FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 16-06-2019, 20:14   #1
Intermedio
L'avatar di Ilsaggio
 

Questa la domanda che spesso mi faccio.

La fiducia in se stessi a mio modo di vedere le cose consiste nella base. Senza la fiducia in se stessi, come si può pretendere che gli altri ti diano fiducia/stima/apprezzamento?

Un po' come le fondamenta della casa, senza di quelle non si può fare il tetto.

Tanto più queste fondamenta sono robuste tanto più il palazzo che si può costituire è alto.

Non sono molto bravo con gli esempi ma spero di aver reso l'idea.

Ultima modifica di Ilsaggio; 16-06-2019 a 22:17.
Vecchio 16-06-2019, 20:25   #2
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Quote:
Originariamente inviata da Ilsaggio Visualizza il messaggio
Questa la domanda che spesso mi faccio.

La fiducia in se stessi a mio modo di vedere le cose consiste nella basa. Senza la fiducia non se stessi, come si può pretendere che gli altri ti diano fiducia/stima/apprezzamento.

Un po' come le fondamenta della casa, senza di quelle non si può fare il tetto.

Tanto più queste fondamenta sono robuste tanto più il palazzo che si può costituire è alto.

Non sono molto bravo con gli esempi ma spero di aver reso l'idea.
rendi perfettamente l'idea è la mia metafora preferita. La mia risposta è zero, nessuna fiducia nelle mie possiblità come i fatti hanno ampiamente dimostrato in tanti anni.
Vecchio 16-06-2019, 20:27   #3
Esperto
L'avatar di Blue Sky
 

Sì rendi l'idea.
Rispondo. Ho fiducia in alcune cose, abbastanza consolidata. In altre no. Tirando le somme di tutto sono una persona definibile insicura, però qualcosa in cui ho confidenza (inglesismo) ce l'ho.
Vecchio 16-06-2019, 21:02   #4
Esperto
 

"Oberyn believes in himself."
"That's putting it mildly."
(cit.)
Vecchio 16-06-2019, 21:15   #5
Esperto
L'avatar di Zulema
 

Fiducia altalenante
Vecchio 16-06-2019, 21:52   #6
Avanzato
 

La mia è come una montagna russa, sale lentamente piano piano e poi bum, discesa frenetica improvvisa con apice del "giro della morte"
Vecchio 16-06-2019, 22:00   #7
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Uno su dieci.
Vecchio 16-06-2019, 22:04   #8
Esperto
L'avatar di Qwerty
 

So che molte cose ( anche quelle che per altri risultano facili, tipo guidare) non so e non saprò mai fare, ma so anche che fin che avrò salute saprò cavarmela.
Vecchio 17-06-2019, 09:22   #9
Intermedio
 

Il mio problema è proprio questo. Mi manca totalmente quella base di sana fiducia in me stessa e nelle mie capacità e, anzi, la mia autostima negli ultimi anni si è modificata totalmente in negativo. È ovvio che con una simile visione di sé stessi risulti problematico affrontare qualsiasi genere di cosa.
Vecchio 17-06-2019, 09:44   #10
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Io non ne ho tanta, ma è in relazione a quel che pretendo di saper fare. Se hai aspettative quasi nulle su di te la fiducia sarà alta perché qualsiasi cazzata riuscirai a fare sarà un qualcosa di stimabile per te visto che non te lo aspettavi come un qualcosa di base. Ci sono persone più capaci e meno capaci oggettivamente nel fare un mucchio di cose, la fiducia secondo me dipende non solo da queste capacità oggettive ma anche dalle aspettative che una persona ha. Io non ho grandi capacità in senso oggettivo, ma purtroppo non ho nemmeno aspettative basse o che si armonizzano con le mie capacità effettive, siccome più di tanto non sono ben disposto a rinegoziarle (le aspettative) il risultato questo è. Sinceramente non so, mi sa che non c'è soluzione. Le capacità non si possono aumentare a meno che non si sottostimano oggettivamente, ma non mi sembra di sottostimarle, quando mi metto a far certe cose riesco a prevedere tempo di apprendimento, margini di miglioramento, risorse e fatica da investire. Fosse vero che quando mi ci metto resto sorpreso da capacità di assimilazione che non mi aspettavo si riuscirebbe a far qualcosa, ma non mi è più capitato di sorprendermi in tal senso da un bel po'.

Ultima modifica di XL; 17-06-2019 a 10:02.
Vecchio 17-06-2019, 10:17   #11
Intermedio
 

Direi zero.
Vecchio 17-06-2019, 10:51   #12
Avanzato
L'avatar di Bing
 

Poca... ma ho sempre capito che la fiducia in se stessi si sviluppa nel fare da soli le cose e quindi con l'esperienza che poi ne deriva.

Esempio pratico: se ogni giorno cucino lo stesso piatto in cucina so che prima o poi imparerò con sicurezza a riprodurlo.

Quindi sarebbe controproducente ad esempio affidare le proprie responsabilità a qualcun'altro (esempio nello specifico: la mamma mi cucina quel piatto ogni giorno e io mi precludo quell'esperienza e quella sicurezza)

Io ho molti problemi per imparare perché molte volte chi mi insegna mi impone la sua superiorità dato che lui sa fare e io no... questo approccio è stato molto comune nella mia vita e l'ho visto a scuola, in famiglia e in alcune circostanze nel gruppo dei pari.

Questo mi ha portato sempre a isolarmi e a fare le cose per i fatti miei e se oggi voglio imparare qualcosa vado su google e vedo come si fa. Oppure se è un ambito più professionale mi iscrivo ad un corso. Ma ho i miei metodi di apprendimento e non ho mai sopportato chi li contesta.

Onestamente ho sempre notato che quando qualcuno vuole esprimere la sua unicità in modo diverso dagli altri viene sempre allontanato perché magari per la maggior parte delle persone stai facendo la cosa nel modo sbagliato.

La domanda è: affideresti a te stesso un compito da mandare a termine? la mia risposta è DIPENDE. Se mi si chiede di cucinare un piatto che non ho mai fatto come potrò mai essere sicuro? Potrei esserlo invece su quel piatto che ho fatto spesso... il problema è che oggi, in una società dove ti devi vendere devi avere mille competenze.

Non basta più quindi quel piatto, ma bisogna saperne fare mille e avere sicurezza su ciò che fai.

L'unica problematica è la solitudine che deriva da questo discorso. Poiché sarebbe davvero bello fare esperienza insieme agli altri che abbiano degli approcci simili ai tuoi , ma se non trovi mai una disponibilità adatta a te finisci per rimanere da solo.
Vecchio 17-06-2019, 10:55   #13
Avanzato
L'avatar di Bing
 

.... inoltre, ogni volta che si parla della fiducia in se stessi mi viene sempre in mente lo scenario in cui il bambino piccolo si deve tuffare nella vasca da bagno perché tanto c'è il padre che lo prenderà.

La fiducia in ambito psicologico si sviluppa in tenera età, e per chi non vive quelle esperienze che dovrebbero fare da pilastri per ciò che verrà nella vita, si troverà in estrema difficoltà rispetto a chi le ha avute.
Vecchio 17-06-2019, 11:02   #14
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

Altra cosa che non ho mai capito: ho tanta fiducia in me stesso o ne ho poca? A volte mi sembra di averne nonostante tutto parecchia, a volte mi sembra che i continui urti contro la Realtà abbiano sbriciolata la poca che avevo all'inizio.
Faccio molta fatica a valutarmi "obiettivamente" in qualunque àmbito, e pure la fiducia in me stesso è una di questi. Dentro di me c'è sempre una vocina che mi dice: "stai sbagliando a valutarti! stai sbagliando!"
Vecchio 17-06-2019, 11:04   #15
idk
Avanzato
L'avatar di idk
 

Quote:
Originariamente inviata da Doppelganger91 Visualizza il messaggio
La fiducia in ambito psicologico si sviluppa in tenera età, e per chi non vive quelle esperienze che dovrebbero fare da pilastri per ciò che verrà nella vita, si troverà in estrema difficoltà rispetto a chi le ha avute.
Non è detto, non è matematico. C'erano due bambini molto legati, uno era un cacasotto, l'altro (io) si buttava ovunque. Oggi il cacasotto è un manager, l'altro invece è in boxer sul terrazzo, con una tazza di di tè in mano, a fissare non si sa bene cosa.
Vecchio 17-06-2019, 11:09   #16
Avanzato
L'avatar di Bing
 

@idk
Probabilmente hai ragione, non si può generalizzare così facilmente.
Però va anche detto che i primi anni di vita sono troppo importanti e anche delle piccole variazioni secondo me possono fare molto
Con questo non significa che se il bambino non è stato preso in braccio allora non avrà fiducia in se stesso. Le variabili sono troppe, c'è la genetica, il carattere.... insomma... un discorso infinito


EDIT: Comunque il fatto che lui lavori e tu no non significa che lui sia più sicuro di te.

Ultima modifica di Bing; 17-06-2019 a 11:14.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Quanta fiducia hai in te stesso?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Fiducia nel futuro Jacksparrow Ansia e Stress Forum 24 02-03-2017 17:08
Fiducia Ilsaggio Depressione Forum 15 03-07-2016 14:05
Fiducia barclay Amore e Amicizia 4 13-04-2014 11:48
Quanta frustrazione!!! mauerr92 Storie Personali 12 17-07-2012 08:53
La fiducia... mariobross SocioFobia Forum Generale 23 24-12-2008 10:53



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 00:27.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2