FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Medicine
Rispondi
 
Vecchio 25-11-2019, 18:25   #1
Avanzato
L'avatar di Edwin
 

Salve
Ho avuto degli episodi per me ingestibili di ansia e mi sono reso conto come questo sintomo mi inabiliti in molti lati della mia esistenza.
La psicologa che mi segue non ha mai parlato di medicinali nè penso abbia lontanamente l'intenzione di farmeli prendere, e io tendo a fidarmi della sua linea terapeutica (è lei il medico, no?) quindi mi chiedevo se ci fosse qualche rimedio (magari non omeopatico) anche non propriamente farmacologico che io possa usare durante questi...attacchi.

Prevedo la risposta di parlarne con lei ma per qualche ragione non riesco ad affrontare l'argomento, ho la totale sensazione che lei escluda a priori l'opzione aiuto esterno.
Vecchio 25-11-2019, 21:10   #2
Super Moderator
L'avatar di Al One
 

Ogni quanto hai questo episodi? Quali sensazioni e sintomi hai in quei momenti?

La psicologa non è un medico (a meno che tu non intenda un medico con titolo di psicoterapeuta) e non ha particolari conoscenze sui farmaci perché ha proprio un percorso di studi differente. Puoi comunque provare a parlarne se riesci per vedere la sua opinione in merito e poi valutare.

In quanto a rimedi, esistono integratori che aiutano nei momenti di tensione (ad es. Valeriana, che esiste come farmaco da banco; Rhodiola Rosea; Passiflora, Melissa... li puoi trovare tranquillamente in farmacia e su PubMed puoi anche trovare della letteratura a riguardo), ma non sono in grado di fare molto in attacchi di panico o situazioni fortemente ansiose. Alcune tecniche di respirazione possono essere più utili ad esempio.

Piuttosto potresti parlarne con il tuo medico di base, attacchi di ansia importanti sarebbe più corretto gestirli con farmaci, in questo caso principalmente benzodiazepine al bisogno ed eventualmente iniziare un antidepressivo di base a basse dosi (soprattutto se è un'ansia generalizzata... gli antidepressivi sono i farmaci di prima scelta nel trattamento di situazioni croniche di ansia).
Ma a questo punto la cosa migliore sarebbe fare una visita da uno psichiatra, senza ovviamente abbandonare la psicologa ma solo per fare una terapia più "completa" ed efficace, impostata da uno specialista.

Ultima modifica di Al One; 25-11-2019 a 21:32.
Vecchio 25-11-2019, 21:13   #3
Esperto
L'avatar di Milo
 

Tutti placebo,quelli che funzionano davvero ci vuole ricetta.
Vecchio 26-11-2019, 03:03   #4
Principiante
L'avatar di Sinless
 

Quando ho forti periodi di stress e mi sento totalmente esaurita, mi prendo male per qualsiasi cosa e inizio a scendere in uno stato ansioso autolesionistico, vado automaticamente a farmi preparare una boccetta di Fiori di Bach mirati in farmacia.
Tutto molto omeopatico e palliativo, dal mio punto di vista (e credo anche da quello generale). Probabilmente è solo una reazione mentale al fatto che "prendo le gocce, mi sento meglio" e non aiutano una ceppa, ma non sono un medico e la mia conoscenza termina qui. In caso, parlando sempre personalmente, mi aiutano da morire ma c'è da sottolineare che non ho mai avuto alcun tipo di attacco d'ansia invalidante, solo ansia dovuta a fortissimo stress. Volevo contribuire con la mia esperienza ma non sono sicura possa essere effettivamente d'aiuto
Vecchio 26-11-2019, 06:27   #5
Esperto
L'avatar di claire
 

A me funzionano SOLO i farmaci.
Ringraziamenti da
pokorny (26-11-2019)
Vecchio 26-11-2019, 08:13   #6
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

Quote:
Originariamente inviata da Edwin Visualizza il messaggio
Salve
Ho avuto degli episodi per me ingestibili di ansia e mi sono reso conto come questo sintomo mi inabiliti in molti lati della mia esistenza.
La psicologa che mi segue non ha mai parlato di medicinali nè penso abbia lontanamente l'intenzione di farmeli prendere, e io tendo a fidarmi della sua linea terapeutica (è lei il medico, no?) quindi mi chiedevo se ci fosse qualche rimedio (magari non omeopatico) anche non propriamente farmacologico che io possa usare durante questi...attacchi.

Prevedo la risposta di parlarne con lei ma per qualche ragione non riesco ad affrontare l'argomento, ho la totale sensazione che lei escluda a priori l'opzione aiuto esterno.
è apprezzabile il fatto che la psicologa non scelga la via più comoda
spero che questa linea possa portarti alla risoluzione definitiva del problema
Vecchio 26-11-2019, 09:14   #7
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da Inosservato Visualizza il messaggio
è apprezzabile il fatto che la psicologa non scelga la via più comoda
spero che questa linea possa portarti alla risoluzione definitiva del problema
Sarebbero la via comoda i farmaci?
Vecchio 26-11-2019, 09:36   #8
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Sarebbero la via comoda i farmaci?
la via comoda per il dottore intendo, non certo per il paziente
Vecchio 26-11-2019, 09:38   #9
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Farmaci..per la depressione invece possono anche non bastare...
Vecchio 26-11-2019, 09:39   #10
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Sarebbero la via comoda i farmaci?
I farmaci sono la via con funziona...
Vecchio 26-11-2019, 10:12   #11
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da Inosservato Visualizza il messaggio
la via comoda per il dottore intendo, non certo per il paziente
Beh insomma.
Se con i farmaci stai meglio, dallo psicologo non ci vai più.
In genere gli psicologi vedono male i farmaci anche per quello secondo me.
Vecchio 26-11-2019, 10:13   #12
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Farmaci..per la depressione invece possono anche non bastare...
Anche per le fobie
Vecchio 26-11-2019, 11:40   #13
Avanzato
L'avatar di Edwin
 

Vi ringrazio per le risposte
In verità i picchi sono circoscritti a certi episodi che so riconoscere (esempio, prima di un esame), ma la sensazione che provo è tanto forte da svuotarmi completamente. Non so spiegarvi da un punto di vista pratico, ma è come se l'ansia fosse tale che ogni pensiero muoia e non vedo l'ora di togliermi dalla situazione, in genere fallendo di proposito o non riuscendo a connettere assolutamente nulla di ciò che ho in testa.
Parlo in questo modo perchè l'ultimo episodio è stato prima di un esame, ma potrei contestuallizzarlo a più ambiti (panico prima di vedere una persona, mi è capitato).

Sento, dentro di me, questa ansia generalizzata e silente e penso che quando non la vivo nei suoi picchi sia li a guidarmi nelle mie azioni.
Ho la sensazione ci siano picchi in cui esplode (e in genere fuggo) ma che nella preparazione a quei picchi, anche settimane prima, mi tenga compagnia.


La cosa triste è che non riesco a sentirmi ascoltato in terapia, nel senso che mi piace chi mi segue ma su questa cosa non riesco a far passare il peso che vorrei passasse. Poi magari è una tattica da psicologo e non lo so.
Vecchio 26-11-2019, 11:42   #14
Esperto
L'avatar di Alakazam
 

Io non so perché sono supersensibile ai farmaci.
Anche gli integratori li sento davvero tutti. (effetto placebo o meno).
Vecchio 26-11-2019, 11:44   #15
Esperto
L'avatar di claire
 

Quote:
Originariamente inviata da Edwin Visualizza il messaggio
Vi ringrazio per le risposte
In verità i picchi sono circoscritti a certi episodi che so riconoscere (esempio, prima di un esame), ma la sensazione che provo è tanto forte da svuotarmi completamente. Non so spiegarvi da un punto di vista pratico, ma è come se l'ansia fosse tale che ogni pensiero muoia e non vedo l'ora di togliermi dalla situazione, in genere fallendo di proposito o non riuscendo a connettere assolutamente nulla di ciò che ho in testa.
Parlo in questo modo perchè l'ultimo episodio è stato prima di un esame, ma potrei contestuallizzarlo a più ambiti (panico prima di vedere una persona, mi è capitato).

Sento, dentro di me, questa ansia generalizzata e silente e penso che quando non la vivo nei suoi picchi sia li a guidarmi nelle mie azioni.
Ho la sensazione ci siano picchi in cui esplode (e in genere fuggo) ma che nella preparazione a quei picchi, anche settimane prima, mi tenga compagnia.


La cosa triste è che non riesco a sentirmi ascoltato in terapia, nel senso che mi piace chi mi segue ma su questa cosa non riesco a far passare il peso che vorrei passasse. Poi magari è una tattica da psicologo e non lo so.
Panico.
A me nessuna tecnica psicologica ha mai funzionato su questo, solo i farmaci.
Vecchio 26-11-2019, 11:59   #16
Esperto
L'avatar di Milo
 

Se è una cosa circoscritta che si scatena ad episodi ti consiglio di farti prescrivere il tavor oro da prendere pochi minuti dell'evento ansiogeno.
Vecchio 26-11-2019, 12:16   #17
Esperto
L'avatar di muttley
 

Perché non dovresti voler prendere i farmaci? E' sbagliato considerarli come la via più facile o una scappatoia dalla risoluzione vera dei problemi, perché se la psicoterapia è impostata per farti conoscere pensieri costruttivi e abbandonare quelli più disfattisti, i farmaci servono a bloccare o a mitigare gli stati d'animo disadattivi (come l'ansia) sul nascere. Tenendo sotto controllo l'ansia avrai anche più tempo e più facilità nel consolidare gli schemi di pensiero costruttivi che la terapia psicologica cerca di infonderti.
Ringraziamenti da
Milo (26-11-2019)
Vecchio 26-11-2019, 12:21   #18
Avanzato
L'avatar di Edwin
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Perché non dovresti voler prendere i farmaci? E' sbagliato considerarli come la via più facile o una scappatoia dalla risoluzione vera dei problemi, perché se la psicoterapia è impostata per farti conoscere pensieri costruttivi e abbandonare quelli più disfattisti, i farmaci servono a bloccare o a mitigare gli stati d'animo disadattivi (come l'ansia) sul nascere. Tenendo sotto controllo l'ansia avrai anche più tempo e più facilità nel consolidare gli schemi di pensiero costruttivi che la terapia psicologica cerca di infonderti.
La mia non è una presa di posizione, mi affido semplicemente al mio terapeuta. Immagino che se lo ritenesse opportuno me lo direbbe
Vecchio 26-11-2019, 12:24   #19
Esperto
L'avatar di muttley
 

Il tuo terapeuta è uno psicologo o uno psichiatra? Solo il secondo può prescriverti i farmaci. Comunque non glielo devi per forza dire o dipendere troppo dai suoi consigli. Io sono andato da una psicologa per alcuni mesi dopo aver già ripreso i farmaci e non gliel'ho mai detto.
Vecchio 26-11-2019, 12:34   #20
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Anche per le fobie
Anche
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Rimedi all'ansia - senza prescrizione
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
I rimedi contro l ansia Tortina95 SocioFobia Forum Generale 11 13-05-2018 23:47
Rimedi naturali all'ansia e all'insonnia AshtrayGirl Ansia e Stress Forum 14 10-01-2016 21:21
Rimedi non medici all'ansia. Kavin Casey Ansia e Stress Forum 16 24-02-2012 19:12
Rimedi naturali per curare l'ansia. Picaro Ansia e Stress Forum 5 16-09-2011 19:03
Rimedi per l'ansia sociale! sealilly SocioFobia Forum Generale 11 18-03-2009 07:29



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 21:30.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2