FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Timidezza Forum
Rispondi
 
Vecchio 03-02-2018, 13:57   #1
Principiante
 

Buongiorno! Apro questo thread per confrontarmi con qualcun altro riguardo una sensazione che provo da diversi anni, penso dalle scuole medie (Ora ho 21 anni, quindi di tempo ne è passato un bel po'): Sentirsi ridicoli ed avere la tremenda fobia dell'essere presi in giro. Sono sempre stato un ragazzo abbastanza timido e insicuro, ma non posso nascondere d'aver avuto una crescita un po' "particolare", dettata da una difficoltà nello stringere amicizia che si è tramutata, in età " adulta", in un'incapacità di comprendere certe "norme sociali" (Ad esempio, capire quando si esagera nello scherzo o quando e quanto è appropriato avere un atteggiamento serio, come affrontare l'ira di un amico etc...) che a sua volta mi fa sentire così dannatamente solo, magari anche quando qualcuno mi rivela cosa personalissime di sé stesso o mi chiede consiglio (Non riesco, tra le altre cose, a pensare a questo ruolo di "consolatore" che recito in tanti rapporti in modo diverso che ad un egoistico sfruttamento). Io stesso mi dico di mancare di spontaneità, e che ciò grava non poco sul mio benessere con gli altri, ma il problema è che ho sempre quest'impressione che ci sia qualcosa che non va, in me, in primis, specie che certi miei atteggiamenti siano da bambino o che risultino ridicoli, e il problema è che, anche se fosse più di una semplice paranoia, nessuno me lo direbbe in faccia, esattamente come io stesso, nel confortare o supportare gli altri, evito di esprimere certi tipi di giudizi consapevole della loro causticità, per quanto veri possano essere. Da quando ho iniziato l'università, ho avuto la fortuna di poter espandere la mia cerchia di conoscenze, risultando magari anche simpatico, coltivando amicizie che non si limitano al solo ambiente accademico, ma questa impressione che ho di me non riesce a cancellarsi in nessun modo, specie perché le mie relazioni sentimentali sono state minime, poco longeve e poco gratificanti, e, per quanto azzardata come ipotesi, ci deve essere qualcosa in me, che sia come mi comporto, o come sono fisicamente a tenerli sempre entro una "certa" soglia di cordialità, senza che mai nessuno si spinga a conoscermi in profondità. Chiedo scusa se magari sono così confuso, ma ho scritto tutto di getto e, in un certo senso, è solo in questo modo che riesco ad esprimere una sensazione del genere.
E voi, avete mai sperimentato l'idea di sentirvi ridicoli, degli "stramboidi"?
Vecchio 03-02-2018, 14:14   #2
Esperto
L'avatar di lifeisnow
 

Eccomi, la cosa che mi disturba principalmente, senso di inadeguatezza e vergogna che le prese in giro amplificano
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Sentirsi Ridicoli
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
L'importante è esserne convinti! Sentirsi ridicoli in tutto Tether SocioFobia Forum Generale 17 21-03-2016 14:21
Sentirsi una m***a andre71to Disturbo evitante di personalità 13 08-03-2015 12:04
sentirsi strano nel sentirsi amato osservatore Disturbo evitante di personalità 25 13-09-2012 20:43
Rendersi ridicoli per attirare l'attenzione... a voi capita? foreverred Timidezza Forum 21 29-02-2012 00:13
Quei ridicoli spot contro l’evasione fiscale EdgarAllanPoe SocioFobia Forum Generale 13 26-09-2011 21:34



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 14:04.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2