FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Storie Personali
Rispondi
 
Vecchio 23-10-2012, 02:07   #1
Principiante
 

come si intuisce dal titolo,l'altro giorno mi sono fatta coraggio e ho cercato su internet uno psicologo che avesse uno studio in zona dove abito io.
qui in giappone,la maggior parte degli psicologi ha lo studio in quelle che qui vengono chiamate 'mental clinic'....cosi ho prenotato e il giorno stesso mi han dato l'appuntamento!!
appena entro mi fan compilare,come di prassi in tutte le cliniche,un foglio con i miei dati(nome sesso eta indirizzo etc),poi mostrata la mia tesserina sanitaria mi han fatto compilare un piccolo test a crocette (con domande del tipo...hai problemi a dormire? soffri di attacchi di panico?ipersudorazione?sei in menopausa? hai ancora istinti sessuali?)
finito quel test ho aspettato il mio turno...entro e la psicologa si presenta...dalla faccia sembrava piu depressa lei di me,ma non ci faccio caso e lei mi chiede "perche sei qui?che problema hai?" allora ho iniziato a raccontare del fatto che sono stata in terapia per fobia sociale e disturbo evitante quando ero in italia,e che la terapia includeva solo sedute e terapia cognitivo-comportamentale,e avevo avuto grossi miglioramenti...finche arrivata in giappone i sintomi sono peggiorati,soprattutto quelli del disturbo evitante...
bene lei non mi ha fatto altre domande,continuava a scrivere quello che dicevo,e se mi venivano in mente dei sintomi glieli dicevo...ogni tanto commentava dicendo 'eh beh certo che se rifiuti gli inviti di amici non ne trovi...' oppure ' si si questi sono proprio i sintomi da fobia sociale e da disturbo evitante' grazie al cazzo
dopodiche mi dice in modo sbrigativo che nella loro clinica effettuano lavori di gruppo con altri fobici ,ogni settimana a venti euro l'una,e che mi avrebbe dato dei farmaci ....finito il "colloquio" vado al bancone e l'infermiera di dice "ok prendi queste due medicine,sono razionate per una settimana,una e un ansiolitico da prendere nei momenti di panico,l'altro e un antidepressivo-ansiogeno a lunga durata da prendere tutti i giorno"
senza spiegarmi ne gli effetti collaterali ne nulla,mi molla il malloppo e mi dice "torna fra 7 giorni"(sottointeso a prendere l'altra razione di medicine) e se vuoi prenota il lavoro di gruppo con gli altri pazienti...
e stato tutto cosi sbrigativo che non ho avuto il tempo di pensare,sono andata via,piu vuota di prima e chiedendomi se in meno di 15minuti al primo appuntamento,senza nemmeno parlare approfonditamente,sia possibile decidere se una persona abbia bisogno di psicofarmaci.

i lavori di gruppo con gli altri fobici mi interessano ,potrebbe anche essere un'occasione per farmi degli amici e parlare con delle persone che possono capirmi!
solo che non mi ispira quella clinica,tutti cosi freddi(negli ospedali normali invece sono anche fin troppo gentili!),e non so se fidarmi e prendere le medicine o no!
voi cosa pensate ??
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a prima esperienza con lo "strizzacervelli" giapponese
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Shutter Island [""""SPOILER"""""] Paridone Forum Cinema e TV 5 13-09-2014 21:10
"prima o poi tutti si stancano di me" Jupiter SocioFobia Forum Generale 17 20-10-2012 22:17
"LA TIMIDEZZA" parte prima scipione96 SocioFobia Forum Generale 8 30-09-2012 22:22
La persona "giusta" per la prima volta Marco Russo Forum Sessualità (solo adulti) 58 24-08-2012 10:20
domani pomeriggio farò la mia prima uscita "galante" mariobross Amore e Amicizia 122 13-08-2011 14:29



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 17:15.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2