FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Storie Personali
Rispondi
 
Vecchio 29-06-2022, 18:51   #1
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

Come ve la cavate quando dovete adattarvi a qualche situazione nuova?
Riuscite ad ambientarvi rapidamente e a familiarizzare subito e a ingranare con le situazioni nuove, oppure siete più lenti di un bradipo sotto sedativi?

Purtroppo questo è uno dei miei grandi problemi (come se ne avessi già pochi).
Quando le cose cambiano, a parte il fatto che di solito cerco di evitare i cambiamenti, ma se proprio non ci riesco ho bisogno di tantissimo tempo per riuscire ad adattarmi, metabolizzare le novità e raggiungere una sorta di equilibrio interiore che mi permetta di ripartire.
Forse col tempo sono un po' migliorato, ma ricordo ad esempio che quando avevo cominciato l'università e mi sono trovato in un ambiente completamente nuovo, ed ero pure fuori sede, sono stato malissimo per almeno uno o due anni prima di cominciare a integrarmi col nuovo ambiente e a diventare produttivo. È anche per questo che mi sono laureato molto fuori corso...
Vecchio 29-06-2022, 18:55   #2
Esperto
L'avatar di _dharma_
 

Quote:
Originariamente inviata da Hor Visualizza il messaggio
Come ve la cavate quando dovete adattarvi a qualche situazione nuova?
Riuscite ad ambientarvi rapidamente e a familiarizzare subito e a ingranare con le situazioni nuove, oppure siete più lenti di un bradipo sotto sedativi?

Purtroppo questo è uno dei miei grandi problemi (come se ne avessi già pochi).
Quando le cose cambiano, a parte il fatto che di solito cerco di evitare i cambiamenti, ma se proprio non ci riesco ho bisogno di tantissimo tempo per riuscire ad adattarmi, metabolizzare le novità e raggiungere una sorta di equilibrio interiore che mi permetta di ripartire.
Forse col tempo sono un po' migliorato, ma ricordo ad esempio che quando avevo cominciato l'università e mi sono trovato in un ambiente completamente nuovo, ed ero pure fuori sede, sono stato malissimo per almeno uno o due anni prima di cominciare a integrarmi col nuovo ambiente e a diventare produttivo. È anche per questo che mi sono laureato molto fuori corso...
io sono piuttosto lento quando si tratta di avere a che fare con gente nuova o cambiare posto dove devo lavorare inteso edificio... vado in crisi... anche semplicemente cambiare stanza dove devo lavorare..
Vecchio 29-06-2022, 19:01   #3
Esperto
L'avatar di barclay
 

Io odio i cambiamenti.
Vecchio 29-06-2022, 19:09   #4
Esperto
L'avatar di Demiurgo
 

Io odio i cambiamenti
Vecchio 29-06-2022, 19:11   #5
Esperto
L'avatar di Varano
 

odio i cambiamenti, ma sono adattabile e ci metto poco. dove mi metti sto, questo me l'hanno sempre riconosciuto. che sia una banda di narcos o una compagnia di preti per me cambia poco.
Vecchio 29-06-2022, 19:47   #6
Esperto
L'avatar di Soddisfatto
 

Quando mi sono trasferito in Veneto, ormai quasi 5 anni fa, la mia vita è stata zeppa di cambiamenti. Tra lavori a tempo indeterminato e quindi nuovi ambienti di lavoro, cambi di coinquilini e cambi di casa ho imparato ad adattarmi in fretta e li trovavo sempre piacevoli. Adesso ho da 3 anni un tempo indeterminato e vivo da solo da circa un anno e mezzo e ho raggiunto una certa stabilità e una discreta sicurezza lavorativa ed economica. Per rispondere alla domanda si, sono veloce ad attarmi e ad affrontare i cambiamenti.
Vecchio 29-06-2022, 19:58   #7
Esperto
L'avatar di Dark97
 

Quote:
Come ve la cavate quando dovete adattarvi a qualche situazione nuova?
Riuscite ad ambientarvi rapidamente e a familiarizzare subito e a ingranare con le situazioni nuove, oppure siete più lenti di un bradipo sotto sedativi?
Una via di mezzo...piú lento degli altri, ma non troppo...

Quote:
Forse col tempo sono un po' migliorato, ma ricordo ad esempio che quando avevo cominciato l'università e mi sono trovato in un ambiente completamente nuovo, ed ero pure fuori sede, sono stato malissimo per almeno uno o due anni prima di cominciare a integrarmi col nuovo ambiente e a diventare produttivo. È anche per questo che mi sono laureato molto fuori corso...
Fuori sede dev essere tremendo...é uno dei motivi che mi ha impedito di continuare gli studi subito dopo il diploma.
In sede ho avuto alcuni problemi all' inizio, adesso riesco a gestire abbastanza bene il carico di studio e di conseguenza lo stress. Per quanto riguarda i rapporti con gli altri ragazzi, parto sempre male, dopo un po' di tempo raggiungo una sorta di equilibrio...non ho ansia, ma rimango isolato, non riesco a combinare niente.
Vecchio 29-06-2022, 22:17   #8
Esperto
L'avatar di spezzata
 

Me la cavo male. Odio i cambiamenti.
Mi piace la routine, la prevedibilità, la stabilità. Ancora oggi non mi capacito come fa la gente a lavorare in un posto per un paio di giorni, qualche mese o un anno... e poi a cambiare e fare altro, non necessariamente cambiare mansione, ma cambiare routine, cambiare città, cambiare ufficio, fabbrica, negozio o dovunque lavorino con estrema facilità. Cioè a me servono probabilmente anni per abituarmi e poi che fai? Vieni licenziato? Assurdità.
Comunque ho problemi a fare anche cambiamenti nel mio piccolo figuriamoci la roba grossa.
E poi bisogna chiedersi se il gioco vale la candela. Se si sta peggio di prima non conviene... per apportare cambiamenti nella mia vita dev'essere per un qualcosa che veramente voglio, anche qualcosa di tangibile, di concreto, qualcosa che rimane... qualcosa che mi da veramente qualcos'altro in cambio. Il mondo a me pare tutto instabile, precario, volubile... sotto ogni punto di vista. Ho bisogno di stabilità, di sentire un terreno fisso sotto ai piedi. Di un lavoro facile, prevedibile, che non mi lasci a piedi da un momento all'altro, di un posto mio, di una persona che mi voglia bene e che rimanga.

Credo che la terra sia fatta per individui diversi.

Ultima modifica di spezzata; 29-06-2022 a 22:27.
Vecchio 29-06-2022, 22:47   #9
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Lasperger detesta i cambiamenti ama le routine,e come un diesel ci vuole tempo
Vecchio 30-06-2022, 08:56   #10
Principiante
L'avatar di MakeMeBad
 

Per socializzare avrei problemi in qualsiasi situazione, non solo in un ambiente nuovo.
Per quanto riguarda il resto, faccio fatica, però ci sono alcuni cambiamenti che potrebbero essere vissuti in modo positivo, ad esempio dover cambiare un posto, che sia di lavoro o in cui si vive, in cui non ci si trova bene, quello lo vivrei bene e affronterei con un mezzo entusiasmo ciò che mi si prospetta davanti (della serie , peggio di così non può andare..)
Vecchio 30-06-2022, 09:27   #11
Esperto
L'avatar di Keith
 

Cambiare è il male assoluto! Perché parlate di queste cose orribili
Vecchio 30-06-2022, 10:56   #12
Intermedio
L'avatar di Chamomile
 

Sono assolutamente incapace di affrontarli.
Vecchio 30-06-2022, 11:08   #13
Intermedio
L'avatar di kraken
 

Sono molto restia ai cambiamenti, fino a dove posso cerco di evitarli.

Qualora si rivelino necessari, il periodo di adattamento alla nuova situazione può variare a seconda dei casi.
Se i nuovi cambiamenti si rivelano da subito molto positivi mi adatto abbastanza facilmente, altrimenti potrebbe volerci anche parecchio tempo.

Se poi si parla di situazioni sociali nuove (magari con persone poco affini a me), è la tragedia.
Ringraziamenti da
spezzata (30-06-2022)
Vecchio 30-06-2022, 12:02   #14
Esperto
L'avatar di Teach83
 

Non ho problemi coi cambiamenti.. mi devono solo avvisare un anno prima, minimo. 😂
Vecchio 30-06-2022, 12:40   #15
Esperto
 

Ho paura dei cambiamenti, ma una paura profonda, se la mia routine cambia da un giorno all'altro vado in crisi.
Vecchio 30-06-2022, 14:13   #16
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Hor Visualizza il messaggio
Come ve la cavate quando dovete adattarvi a qualche situazione nuova?
Riuscite ad ambientarvi rapidamente e a familiarizzare subito e a ingranare con le situazioni nuove, oppure siete più lenti di un bradipo sotto sedativi?

Purtroppo questo è uno dei miei grandi problemi (come se ne avessi già pochi).
Quando le cose cambiano, a parte il fatto che di solito cerco di evitare i cambiamenti, ma se proprio non ci riesco ho bisogno di tantissimo tempo per riuscire ad adattarmi, metabolizzare le novità e raggiungere una sorta di equilibrio interiore che mi permetta di ripartire.
Forse col tempo sono un po' migliorato, ma ricordo ad esempio che quando avevo cominciato l'università e mi sono trovato in un ambiente completamente nuovo, ed ero pure fuori sede, sono stato malissimo per almeno uno o due anni prima di cominciare a integrarmi col nuovo ambiente e a diventare produttivo. È anche per questo che mi sono laureato molto fuori corso...
Faccio molta fatica ad adattarmi ai cambiamenti: non mi piacciono e non li cerco. Purtroppo arrivano comunque, ma non è semplice per me dover cambiare e stravolgere la mia vita. Non mi sento a mio agio.
Vecchio 30-06-2022, 14:27   #17
Avanzato
 

Personalmente non amo molto i cambiamenti e sono piuttosto lento ad adattarmi, specialmente se cambiare ambiente significa entrare in confidenza con persone nuove ci metto un sacco di tempo per integrarmi...
Vecchio 30-06-2022, 14:47   #18
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Se ad uno non mi piace dove vive e lavora il cambiamento per quanto difficile può portare cose nuove..migliorare la sua vita quindi lo so accetta
Vecchio 30-06-2022, 17:27   #19
Esperto
 

Sono molto lento ad affrontare i cambiamenti, oltre ad essere lento il percorso è anche di difficoltà e ansia
Vecchio 30-06-2022, 20:04   #20
Esperto
L'avatar di alone85
 

lentissimo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Siete lenti o veloci ad affrontare i cambiamenti?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Lenti a contatto o occhiali!? Toxy Off Topic Generale 20 17-02-2016 18:42
due domande veloci veloci captainmarvel Forum Geek 0 21-05-2013 21:11
lenti colorate vikingo Off Topic Generale 10 28-10-2011 17:25
speriamo che le ferie passino veloci sfigato Amore e Amicizia 2 17-08-2011 23:12
occhiali o lenti a contatto? filosofo Timidezza Forum 13 05-11-2006 21:41



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 01:34.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2