FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 01-07-2016, 19:17   #1
Avanzato
L'avatar di Ilsaggio
 

Fiducia..una parola che racchiude un mondo..con tutte le botte prese nella vita l'essere umano dovrebbe arrivare a 50 anni segregato in casa..(io a 27) conscio di non potersi fidare più di nessuno...eppure non è sempre così...
Le persone che si fidano di più e che sono più affidabili penso siano quelle persone che si fidano di loro stesse...si fidano dei loro sentimenti e del loro istinti...
Come potrei fidarmi di qualcuno se non mi fido di me stesso..di quello che penso,del mio giudizio di quello che sono...
Da un altro punto di vista,se non ti importa nulla, la fiducia è semplicemente un modo per non avere impegni o responsabilità..es:scegliere un posto dove andare,mangiare o visitare e dire scegli tu, per me èindifferente ,mi fido di te...Quando in realtà non ti frega nulla e non vuoi avere il peso della scelta...
Non mi fido più delle mie scelte...fatte e che farò..
Mi "fido" di poche persone,pochissime..anche perchè ho tagliato tutti,uno dopo l'altro...
Vecchio 01-07-2016, 19:22   #2
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Ilsaggio Visualizza il messaggio
Fiducia..una parola che racchiude un mondo..con tutte le botte prese nella vita l'essere umano dovrebbe arrivare a 50 anni segregato in casa..(io a 27) conscio di non potersi fidare più di nessuno...eppure non è sempre così...
Le persone che si fidano di più e che sono più affidabili penso siano quelle persone che si fidano di loro stesse...si fidano dei loro sentimenti e del loro istinti...
Come potrei fidarmi di qualcuno se non mi fido di me stesso..di quello che penso,del mio giudizio di quello che sono...
Da un altro punto di vista,se non ti importa nulla, la fiducia è semplicemente un modo per non avere impegni o responsabilità..es:scegliere un posto dove andare,mangiare o visitare e dire scegli tu, per me èindifferente ,mi fido di te...Quando in realtà non ti frega nulla e non vuoi avere il peso della scelta...
Non mi fido più delle mie scelte...fatte e che farò..
Mi "fido" di poche persone,pochissime..anche perchè ho tagliato tutti,uno dopo l'altro...
Io non mi fido più di niente e nessuno, la parola della gente non vale un cazzo ormai... dice A pensa B e fa C
Ringraziamenti da
DownwardSpiral2 (02-07-2016), Vale90 (02-07-2016)
Vecchio 01-07-2016, 19:33   #3
Esperto
L'avatar di Wrong
 

"Non aspettarti niente da nessuno e non sarai mai deluso" (cit.)
Vecchio 01-07-2016, 19:46   #4
Esperto
L'avatar di Blue Sky
 

Generalmente mi sento poco capace di fare le cose, quindi tendo ad affidarmi molto agli altri e ad idealizzare certe persone.
Ho sempre avuto una certa soggezione psicologica verso determinate persone (che si sono alternate nel tempo, solitamente si trattava di amici che stimavo). Ho un po' la sindrome del fratello minore, dell'allievo.... non so come definirla.
Ringraziamenti da
Suttree (01-07-2016)
Vecchio 01-07-2016, 19:50   #5
Avanzato
L'avatar di Ilsaggio
 

Quote:
Originariamente inviata da Wrong Visualizza il messaggio
"Non aspettarti niente da nessuno e non sarai mai deluso" (cit.)
Si ma neanche da me?!?! Mi da rabbia sta cosa..non mi dovrei aspettare niente neanche da me per non rimanere deluso...?!?! quelli che mentono hanno a loro volta subito delle bugie..ma continuano per la loro strada..
Vecchio 01-07-2016, 19:58   #6
Esperto
L'avatar di Wrong
 

Quote:
Originariamente inviata da Ilsaggio Visualizza il messaggio
non mi dovrei aspettare niente neanche da me per non rimanere deluso...?!?!
Purtroppo è quello che faccio io ma non sono un esempio da seguire. Magari altri utenti nel forum ti sapranno suggerire.
Vecchio 01-07-2016, 21:12   #7
Banned
 

Penso che le persone normali ragionano in termini di intenzioni tipo io agisco con le buone intenzioni e cio e tutto quello che conta noi invece in termini di risultati quindi facciamo molto piu calcoli. Penso che gli altri sono in generale piu a contatto con le proprie intenzioni. Poi abbiamo anche difficolta a considerare sempre vera una cosa che non si vede ( tipo le nostre intenzioni ecc)
Vecchio 02-07-2016, 01:45   #8
Esperto
L'avatar di DownwardSpiral2
 

Quote:
Originariamente inviata da Yamcha Visualizza il messaggio
Io non mi fido più di niente e nessuno, la parola della gente non vale un cazzo ormai... dice A pensa B e fa C
Ma veramente oh
Vecchio 02-07-2016, 05:21   #9
Banned
 

Ma il problema sta proprio lì. Perché abbiamo paura di tutto? Perché non possiamo fare affidamento su noi stessi e quindi sappiamo di non essere in grado di affrontare la vita operando delle scelte.
Io non riesco a parlare al telefono perché so che non saprei cosa dire, che farei di sicuro la figura della mentecatta. Ergo non telefono e non rispondo. Ed è verissimo che la gente si butta pensando che bastano le buone intenzioni, cioè, il pensiero non fa dei giri assurdi in cui tenta di elaborare ogni variabile per vedere come potrebbe andare. Io per agire penso sempre a chi ferirei, se faccio brutta figura, se è giusto, ecc. Insomma provo a pensare a cosa una mia semplicissima azione può comportare a lungo termine...e ovviamente il più delle volte rinuncio o rimando.
Vecchio 02-07-2016, 19:21   #10
Esperto
L'avatar di TheProphet
 

Penso di aver sempre avuto fiducia negli altri nella giusta misura per potermi aspettate di tutto, sia in negativo che in positivo. Ma quando manca quella in se stessi, di questo sono testimone, e la mente ti ripete a ogni pié sospinto che è meglio "non fare", meglio rimanere nella Zona di comfort perché tanto più in là tu non ci sai andare, a quel punto lo sconforto è una costante e entri nel circolo vizioso "sfiducia crea sfiducia".
Vecchio 02-07-2016, 19:32   #11
Intermedio
L'avatar di Solitario90
 

Io purtroppo delle persone non mi fido più tanto, ho paura del loro giudizio e di non essere compreso/capito visto la mia situazione di eremita in cui mi trovo, per cui sono sempre chiusissimo nei confronti degli altri, non mi apro praticamente mai, non faccio mai la prima mossa in nulla con il risultato che gli altri giustamente non stanno ad aspettare me e così mi ritrovo sostanzialmente solo...so che sbaglio a non fidarmi di nessuno ma è più forte di me aspettarmi dagli altri un giudizio negativo, un rifiuto...poi vabbè di me non mi sono mai fidato, qualunque scelta io faccia (sia che faccia qualcosa, sia che non faccia nulla) bene o male si rivela sempre abbastanza sbagliata, spero solo in futuro di azzeccarne qualcuna
Vecchio 02-07-2016, 21:51   #12
Esperto
L'avatar di Redrum_
 

Quote:
Originariamente inviata da Yamcha Visualizza il messaggio
Io non mi fido più di niente e nessuno, la parola della gente non vale un cazzo ormai... dice A pensa B e fa C
concordo....
Vecchio 03-07-2016, 00:09   #13
XL
Esperto
L'avatar di XL
 


Io però non mi trovo.
Faccio un esempio forse banale, però lo faccio lo stesso.
Io mi fido più di una macchina programmata in certi modi, nel caso dovessi fare un calcolo complicato, che di me stesso. Riesco a fare esempi in cui dò più fiducia a qualcosa che risulta situata al di fuori di me, rispetto a me stesso nel compiere certe performance.
Ho fiducia in qualcosa nella misura in cui la ritengo affidabile in certi sensi, se ritengo me stesso inaffidabile in certi sensi (come nell'esempio del calcolo complicato) perché dovrei pensare in automatico che lo sia anche qualsiasi altra cosa e persona quanto me?
Viceversa se penso che tizio risulti inaffidabile, che so, nel venire puntuale ad un appuntamento, perché la cosa dovrebbe riguardare anche me stesso che magari risulto sempre abbastanza puntuale?

Se mi fido di me stesso in certi sensi nel far certe cose, dovrei credere in automatico che risultano affidabili tutti gli altri in tal senso? Per me non è vero questo. Non è vera né

Se non mi fido di me stesso nel far C non mi fido di tutti altri relativamente a C



Se mi fido di me stesso nel far C mi fido di tutti altri relativamente a C

Ultima modifica di XL; 03-07-2016 a 00:31.
Vecchio 03-07-2016, 07:59   #14
Esperto
L'avatar di TheProphet
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio

Io però non mi trovo.
Faccio un esempio forse banale, però lo faccio lo stesso.
Io mi fido più di una macchina programmata in certi modi, nel caso dovessi fare un calcolo complicato, che di me stesso. Riesco a fare esempi in cui dò più fiducia a qualcosa che risulta situata al di fuori di me, rispetto a me stesso nel compiere certe performance.
Ho fiducia in qualcosa nella misura in cui la ritengo affidabile in certi sensi, se ritengo me stesso inaffidabile in certi sensi (come nell'esempio del calcolo complicato) perché dovrei pensare in automatico che lo sia anche qualsiasi altra cosa e persona quanto me?
Viceversa se penso che tizio risulti inaffidabile, che so, nel venire puntuale ad un appuntamento, perché la cosa dovrebbe riguardare anche me stesso che magari risulto sempre abbastanza puntuale?

Se mi fido di me stesso in certi sensi nel far certe cose, dovrei credere in automatico che risultano affidabili tutti gli altri in tal senso? Per me non è vero questo. Non è vera né

Se non mi fido di me stesso nel far C non mi fido di tutti altri relativamente a C



Se mi fido di me stesso nel far C mi fido di tutti altri relativamente a C
Anzi.. proprio chi non si fida mai di se stesso tende a idealizzare gli altri e credere anche che siano più capaci. Ed ecco che è molto più facile fidarsi degli altri che di se stessi. La penso anche io così.
Vecchio 03-07-2016, 10:49   #15
Avanzato
L'avatar di Ilsaggio
 

Quote:
Originariamente inviata da TheProphet Visualizza il messaggio
Anzi.. proprio chi non si fida mai di se stesso tende a idealizzare gli altri e credere anche che siano più capaci. Ed ecco che è molto più facile fidarsi degli altri che di se stessi. La penso anche io così.
Secondo me non è che ti fidi degli altri quando non ti fidi del tuo parere , semplicemente ci si appoggia a pensieri altrui..
Per me la fiducia è attiva e mutevole..non semplicemente on/off..
Vecchio 03-07-2016, 14:05   #16
Banned
 

Beh, direi che non tutte le persone che abbiamo intorno sono ugualmente affidabili. O quanto meno prevedibili.

La fiducia siamo noi a darla. E se siamo in una condizione di pessimismo, di paura, d'insicurezza, non ci fidiamo nemmeno di Gesù Cristo. Il quale, ad ogni buon conto, ha detto: "guai all'uomo che crede nell'uomo". Vuol dire che chiunque può tradire la nostra fiducia, meno Dio.

Ma la fiducia è uno dei tanti aspetti della vita, come l'amore, la simpatia, la piacevolezza,l'attrazione, l'allegria; tutte cose che nascono e muoiono e poi rinascono da qualche altra parte. La fine di un'amicizia è dura, ma non è la fine dell'amicizia.

Morale: riprendiamo a dare fiducia, ma non basiamoci sui sospetti per dire se abbiamo fatto bene o no, ma sulle prove.
E se proprio è evidente che una persona ha tradito la nostra fiducia, mettiamolo in conto: fa parte del gioco della vita: non c'è essere umano che non sia stato tradito (compreso Gesù...).

Ultima modifica di cancellato16573; 03-07-2016 a 14:08.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Fiducia
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Per le donne — sesso e fiducia barclay Forum Sessualità (solo adulti) 56 15-08-2014 11:05
Fiducia barclay Amore e Amicizia 4 13-04-2014 11:48
La fiducia... istruzioni per l'uso? TheCopacabana Ansia e Stress Forum 20 07-11-2009 00:18
La fiducia... mariobross SocioFobia Forum Generale 23 24-12-2008 10:53



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 02:22.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2