FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Disturbo evitante di personalità
Rispondi
 
Vecchio 15-04-2019, 11:34   #1
Esperto
L'avatar di syd_77
 

ok, sono fobico, anche se col tempo sembra che stia vagamente e molto lentamente diminuendo, anche se in alcune situazioni è ancora abbastanza forte, ma lo gestire.
E' l'evitamento che proprio non sopporto, in non avere voglia di vedere nessuno, il preferire le cazzate di youtube ad una sana pizza con un'amico, il non avere voglia di vedere cugini e parenti.. mi urta molto questa cosa, sono diventato un'asociale, quando invece prima non lo ero... ed è stato graduale... e non so neanche perché è successo e come uscirne...
Vecchio 15-04-2019, 12:28   #2
Esperto
L'avatar di Dahmer
 

Ma se non ti frega niente di uscire e sei veramente asociale perché ne vuoi uscire?
Vecchio 15-04-2019, 12:29   #3
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da syd_77 Visualizza il messaggio
ok, sono fobico, anche se col tempo sembra che stia vagamente e molto lentamente diminuendo, anche se in alcune situazioni è ancora abbastanza forte, ma lo gestire.
E' l'evitamento che proprio non sopporto, in non avere voglia di vedere nessuno, il preferire le cazzate di youtube ad una sana pizza con un'amico, il non avere voglia di vedere cugini e parenti.. mi urta molto questa cosa, sono diventato un'asociale, quando invece prima non lo ero... ed è stato graduale... e non so neanche perché è successo e come uscirne...
Ti capisco..quando vedi gli altri riuscire è tu rimanere indietro tendi a tirarti in disparte..
Vecchio 15-04-2019, 12:33   #4
Esperto
L'avatar di Saturnino
 

Credo che il fatto in sé non sia necessariamente un male...ma dipenda dal motivo per cui non si abbia voglia di vedere altra gente.

Ad esempio...nel caso non si abbia voglia di vedere altra gente per il fatto che si abbiano interessi personali e ci si voglia dedicare un po' di tempo per se....nulla di strano....anzi è persino positivo: già le incombenze quotidiane portano via un sacco di tempo...e a volte non si ha il desiderio di scendere a troppi compromessi per vedere altra gente...quindi ci sta ritagliarsi un po' di tempo per se.

Diverso il fatto se non si abbia desiderio di vedere altra gente per altri motivi....ad esempio paura del confronto, del giudizio altrui o di non essere all'altezza della situazione. Su questi aspetti se si vogliono ottenere dei risultati, ci si deve lavorare sopra.

Ultima modifica di Saturnino; 15-04-2019 a 12:35.
Ringraziamenti da
Mik80 (15-04-2019), The_Sleeper (15-04-2019)
Vecchio 15-04-2019, 12:41   #5
Esperto
L'avatar di lauretum
 

Quote:
Originariamente inviata da Saturnino Visualizza il messaggio
Credo che il fatto in sé non sia necessariamente un male...
A meno di essere un bonzo in cerca del nirvana, non vedo come non sia un male
Ringraziamenti da
Guybrush (15-04-2019), syd_77 (15-04-2019)
Vecchio 15-04-2019, 12:44   #6
Esperto
L'avatar di DeadSoul
 

Il mio evitamento, invece, è la conseguenza della fobia sociale.
Vecchio 15-04-2019, 12:46   #7
Esperto
L'avatar di JericoRose
 

Quote:
Originariamente inviata da Dahmer Visualizza il messaggio
Ma se non ti frega niente di uscire e sei veramente asociale perché ne vuoi uscire?
Penso che non gli interessi a livello "mentale" perchè non ne trae godimento e non si diverte (infatti dice che si diverte di più a stare da solo al computer a guardare video) ma a livello emotivo ne sente la necessità, esattamente come me che a livello emotivo sento eccome la necessità di socializzare nonostante poi effettivamente non mi diverta quando esco e socializzo e non vedo l'ora di tornarmene a casa, è una cosa complicata.
Vecchio 15-04-2019, 13:18   #8
Esperto
L'avatar di Gummo98
 

Infatti i più fortunati sono quelli che vivono nel mezzo, coloro che riescono a vivere un naturale equilibrio fra vita privata e vita sociale. Chi vive prevalentemente nella prima o nella seconda sentirà (quasi) sempre delle mancanze. Anche io appartengo alla prima categoria: percepisco in maniera negativa la solitudine e ho desiderio di trascorrere del tempo con degli amici, ma so che uscito dal mio guscio il desiderio innato sarà subito quello di tornare in solitudine; al tempo stesso lo stare con gli altri, al di là degli effetti sgraditi, aiuta a stare meglio. Al contrario, penso che chi non sappia fare a meno degli altri, dovrebbe sforzarsi di passare del tempo in solitudine, superandone gli effetti sgraditi, per trarne giovamenti nel senso opposto.
Insomma, noi, in questa condizione, dobbiamo sforzarci a fare certe cose, se davvero vogliamo sentirci meglio con noi stessi. Ogni conquista comporta dolore.
Ringraziamenti da
SamueleMitomane (15-04-2019)
Vecchio 15-04-2019, 14:16   #9
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da JericoRose Visualizza il messaggio
Penso che non gli interessi a livello "mentale" perchè non ne trae godimento e non si diverte (infatti dice che si diverte di più a stare da solo al computer a guardare video) ma a livello emotivo ne sente la necessità, esattamente come me che a livello emotivo sento eccome la necessità di socializzare nonostante poi effettivamente non mi diverta quando esco e socializzo e non vedo l'ora di tornarmene a casa, è una cosa complicata.
si, è così.
quando sto con gli altri ci sono momenti in cui mi diverto e momenti in cui mi annoio. è un mix di sensazioni. fosse solo l'una o l'altra la soluzione sarebbe facile: evitare totalmente, oppure buttarsi nel sociale.
mi piace stare con gli altri ma per poco tempo. a meno che non trovo persone con cui c'è una totale fusione emotiva, ma sono poche.
Vecchio 15-04-2019, 14:39   #10
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da syd_77 Visualizza il messaggio
ok, sono fobico, anche se col tempo sembra che stia vagamente e molto lentamente diminuendo, anche se in alcune situazioni è ancora abbastanza forte, ma lo gestire.
E' l'evitamento che proprio non sopporto, in non avere voglia di vedere nessuno, il preferire le cazzate di youtube ad una sana pizza con un'amico, il non avere voglia di vedere cugini e parenti.. mi urta molto questa cosa, sono diventato un'asociale, quando invece prima non lo ero... ed è stato graduale... e non so neanche perché è successo e come uscirne...
Non è così semplice e scontato capire il perché non ti va di uscire, anche io ho il DEP, ma in non pochi frangenti ho anche il DSP, cioè il disturbo schizoide di personalità, che significa che non provi interesse a socializzare, o comunque non ti interessano proprio alcuni aspetti del socializzare, c'è chi non ha alcun interesse ad avere rapporti sentimentali, sessuali, di amicizie, di gruppo. Attenzione perché i due disturbi sono facilmente confondibili perché hanno lo stesso effetto, portano chi ne soffre a un progressivo isolamento da tutto fino a diventare un eremita. La differenza sostanziale è che chi ha il dep evita situazioni sociali ma ne soffre, chi ha solo il dsp non soffre ma finisce comunque isolato, ma si può avere anche entrambi i disturbi, e io li ho. Ed è terribile
Vecchio 15-04-2019, 16:32   #11
Avanzato
L'avatar di Teach83
 

Quote:
Originariamente inviata da JericoRose Visualizza il messaggio
Penso che non gli interessi a livello "mentale" perchè non ne trae godimento e non si diverte (infatti dice che si diverte di più a stare da solo al computer a guardare video) ma a livello emotivo ne sente la necessità, esattamente come me che a livello emotivo sento eccome la necessità di socializzare nonostante poi effettivamente non mi diverta quando esco e socializzo e non vedo l'ora di tornarmene a casa, è una cosa complicata.
Io avevo il dubbio di essere anche schizoide. Però c'è da dire che l'abitudine che ti porta lo stare da solo a causa degli evitamenti alla fine ti potrebbe dare l'illusione di stare bene da solo.
Io sento che emotivamente dovrei interagire con qualcuno, cosi come intimamente. Il problema è che dopo aver assorbito una certa dose di socialità sento il bisogno di dovermi estraniare e stare solo, soprattutto quando c'è molta gente e non si è 1 Vs 1.
Poi a me non vengono naturali le bugie sociali (per esempio dire: come stai bene! , quando in realtà non è vero), meccanismi alla base della socialità e dei rapporti tra persone.
E' un po' come avere bisogno di qualcuno, ma a piccole dosi, perché poi devo tornare nella mia solitudine. Ma a quel qualcuno la cosa potrebbe non piacere e considerarti un tira pacchi stronzo che non telefona.... Ovviamente se si tratta di una persona che si ama le cose possono cambiare, ma non essendomi mai innamorato veramente non posso esprimermi.
Vecchio 15-04-2019, 16:41   #12
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Teach83 Visualizza il messaggio
Io avevo il dubbio di essere anche schizoide. Però c'è da dire che l'abitudine che ti porta lo stare da solo a causa degli evitamenti alla fine ti potrebbe dare l'illusione di stare bene da solo.
Io sento che emotivamente dovrei interagire con qualcuno, cosi come intimamente. Il problema è che dopo aver assorbito una certa dose di socialità sento il bisogno di dovermi estraniare e stare solo, soprattutto quando c'è molta gente e non si è 1 Vs 1.
Poi a me non vengono naturali le bugie sociali (per esempio dire: come stai bene! , quando in realtà non è vero), meccanismi alla base della socialità e dei rapporti tra persone.
E' un po' come avere bisogno di qualcuno, ma a piccole dosi, perché poi devo tornare nella mia solitudine. Ma a quel qualcuno la cosa potrebbe non piacere e considerarti un tira pacchi stronzo che non telefona.... Ovviamente se si tratta di una persona che si ama le cose possono cambiare, ma non essendomi mai innamorato veramente non posso esprimermi.
Quelle poche volte che ho provato a sforzarmi e andare in situazioni sociali, oltre a sudare, tremare e stare male, ho provato una pesantissima stanchezza psicologica e mentale e non vedevo l'ora di stare da solo e andare a casa. Boh credo che gente come noi probabilmente è inutile che si sforza, non siamo fatti per i rapporti sociali, sentimentali, per lo stare in mezzo al casino, a fare festini, baci, abbracci, selfie, cambiare partner eccetera eccetera. Questa estrema stanchezza nelle esposizioni credo che si spiega col fatto che ai normali risulta tutto automatico e naturale, loro quando parlano, ridono, conoscono ragazze mica ci pensano, a loro risulta tutto naturale. Il fatto che noi leggiamo o ascoltiamo consigli su come devi porti, cosa devi dire, come devi dirlo, è tutto uno sforzarsi, fonte di stress, è una cosa forzata

Ultima modifica di Maximilian74; 15-04-2019 a 16:45.
Ringraziamenti da
Stasüdedòs (16-04-2019)
Vecchio 15-04-2019, 16:51   #13
Avanzato
 

Sociofobia e evitamento di per sé sono legati a doppio filo, come una coperta corta in cui se aumenta l'armatura aumenta l'evitamento e se diminuisce l'armatura aumenta la sociofobia.
Ogni aspetto periferico di per sé è poco modificabile, perché appartiene poco. È quello che appartiene di più, che sta più al centro, che proprio perché appartiene è modificabile.
Per lavorare più al centro (quindi sulla pelle) c'è da fare la fatica di risalire alla fonte, ma è anche meno faticoso perché quello che si sposta una volta giunti lì ottiene effetti moltiplicati alla foce (work smart, not hard).
Vecchio 15-04-2019, 16:57   #14
Avanzato
L'avatar di Teach83
 

Ma in alcune circostanza mi riesco pure a divertire ed a scherzare, il problema è la quantità di tempo trascorso e la quantità di persone che ti stanno in torno. Poi non parliamo di posti incasinati come le discoteche, al massimo sono stato in alcuni discopub ma andavo ancora alle superiori.
Poi ho veramente pochi argomenti di discussione, solitamete roba da nerd e cazzate, non lavorando poi...
Vecchio 15-04-2019, 18:52   #15
Avanzato
L'avatar di Green Tea
 

Capita anche il contrario, essere evitanti e amare la solitudine e poi riscoprirsi più socievoli e interessati al dolce far niente davanti a una birra.
Vecchio 15-04-2019, 19:23   #16
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

io mi sono sempre fatto l'idea opposta, col DEP mi trovo bene u_u, il resto non lo provo in maniera forte come altri qui, ma sentendo raccontare non mi piace per nulla
Ringraziamenti da
syd_77 (15-04-2019)
Vecchio 15-04-2019, 19:25   #17
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da Teach83 Visualizza il messaggio
E' un po' come avere bisogno di qualcuno, ma a piccole dosi, perché poi devo tornare nella mia solitudine. Ma a quel qualcuno la cosa potrebbe non piacere e considerarti un tira pacchi
Quote:
Originariamente inviata da Teach83 Visualizza il messaggio
Ma in alcune circostanza mi riesco pure a divertire ed a scherzare, il problema è la quantità di tempo trascorso e la quantità di persone che ti stanno in torno.
sisi, è così. a me piacerebbe rivedere ogni tanto vecchi amici con i quali sono rimasto in buoni rapporti.. o meglio.. non c'è rapporto da anni, ma ci siamo lasciati bene, quindi ci si può rivedere. poi però con la gente quando ci rientri in contatto ti coinvolgono, ti dicono "allora ci rivediamo, allora poi andiamo lì.. ti chiamo eh" per carità, lo fanno in buona fede, però mi mettono sotto pressione. infatti mi trovo bene solo con chi è un po' evitante e sfuggente come me.. ma sono pochi ed è raro trovare vie di mezzo.
Vecchio 15-04-2019, 19:48   #18
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da Saturnino Visualizza il messaggio
Credo che il fatto in sé non sia necessariamente un male...ma dipenda dal motivo per cui non si abbia voglia di vedere altra gente.

Ad esempio...nel caso non si abbia voglia di vedere altra gente per il fatto che si abbiano interessi personali e ci si voglia dedicare un po' di tempo per se....nulla di strano....anzi è persino positivo: già le incombenze quotidiane portano via un sacco di tempo...e a volte non si ha il desiderio di scendere a troppi compromessi per vedere altra gente...quindi ci sta ritagliarsi un po' di tempo per se.

Diverso il fatto se non si abbia desiderio di vedere altra gente per altri motivi....ad esempio paura del confronto, del giudizio altrui o di non essere all'altezza della situazione. Su questi aspetti se si vogliono ottenere dei risultati, ci si deve lavorare sopra.
Che linguaggio colto e razionale .Leggi molto ?
Vecchio 15-04-2019, 20:21   #19
Esperto
L'avatar di Saturnino
 

Quote:
Originariamente inviata da Mik80 Visualizza il messaggio
Che linguaggio colto e razionale .Leggi molto ?
A dire il vero non ho mai letto libri impegnati...fino a qualche anno fa prima di iniziare a fare raduni e successivamente andare in giro per conto mio leggevo romanzi leggeri e d'avventura con autori come Clive Cussler, James Rollins, Marco Buticchi, Wilbur Smith, etc.

Da quando esco più spesso, ho perso l'abitudine e saranno 2 o 3 anni che non leggo un libro. Quando sono a casa....preferisco o giocare alla ps4 oppure aggiornarmi sulle nuove uscite musicali del mio genere preferito.
Vecchio 15-04-2019, 21:11   #20
Esperto
L'avatar di lauretum
 

Quote:
Originariamente inviata da Inosservato Visualizza il messaggio
io mi sono sempre fatto l'idea opposta, col DEP mi trovo bene u_u, il resto non lo provo in maniera forte come altri qui, ma sentendo raccontare non mi piace per nulla
Tu si che mi hai dato sempre l'impressione di essere un bonzo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a La sociofobia ci può stare ma il DEP lo detesto proprio!
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Crediamo di stare peggio ma non è proprio così Yamcha Sondaggi 33 08-03-2016 14:29
Detesto chiedere aiuto Mivar SocioFobia Forum Generale 24 12-08-2015 09:13
Detesto le mode !!!!!!!!!! Ansiaboy Storie Personali 34 07-07-2014 07:16
detesto le donne sofisticate e snob vikingo Off Topic Generale 18 16-12-2008 22:51
Distinguere la sociofobia dal proprio carattere Chioccioccolata SocioFobia Forum Generale 6 08-04-2008 19:36



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:27.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2