FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 13-04-2008, 19:46   #1
Principiante
L'avatar di dixy899
 

Salve a tutti! Sono un ragazzo di 18 anni, con una vita apparentemente tranquilla, una buona famiglia, studio al liceo classico, gioco a calcio, eppure dentro sono quasi sempre profondamente triste, tanto tanto triste. Non so neanche bene il perchè...Ho difficoltà nel relazionarmi con gli altri, ho scarsa fiducia in me stesso, non riesco ad accettare il mio maledetto carattere timido e riservato che mi impedisce di essere disinibito ed estroverso come molti miei amici, che vedo felici e spensierati al contrario di me, sempre di pessimo umore e depresso cronico...Mi piace stare da solo in casa davanti a un computer, a volte ho paura di uscire perchè mi trovo un pò a disagio nel relazionarmi con i miei amici...E questa situazione mi sta rendendo sempre più triste e depresso...Mi sento solo dentro, anche se ho dei genitori che mi vogliono bene mi sento profondamente solo, è come se mi mancasse qualcosa...Non riesco neanche più a concentrarmi quando studio...Sono troppo preso dalla mia depressione e dal mio senso di tristezza e di disagio che mi sta ossessionando ogni giorno che passa...Sono troppo tentato dal fare uso di droga e alcol per abbattere questa mia depressione che mi sta uccidendo, e per apparire più estroverso di fronte ai miei amici...Spesso penso di drogarmi, ma lo penso più per disperazione...Aiutatemi, vi prego! Non voglio cadere nel baratro della droga o dell'alcol...
Vecchio 13-04-2008, 20:42   #2
Esperto
L'avatar di calivero
 

Ciao, il mio consiglio è quello di andare dallo psicologo, eventualmente se ti verrà diagnosticata una vera depressione andrai dallo psichiatra (che non cura i matti), che ti prescriverà dei farmaci e magari una terapia combinata che potranno salvare la tua mente ancora in fase di sviluppo.
Non è tardi, con la droga ti distruggi e basta, ma non credo che sia questo quello che vuoi.
Vecchio 13-04-2008, 20:55   #3
Banned
 

18 anni e presto per drogarti e alcolizzarti.se ha 25 anni sei ancora cosi, comincia :lol: .prima segui i consigli di calivero. :wink:
Vecchio 13-04-2008, 21:09   #4
Banned
 

Non so se è giusto o no andare dallo psicologo, c'è gente cmq che ne sa più di me..
Lo psicologo in certi frangenti può anche essere di aiuto ma cmq a 18 anni è normale avere comportamenti sociali che ci fanno pensare di essere diversi dagli altri, può essere un semplice problema di adolescenza o qualcosa di più profondo, questo non te lo so dire..
cmq benvenuto
Vecchio 13-04-2008, 21:13   #5
Esperto
L'avatar di calivero
 

Quote:
Originariamente inviata da Sentenza
Non so se è giusto o no andare dallo psicologo, c'è gente cmq che ne sa più di me..
Lo psicologo in certi frangenti può anche essere di aiuto ma cmq a 18 anni è normale avere comportamenti sociali che ci fanno pensare di essere diversi dagli altri, può essere un semplice problema di adolescenza o qualcosa di più profondo, questo non te lo so dire..
cmq benvenuto
appunto per questo lo psicologo può capirci qualcosa
non pensare allo psicologo solo come medico di chi sta male, perchè viene usato da molte persone anche solo per capire alcune cose, con poche sedute
Vecchio 13-04-2008, 21:36   #6
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da calivero
Quote:
Originariamente inviata da Sentenza
Non so se è giusto o no andare dallo psicologo, c'è gente cmq che ne sa più di me..
Lo psicologo in certi frangenti può anche essere di aiuto ma cmq a 18 anni è normale avere comportamenti sociali che ci fanno pensare di essere diversi dagli altri, può essere un semplice problema di adolescenza o qualcosa di più profondo, questo non te lo so dire..
cmq benvenuto
appunto per questo lo psicologo può capirci qualcosa
non pensare allo psicologo solo come medico di chi sta male, perchè viene usato da molte persone anche solo per capire alcune cose, con poche sedute
probabilmente hai ragione, il fatto è che per mio carattere non sono portato a fidarmi completamente di una persona che alla fine non mi conosce.
Poi possiedo pure un orgoglio smisurato che mi impedisce, purtroppo devo ammetterlo, di richiedere l'aiuto di un'altra persona per risolvere i miei problemi. La vedrei come una sconfitta personale
Per questo, e ripeto che molto probabilmente mi sbaglio, non sono mai ricorso all'aiuto di uno psicologo e non so se in futuro ci andrò mai..
Vecchio 13-04-2008, 21:52   #7
Principiante
L'avatar di Filosfpazzo
 

Ciao Dixy, e mi rivolgo anche a chi la timidezza la conosce meglio di me:
sono un tuo coetaneo (17 però) e ti voglio dire che, sì, capita ad alcuni di noi (mica tutti, che non siamo tutti uguali) di sentirsi timidi e "inibiti" per via del peso che diamo al nostro comportamento in certe situazioni.
_ Dedicami un momento, lo vedi il mio nick? "filosofopazzo", come mi chiamano i miei amici e come mi chiamo io quando penso troppo e malamente, cioè ogni cinque minuti :P _
Questo tuo "cattivo umore" lo vedo spesso in giro, tra i miei amici, tra perfetti sconosciuti, quasi ne fossi ossessionato, e a volte mi son sentito in colpa di averlo provato io anzichè essermelo cavato di dosso ed esser partito subito con l'estroversione, la simpatia, con sensi di colpa peraltro inutili.
Non posso dirti io se sei timido, anche perché sarebbe offensivo come dire che non conosci te stesso, ma non voglio che tu ti faccia cattive considerazioni sulla persona che sei.
Di più, quando mi critico in questo modo, per risolverla, guardo ai miei cattivi pensieri, che intanto hanno assunto una strana "forma" e mi fanno sentire timido e in colpa, e penso -non è questa la forma o il modo in cui le persone, disinibite o meno, si presentano, o meglio, mettono in chiaro agli altri chi sono realmente-
Io ti ho parlato della timidezza cmq, magari il problema è un altro...
X Calivero: perché consigli subito di andare dallo psicologo? Conosci qualcosa che non so sulla depressione?

P.sUh scusa Cali, domanda già fatta mentre stavo scrivendo :roll:
Vecchio 13-04-2008, 22:09   #8
Esperto
L'avatar di calinero
 

ma guardate che il primo a non andare dallo psicologo sono io... e i risultati si vedono
per gli stessi motivi di molti, non mi fido di chi mi aiuta per soldi
ma più si è piccoli e più si è suggestionabili e forse può anche funzionare nel suo caso
inoltre, se davvero si tratta di depressione, non c'è molto da scherzare...
cmq appunto, lo psicologo serve solo a fare chiarezza, dove i genitori non vedono e lui stesso non capisce cosa possa avere... se no non lo avrebbe chiesto qui... tentar non nuoce
Vecchio 14-04-2008, 08:42   #9
Esperto
L'avatar di thx1138
 

La consapevolezza di avere bisogno di aiuto e richiederlo non deve essere preso come una sconfitta personale. E' senz'altro un primo passo verso la ricerca di uno stato personale ed emotivo di equilibrio, cosa che non tutti riescono a raggiungere con le proprie forse. Proprio per la tua età, secondo me, è indisoensabile che ti rivolga a un professionista, in questo caso in prima battuta ad uno psicologo. Ce ne sono di bravi, e che non fanno il loro lavoro solo per soldi. Sarà lui o lei a valutare se un ciclo di sedute potrebbe esserti utile. Capisco benissimo che alla tua età l'orgoglio che senti dentro è fortissimo. Ma questo orgoglio, però, non deve pregiudicare la tua vita futura. Hai ancora tanto da vivere, cerca di fare della tua vita se non una festa una vita serena. Non rovinarla per un po' di insano orgoglio. Quello lo ritirerai fuori dopo, quando ti servirà (e te ne servirà molto) nella vita.

ciao

rob
Vecchio 14-04-2008, 09:08   #10
Zed
Avanzato
L'avatar di Zed
 

Ciao Dixy, benvenuto!
Spesso in questi casi ci si sente strani, alieni. Se ti può consolare non sei solo: qui troverai un sacco di gente in grado di ascoltarti e capire le tue sofferenze.

Per quanto riguarda la tua situazione, io ti consiglierei una visita dallo psicologo, in particolare sono un seguace della psicoterapia.
La mia FS si è incubata nell'adolescenza.. se avessi fatto terapia alla tua età adesso avrei probabilmente meno problemi.

Anche se poi non ti riscontreranno niente, almeno hai investito sulla tua salute.. sempre meglio che spendere soldi in droghe, no?
Vecchio 14-04-2008, 09:49   #11
Principiante
L'avatar di SafeAsMilk
 

Ciao Dixy! Anch'io come te sono un fresco acquisto del forum solo ce i miei 18 anni sono passati da un bel po'... :roll: beh nostalgie a parte, ho rivisto in gran parte la mia adolescenza nelle tue parole (nessun amico ed il mio tempo libero lo trascorrevo facendo compagnia alla mia ombra,come poi non si sia mai stancata di me è una questione interessante!!). Ma venendo alle cose importanti, credo come molti di quelli che mi hanno preceduto che l'importante sia aprirti a qualcuno... in parte già lo stai facendo con noi!! e non è poco! non si tratta di confessare dei peccati, i tuoi timori, le tue paure, il tuo disagio sono condivisi da molti e magari anche se non sembra anche tra i tuoi coetanei... spesso facciamo caso solo a chi si pone al centro dell'attenzione, spesso però non notiamo chi si pone ai margini... davvero tra le persone che conosci non te ne viene in mente neppure una nella quale, anche un minimo, ti riconosci? poi puoi sempre cercare di contattare uno psicologo, od un'altra persona che tu ritieni abbia la sensibilità di ascoltarti senza giudicare. Un saluto ed in bocca al lupo!
Vecchio 14-04-2008, 12:17   #12
Esperto
L'avatar di vetro
 

Mi sono rivisto in quello che hai scritto.Alla tua eta' per quanto mi sforzassi di non pensarci avvertivo le tue stesse sensazioni.Quello che ti posso ti consigliare in primis è di non isolarti,di non chiuderti in te stesso.
Non pensare di essere sbagliato dal mondo che ti circonda,perche' non lo sei.Idealizziamo troppo la vita degi altri pensando che sia perfetta ma in realta' tutti hanno le loro solitudini e tristezze.Se non sai con chi parlare affidati ad uno specialista e non pensare che sia una sconfitta.Ti puoi aiutare veramente.
Vecchio 14-04-2008, 15:44   #13
Esperto
 

ciao dixy mi raccomando segui i nostri consigli e rivolgiti a uno psicologo immediatamente, prima ci pensi e meglio è, sei giovanissimo non sprecare tanti anni e sprofondare sempre di più nella solitudine fino ad arrivare con l'acqua alla gola e a quel punto essere costretto a rialzarti, fallo ora e sfogati senza timori con lo psicologo, non vergognarti perchè un esperto non può giudicarti, ti capirà e ti darà certamente una mano a migliorare in bocca al lupo e benvenuto nel forum
Vecchio 25-04-2008, 01:50   #14
Principiante
L'avatar di PAOLETTA76
 

CIAO IO TI CAPISCO BENE IL TUO STATO EMOTIVO IO HO 32 ANNI E LOTTO ANCORA LA DEPRESSIONE E IL MIO SBAGLIO E' STATO COMINCIARE A LOTTARLA TARDI. TU SEI GIOVANE AFFIDATI SUBITO A SPECIALISTI CHE TI POTRANNO AIUTARE E SOPRATTUTTO NON SENTIRTI DIVERSO O IN DIFETTO.
LE PERSONE SENSIBILI COME NOI POSSONO FARCELA BASTA FARSI AIUTARE DA CHI CI VUOLE BENE DAVVERO..GUARDATI ATTORNO LA TUA FAMIGLIA TI PUO' AIUTARE E ANCHE IO SE VUOI. FATTI SENTIRE MI RACCOMANDO. CIAO PAOLA.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Sono tanto tanto triste
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Mi piacerebbe cosi tanto... Otemanu Amore e Amicizia 8 11-03-2009 12:11
eppure ogni tanto... calimero SocioFobia Forum Generale 6 28-01-2009 01:30
tanto per ridere Wonderlust76 Off Topic Generale 9 04-01-2009 01:36
tanto nn ci riesco Nuraghe Timidezza Forum 8 19-03-2008 19:45
Vorrei tanto dei consigli formica SocioFobia Forum Generale 6 19-09-2005 08:51



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 18:07.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2