FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Storie Personali
Rispondi
 
Vecchio 26-05-2024, 21:14   #321
Intermedio
 

ho beccato la gastroenterite, due giorni e due notti chiuso in casa diarrea e vomito. non ho nessuno che possa aiutarmi, o meglio sto usando questi disagi mondani per imparare a fare un pò di pelo sullo stomaco. e infatti è passato.

ma è rimasta la tosse e il naso. questi giorni mi hanno lasciato gli addominali a pezzi, come trafitti da coltellate. colpa degli spasmi, ripetuti per tutta una settimana.
non ho voce per la tosse, ho il cotone negli orecchi e una martellata in fronte.
non mi devo lamentare, il dolore e lo sconforto son l'infezione che fa maturare il guscio chitinoso che mi sono creato. in questo abbozzo, sto crescendo. secondo le fiamme dello sconforto scopro me stesso, compio la mia mutazione.

mi viene in mente la mosca2 con il figlio che crea questo enorme bozzollo da cui poi uscirà "il mostro"

intanto, nel frattempo.
trekking, un 20 km 800m dislivello. che sono niente rispetto ai 35km 2500m che mi aspetteranno fra qui a poco.
ma non importa.
non rinuncio, non farò finta di nulla.

imito e parlo, e gli rispondono. e acquisto dati e proietto me stesso sugli altri.
non ho mai avuto zii, nonni, cugini.nè un padre.
solo una madre. chiaramente analfabeta e problematica.

secondo mio ragionamento non dovrei esistere, non sono neppure un punto, solo un vettore.
eppure no, sono io che sono un setaccio che lascia passare tutto, ogni cosa e ogni giorno mi attraversa, con i nomi e i ricordi.
e devo fare ancora violenza su di me, intima, riti di passaggio di una creatura incapace di superare la pubertà, incapace di sorreggere un IO e non solo subirlo.
Abitarlo
estendere me stesso dal centro fino alla punta delle dita, e poi oltre nel mio tempo e nel mio spazio.
riuscirò solo costretto, solamente quando non avrò più spazio per ritirarmi.
per questo la crudeltà.
perchè ho visto persone che non superano il terrore di superare questo stadio, e rimangano abortiti.
diventano larve amorfe. al centro di un nulla privo di echi.
e anche la morte scende senza pathos per queste creature.
Vecchio 03-06-2024, 10:33   #322
Intermedio
 

non scrivere. agisci.
Vecchio 04-06-2024, 10:17   #323
Intermedio
 

devo continuare a limare, limare, limare, mutilare, consumare, piegare ogni parte di me che non funzioni. dimenticarla, essiccarla, ucciderla. con calma, con dedizione e amore, con odio e rabbia, con passione e pietà.
Vecchio 04-06-2024, 13:02   #324
Esperto
L'avatar di AvolteRitorno
 

Quote:
Originariamente inviata da Atlas2 Visualizza il messaggio
non scrivere. agisci.
Un amico - dagli albori della mia carriera scolastica - diceva: "pensare uguale sbagliare". Riferendosi per esempio a perdere il sonno per cose come un compito in classe, l'opinione altrui o una scelta pesante. Lui si buttava, tanto cercare col ragionamento di prevedere quello che sarebbe accaduto era inutile.
Queste tue poche parole me lo hanno riportato alla memoria (oramai vive da decenni dall'altra parte del mondo).

Purtroppo non sono mai riuscito ad andargli dietro, per me il pensare a tutto ciò che faccio (anche le cazzate più infinitesimali) è una necessità, una cosa che avviene indipendentemente dal mio volere. Vuoi la mania del controllo per contrastare l'ansia, vuoi l'educazione ricevuta, vuoi l'indole... chi lo sa.
Quindi capisco molto bene quando scrivi queste cose, dicendole a te stesso, che probabilmente hai la mia stessa indole.

Tanto di cappello al fatto che stai provando a combatterla, io faccio il tifo per te.
Ringraziamenti da
Atlas2 (04-06-2024)
Vecchio 08-06-2024, 23:10   #325
Intermedio
 

domani ho l'attraversamento dello stige. Ho paura, ho tanta paura.
non è neppure una gara, ma non ho mai affrontato un dislivello così.
non voglio farlo, eppure devo.
sono mesi che mi danno l'anima, e ora
ora mi tocca.
se fossi sano andrei a troie. dovrei prendere il telefono, fissare un'appuntamento e farmi una sana scopata.

invece di ste stronzate.
il punto è che un'ora di figa non risolve la situazione. te la dimentichi subito, ti passa per la testa e stronzo eri e stronzo rimani.
qui c'è la voglia di scoprire qualcosa di me stesso.
e una parte di me mi spiega che il peggio è passato.
che sarà dura, ma non come gli inizi, quando stavo a 138kg su pendenze del 15% con una bicicletta di ghisa e una tuta sintetica merdosa. senza tecnica, senza polmoni senza gambe e senza muscoli.
Vecchio 10-06-2024, 23:30   #326
Intermedio
 

andata bene, anche se per un pezzo ho raggiunto il limite assoluto fisico e l'ho superato solo di testa. tipo svenimento ad ogni passo.
ho parlato con gente normale.
sono stato bene.
però a casa, ricomincia. questo serpente arrotolato nel cervello che si rotola e stritola e si agita e ormai ho capito che non posso combatterlo. è come avere la tosse, come la nausea, come la diarrea; quando mi arriva so che finirà e devo solo sopportare. E tutta la disperazione e l'angoscia che mi prende so che poi si allevia, sfuma. non sto bene, non sono felice, non ho pace, ma non capisco da dove viene tutto questo orrore.
menomale che è a sprazzi.

quando torno nell'appartamento ho sempre paura di confrontarmi con un monolocale miserevole, invece ci sto bene in questa noce.
in questa tana.
mi hanno dato un'orario più leggero, ed io ho paura di non guadagnare abbastanza, di non fare abbastanza ore: mi spiegano che NON POSSONO farmi fare 9h 6 giorni su 7 per sempre.
ed ho 4 mesi di ferie arretrate.
e io sto a guardare altri lavori, solo che ormai mi sono istituzionalizzato in questo ruolo. Me lo gestisco come voglio quando voglio senza controlli di nessun tipo, ed è vario. quando vedo questa gente in fabbrica mi prende il magone. non possono rallentare neppure per pisciare e non so se ce la farei, ora, a stare 8 ore in un solo posto a fare la stessa cosa senza musica o libri da ascoltare.
ora sto aspettando le bollette, sono l'ultima cosa che mi mettono ansia. in casa non ci sono mai, il gas lo chiudo, lascio acceso solo il frigo ed il resto blocco tutto dalla centralina centrale, uso acqua calda solo per la doccia, e in casa non ci sono mai.
ma ho paura mi venga un salasso.
Vecchio 15-06-2024, 20:23   #327
Intermedio
 

se mi fermo mi anniento
Vecchio 17-06-2024, 22:26   #328
Intermedio
 

i videogiochi sono finiti. libri sono finiti.
Vecchio 26-06-2024, 15:16   #329
Intermedio
 

ho instaurato una routine sulla disperazione, visto che stò morbo non se ne vuole andare cerco di limitarlo.
il risultato è che sono sempre in ordine e la casa è sempre in tiro. perchè mi aiuta a uscire e tornare con la casa perfetta e profumata, e mi dà sollievo e sorprendermi in una superfice riflessa fresco e con i capelli a posto.
perchè sto avendo degli accenni di dissociazione e allucinazioni. Figure a bordo vista, creature che camminano, cose e voci che non ci sono.
Oggi ho guardato un leccio per quasi tre minuti cercando di capire che cazzo di bestia pelosa fosse quella sul tronco prima di capire che era semplicemente edera.
Per ora li sto adducendo allo stress dovuto alla mancanza di sonno.

mi sto comportando male con mia madre, con mio fratello. non li ho invitati in casa.
ma sono una tale delusione che non li sopporto. Io mi sto facendo il culo per sostenermi, non solo con il lavoro e tutto quello che ne consegue, ma proprio per non andare in delirio.
Mi sto sforzando a cucinare, a stirare, a non cadere in cattive abitudini, a non bere, a non mangiare zuccheri,a non mollare troppo la presa a questo stato mentale così pesante che mi ha preso.
depressione, anche se non credo che lo sia, la depressione ti annienta, ti toglie appetito e libido, io sono a posto: sto solo male.
E questi arrivano con un carico da novanta, un carico inutile, fatto di inezie cazzate, idiozie, lamentele e ancora e ancora e ancora.
basta.
Mia madre deve solo starsene a casa, 6 stanze, due bagni, due camere, una cucina, nessuno che gli rompe le palle, nessun nipote che la cerca, nessun problema da parte mia che non la cerco non la chiamo non la sento per scaricargli problemi, niente.
eppure chiama per le stronzate. L'altro giorno sono stato costretto a passare per riavviargli il cellulare. Voleva che restassi a mangiare, ma sono fuggito, con lei che aveva già sporzionato.
Io glielo avevo detto che non rimanevo.
ho detto che dovevo tornare al lavoro, la verità é che non sopporto stare lì a sentirla ragliare del mio fratello della tv di putin di gesù e la meloni.
no, non ce la faccio.

Mio fratello non so che problema abbia, sembra me ma lo esterna. è una valanga di problemi incessantemente rovesciata sugli altri. e lo capisco, -
ma non capisco perchè LUI non comprenda che non frega un cazzo a nessuno.
a nessuno frega un cazzo, stai in piedi perchè come tocchi terra sei spazzatura.

dal loro punto di vista devo essere davvero un mistero, questi ulti 6 anni hanno visto una trasformazione incredibile. dentro e fuori
e ora sono evaporato, non sanno dove sto, come ho già scritto, e non sanno nè cosa faccio nè cosa sto facendo.

e ancora
Ho questo dilemma con il lavoro: io pulisco i cessi.
Mi pesa dire che pulisco i cessi, ma non posso nascondermi dietro ad un dito. Però è come un tipo che conosco, che va in giro a dire che fa il merdaiolo e invece è ispettore dei depuaratori e delle tubature per conto di una grossa ditta idrica.
Io mi sento l'essere più inutile patetico e superfluo di ogni cosa che sia mai esistita e che mai esisterà. Ovviamente non sto a dirlo in giro, è una riflessione su una concezione che mi sta dando il cervello.
ma sono una componente essenziale degli ambienti in cui lavoro. Io non posso essere sostituito senza che si creino problemi.
conosco i posti e le persone che ci lavorano, ed ho carta bianca ovunque.
però ho orari di merda.

ma tutti abbiamo orari di merda, tutti non superano le 1500 al mese, tutti devono fare trasferte.
e c'è sto posto in fabbrica, dove cercano
orario fisso 6:30- 15:30

venerdi e sabato a casa.

ho già portato il curriculum, ma mi dicono che non hanno spazi e non possono cedermi 40ore. e solo stagionali. ho visto chiesto


vabbè inutile insistere.. gli ho portato sto foglio 5 volte mi conosco ogni giorno da 9.
non mi ci vogliono.

ecco in diretta, sto guardando ora le mail e l'attività che volevo fare è saltata per via della partita del cazzo.
europei di stocazzo, lo sport più merdoso corrotto inutile puttaniere verminoso codardo falso corrotto vuoto finto e venduto fra tutti, un gruppo di mercenari dopati che rincorrono una palla contro un'altra manica dei decelebrati per tirare calci contro una rete, e duemila stronzi pagati e milioni di idioti raglianti dietro uno schermo a condividere un'isteria collettiva dettata da un patetico senso di partecipazione in un contesto commerciale dove l'unica pratica conseguenza è il riciclaggio di denaro ricavato dai mercati della droga. Il simbolo unico di un'umanità delirante privata di qualsiasi forza evolutiva, un motore di carne e schiavi a traino di un'economia basata sul nulla cosmico.
ogni singola prova che la nostra specie non si evolverà mai è osservando una partita di pallone, e nella testimonianza che un'orrore senza fine si staglia all'orizzonte decidiamo di convergere in un unico atto di annientamento, convergendo ad uno stato larvale in cui la dissoluzione del proprio IO è l'unica speranza auspicabile.

che palle, devo riprogrammare il w.e.
Vecchio 08-07-2024, 21:44   #330
Intermedio
 

stamattina sono andato contro una porta di cristallo credendola aperta, perchè mi muovevo al buio.
sangue a fiotti dal naso, però non si è rotto.

lavoro. sostituzioni impossibili, i soliti stronzi che fanno i curriculum, li spediscono, fanno l'intervista poi si tolgono di cazzo così senza avvisare.

quello che non capiscono è che qui non è new york o londra, qui tutti sanno di tutti, fai uno screzio ad uno e ti sei bruciato il resto.
li ho rivisti fare il giro e poi trovarli al bar, o a chiedermi se qualcuno cerca.
e io non me la sento di farmi una figura di merda con qualche azienda o cooperativa.

così copro io. i mesi d'estate è così.

cmq sto di merda, costantemente. sempre pensando al suicidio, alla fine, alla vergogna e all'umiliazione.
ma è solo il mio cervello.

nessuno mi tratta male.eppure sono infelice con me stesso.

sbaglio gli anni, non li vedo passare, eppure stiamo invecchiando tutti.
tranne me.

l'altro giorno sono andato a trovare mia madre e c'era odore di anziano, prima volta che aveva quest'odore. la gente si ingrossa, si scava dentro si imbolsisce.

dovrei davvero dormiere di più 3-4 ore notte per settimane non è sostenibile
Vecchio 10-07-2024, 23:24   #331
Intermedio
 

pomeriggio libero, pulito casa. cercato di riposare, non lo facevo da mesi
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Puer Aeternus Il grottesco Uomo Bambino.
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Puer aeternus, ovvero la sindrome di Peter Pan Alceste SocioFobia Forum Generale 18 04-10-2017 11:02
Dan Bilzerian l´uomo che ogni uomo vorrebbe essere, ma anche no Selenio Off Topic Generale 66 09-10-2014 23:51
uomo bambino cancellato14662 SocioFobia Forum Generale 7 10-07-2014 23:44
Incipe, parve puer, risu cognoscere matrem. valemuria SocioFobia Forum Generale 24 05-06-2011 23:33
da bambino... knulp SocioFobia Forum Generale 11 09-08-2007 10:36



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 07:36.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2