (un video di tre quarti d'ora di Galimberti non lo guardo neanche sotto tortura)
Praticamente sostiene che molti ragazzini vengono bollati come dislessici o discalculi quando in realtà hanno solamente incontrato qualche intoppo nel processo di apprendimento. Lui sostiene che con un po' di esercizio, "come si faceva ai suoi tempi", anche loro possono imparare a leggere esattamente come gli altri.

Secondo me ha pienamente ragione. Mi viene in mente l'esempio di Albert Schweitzer, che "tardo nel leggere e nello scrivere" è poi diventato medico (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Albert_Schweitzer). Avevo letto inoltre, se non ricordo male, nel saggio "la psicologia individuale nella scuola" di Alfred Adler, che molti alunni con difficoltà, stimolati proprio dalla sfida di dover superare i propri limiti, con sforzo e volontà sono riusciti a raggiungere il massimo livello nei loro rispettivi ambiti, superando di gran lunga i "normali".

Ultima modifica di E. Scrooge; 13-07-2018 a 11:47.
Vecchio 13-07-2018, 11:48   #5
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da E. Scrooge Visualizza il messaggio
Praticamente sostiene che molti ragazzini vengono bollati come dislessici o discalculi quando in realtà hanno solamente incontrato qualche intoppo nel processo di apprendimento. Lui sostiene che con un po' di esercizio, "come si faceva ai suoi tempi", anche loro possono imparare a leggere esattamente come gli altri. Secondo me ha pienamente ragione. Mi viene in mente l'esempio di Albert Schweitzer, che "tardo nel leggere e nello scrivere" è poi diventato medico (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Albert_Schweitzer). Avevo letto inoltre, se non ricordo male, nel saggio "psicologia individuale nella scuola" di Alfred Adler, che molti alunni con difficoltà, proprio per superare i loro limiti, con sforzo e volontà sono riusciti a raggiungere il massimo livello nei loro rispettivi ambiti.
Galimberti se dice una cosa simile è ai livelli di chi dice che i vaccini causano autismo. Le evidenze dell'esistenza di questi problemi sono enormi e provengono dalle discipline più disparate (psicolinguistica, neuroscienze, neuropsicologia ecc.), così come è un fatto che affermare che basta un po' di esercizio per risolvere il problema sia un'ulteriore castroneria. E infatti chiedo: su che base dice queste cose? Galimberti è un filosofo/psicoanalista non certo un esperto in neuropsicologia. Comunque questi sono deficit selettivi, quindi che ci siano persone dislessiche che hanno avuto successo accademico/lavorativo e che possano anche avere un'intelligenza superiore alla media, non è nulla di strano.
Vecchio 13-07-2018, 11:53   #6
Esperto
L'avatar di claire
 

Negazionismo anche sui DSA.
Siamo alla frutta.
Ringraziamenti da
Bluevelvet93 (13-07-2018)
Vecchio 13-07-2018, 11:54   #7
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Negazionismo anche sui DSA.
Siamo alla frutta.
Magari fosse solo Galimberti a negare i DSA.
Vecchio 13-07-2018, 11:59   #8
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Magari fosse solo Galimberti a negare i DSA.
Ormai si nega tutto, i complottari hanno vinto.
Vecchio 13-07-2018, 12:31   #9
Esperto
 

Ripeto, per I DSA c'è poco da discutere.
Vecchio 13-07-2018, 12:32   #10
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Ripeto, per I DSA c'è poco da discutere.
Beh si, se non ti informi non c'è da discutere. Ma comunque lui (Galimberti) non nega che i DSA esistano, ma critica il fatto che le diagnosi vengano appioppate con troppa facilità. Io ho avuto sotto gli occhi il caso di mio cugino di secondo grado: era un somaro che leggeva (neanche studiava) un'ora alla settimana, ed è riuscito a farsi promuovere grazie alla diagnosi. Ricordo che un anno disse persino all'insegnante che le avrebbe spezzato le gambe; ovviamente fu bocciato, in buona parte anche per il comportamento; ma la madre, facendo causa alla scuola con la scusa della dislessia, riuscì ad ottenere la promozione.

Ultima modifica di E. Scrooge; 13-07-2018 a 13:37.
Vecchio 13-07-2018, 12:34   #11
Esperto
 

I DSA li ho studiati eccome a differenza di chi dice che non esistono.
Vecchio 13-07-2018, 12:43   #12
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da E. Scrooge Visualizza il messaggio
Ma comunque lui (Galimberti) non nega che i DSA esistano, ma critica il fatto che le diagnosi vangano appioppate con troppa facilità.
E sulla base di cosa lo direbbe se non c'entra niente con quell'ambito?
Vecchio 13-07-2018, 12:45   #13
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Galimberti se dice una cosa simile è ai livelli di chi dice che i vaccini causano autismo. Le evidenze dell'esistenza di questi problemi sono enormi e provengono dalle discipline più disparate (psicolinguistica, neuroscienze, neuropsicologia ecc.), così come è un fatto che affermare che basta un po' di esercizio per risolvere il problema sia un'ulteriore castroneria. E infatti chiedo: su che base dice queste cose? Galimberti è un filosofo/psicoanalista non certo un esperto in neuropsicologia. Comunque questi sono deficit selettivi, quindi che ci siano persone dislessiche che hanno avuto successo accademico/lavorativo e che possano anche avere un'intelligenza superiore alla media, non è nulla di strano.
No. Un attimo. Galimberti critica il fatto che le diagnosi vengano fatte con troppa negligenza. Non dice che non esistono.
Vecchio 13-07-2018, 12:48   #14
Esperto
 

Sì ma basa su che cosa? Ha statistiche certe in cui si mostra la percentuale di diagnosi sbagliate?
Vecchio 13-07-2018, 12:49   #15
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
E sulla base di cosa lo direbbe se non c'entra niente con quell'ambito?
Ma le diagnosi come vengono fatte? Si fanno esami sul sistema fisiochimico del paziente?

Ultima modifica di E. Scrooge; 13-07-2018 a 12:57.
Vecchio 13-07-2018, 12:54   #16
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Sì ma basa su che cosa? Ha statistiche certe in cui si mostra la percentuale di diagnosi sbagliate?
Ci sono statistiche certe sulle diagnosi sbagliate di drapetomania?
Vecchio 13-07-2018, 12:57   #17
Esperto
 

Si fa di tutto: si valuta l'intelligenza complessiva, si valuta se non ci siano problemi di vista, si valuta l'istruzione e l'età del bambino, eventuali problemi percettivi e poi ci sono test/batterie specifiche per valutare le abilità di lettura vere e proprie.
Vecchio 13-07-2018, 13:02   #18
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Si fa di tutto: si valuta l'intelligenza complessiva, si valuta se non ci siano problemi di vista, si valuta l'istruzione e l'età del bambino, eventuali problemi percettivi e poi ci sono test/batterie specifiche per valutare le abilità di lettura vere e proprie.
Da quello che mi hai scritto praticamente tutti i bambini dell'Africa potrebbero essere affetti da DSA.

Io personalmente ho scoperto come viene diagnosticato il disturbo da deficit dell'attenzione e i criteri mi sembrano ridicoli. Ecco l'intervista:


Ultima modifica di E. Scrooge; 13-07-2018 a 13:11.
Vecchio 13-07-2018, 13:02   #19
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da E. Scrooge Visualizza il messaggio
Ci sono statistiche certe sulle diagnosi sbagliate di drapetomania?
La drapetomania non è più considerata un disturbo. Qua si parla di DSA, non è che se in passato la psichiatria ha fatto delle cazzate in certi ambiti allora buttiamo via tutto quello che c'è nel presente. Se uno vuole contestare i DSA lo può fare, ma che si forniscano le prove.
Vecchio 13-07-2018, 13:03   #20
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da E. Scrooge Visualizza il messaggio
Da quello che mi hai scritto praticamente tutti i bambini dell'Africa potrebbero essere affetti da DSA.
Si valuta l'istruzione proprio per vedere se si parla di DSA o di un problema di mera istruzione, quindi non capisco perchè tutti gli africani sarebbero potenzialmente affetti da DSA.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Umberto Galimberti e la scuola
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Umberto Galimberti - L'amore Herzeleid Off Topic Generale 0 14-02-2013 13:23
Umberto Galimberti: le mappe emotive Herzeleid Off Topic Generale 8 06-01-2013 12:15
Umberto Galimberti: l'istinto di morte Herzeleid Forum Altri Temi per Adulti 2 03-01-2013 22:20
Umberto Galimberti Gufetto Forum Libri 0 16-11-2010 01:18



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 15:39.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2