FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 19-08-2020, 15:31   #1
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Ho sentito molto spesso questa frase anche da miei ex conoscenti, magari gli adulti ti dicono che più tardi cominci e meglio è perché lavorare è una rottura.
Ma ci avete mai pensato -riflettendo bene- a cosa serve il lavoro se non si hanno i mezzi e una vita sociale/relazioni varie? È come avere un ferrari ma senza motore. Con il lavoro hai i soldi, ok, di sicuro fondamentali per campare se vivi solo ma chi vive con i genitori cosa se ne fa dei soldi senza una vita propria e i mezzi per averla? Non è che con il lavoro e i soldi arrivano le compagnie.
Ringraziamenti da
DeadSoul (19-08-2020), probid (22-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 15:37   #2
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Ho sentito molto spesso questa frase anche da miei ex conoscenti, magari gli adulti ti dicono che più tardi cominci e meglio è perché lavorare è una rottura.
Ma ci avete mai pensato -riflettendo bene- a cosa serve il lavoro se non si hanno i mezzi e una vita sociale/relazioni varie? È come avere un ferrari ma senza motore. Con il lavoro hai i soldi, ok, di sicuro fondamentali per campare se vivi solo ma chi vive con i genitori cosa se ne fa dei soldi senza una vita propria e i mezzi per averla? Non è che con il lavoro e i soldi arrivano le compagnie.
Diventi semplicemente un ingranaggio nel meccanismo della felicità altrui. Come me praticamente.
Tanto vale rubare e darsi al brigantaggio
Ringraziamenti da
M4RCO (19-08-2020), Varano (21-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 15:38   #3
Avanzato
L'avatar di SkywalkerJR
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Ho sentito molto spesso questa frase anche da miei ex conoscenti, magari gli adulti ti dicono che più tardi cominci e meglio è perché lavorare è una rottura.
Ma ci avete mai pensato -riflettendo bene- a cosa serve il lavoro se non si hanno i mezzi e una vita sociale/relazioni varie? È come avere un ferrari ma senza motore. Con il lavoro hai i soldi, ok, di sicuro fondamentali per campare se vivi solo ma chi vive con i genitori cosa se ne fa dei soldi senza una vita propria e i mezzi per averla? Non è che con il lavoro e i soldi arrivano le compagnie.
E' la cosa che mi dico sempre io, sto guadagnando dei soldi ma per cosa?
Non so nemmeno in cosa spenderli..
Sto impiegando tutte le mie energie in un lavoro, non posso nemmeno uscire la sera perché mi devo alzare alle 6 tutte le mattine, e tutto questo per cosa?
Nessuno mi vuole, nessuno mi considera, e comunque non ho alcun desiderio di vivere.
Perché dovrei impiegare tutte le mie energie in qualcosa che non mi da niente?
La risposta è molto semplice, lavoro perché se no i miei genitori romperebbero i coglioni.
Vecchio 19-08-2020, 15:40   #4
Avanzato
L'avatar di Architeuthis-
 

A maggior ragione se non si ha una vita il lavoro ti da un senso, sennó ti spari davvero.
Ringraziamenti da
car82 (19-08-2020), DeadSoul (19-08-2020), Giuseppe_ann (20-08-2020), Oblomov (20-08-2020), obsession (19-08-2020), Roberto92 (20-08-2020), SenzaUscita (22-08-2020), super unknown (19-08-2020), syd_77 (20-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 15:45   #5
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Lavorare per vivere comunque ai margini della società è un qualcosa che prima o poi ti fa mollare. Se proprio devi essere un emarginato allora è meglio vivere da homeless girovago invece di fingere per essere accettati nella società "civile". La tentazioni di mollare tutto e vivere quel che mi rimane da vagabondo, magari suonando per strada chiedendo offerte, in me è molto forte.
Ringraziamenti da
jab_24 (19-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 16:04   #6
Esperto
L'avatar di Svalvolato
 

Se non puoi vivere di rendita è necessario, però concordo sul fatto che va limitato al minimo, magari con un part-time se fattibile. In generale ritengo che al lavoro gli si debba dedicare il minimo indispensabile, visto che il tempo non ce lo ridarà nessuno indietro; se poi non si hanno gratificazioni di altro tipo ciò è ancora più valido.
Ringraziamenti da
matriX85 (19-08-2020), Nightlights (20-08-2020), Varano (21-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 16:23   #7
Esperto
 

Io penso che (almeno per me) non abbia senso lavorare nel modo in cui è comunemente inteso, punto. E' sempre più alienante, fosse possibile evitarlo lo farei senza nessun rimpianto.
Ringraziamenti da
cringe (19-08-2020), Nightlights (20-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 16:42   #8
Esperto
 

io lavoro fino a quando i miei genitori saranno in vita, poi sucidio e fine della storia, anche io lavoro e guadagno e accumolo ma per cosa poi? pagare le tasse e basta, come hanno già detto altri io oltre all'essenziale i soldi non so manco come spenderli e tanto non ho nessuno e nulla cambierà
Ringraziamenti da
DeadSoul (19-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 16:45   #9
Banned
 

Lavorare se non hai una vita oltre il lavoro non ha assolutamente nessun senso, e dal momento che chi non ha una vita al di fuori di esso solitamente cerca di costruirsela, lavorare è la scelta peggiore perche ti priva di molte energie e fa arricchire chi una vita c'è l' ha.

Secondo me lavorare ( secondo i canoni comuni ) è da falliti se si ha la possibilità di non farlo, capisco se si ha qualche debito, qualche vizio o dipendenza, o se si è dei consumisti, ma altrimenti è una tortura ahahahahah 9 ore al giorno x 1500 euro ahahahah ma neanche morto io l' ho fatto x quasi 7 anni... So di cosa parlo

Purtroppo molti pensano pure di guadagnare, 1500 euro ahahah x avere 1 GG libero a settimana e doverlo usare x riposarti, il peggior investimento che una persona possa fare imo

Ultima modifica di M4RCO; 19-08-2020 a 16:50.
Vecchio 19-08-2020, 17:00   #10
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

Io lavoro ma non ho una vita o, più precisamente, non ho una vita sociale.
Ma la mancanza di senso della mia vita non è data dalla presenza del lavoro, ma dall'assenza di una socialità.
Sto male spesso, ma se non avessi nemmeno il lavoro che ho sono sicuro che starei ancora peggio, e lo sperimento nei giorni di pausa che a volte mi càpitano tra un lavoro e l'altro.
Il lavoro mi consente di strutturare le mie giornate e il tempo che vivo, mi dà soddisfazione quando ne finisco una parte, e ancor più quando vedo che i fruitori se ne dichiarano soddisfatti, ed è anche un piacere vedere che, di anno in anno, la qualità dei risultati del mio lavoro migliora grazie all'esperienza.
È anche vero che io ho un lavoro che riesce a piacermi (anche se non è quello che avrei davvero voluto fare nella vita), diversamente tutto il discorso di cui sopra ovviamente cambierebbe.
Ringraziamenti da
DeadSoul (19-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 17:02   #11
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
Lavorare se non hai una vita oltre il lavoro non ha assolutamente nessun senso, e dal momento che chi non ha una vita al di fuori di esso solitamente cerca di costruirsela, lavorare è la scelta peggiore perche ti priva di molte energie e fa arricchire chi una vita c'è l' ha.

Secondo me lavorare ( secondo i canoni comuni ) è da falliti se si ha la possibilità di non farlo, capisco se si ha qualche debito, qualche vizio o dipendenza, o se si è dei consumisti, ma altrimenti è una tortura ahahahahah 9 ore al giorno x 1500 euro ahahahah ma neanche morto io l' ho fatto x quasi 7 anni... So di cosa parlo

Purtroppo molti pensano pure di guadagnare, 1500 euro ahahah x avere 1 GG libero a settimana e doverlo usare x riposarti, il peggior investimento che una persona possa fare imo
1.500 euro al mese per i tempi di oggi ti è andata pure bene e credo tu abbia messo una sommetta da parte niente male avendolo fatto 7 lunghissimi e stancanti anni, 6 su 7 poi è ancora peggio, secondo me 2 giorni off a settimana sono il minimo del minimo.
Io ho sempre lavorato in nero invece per dei tizi o ignoranti o scemi che mi pagavano molto dopo, per dirti ho fatto 2 stagioni invernali in agricoltura a raccogliere rape e insalata, una tortura assurda, sporco nel fango a prima mattina alle 8.00 fino alle 16.00 per 30€ al giorno. Mal di schiena, mal di mani, mal di testa. Ho messo da parte bei soldini -visto che anche a quei tempi niente vita sociale- in quel periodo 2015-2017, ma avevo il fisico a pezzi.
Vecchio 19-08-2020, 17:07   #12
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Quote:
Originariamente inviata da Hor Visualizza il messaggio
Io lavoro ma non ho una vita o, più precisamente, non ho una vita sociale.
Ma la mancanza di senso della mia vita non è data dalla presenza del lavoro, ma dall'assenza di una socialità.
Sto male spesso, ma se non avessi nemmeno il lavoro che ho sono sicuro che starei ancora peggio, e lo sperimento nei giorni di pausa che a volte mi càpitano tra un lavoro e l'altro.
Il lavoro mi consente di strutturare le mie giornate e il tempo che vivo, mi dà soddisfazione quando ne finisco una parte, e ancor più quando vedo che i fruitori se ne dichiarano soddisfatti, ed è anche un piacere vedere che, di anno in anno, la qualità dei risultati del mio lavoro migliora grazie all'esperienza.
È anche vero che io ho un lavoro che riesce a piacermi (anche se non è quello che avrei davvero voluto fare nella vita), diversamente tutto il discorso di cui sopra ovviamente cambierebbe.
Si ma qui non si parla di lavori gratificanti, in quel caso si ha senso trovare nel lavoro quel benessere o quel senso di rivalsa dall'assenza di vita sociale. Ma la gran parte delle persone nelle nostra condizioni fanno i classici lavori tediosi tanto per campare, operai, impiegati e via dicendo. Nessuna gratificazione, solo fatica per portare a casa quattro soldi. Se oltre ciò quando torni a casa non hai nulla e nessuno viene un po a mancare il senso di tutto.

Ultima modifica di Black_Hole_Sun; 19-08-2020 a 17:11.
Vecchio 19-08-2020, 17:11   #13
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

È vero..anche studiare.. perché costa tanta fatica in più..anche perche se non si ha nulla e nessuno fuori le prestazioni ne risentono tantissimo
Vecchio 19-08-2020, 17:19   #14
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
Lavorare se non hai una vita oltre il lavoro non ha assolutamente nessun senso, e dal momento che chi non ha una vita al di fuori di esso solitamente cerca di costruirsela, lavorare è la scelta peggiore perche ti priva di molte energie e fa arricchire chi una vita c'è l' ha.

Secondo me lavorare ( secondo i canoni comuni ) è da falliti se si ha la possibilità di non farlo, capisco se si ha qualche debito, qualche vizio o dipendenza, o se si è dei consumisti, ma altrimenti è una tortura ahahahahah 9 ore al giorno x 1500 euro ahahahah ma neanche morto io l' ho fatto x quasi 7 anni... So di cosa parlo

Purtroppo molti pensano pure di guadagnare, 1500 euro ahahah x avere 1 GG libero a settimana e doverlo usare x riposarti, il peggior investimento che una persona possa fare imo
Cavolo 1500 euro al mese..buttali via
Vecchio 19-08-2020, 17:20   #15
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da Hor Visualizza il messaggio
Io lavoro ma non ho una vita o, più precisamente, non ho una vita sociale.
Ma la mancanza di senso della mia vita non è data dalla presenza del lavoro, ma dall'assenza di una socialità.
Sto male spesso, ma se non avessi nemmeno il lavoro che ho sono sicuro che starei ancora peggio, e lo sperimento nei giorni di pausa che a volte mi càpitano tra un lavoro e l'altro.
Il lavoro mi consente di strutturare le mie giornate e il tempo che vivo, mi dà soddisfazione quando ne finisco una parte, e ancor più quando vedo che i fruitori se ne dichiarano soddisfatti, ed è anche un piacere vedere che, di anno in anno, la qualità dei risultati del mio lavoro migliora grazie all'esperienza.
È anche vero che io ho un lavoro che riesce a piacermi (anche se non è quello che avrei davvero voluto fare nella vita), diversamente tutto il discorso di cui sopra ovviamente cambierebbe.
Ecco se un lavoro piace secondo me può anche supplire a una vita sociale..o ridurre il disagio per la sua assenza..in quel caso si
Ringraziamenti da
Misty. (22-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 17:22   #16
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Cavolo 1500 euro al mese..buttali via
Mi è andata bene ma era un lavoro pesante (che preferirei non dire x privacy)

Ma sono esaurito e cmq non tornerei a fare un lavoro che mi fa schifo neanche x 2000 euro, la cosa che ha più valore è la sanità mentale, fisica e il tempo libero..
Vecchio 19-08-2020, 17:32   #17
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
Mi è andata bene ma era un lavoro pesante (che preferirei non dire x privacy)

Ma sono esaurito e cmq non tornerei a fare un lavoro che mi fa schifo neanche x 2000 euro, la cosa che ha più valore è la sanità mentale, fisica e il tempo libero..
A me all’inizio -nel 2016 circa- piaceva fare il giardiniere, poi ho capito che in realtà un lavoro pessimo, almeno in Italia. Tanta fatica e il guadagno non è chissà cosa, clienti troppo pretenziosi, giardinieri frustrati. Avessi i soldi mi metterei in proprio a fare altro.
Vecchio 19-08-2020, 17:40   #18
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
A me all’inizio -nel 2016 circa- piaceva fare il giardiniere, poi ho capito che in realtà un lavoro pessimo, almeno in Italia. Tanta fatica e il guadagno non è chissà cosa, clienti troppo pretenziosi, giardinieri frustrati. Avessi i soldi mi metterei in proprio a fare altro.
È un lavoraccio specie di estate, a me piacerebbe fare tipo tutto fare ma con poche ore al giorno di lavoro ( max 4 ) e 3 gg a settimana (preferire attaccati) allora si riproverei a lavorare, ma non escludo che mi stuferei lo stesso, secondo me è meglio sfruttare i genitori finché sono in vita
Vecchio 19-08-2020, 17:45   #19
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
secondo me è meglio sfruttare i genitori finché sono in vita
...se non ti sbattono fuori casa a calci in culo. In certi casi è il più grande atto d'amore che possano fare verso un flglio, ma non lo fanno mai.
Ringraziamenti da
Ciasty (20-08-2020)
Vecchio 19-08-2020, 17:50   #20
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Ho sentito molto spesso questa frase anche da miei ex conoscenti, magari gli adulti ti dicono che più tardi cominci e meglio è perché lavorare è una rottura.
Ma ci avete mai pensato -riflettendo bene- a cosa serve il lavoro se non si hanno i mezzi e una vita sociale/relazioni varie? È come avere un ferrari ma senza motore. Con il lavoro hai i soldi, ok, di sicuro fondamentali per campare se vivi solo ma chi vive con i genitori cosa se ne fa dei soldi senza una vita propria e i mezzi per averla? Non è che con il lavoro e i soldi arrivano le compagnie.
dipende come lo prendi....a me fa "bene"....mi stimola e mi occupa mente e corpo...e più ti metti in testa che devi farlo nel miglior modo possibile più è meglio...ovviamente se si è in grado di lavorare e non si è in una catena di montaggio
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Non ha senso lavorare se non si ha una vita.
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Qual è il senso di lavorare... Strange Man Off Topic Generale 112 20-12-2016 19:38
Che senso ha la vita? mezzastella Off Topic Generale 10 17-12-2016 09:10
Il senso della vita senyek SocioFobia Forum Generale 52 13-07-2016 12:39
La vita ed il senso di soddisfazione trademarko SocioFobia Forum Generale 17 02-06-2009 21:46
Il senso della vita andrea870 SocioFobia Forum Generale 10 21-10-2006 19:47



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 07:38.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2