FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Cinema e TV
Rispondi
 
Vecchio 19-01-2014, 22:10   #1
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Salvia, mi sono posto questa domanda recentemente, dopo che ho ritrovato un certo interesse per il cinema (godiamocelo finchè dura) e informandomi su registi e film mi sono imbattuto in Roman Polanski.

Per chi non lo sapesse, Polanski è considerato uno dei grandi registi dei nostri tempi, autore di capolavori e film che potrebbero sicuramente interessarmi (uno su tutti "rosemary's baby)

Dunque il punto è questo, come qualcuno saprà già, Polanski è stato accusato di violenza sessuale su una tredicenne, motivo per il quale si è dato alla macchia ed è stato estradato dagli Stati Uniti.

Conoscendo come stanno le cose, mi è passata la voglia di vedere qualsiasi cosa di Polanski. Non riesco insomma a considerare l'idea di vedermi un film diretto e pensato da uno stupratore pedofilo. O perlomeno non ancora.

Voi sapreste godervi un'opera d'arte indipendentemente dal fatto che, chi l'ha creata, è uno stupratore o un assassino?
Vecchio 19-01-2014, 22:11   #2
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Ventolin Visualizza il messaggio
Voi sapreste godervi un'opera d'arte indipendentemente dal fatto che, chi l'ha creata, è uno stupratore o un assassino?
Ascolto la musica di Varg Vikernes da anni, quindi direi di sì
Vecchio 19-01-2014, 22:26   #3
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Quote:
Originariamente inviata da Zanna92 Visualizza il messaggio
Ascolto la musica di Varg Vikernes da anni, quindi direi di sì
guarda ti dirò, Burzum lo ascolto anchio tranquillamente, ma credo che le storie di Burzum e di Polanski siano un tantino differenti.

Burzum è un assassino ma del suo omicidio mi interessa poco. Euronymus non era esattamente una bella persona, basta informarsi un pò per capire che sacco di merda fosse. Non dico che meritasse la morte, ma non posso dire che della sua morte mi freghi qualcosa.

Ma drogare una tredicenne e stuprarla...è una cosa ben diversa. Ed è una cosa ben peggiore di una lotta tra due teste di cazzo, in cui ci scappa il morto. Perchè la minorenne è indifesa e soprattutto si porterà il ricordo dello stupro per tutta la vita.
Vecchio 19-01-2014, 22:55   #4
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Ventolin Visualizza il messaggio
Voi sapreste godervi un'opera d'arte indipendentemente dal fatto che, chi l'ha creata, è uno stupratore o un assassino?
assolutamente si. non mi crea alcun tipo di problema.

bunker era un criminale, per dire; ma i suoi libri li ho amati alla follia.


però vabbè, io simpatizzo per i fuorilegge, quindi mi sa che non faccio tanto testo.
Vecchio 19-01-2014, 23:06   #5
Esperto
L'avatar di Nimo
 

Polanski non è un pedofilo né (probabilmente) uno stupratore, e i fatti sono molto più complicati e meriterebbero un'accurato approfondimento ... e se devo pensare ai suoi fatti privati, mi viene in mente soprattutto ciò che è successo alla sua prima moglie, cose del genere sconvolgerebbero chiunque...
Comunque non ho nessun problema a vedere i suoi film, è un regista che mi piace. Non si può perdere film bellissimi come "Rosemary's Baby" o "Tess".
Diverso sarebbe se si trattasse di un mafioso o di un conclamato assassino ...
Vecchio 19-01-2014, 23:07   #6
Roy
Esperto
L'avatar di Roy
 

Quote:
Originariamente inviata da Ventolin Visualizza il messaggio
Salvia, mi sono posto questa domanda recentemente, dopo che ho ritrovato un certo interesse per il cinema (godiamocelo finchè dura) e informandomi su registi e film mi sono imbattuto in Roman Polanski.

Per chi non lo sapesse, Polanski è considerato uno dei grandi registi dei nostri tempi, autore di capolavori e film che potrebbero sicuramente interessarmi (uno su tutti "rosemary's baby)

Dunque il punto è questo, come qualcuno saprà già, Polanski è stato accusato di violenza sessuale su una tredicenne, motivo per il quale si è dato alla macchia ed è stato estradato dagli Stati Uniti.

Conoscendo come stanno le cose, mi è passata la voglia di vedere qualsiasi cosa di Polanski. Non riesco insomma a considerare l'idea di vedermi un film diretto e pensato da uno stupratore pedofilo. O perlomeno non ancora.

Voi sapreste godervi un'opera d'arte indipendentemente dal fatto che, chi l'ha creata, è uno stupratore o un assassino?
Polanski aveva già una tinta nera forte nella sua vita. Non so quanto il passo da ricoprire una carica di "vittima" a quella di "carnefice" sia più o meno breve, se è quello che vuoi sapere.
Vecchio 19-01-2014, 23:14   #7
Esperto
L'avatar di ANTIMATERIA
 

non mi influenza
Vecchio 19-01-2014, 23:15   #8
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Quote:
Originariamente inviata da Nimo Visualizza il messaggio
Non è un pedofilo né (probabilmente) uno stupratore, e i fatti sono molto più complicati e meriterebbero un'accurato approfondimento ... e se devo pensare ai suoi fatti privati, mi viene in mente soprattutto ciò che è successo alla sua prima moglie, cose del genere sconvolgerebbero chiunque...
Comunque non ho nessun problema a vedere i suoi film, è un regista che mi piace.
non è un pedofilo nè uno stupratore? ho forti dubbi al riguardo, visto che l'ha ammesso più volte e ultimamente se non erro si è anche scusato con la ragazza. Cosa è successo alla prima moglie sinceramente non lo so.

Quote:
Originariamente inviata da Nimo Visualizza il messaggio
Diverso sarebbe se si trattasse di un mafioso o di un conclamato assassino ...
e in cosa sarebbe diverso? perchè i fatti di uno stupratore dovrebbero essere "privati" e quelli di un mafioso e un assassino no?
Vecchio 19-01-2014, 23:17   #9
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Quote:
Originariamente inviata da Roy Visualizza il messaggio
Polanski aveva già una tinta nera forte nella sua vita. Non so quanto il passo da ricoprire una carica di "vittima" a quella di "carnefice" sia più o meno breve, se è quello che vuoi sapere.
non credo di aver capito quello che hai scritto
Vecchio 19-01-2014, 23:17   #10
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Ventolin Visualizza il messaggio
Cosa è successo alla prima moglie sinceramente non lo so.
E' stata uccisa mentre era incinta da Charles Manson e dai suoi seguaci.
Vecchio 19-01-2014, 23:25   #11
Super Moderator
L'avatar di Al One
 

Purtroppo generalmente sono molto influenzato dall''artista' .... Soprattutto in ambito musicale.
Il prodotto finale è certo la cosa più importante, ma il produttore conta.
Vecchio 19-01-2014, 23:28   #12
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Quote:
Originariamente inviata da Zanna92 Visualizza il messaggio
E' stata uccisa mentre era incinta da Charles Manson e dai suoi seguaci.
ah però, è un mondo piccolo
Vecchio 19-01-2014, 23:32   #13
Esperto
 

Secondo me sono cose che andrebbero separate visto che a mio avviso bisogna valutare l' opera in sè e non la vita della persona in questione, anche perchè se scoprissimo che ad esempio la forchetta è stata inventata da uno stupratore non dovremmo più utilizzarla o quasi e andando avanti così sarebbe la fine. Che poi si possa rimanere delusi non c' è dubbio.
Vecchio 19-01-2014, 23:39   #14
Esperto
L'avatar di Nimo
 

Quote:
Originariamente inviata da Ventolin Visualizza il messaggio
non è un pedofilo nè uno stupratore? ho forti dubbi al riguardo, visto che l'ha ammesso più volte e ultimamente se non erro si è anche scusato con la ragazza. Cosa è successo alla prima moglie sinceramente non lo so.
Strano, per me la storia dell'omicidio della moglie (Sharon Tate) da parte della setta di Charles Manson è molto più famosa del presunto stupro ... quella sì è una storia terribile!
Le cose che i suoi avvocati gli hanno fatto ammettere non hanno importanza, la sostanza è che lui era ubriaco e la ragazza era consenziente (ma è ovvio che poi ha detto che non lo era) ...

Quote:
e in cosa sarebbe diverso? perchè i fatti di uno stupratore dovrebbero essere "privati" e quelli di un mafioso e un assassino no?
Siamo all'assurdo!
Fino a pochi decenni fa lo stupro era assurdamente considerato un reato "contro la morale", e adesso siamo all'estremo opposto, dato che viene considerato peggio dell'omicidio ... per me togliere la vita a qualcuno è decisamente più grave che stuprarlo ...

Comunque continuo a vedere i film di Polanski.
Vecchio 19-01-2014, 23:41   #15
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Quote:
Originariamente inviata da Bluevelvet93 Visualizza il messaggio
Secondo me sono cose che andrebbero separate visto che a mio avviso bisogna valutare l' opera in sè e non la vita della persona in questione, anche perchè se scoprissimo che ad esempio la forchetta è stata inventata da uno stupratore non dovremmo più utilizzarla o quasi e andando avanti così sarebbe la fine. Che poi si possa rimanere delusi non c' è dubbio.
questo ha molto senso
Vecchio 20-01-2014, 00:28   #16
Principiante
L'avatar di Shadow
 

Quote:
Originariamente inviata da Zanna92 Visualizza il messaggio
Ascolto la musica di Varg Vikernes da anni, quindi direi di sì
Ahahahahahah, mentre leggevo ho pensato la stessa identica cosa, poi ho letto il tuo commento!!!
Vecchio 20-01-2014, 00:33   #17
Principiante
L'avatar di Shadow
 

Però a pensarci bene non saprei... Forse se una persona mi schifa veramente moltissimo non ci presterei attenzione, ma non mi mai capitato fin'ora.
La vita privata di ognuno a volte si discosta da tutto il resto..
Vecchio 20-01-2014, 02:19   #18
Esperto
L'avatar di Ventolin
 

Quote:
Originariamente inviata da Nimo Visualizza il messaggio
Strano, per me la storia dell'omicidio della moglie (Sharon Tate) da parte della setta di Charles Manson è molto più famosa del presunto stupro ... quella sì è una storia terribile!
Le cose che i suoi avvocati gli hanno fatto ammettere non hanno importanza, la sostanza è che lui era ubriaco e la ragazza era consenziente (ma è ovvio che poi ha detto che non lo era) ...


Siamo all'assurdo!
Fino a pochi decenni fa lo stupro era assurdamente considerato un reato "contro la morale", e adesso siamo all'estremo opposto, dato che viene considerato peggio dell'omicidio ... per me togliere la vita a qualcuno è decisamente più grave che stuprarlo ...

Comunque continuo a vedere i film di Polanski.
Guarda, lasciamo perdere il gossip su polanski, era solo un esempio dopotutto...

quello che penso io di tutta questa faccenda è che nella vita può capitare di trovarsi a fare i conti con persone che fanno male a noi o a chi ci è caro. In quel caso il tuo modo di pensare non si incontrerà mai più con quello dell'altra persona, e tu odierai tutto di lei. Perderai ogni obiettività e tutto ciò che la persona odiata fa e dice non solo ti sarà indifferente, ma anche odiato a sua volta. Tutto ciò che viene da quella persona, sarà per te una cosa intollerabile.

Abbiamo tutti dei gradi di tolleranza. C'è chi ha bene in mente i propri limiti e c'è chi è stato abbastanza fortunato da non aver mai ricevuto alcun male diretto, per cui non odia profondamente niente e nessuno. Io posso aborrire l'omicidio come idea, ma se non sono mai sato colpito direttamente dalla cosa, difficilmente riuscirò ad odiare profondamente l'opera di un omicida, come non odio profondamente i dischi di Burzum. Ma se mi avessero ammazzato una sorella, avrei mai preso in considerazione l'idea di ascoltare un disco di Varg? ne dubito.

tutti, in quanto uomini e non dei, abbiamo dei gradi di tolleranza. Fortunato è chi non li conosce perchè vuol dire solo che non è stato colpito abbastanza direttamente. Tutto qui.
Vecchio 20-01-2014, 12:20   #19
Esperto
 

tendenzialmente scindo le cose, ma alcune domande me le faccio.
Vecchio 20-01-2014, 13:09   #20
Fry
Avanzato
L'avatar di Fry
 

In realtà la legge dovrebbe essere uguale per tutti. Ma il fatto che una celebrità compia un atto criminale influenza tantissimo il nostro giudizio. Se a drogare e stuprare una 13 enne è Roman Polanski o un camionista rumeno cambia molto il nostro metro di giudizio e questo secondo me è un male. Poi il fatto che la stampa e tanti artisti abbiano firmato una petizione per revocare la condanna, nonostante il regista sia colpevole, ci mostra come esistano due pesi e due misure in questo mondo.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Separare l'artista dall'arte
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
L'arte contemporanea è ancora "arte"? M a u Off Topic Generale 23 10-04-2013 23:21
vita da artista leoleo Storie Personali 14 31-12-2012 17:43
artista... punto Guardianangel Off Topic Generale 2 08-12-2011 00:01
L'arte di comunicare luca24 Trattamenti e Terapie 3 11-08-2009 12:50
Arte terapia pesco Trattamenti e Terapie 15 03-07-2007 19:09



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 19:32.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2