FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Rispondi
 
Vecchio 08-01-2021, 20:05   #19141
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
c'è differenza tra rischiare la deriva di estrema destra e inneggiare ad una democrazia ben più compiuta di quella che sta pervicacemente cercando di distruggere la sinistra, ad ogni latitudine.
ad oggi non si vedono orde di soggetti vestiti da nazisti con tanto di svastiche da far sventolare sui palazzi del potere
L'altro ieri eri in vacanza su Marte?

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
e in effetti tranne qualche vetro rotto e qualche porta distrutta non si è visto nulla di paragonabile ad altre realtà violente.
E tranne 4 morti.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
non risulta che la capitale americana sia stata messa a ferro e fuoco.
ad oggi ci ha rimesso la vita un povero cristo in divisa, per malore.
in altre circostanze si beccano le molotov o peggio.
Complimenti per il criterio con cui suddividi le vite in vite di serie A e B.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
se dell'ordine pubblico ai fans trumpiani non fosse importato nulla avresti assistito a ben altro, e ben altro utilizzo delle armi o della forza. contrariamente a quando scendono in piazza gli antifa o i terroristi blm.
Gli è importato talmente che sono andati ad assaltare un edificio pubblico armati.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
se poi tu vivi di dicotomie o ideologie sono anche un po' problemi tuoi.
Il tuo approccio invece è nettamente antiideologico, si vede

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
la rivoluzione antidem o antisinistra non si manifesta attaccando a cazzo i palazzi del potere, nè tantomeno creando il caos, o cercando lo scontro con la polizia. tuttalpiù con il voto, ove possibile.
il problema è quando si va oltre. e la sinistra è maestra in questo.
la sinistra, in tutto il globo, va combattuta con i suoi stessi mezzi, o metodi.
armarsi durante le scorribande anti-fa o blm e rispondere colpo su colpo avrebbe certamente avuto un effetto ben maggiore delle boiate viste ieri. sarebbe ben più utile usare gli stessi metodi e gli stessi mezzi di chi è abituato a scendere in piazza con la violenza come d'altra parte ha sempre fatto nella storia.
E' bellissima questa storia alternativa in cui la sinistra usa sempre la violenza e la destra invece è intrinsecamente gandhiana o poco preparata a usarla

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
le minchiate anti-potere o l'attacco ai palazzi del potere, sono uno dei punti di forza o delle velleità, più o meno rivoluzionarie, della sinistra, da sempre.
quindi trasformare qualche imbecille in una sorta di golpe lascia il tempo che trova.
poi certo..vuoi mettere la differenza tra i 4 pirla di ieri e intere città messe a ferro e fuoco mesi con decine di milioni di cittadini tenuti in ostaggio da terroristi che hanno devastato e trasformato intere porzioni di città in "anarchy-zone" rivendicando l'abolizione della polizia o la propria impunità?
La piccola differenza è che i "4 pirla" erano stati convocati da Trump, mentre Biden non ha fatto nulla del genere con quelli che hanno approfittato di certe manifestazioni BLM (che a te fa comodo dipingere in toto come immotivate e terroristiche).

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
dell'ordine pubblico interessa certamente di più ai sostenitori di trump rispetto a chi ogni qual volta che scende in piazza o per le strade le trasforma in zona di guerra.
un po' come gli imbecilli sinistrorsi nostrani.
Ripeto, basta vedere le immagini di ieri per capire quanto quei "4 pirla" fossero guidati da un senso privatistico della legge e dell'ordine, altro che ordine pubblico. Come da tradizione di certa destra, del resto. E la stessa esistenza di milizie private va contro la concezione di ordine pubblico, mi sembra un concetto autoesplicativo.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
in compenso gli ultimi decenni hanno ben definito la differenza tra "ragazzi di destra" e "ragazzi di sinistra".
d'altra parte se avessi esempi sensati da fare non saresti costretto a citare matteotti, o eventi di decenni fa.
poi se vuoi possiamo elencare tutte le manifestazioni di destra trasformate in guerriglia, e quante quelle di sinistra...negli ultimi 40 anni. in italia, ma anche in europa. o persino negli usa. dove peraltro sono nati i no-global. veri esperti in materia.
quindi sicuro di voler tirare in mezzo addirittura Matteotti?
un esempio un po' più recente no?
strano, perchè di acqua sotto i ponti dal 1924 ne è passata parecchia. e ancora di più da quando gli orridi nazifascisti sono stati sconfitti.
Matteotti non è un esempio sensato?
Io ho detto che è una tendenza ricorrente quella di minimizzare le violenze degli estremisti di destra come di azioni tese a "riportare l'ordine". Valeva negli anni '20 del secolo scorso come durante gli anni di piombo (che non mi pare abbiano contribuito a riabilitare i "ragazzi di destra", anzi).
Se poi vuoi esempi ancora più recenti, non hai che da chiedere.
Non ho mai detto che non ci siano state violenze riconducibili ad estremisti di sinistra, contestavo la tua minimizzazione e quella ripetuta nella storia come "folcloristiche minchiate" di quelle della fazione opposta.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
quindi sarebbe trump ad aver tirato la corda?
dopo 4 anni di manifestazioni anche e soprattutto violente dei democraticissimi anti-trump?
o della casa bianca circondata una settimana sì, e l'altra pure dai suddetti democraticissimi manifestanti?
dopo 4 anni di accerchiamento da parte dei social e dei media, tutti rigorosamente anti-trumpiani?
dopo averlo dipinto come un novello Hitler? o un antisemita nonostante abbia fatto più lui per israele che tutti gli altri presidenti americani messi insieme?
Non mi pare ci siano stati assalti violenti alla Casa Bianca di gente convocata da Biden.
Inoltre non mi risulta che Trump sia stato definito antisemita, il suo razzismo è perlopiù rivolto contro neri e latinos. BTW, più che amico di Israele è amico del corrotto Netanyahu.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
esticazzi se ha ventilato dei brogli...con il clima che si è respirato negli usa negli ultimi 4 anni tra dem, manifestazioni, media, vips tutti rigorosamente schierati, o la censura da social network ha fatto solo bene.
ed è comprensibile che decine di milioni di americani lo pensino.
per 4 anni i democratici se ne sono fottuti della democrazia, e delle regole democratiche, quindi esattamente a chi vorrebbero dare lezioni?
Il lupo e l'agnello, edizione 2021.
Per te la legittima critica al potere esecutivo è violazione della democrazia, mentre non lo è istigare alla violenza e rifiutare il risultato di un voto democratico.
Ne prendo atto.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
nel 43-45 le responsabilità della guerra civile erano tutte da una parte, nonostante le nefandezze dei salvatori, a sto giro invece non abbiamo più 20 anni di dittatura fascista con alleanze criminali alle spalle, tuttalpiù abbiamo 70 anni di nefandezze sinistrorse e/o comuniste.
quindi a sto giro, se mai scoppiasse una nuova guerra civile, estesa anche al resto d'europa, la responsabilità è e sarà da una sola parte..
ossia di chi ha totalmente esasperato milioni di italiani, o di europei.
quindi occhio...stavolta non ci sono dittature da abbattere o fascisti, reich, dittatori, e quant'altro....
ma cittadini che ne hanno le palle piene del multiculturalismo, dell'immigrazione indiscriminata ammazza-europa, del terrorismo islamico, della violenza dell'immigrazione, e dei blm nostrani e/o europei, delle periferie trasformate in polveriera, dei CRIMINALI fans del politically correct che abbattono statue o censurano qualsiasi opera etichettata a cazzo o trasformata in nemica dall'omologazione ipocrita in cui tutto diventa razzismo, omofobia e quant'altro.
oppure di chi ha contribuito a trasformare interi quartieri in zone di guerra, della criminalità impunita..mafiosa o urbana che sia...a suon di strenua difesa di detenuti e criminali...o dei diritti umani a senso unico etc..etc..

contrariamente a 70 anni fa, laddove gli schieramenti e le responsabilità erano chiare e limpide,
stavolta il giochino antifascista o la dicotomia fasci vs antifascisti liberatori potrebbe non reggere più.
Comodo mettere in mezzo la criminalità di ogni genere, come se la destra o anche solo la tua amata DC (che in questo Paese ha governato ben più che la sinistra) fosse stata sempre una strenua oppositrice di ogni forma di illegalità. O equiparare terrorismo islamico e immigrazione. O pararsi da ogni responsabilità di eventuali violenze dandone la colpa alle "provocazioni" della sinistra o del comunismo, fonte di ogni male per 70 anni (non sapevo di aver vissuto 42 anni al di là della cortina di ferro, anche dopo la caduta del Muro, che bella questa storia alternativa...).
Ma anche Hitler faceva così, lui si presentava come il paladino dei bravi cittadini tedeschi oppressi dalla crisi e dallo strapotere della finanza ebraica. E in tanti, anche nelle democrazie liberali, gli davano almeno un po' di credito. Quindi le cose non erano "chiare e limpide" neanche allora, occorreva districarsi tra fiumane di propaganda demagogica, come oggi.
Ma se dovesse succedere anche in Europa qualcosa di simile a quanto visto l'altro ieri a Washington, e cioè il tentativo di annullare la separazione dei poteri e di piegare le regole democratiche ai voleri di uno solo, la responsabilità di chi appicca il fuoco sarà chiara, e oggi come decenni fa la parte giusta da scegliere sarà sempre quella.

Ultima modifica di Winston_Smith; 08-01-2021 a 20:27.
Vecchio 08-01-2021, 20:16   #19142
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
quindi per lo stesso principio chi inneggia all'immigrazione e chi vota partiti palesemente favorevoli all'arrivo indiscriminato soprattutto dall'africa di clandestini, criminali e terroristi dovrebbe essere ritenuto responsabile e colpevole di OGNI LORO CRIMINE, VIOLENZA, ATTO DI TERRORISMO anche se non stuprerà, non delinquerà, o non ammazzerà mai in prima persona, o direttamente in complicità con i milioni di clandestini, criminali di primo approdo, seconda e terza generazione, o dei terroristi islamici con annessi invasati dislocati in 3/4 d'europa e circolanti per la quasi totalità dei paesi europei o ammassati nelle periferie o nelle varie banlieu...?
No, perché è solo il tuo discorso da neolingua orwelliana (adottato da certa destra) a equiparare immigrazione e terrorismo o criminalità. Invece chi vota per gente che propone di fatto di lasciar affogare in mare dei naufraghi o di ostacolarne i soccorsi è su un altro piano.
Tra l'altro non c'è una posizione unica e monolitica della sinistra o di chi per essa che invochi un'immigrazione indiscriminata e incontrollata.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
analogamente a chi inneggia alle blm dovrebbe essere ritenuto moralmente responsabile e colpevole di tutti i poveri cristi che hanno ammazzato, terrorizzato o rinchiuso nelle proprie case per giorni e giorni..
Anche qui, rivendicare un equo trattamento per le persone di colore non equivale a quello di cui stai parlando tu.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
tralasciando il paragone insulso tra l'immigrazione o gli antiimmigrazionisti con ebrei e nazisti...
Certo, capisco che la verità faccia male. Ma è così, anche negli anni '30 c'era chi pensava che certe storie fossero inventate dagli ebrei per "marciarci su", che la Germania dopotutto fosse "affidabile" come la Libia o l'Egitto adesso...

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
ergo chi inneggia all'immigrazione o vota partiti favorevoli alla clandestinità e agli sbarchi e al fallimento del multiculturalismo annesso è moralmente responsabile di OGNI crimine e/o atto terroristico compiuto da clandestini, immigrati africani e/o mediorientali, o musulmani...con tanto di mani sporche di sangue pur senza aver fatto materialmente alcunchè...
Vedi quanto già detto sopra.

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
ti piace anche così il discorsetto? compresi giustificazionismi pseudo-morali su quanto valgano le vite altrui correlate alle idee...
o vale solo per chi vota i partiti o movimenti più o meno di destra, allergici all'immigrazione indiscriminata, ai clandestini, o ai crimini dei suddetti, ai respingimenti e quant'altro?
La Lega è allergica al salvataggio delle persone in mare, casomai.
Salvini ha parlato molto più di "evitare gli sbarchi" e di "porti chiusi" e stop, che di immigrazione controllata, ergo la posizione della Lega è più di allergia all'immigrazione in toto che di allergia a quella indiscriminata. Il che, stante la situazione internazionale nell'area di riferimento, equivale ad essere favorevoli a un aumento del numero di persona affogate o imprigionate nei lager libici.
Vecchio 08-01-2021, 20:40   #19143
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
A te farebbe piacere immagino (magari sarebbe stata una delle prime leggi emanate dal nuovo Congresso di QAnon), ma per fortuna almeno per ora non basta pensarla diversamente da Trump o essere contro il razzismo per essere fuorilegge.
essere complici di una manica di terroristi, però, sì, dovrebbe.
il che è esattamente quello che sono i soggetti antirazzisti di cui blateri. gli stessi che invocano l'abolizione della polizia.
è già più un golpe questo...


Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Non fare così, sarà per il prossimo golpe, dai.
Con queste risposte comunque confermi quello che dicevo prima.
A me fa ridere o meglio trovo grottesco l'uso strumentale che si fa da certa destra della tragedia delle foibe per negare o attenuare i crimini del fascismo (infatti la frase che ho riportato era una citazione del riflesso pavloviano di certi "opinionisti").
Non certo la storia in sé, la cui responsabilità ultima ricade oltretutto su un personaggio (Tito) che non è nel mio personale Pantheon, come tutti gli autocrati.

a me non interessa alcun golpe. men che meno negli usa. quasi quasi mi augurerei di più una guerra civile, piuttosto che le pagliacciate di 4 imbecilli o l'occupazione del congresso.
io spero ben altro.
non c'è nessun uso strumentale.
c'è solo l'ennesimo crimine sottaciuto dalla sinistra per decenni.
la differenza è tra chi ricorda, e chi cerca di far dimencare.
da complice qual è.

tito è stato un criminale comunisti. uno di quelli esaltato dai tuoi idoli. basta e avanza.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Dalla maggior parte della storiografia seria, Google è tuo amico in questo.
uhm, sì. immagino quale sia il tuo concetto di storiografia seria...

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
La differenza tra me e te è che quando io dico che il fascismo è un cancro ti vengono i mal di pancia e devi trovare "ealloralefoibe?" per controbattere.
Se invece tu mi dici che i regimi dell'Est Europa sono stati per lo più dei regimi criminali io non ho nulla da obiettare. Ma se parli di "sinistra" come hai fatto prima è ovvio che io non possa essere d'accordo. Come ho già detto, non ho parlato di "destra" come di cancro della storia mondiale, ma del fascismo. Sono due cose ben diverse.

mal di pancia? al massimo allergia quando sono quelli come te ad etichettare come fascismo quello che banalmente non comprendi, o viene etichettato come tale in nome della tua appartenenza politica.
il problema non è che il fascismo sia un cancro, il problema è che stabilisca che lo sia, chi sostiene ideali di merda che sono altrettanto criminali.
a me peraltro dei concetti o delle dicotomie destra-sinistra non me me può fregare di meno.
sei tu che rompi le palle e l'hai fatto in più occasioni associandomi persino al nazifascismo.
il che sarebbe strano essere nazifascista e contemporaneamente filo-ebraico/filo-sionista, filo-americano..quantomeno in politica estera, e ad oggi un po' meno con i blm di mezzo, atlantista, anti-islamico, anti-palestinese, imperialista...e quant'altro.

il punto è un'altro..
il nazifascismo è morto 70 anni fa.
il comunismo con le sue derivazioni sinistrorse comandano e fanno danni da 70 anni.
il fascismo è merda. stai tranquillo.
esattamente come la sua controparte rossa.
io non sono un nostalgico in alcun modo..
di te non credo si possa dire altrettanto.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio

La sinistra non è solo il PCI, la cui storia comunque non è sicuramente più vergognosa di quella della DC (il partito con le correnti amiche della mafia e colonia dell'imperialismo USA, per dirne due).
i socialisti, tranne negli ultimi decenni, fin quando non furono beccati a rubare, nonostante non fossero gli unici, furono fatti della stessa pasta.
peccato solo che la sinistra attuale derivi in gran parte dal pci e da tutte le sue degenerazioni ideologiche.
quindi stessa identica cloaca.

in effetti gravissimo problema l'imperialismo usa...
forse lo è per te.
quanto ai rapporti con la mafia...
i diritti umani dei mafiosi, e criminali d'ogni sorta, terroristi compresi, sono sempre stati nel cuore dei veri comunisti, quindi fondamentalmente le collusioni democristiane rispetto all'amore spassionato della sinistra per i criminali e per i loro diritti sono nulla al confronto. chi un tempo difendeva i mafiosi, o i criminali, oggi continua a fare altrettanto.
e sono sempre e solo da una parte.
la sinistra che tanto ti piace...anche senza PCI.


Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Per poi mettere al potere un bel Pinochet come hanno fatto in Cile?
beh, per la parte di un'epurazione rossa, sì. sarebbe stato bellissimo. ma senza mettere al potere un neo-dittatore, o i colonnelli, sarebbe bastato lasciare il potere a chi democratico lo è stato sul serio dal 48 in poi. senza fascismo rosso.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Compresi i comunisti, anche se ti fa comodo dimenticartene.
questo lo dici tu. il loro contributo l'hanno sufficientemente dato durante la guerra civile, dimostrando di essere come i fasci. ergo io non dimentico i loro crimini. è diverso.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
E' antistorico dimenticare che il maggior contributo alla Resistenza e un contributo non secondario alla Costituzione lo diede il PCI. Per il resto, la storia della DC non è di certo meno esecrabile, come dicevo prima.
non è antistorico, è criminale.
infatti in larga parte furono dei criminali, non diversi dai fascisti.
fortunatamente non tutta la resistenza fu composta da comunisti e filo-sovietici.
nonostante da 70 anni cerchino di appropriarsene.
infatti il 25 aprile se lo festeggiano tutto loro.
il contributo non secondario, rispetto ai motivi per cui erano in parlamento, e per cui hanno combattuto, valgono zero.
la dc ha diverse ombre, ma se non altro non ha mai aspirato alla dittatura, non ha mai avuto connivente con brigate rosse, e affini, nè particolari velleità di diventare una colonia sovietica. il comunismo invece è un crimine.
basta e avanza.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Intanto la sinistra dell'epoca ha vinto la WWII e tu stai qui a parlare. La ringrazio io al posto tuo. Se invece avesse vinto la destra dell'epoca, io non avrei potuto parlare e non so neanche se sarei vivo.
la sinistra? senza gli americani, e gli alleati i tuoi idoli non avrebbero combinato un cazzo.
quindi non è la sinistra ad aver vinto. al massimo le hanno PERMESSO di vincere. banalmente per una questione di schieramenti.

tu da parte mia non devi ringraziare nessuno.
io ringrazio SOLO gli americani e alleati inglesi o francesi.
i tuoi idoli stanno bene dove stanno...
al cimitero. insieme ai loro alter-ego con la svastica, o con la croce uncinata.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Non so cosa tu intenda per "tarallucci e vino", ma processi e arresti ci sono stati e ci sono ancora (e sto parlando delle conseguenze legali, non degli abusi che pure ci sono stati, altro che tarallucci).
il fatto stesso che siano tutti belli vivi e vegeti.
quei pochi in galera, o massacrati non fanno testo.
il problema fondamentale è che alle forze di polizia non venga permesso SPARARE.
vale per i blm come per qualsiasi contesto simile.
quindi sì, la quasi totalità delle guerriglie urbane finto-manifestazioni, di qualsiasi tipologia, che terrorizzano la cittadinanza, e massacrano poliziotti finiscono sempre a tarallucci e vino.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Bella concezione di democrazia, alla Charles Bronson.
Immagino il rimpianto per non avere una legislazione permissiva come in USA che permetta ai "bravi cittadini" di farsi il proprio arsenale e praticare la giustizia privata stile Far West...
il mio concetto di democrazia è strettamente correlato con i diritti delle vittime, o con il mantenimento dell'ordine pubblico e della legalità. compresa la difesa di chi l'ordine pubblico, e la sicurezza sociale deve mantenerli, o farli rispettare.
quando tali diritti inalienabili non vengono difesi, o mantenuti, la democrazia smette di avere un senso.
devastazioni, saccheggio, violenza, e impunità per i criminali NON hanno nulla a che fare con la democrazia.
quindi ove necessario ben venga la giustizia privata.
calcolando che alle forze dell'ordine ormai non viene permessa alcuna reazione di sorta, beh, ben venga che a difendersi siano i cittadini.
quando le proteste antifa o quando gli afroamericani cominciano a devastare ci vorrebbe effettivamente la reazione dei cittadini. in massa. loro che sono armati se lo potrebbero permettere.
per quanto riguarda l'europa, beh, non essendo favorevole alla libera circolazione delle armi, sarei maggiormente focalizzato sulle forze dell'ordine. poi che un giorno possano essere i cittadini a scendere in piazza con i bastoni contro no global, anarcoidi, e feccia simile fermando guerriglie e devastazione, o anche banalmente contro la criminalità comune, spacciatori, clandestini, mafiosi di quartiere, o tutte le varie tipologie di criminalità urbana, quasi sempre libera e IMPUNITA, facendo pulizia, o facendo le veci delle forze dell'ordine, facendo quello che non possono, o non gli viene permesso fare....beh, non mi dispiacerebbe affatto.

se lo stato non tutela i cittadini, è sacrosanto ci pensino da soli. la criminalità, politica, comune, o mafiosa non deve avere diritti di sorta. può essere solo debellata.

Ultima modifica di hypnos688; 09-01-2021 a 00:16.
Vecchio 08-01-2021, 20:41   #19144
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Trump ha istigato a marciare su Washington, Biden no. Anche qui menti sapendo di mentire.

Nessun dem ha istigato le folle ad assaltare la Casa Bianca, se è questo che intendi.
ah no?
quindi la neo vicepresidente e il neo presidente non hanno istigato nè sono complici degli amici blm?

eppure ne sono i primi fans.
tuttalpiù a te va benissimo che sia così.


Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Capito, rivendichi la libertà di lanciare golpe e marce su Washington e guai ai divi di Hollywood che osano criticare.

i divi di hollywood hanno un potere immenso.
oltre ad un'ipocrisia da far schifo. quindi devono capire che il fatto di schierarsi può avere pessimi effetti collaterali.
soprattutto quando veicolano ideologie ben precise.
il problema è che il popolo, a furia di farsi dare lezioni di democrazia da feccia arricchita che vive nel lusso, e pretende di dar sostegno a terroristi armati di tutto punto avendo il culo ben riparato mentre il popolino ne subisce tutte le conseguenze rischiando i propri beni, o di essere ammazzato...beh, prima o poi smetterà di farsi pisciare in testa, e reagirà.
i divi di hollywood non criticano una minchia, i divi, così come i vips nostranI fanno propaganda sulla pelle nel popolo in nome dei loro privilegi.
sono gli stessi idioti che sostengono le rivolte, o le manifestazioni violente, tranne quando a scendere in piazza o a rivoltarsi sono gli avversari politici.
in quel caso, la violenza o i metodi spicci piacciono giusto un po' meno.
il che si chiama schifosissima ipocrisia.



Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Anche qui, vedi solo quello che vuoi vedere.
Il suprematismo bianco è un problema sempre più insorgente, anche grazie a Trump che gli ha dato vigore e sostegno.
https://www.forbes.com/sites/carliep...and-spreading/
https://cnsmaryland.org/2020/04/02/w...m-critics-say/

io vedo chi distrugge le città...ad esempio..
i presunti suprematisti bianchi, a parte riunirsi e raccontarsi cazzate fanno altrettanto?

e per suprematisti bianchi chi intendiamo? i nostalgici del KKK, qualche nostalgico coglione, o banalmente chiunque non creda all'antirazzismo, o al diritto degli afroamericani di mettere a ferro e fuoco le città, o avere l'impunità quando delinquono, o in proporzione sparano negli usa più di chiunque altro?
Vecchio 08-01-2021, 20:48   #19145
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
No, perché è solo il tuo discorso da neolingua orwelliana (adottato da certa destra) a equiparare immigrazione e terrorismo o criminalità. Invece chi vota per gente che propone di fatto di lasciar affogare in mare dei naufraghi o di ostacolarne i soccorsi è su un altro piano.
Tra l'altro non c'è una posizione unica e monolitica della sinistra o di chi per essa che invochi un'immigrazione indiscriminata e incontrollata.



Anche qui, rivendicare un equo trattamento per le persone di colore non equivale a quello di cui stai parlando tu.



Certo, capisco che la verità faccia male. Ma è così, anche negli anni '30 c'era chi pensava che certe storie fossero inventate dagli ebrei per "marciarci su", che la Germania dopotutto fosse "affidabile" come la Libia o l'Egitto adesso...



Vedi quanto già detto sopra.



La Lega è allergica al salvataggio delle persone in mare, casomai.
Salvini ha parlato molto più di "evitare gli sbarchi" e di "porti chiusi" e stop, che di immigrazione controllata, ergo la posizione della Lega è più di allergia all'immigrazione in toto che di allergia a quella indiscriminata. Il che, stante la situazione internazionale nell'area di riferimento, equivale ad essere favorevoli a un aumento del numero di persona affogate o imprigionate nei lager libici.

il problema è che siete abituati a pisciare sui diritti altrui, cercando di trasformare questo paese in una cloaca.

l'equazione immigrazione=criminalità è perfetta, soprattutto quando correlata direttamente con gli sbarchi.

non tutti gli immigrati sono criminali, e non è l'immigrato in sè il problema, se regolare, e seriamente integrato, ma l'immigrazione, e l'arrivo indiscrirminato di cani e porci aumenta esponenzialmente la criminalità.
e conseguentemente diminuiscono sicurezza e diritti per i cittadini italiani.

il fatto che crepino in mare, o in libia dipende unicamente dalle loro scelte.
nessuno li costringe ad andarsene in libia, o farsi racattare dalle ong.

gli ebrei non hanno mai nuociuto ai tedeschi o agli europei, gli immigrati attuali sì.

ogni giorno. in qualsiasi contesto, o periferia. italiana o europea.

quindi tranquillo, il paragone con gli ebrei è semplicemente idiota.

chi vota la lega vuole limitare l'immigrazione.

altrimenti poi inutile lamentarsi delle conseguenze.

voi siete liberi di vivere da agnelli sacrificali, o da masochisti, il problema è che non potete pretendere che chiunque lo debba essere.

Ultima modifica di hypnos688; 09-01-2021 a 00:19.
Ringraziamenti da
Surrounded (08-01-2021)
Vecchio 08-01-2021, 20:53   #19146
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio


Anche qui, rivendicare un equo trattamento per le persone di colore non equivale a quello di cui stai parlando tu.
per equo trattamento rivendicano il diritto a poter delinquere comodamente, ridurre interi quartieri in zone di guerra, sparare liberamente agli sbirri, o ammazzare annualmente centinaia se non migliaia di persone.

e PRETENDONO il diritto che la polizia li lasci in pace.

soprattutto quando scendono nelle strade ad ammazzare o devastare difendendo banalmente dei DELINQUENTI.

rivendicano l'impunità e il diritto a delinquere.

non a caso il loro idolo era floyd, o altri simili a lui.

ed in suo nome hanno ucciso, massacrato poliziotti, e terrorizzato milioni di cittadini loro sì, INERMI e INNOCENTI, colpevoli di NULLA.
Ringraziamenti da
claire (08-01-2021)
Vecchio 08-01-2021, 22:07   #19147
Esperto
L'avatar di muttley
 

Hypnos c'é davvero bisogno di linkarti sempre il solito articolo?

https://www.theguardian.com/world/20...eftwing-antifa

Dopo un po' ci si stufa a ribadire sempre l'ovvio ma tu del resto sembri analizzare la politica con un approccio da tifoso.
Vecchio 08-01-2021, 22:48   #19148
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Non mi pare ci siano stati assalti violenti alla Casa Bianca di gente convocata da Biden.
Inoltre non mi risulta che Trump sia stato definito antisemita, il suo razzismo è perlopiù rivolto contro neri e latinos. BTW, più che amico di Israele è amico del corrotto Netanyahu.
è stato definito anche antisemita.
probabilmente da quando ha spostato la capitale di israele a gerusalemme. chissà...
è razzistissimo contro neri e latinos in effetti..
solo che sarebbe utile spiegare in cosa..
ah già...banalmente essere contro l'immigrazione, o impedire che i poveri neri criminali siano ammazzati dalla polizia, o mettano a ferro e fuoco intere città.
per i dem il razzismo di trump è fondamentalmente questo.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Il lupo e l'agnello, edizione 2021.
Per te la legittima critica al potere esecutivo è violazione della democrazia, mentre non lo è istigare alla violenza e rifiutare il risultato di un voto democratico.
Ne prendo atto.
la violazione della democrazia è ignorare il risultato di un voto, ed è esattamente quello che hanno fatto i dem o finto-democratici per 4 anni.
vale il detto di cui sopra....chi semina vento...raccoglie tempesta.
per 4 anni una parte del paese non ha minimamente rispettato il voto, nè riconosciuto trump presidente,
quindi esattamente per quale stracazzo di motivo pretendete che i suoi elettori, dopo tutto quello che hanno combinato i media in questi 4 anni, se ne stiano buoni buoni ad accettare supinamente quello che in troppi, avrebbero voluto sin dalla sua elezione? senza peraltro che questo non ponga il minimo dubbio sulla regolarità delle elezioni stesse?
trump si è solo rotto il cazzo di essere stato bersagliato per 4 anni da chiunque avesse il potere, e da una parte consistente di feccia che di democratico ha solo il nome.
per cui come dargli torto?
ha istigato alla violenza? ma dove?
al massimo ha messo in dubbio la vittoria di biden, se avesse voluto seriamente chiamare a raccolta i suoi istigando alla violenza avrebbe usando ben altri mezzi. ma in effetti ci hanno già pensato per 4 anni i social a censurarlo.
nche quando non istigava alcunchè.
la democrazia per i democratici vale in un senso solo.
il che rappresenta in pieno l'ipocrisia e il doppiopesismo nel trasformare in democratico solo quello che interessa una parte, e trasformare in violenza antidemocratica quella dell'avversario.

solo che PRIMA di questi 4 idioti ci sono stati i 4 anni di violenze antitrumpiane, da parte di infami che per 4 anni non solo hanno rifiutato il risultato del voto, ma hanno cercato in tutti i modi di far fuori il presidende a loro inviso.
anche e soprattutto con la violenza di piazza.
ma in fondo la democrazia a sinistra è sempre stata questa.


Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Comodo mettere in mezzo la criminalità di ogni genere, come se la destra o anche solo la tua amata DC (che in questo Paese ha governato ben più che la sinistra) fosse stata sempre una strenua oppositrice di ogni forma di illegalità. O equiparare terrorismo islamico e immigrazione. O pararsi da ogni responsabilità di eventuali violenze dandone la colpa alle "provocazioni" della sinistra o del comunismo, fonte di ogni male per 70 anni (non sapevo di aver vissuto 42 anni al di là della cortina di ferro, anche dopo la caduta del Muro, che bella questa storia alternativa...).
Ma anche Hitler faceva così, lui si presentava come il paladino dei bravi cittadini tedeschi oppressi dalla crisi e dallo strapotere della finanza ebraica. E in tanti, anche nelle democrazie liberali, gli davano almeno un po' di credito. Quindi le cose non erano "chiare e limpide" neanche allora, occorreva districarsi tra fiumane di propaganda demagogica, come oggi.
Ma se dovesse succedere anche in Europa qualcosa di simile a quanto visto l'altro ieri a Washington, e cioè il tentativo di annullare la separazione dei poteri e di piegare le regole democratiche ai voleri di uno solo, la responsabilità di chi appicca il fuoco sarà chiara, e oggi come decenni fa la parte giusta da scegliere sarà sempre quella.
continuare a blaterare di hitler, o trasformare il 2020 in un nuovo 1933 non ti darà maggiori ragioni, nè sventolare il pericolo nazifascista contribuirà ad eliminare le disuguaglianze sociali, o i problemi dei popoli.
ad oggi non ci sono ebrei da imputare come nemici.
tranquillizzati.
il problema non sono aspiranti dittatori, o le
provocazioni della sinistra?
il problema sono le nefandezze della sinistra.
prossimamente è più facile che accada qualcosa di molto più simile a quello che la sinistra ha sempre inneggiato o rivendicato,
la liberazione dei popoli, o una qualche rivoluzione.
solo che stavolta ne sarà la vittima.
continuare a blaterare di propaganda demagogica o novelli hitler che riscatteranno le masse non vi servirà a nulla.
finirà solo per essere controproducente o infiammare ulteriormente la situazione.
non solo in italia, ma anche probabilmente in europa, o negli usa.


il paragone terrorismo=immigrazione è più che calzante.
se ne vedono quotidianamente gli effetti ad ogni latitudine.
ma in effetti è più calzante il parallelismo criminalità/immigrazione.
ma ciò succede quando si è incapaci di vedere oltre il proprio orticello.
o si vede la realtà con la lente dell'ideologia.

la dc, non ricordo incitasse alle rivoluzioni, sostenesse dittature rosse, o terrorismi vari.
nè tantomeno che fosse particolarmente solidale con i criminali.
la sinistra sì.
ieri erano solo i criminali nostrani, oggi si sono aggiunti quelli importati.
sarà per questo che vogliono importarne un numero sempre maggiore.
quelle che non vi dovranno però sorprendere saranno le conseguenze.

ancora non l'hai capito che la questione non riguardi tanto il fatto di prendere o meno il potere? o piazzare al potere questo o quel soggetto? o instaurare una dittatura?
dovresti preoccuparvi di ben altro che non 4 scalmanati come quelli dell'altro ieri.
o della presa di potere di un singolo uomo al potere. negli usa quanto in europa.
l'eventualità tuttalpiù sarà quella di una reazione di popolo in cui la sinistra che tanto ami, e non solo la sinistra verrà spazzata via.
per decenni la sinistra ha inneggiato alla rivolta in tutte le forme possibili...
e alla violenza di piazza, o del popolo? anche con le armi...
quindi esattamente cosa non ti torna?

povertà, istituzioni europee o poteri economici che pensano solo ai cazzi loro, cittadini trattati come schiavi, e privi di diritti, impunità crescente per mafiosi e criminali, trasformazioni di città e interi paesi in cloache in nome di un multiculturalismo fallimentare continuando a trasferire mezza africa o mezzo islam in europa, con annessi e connessi sotto il profilo economico, sociale, giuridico e quant'altro...

insicurezza e illegalità ovunque, cittadini ostaggio nelle proprie città, o nei propri quartieri, polizie incapaci di fare il loro dovere, cittadini sempre più poveri, e sempre meno tutelati in balìa di immigrati, criminali, mafiosi, o forme di criminalità a vari livelli...
tra cui immigrazione di prima, seconda e terza generazione, con periferie sempre più disastrate, e una convivenza sempre più esplosiva...
quindi esattamente tu e la poltiglia che sostieni quanto pensate di andare avanti trasformando o etichettando ogni critica, ogni forma di rabbia, odio sociale, ribellione all'ingiustizia e quant'altro in fascismorazzismonazismo...? cercando di invalidare qualsiasi orientamento, movimento o partito politico in italia quanto in europa, o negli stessi usa, che vada oltre dalle stronzate ipocrite, radical chic, arroganti, e vacuamente retoriche di chi inneggia all'immigrazione indiscriminata, al multiculturalismo, o a qualsiasi pseudo-progressismo demenziale che pretende di dare lezioni al popolo ignorandone le problematiche, REALI?
continuare a fottersene di tutto questo prima o poi determinerà il ripristino di picche, o ghigliottine.

o armi in per le strade. al cui confronto i 4 dementi trumpiani saranno e continueranno ad essere i pagliacci che sono.

negli usa la violenza finora è stata da una sola parte, così come in europa...ma prima o poi cambierà il vento.
se è questo che volete...basta dirlo.
ma poi non basteranno le seghe mentali o i paragoni, insulsi con la storia di 70 anni fa, o blaterare di parti giuste o meno..
stranamente il popolo, anche quello meno istruito è sempre stato l'idolo, nonchè il principale alleato del comunismo, o della sinistra....oggi invece non può e non deve fiatare.
come mai? solo perchè una buona parte di esso oggi ha voltato le spalle? o è diventato più o meno leghista, populista, o trumpiano? o un po' legato alle stronzate radical chic o nostalgiche di un proletariato su cui conviene pisciare sopra?
Vecchio 08-01-2021, 22:55   #19149
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
L'altro ieri eri in vacanza su Marte?

E tranne 4 morti.

Complimenti per il criterio con cui suddividi le vite in vite di serie A e B.
chi pensa che le vite siano di serie a e serie b, sono quelli che i poliziotti li vogliono morti.
un po' come chi scende in piazza cercando di abolirli, anche fisicamente.
quindi continua ad esserci una differenza tra i contesti, o le presunte violenze.

perchè in alcuni casi i poliziotti vengono bersagliati di molotov, pietre o gli viene sparato contro..
qui abbiamo un povero cristo che è morto per un malore.
il che dispiace sicuramente più di chi è morto manifestando.
bisognerebbe però anche vedere le modalità.
perchè l'ex militare il proiettile se l'è preso pare senza aver fatto nulla di violento. se non l'essere dentro il congresso.
dei 4 morti, abbiamo una manifestante a cui la polizia ha sparato, e un poliziotto morto dopo per un malore.
sugli altri due non abbiamo notizie.
in altre circostanze abbiamo vere e proprie aggressioni ai poliziotti.
vediamo se anche stavolta è stato così, e ha portato a queste 3 morti, o al ferimento, grave di altri poliziotti, oppure no.
nel dubbio io certamente sto sempre dalla parte dei poliziotti.
a differenza di quelli che piacciono a te, io non giustifico l'essere penetrati con la forza dentro il congresso, al massimo comprendo i cittadini che volevano manifestare.
le prove di forza, specialmente quando mettono in pericolo i poliziotti, non le sostengo a priori.
al massimo sottolineo il fatto che blaterare di violenza o di golpe, specie se paragonati ai deliri accaduti negli ultimi mesi è completamente idiota.
la differenza è che uno è un gesto fondamentalmente simbolico, dall'altra parte abbiamo avuto scontri veri con la polizia, e intere città devastate.

in italia per anni abbiamo avuto anarchici e antagonisti che hanno cercato a più riprese di manifestare davanti ai palazzi del potere, scatenando anche la guerriglia in diversi casi, quando per fortuna la polizia l'ha impedito...eppure non ho mai sentito nessuno gridare al golpe.
quindi confermi che si tratti di un golpe solo quando non c'è di mezzo la sinistra?


Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Il tuo approccio invece è nettamente antiideologico, si vede
il mio approccio è avulso dalle ideologie. sono solo allergico all'ipocrisia di chi pretende di dare lezioni morali o di democrazia senza averne (mai) avuti i requisiti.
perchè IO non ho nostalgismi, o simboli da sventolare, o da difendere a spada tratta,.
men che meno da un punto di vista storico.
le idee preconfezionate o gli schieramenti su base ideologica, le lascio volentieri agli altri.
le ideologie mi stavano sul cazzo anche quando ero l'unico o uno dei pochi a scuola a fottermene delle demenziali diatribe tra collettivi, o leoncavallini, e fasci...con tentativi di lavaggio del cervello, e rotture di cazzo ai limiti dello squadrismo..
soprattutto da parte dei primi....quelli buoni...e democratici...
o me ne andavo in manifestazione per saltare scuola e non per scontrarmi con gli sbirri.
quindi pensa a quanto possa fotttermene oggi,.
sei tu quello che ha una parte politica, dei simboli, o delle nostalgie da difendere.
non io.


[quote=Winston_Smith;2556318]E' bellissima questa storia alternativa in cui la sinistra usa sempre la violenza e la destra invece è intrinsecamente gandhiana o poco preparata a usarla [QUOTE]

è la storia, ALMENO, degli ultimi 40 anni.
studiatela...o ripassatela.
magari impari qualcosa

poi che la destra sia ghandiana sono stronzate a cui forse credi tu..
io mai detto nulla del genere.
la violenza è l'ideologia stessa di qualsiasi colore.
la differenza è tra chi è solito usarla, e chi si limita a professare le sue idee, senza alzare un dito, o fare della violenza un metodo di lotta politica.
oggi, nel 2020. o tuttalpiù negli ultimi 20-30 anni.
gli annidipiompomatteottiglianni20 e blabla non m'interessano.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
La piccola differenza è che i "4 pirla" erano stati convocati da Trump, mentre Biden non ha fatto nulla del genere con quelli che hanno approfittato di certe manifestazioni BLM (che a te fa comodo dipingere in toto come immotivate e terroristiche).
li ha sostenuti, basta e avanza.
decine di città messe a ferro e fuoco.
a differenza dell'altro ieri.
non ricordo la capitale devastata, o trasformata in guerriglia.
questo è un fatto.


Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Ripeto, basta vedere le immagini di ieri per capire quanto quei "4 pirla" fossero guidati da un senso privatistico della legge e dell'ordine, altro che ordine pubblico. Come da tradizione di certa destra, del resto. E la stessa esistenza di va contro la concezione di ordine pubblico, mi sembra un concetto autoesplicativo.

l'ordine pubblico in quel caso è stato minacciato in misura infinitamente minore a quello che sono soliti fare i fans democratici.
anche questo è un fatto.
se avessero voluto fare un golpe, o prendere il potere non si sarebbero limitati a quattro vetri rotti.
nè si sarebbero limitati a manifestare senza combinare nulla di concreto davanti al Congresso.
la sinistra in effetti non ha bisogno di alcuna milizia privata.
basta scendere in piazza, e ammazzare sbirri, o devastare tutto ciò che capita a tiro.
ciò che ai dem, dal neo presidente in giù non è dispiaciuto affatto nei mesi scorsi.
la differenza è tra chi mediamente l'ordine pubblico lo mette quasi quotidianamente in pericolo.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Matteotti non è un esempio sensato?
Io ho detto che è una tendenza ricorrente quella di minimizzare le violenze degli estremisti di destra come di azioni tese a "riportare l'ordine". Valeva negli anni '20 del secolo scorso come durante gli anni di piombo (che non mi pare abbiano contribuito a riabilitare i "ragazzi di destra",
Non ho mai detto che non ci siano state violenze riconducibili ad estremisti di sinistra, contestavo la tua minimizzazione e quella ripetuta nella storia come "folcloristiche minchiate" di quelle della fazione opposta.
devi avere dei problemi di comprensione del testo probabilmente.
quando parlo di folclorismi mi riferisco a minchiate come quelle dell'altro ieri, o in cui anche in italia la destra scende in piazza senza mezzo problema.
in mezzo ci sono ogni tanto anche casapoundini e nostalgici vari, peccato che praticamente mai finiscano in scontri.
il massimo degli incidenti è qualche manganellata. e sono episodi rari.
quindi qualora non ti fosse chiaro, è che c'è differenza tra sostenere che la destra soprattutto quella più estrema sia ghandiana, o non sia violenta in assoluto, e sostenere che siano equiparabili ad oggi destra e sinistra.
perchè tra no global, centri sociali, anarchici e feccia simile e i loro alter ego di destra a finire pressochè sempre e comunque in scontri con la polizia, o quartieri/città paralizzate con cittadini asserragliati in casa e devastazioni vari non c'è confronto in tal senso.
possa piacerti o meno.
quando scendono in piazza collettivi, studentelli, centri sociali, anarchici, no global, no tav e sticazzi vari lo scontro, gli incidenti, la violenza è sempre pressochè scontata. fino alle volte in cui si finisce in guerriglia.
quindi il punto non è santificare la destra, o i dementi più invasati, il problema è che tra le due fazioni, quella più incline alla violenza, dagli anni di piombo in poi, è stata la sinistra.
se facesse lo stesso la destra, o l'avesse fatto su larga scala in questi anni causando gli stessi danni, il mio giudizio sarebbe tale e quale.
gli anni 20 o 30 sono passati da un pezzo. gli anni di piombo invece sono ancora ben vivi nella memoria.
eppure gli unici scontri di piazza, o guerriglie riferibili alla politica negli ultimi 30 o 40 anni hanno una matrice ben precisa.
poi possiamo contare quante volte scende in piazza la destra, compresa quella fassssscista e quante volte volte contestualmente scende la sinistra....e come va solitamente a finire, o chi cerca di impedire a chi, di manifestare.
poi stranamente gli scontri ci sono spesso quando la destra scende in piazza....e la sinistra scende per dar la caccia "ai fascisti".
quindi ci sarebbe da chiedersi i fascisti, o gli squadristi, mediamente chi o quali sono? quelli che scendono in piazza...o quelli che tentano di pestarli, cercando di impedir loro di fiatare?

Ultima modifica di hypnos688; 08-01-2021 a 23:44.
Vecchio 08-01-2021, 23:37   #19150
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Hypnos c'é davvero bisogno di linkarti sempre il solito articolo?

https://www.theguardian.com/world/20...eftwing-antifa

Dopo un po' ci si stufa a ribadire sempre l'ovvio ma tu del resto sembri analizzare la politica con un approccio da tifoso.
ci si stufa anche a leggere le solite cazzate.

perchè le cazzate scritte sono sempre le stesse.

blaterano qualche numero quà e là senza minimamente specificare i contesti.

c'è scritto che il pericolo maggiore proviene dal suprematismo bianco o l'estrema destra, eppure pare che gli unici obiettivi siano proprio gli antifa

e addirittura dalla polizia che spara ai neri.
quindi la "violenza istituzionale o di stato"

il punto è che dovresti anche spiegare di quale violenza parliamo..
perchè nell'articolo non viene specificato alcunchè.

ad esempio includendo le sparatorie di gente che si mette a sparare a cazzo in un paese in cui questo avviene a cadenza settimanale per tramutarlo in pericolosissima violenza razziale anche laddove la questione razziale al massimo si evidenzi un brufoloso adolescente incazzato perchè psicopatico, o vittima del bullismo, o uno psicopatico che spara in un cinema o un centro commerciale.

senza contare le sparatorie riferibili alle gang..
quasi tutte di latinos e afroamericani.

rientrano anche queste nelle statistiche della violenza o degli omicidi?

se qualche antifa viene spazzato via, minacciato o pestato, m'interessa meno di zero. finchè se le suonano tra dementi ideologizzati non mi pongo il problema.

a differenza tua non sono interessato solo agli omicidi in sè, m'interessa la violenza in tutte le sue forme.
criminalità compresa.
gli antifa sono un pericolo per la società?
sì, le manifestazioni degli ultimi mesi, e la complicità con i fans afroamericani di devastazioni, omicidi, pestaggi, e saccheggi dimostrano di sì.

il fatto che in tali manifestazioni possa non crepare nessuno, o magari capita 1 morto ogni tanto, me ne importa meno di zero.
la violenza di piazza, o contestualizzata a questo tipo di proteste è un crimine terroristico indipendentemente che ci siano morti o meno.
è il fatto in sè che è già abbastanza grave.
negli usa, in europa, tanto quanto da noi.

questo l'articolo casualmente non smentisce la pericolosità degli antifa e degli imbecilli come loro..
anzi...
al massimo lo GIUSTIFICA.
tentando inutilmente di smentire trump e le sue dichiarazioni in merito al fatto che la violenza di sinistra sia decisamente un pericolo maggiore rispetto a quella di destra.
il che è VERO.

io non ho visto, a parte i buffoni dell'altro ieri, nessuna manifestazione di destra, anche dei più coglioni e invasati trasformatasi in guerriglia.
altrimenti se ci fossero state sarebbero finite su tutti i media.

in compenso le manifestazioni antirazziste le abbiamo viste sotto ogni punto di vista in questi anni. compresi poliziotti ammazzati, pestaggi, e quartieri ridotti in fiamme, o proprietà private devastate con la cittadinanza terrorizzata e costretta a difendersi, o a rintanarsi in casa per la paura.

esistono situazioni simili prodotte dai cosidetti suprematisti bianchi, o estremisti di destra?
queste fantomatiche e sistematiche violenze della destra sulla popolazione quali sono?

se la risposta è no, l'articolo da te postato rimane quello che è, un cumulo di cazzate.

che il pericolo maggiore sia la polizia, in un paese in cui chiunque potrebbe essere armato è la solita cazzata che viene ripetuta.
che lo sia perchè razzista, e in maggioranza muoiano i neri,poi ancora di più.

soprattutto con i tassi di delinquenza degli afroamericani, o l'attività di gang e d organizzazioni criminali varie....
se poi floyd diventa l'esempio del povero martire della polizia razzista...beh...


in compenso quale sia la violenza degli antifa l'abbiamo vista negli ultimi mesi.


sarebbe interessante anche conoscere i numeri di coloro


gli antifa in effetti sparano poco..
in compenso terrorizzano ovunque scendano in piazza chiunque si trovi nell'arco di qualche km mettendo a ferro e fuoco città intere.

quello che non ti è chiaro è che non me importa nulla dell'antifa minacciato o ammazzato dall'estremista di destra, m'interessa molto di più chi palesemente minaccia l'ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini ogni qual volta decida di scendere in piazza.

migliaia di cittadini terrorizzati e rinchiusi in casa a causa di bestie incontrollate ed incontrollabili con relativi danni agli oggetti valgono infinitamente di più di un floyd ammazzato da un poliziotto o qualche antifa ammazzato in manifestazione.

quindi O dimostrate seriamente la pericolosità fattuale dell'estremismo di destra o dei suprematisti bianchi, rispetto ai terroristi antifa, o afroamericani del blm...
dimostrando platealmente quali siano gli atti criminali, che nell'articolo al di là dei numeri non sono minimamente citati o contestualizzati, possibilmente senza tornare a 25 anni fa, e ad terrorismo di Oklahoma city, altrimenti risparmiami articoli spazzatura che non dicono nulla di sensato. ma tentano solo di difendere l'indifendibile o giustificare ciò che non può essere giustificato in alcun modo.

in tal caso, forse il tifoso rischi di essere tu.
voi la feccia che scende in piazza ammazzando poliziotti, o terrorizzando i cittadini, o devastando tutto quello che capita a tiro in qualche modo la giustificate.
io li voglio in galera, o morti.
puoi essere uno spacciatore, un tossico, un centrosocialaro, una zecca, un no global, un mafioso, un anarchico, un clandestino, un immigrato, un casapoundino, un ultras, leghista, comunista, fascista, bianco, nero, giallo, o a pois..

ma se delinqui, o scendi in piazza aggredendo la polizia, devastando, rubando, o saccheggiando beni pubblici e privati, terrorizzando la cittadinanza, o mettendo in pericoloso l'incolumità stessa di poliziotti e cittadini inermi..

lo ribadisco...ti voglio massacrato di botte, in galera, o morto.

e non è una questione politica.
perchè quando sono i dementi di destra a fare altrettanto il mio giudizio è tale e quale.

la difesa dell'ordine pubblico, la legalità, il rispetto dei diritti dei cittadini, e il disprezzo chi si arroga il diritto di calpestare o diritti altrui, o di trasformare delle città in zone di guerra, contro poliziotti, o vessando/terrorizzando i cittadini non è politica, e benchè certi metodi piacciano a certe connotazioni politiche, più di altri, nemmeno ideologiche.
è GIUSTIZIA.

forse non ti è chiaro questo concetto.

Ultima modifica di hypnos688; 09-01-2021 a 00:37.
Vecchio 09-01-2021, 00:23   #19151
Avanzato
L'avatar di Inner_Beauty89
 

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
ci si stufa anche a leggere le solite cazzate.

perchè le cazzate scritte sono sempre le stesse.

blaterano qualche numero quà e là senza minimamente specificare i contesti.

c'è scritto che il pericolo maggiore proviene dal suprematismo bianco o l'estrema destra, eppure pare che gli unici obiettivi siano proprio gli antifa

e addirittura dalla polizia che spara ai neri.
quindi la "violenza istituzionale o di stato"

il punto è che dovresti anche spiegare di quale violenza parliamo..
perchè nell'articolo non viene specificato alcunchè.

ad esempio includendo le sparatorie di gente che si mette a sparare a cazzo in un paese in cui questo avviene a cadenza settimanale per tramutarlo in pericolosissima violenza razziale anche laddove la questione razziale al massimo si evidenzi un brufoloso adolescente incazzato perchè psicopatico, o vittima del bullismo, o uno psicopatico che spara in un cinema o un centro commerciale.

senza contare le sparatorie riferibili alle gang..
quasi tutte di latinos e afroamericani.

rientrano anche queste nelle statistiche della violenza o degli omicidi?

se qualche antifa viene spazzato via, minacciato o pestato, m'interessa meno di zero. finchè se le suonano tra dementi ideologizzati non mi pongo il problema.

a differenza tua non sono interessato solo agli omicidi in sè, m'interessa la violenza in tutte le sue forme.
criminalità compresa.
gli antifa sono un pericolo per la società?
sì, le manifestazioni degli ultimi mesi, e la complicità con i fans afroamericani di devastazioni, omicidi, pestaggi, e saccheggi dimostrano di sì.

il fatto che in tali manifestazioni possa non crepare nessuno, o magari capita 1 morto ogni tanto, me ne importa meno di zero.
la violenza di piazza, o contestualizzata a questo tipo di proteste è un crimine terroristico indipendentemente che ci siano morti o meno.
è il fatto in sè che è già abbastanza grave.
negli usa, in europa, tanto quanto da noi.

questo l'articolo casualmente non smentisce la pericolosità degli antifa e degli imbecilli come loro..
anzi...
al massimo lo GIUSTIFICA.
tentando inutilmente di smentire trump e le sue dichiarazioni in merito al fatto che la violenza di sinistra sia decisamente un pericolo maggiore rispetto a quella di destra.
il che è VERO.

io non ho visto, a parte i buffoni dell'altro ieri, nessuna manifestazione di destra, anche dei più coglioni e invasati trasformatasi in guerriglia.
altrimenti se ci fossero state sarebbero finite su tutti i media.

in compenso le manifestazioni antirazziste le abbiamo viste sotto ogni punto di vista in questi anni. compresi poliziotti ammazzati, pestaggi, e quartieri ridotti in fiamme, o proprietà private devastate con la cittadinanza terrorizzata e costretta a difendersi, o a rintanarsi in casa per la paura.

esistono situazioni simili prodotte dai cosidetti suprematisti bianchi, o estremisti di destra?
queste fantomatiche e sistematiche violenze della destra sulla popolazione quali sono?

se la risposta è no, l'articolo da te postato rimane quello che è, un cumulo di cazzate.

che il pericolo maggiore sia la polizia, in un paese in cui chiunque potrebbe essere armato è la solita cazzata che viene ripetuta.
che lo sia perchè razzista, e in maggioranza muoiano i neri,poi ancora di più.

soprattutto con i tassi di delinquenza degli afroamericani, o l'attività di gang e d organizzazioni criminali varie....
se poi floyd diventa l'esempio del povero martire della polizia razzista...beh...


in compenso quale sia la violenza degli antifa l'abbiamo vista negli ultimi mesi.


sarebbe interessante anche conoscere i numeri di coloro


gli antifa in effetti sparano poco..
in compenso terrorizzano ovunque scendano in piazza chiunque si trovi nell'arco di qualche km mettendo a ferro e fuoco città intere.

quello che non ti è chiaro è che non me importa nulla dell'antifa minacciato o ammazzato dall'estremista di destra, m'interessa molto di più chi palesemente minaccia l'ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini ogni qual volta decida di scendere in piazza.

migliaia di cittadini terrorizzati e rinchiusi in casa a causa di bestie incontrollate ed incontrollabili con relativi danni agli oggetti valgono infinitamente di più di un floyd ammazzato da un poliziotto o qualche antifa ammazzato in manifestazione.

quindi O dimostrate seriamente la pericolosità fattuale dell'estremismo di destra o dei suprematisti bianchi, rispetto ai terroristi antifa, o afroamericani del blm...
dimostrando platealmente quali siano gli atti criminali, che nell'articolo al di là dei numeri non sono minimamente citati o contestualizzati, possibilmente senza tornare a 25 anni fa, e ad terrorismo di Oklahoma city, altrimenti risparmiami articoli spazzatura che non dicono nulla di sensato. ma tentano solo di difendere l'indifendibile o giustificare ciò che non può essere giustificato in alcun modo.

in tal caso, forse il tifoso rischi di essere tu.
voi la feccia che scende in piazza ammazzando poliziotti, o terrorizzando i cittadini, o devastando tutto quello che capita a tiro in qualche modo la giustificate.
io li voglio in galera, o morti.

e non è una questione politica.
perchè quando sono i dementi di destra a fare altrettanto il mio giudizio è tale e quale.

la difesa dell'ordine pubblico, la legalità, il rispetto dei diritti dei cittadini, e il disprezzo chi si arroga il diritto di calpestare o diritti altrui, o di trasformare delle città in zone di guerra, contro poliziotti, o vessando/terrorizzando i cittadini non è politica, e benchè certi metodi piacciano a certe connotazioni politiche, più di altri, nemmeno ideologiche.
è GIUSTIZIA.

forse non ti è chiaro questo concetto.
Ah, allora non sono l'unico a non essere ideologizzato

Non so cosa ne pensi tu od altri, ma ho sempre mal sopportato le divisioni tra Bianco o Nero, quelle nette ed irreversibili come fossero dogmi, senza cercare di comprendere come spesso la stragrande maggioranza degli avvenimenti della società civile, si muova attraverso zone grigie dove su alcune tematiche la verità sta nel mezzo od in una terza via.

Ho sempre mal digerito le profonde ed irremovibili fratture politiche ai tempi del Liceo, dove tra fantomatiche Destre e Sinistre, i ragazzi si scontravano su argomenti vecchi e superati, come fossero in un circolo di nostalgici, pur non avendo vissuto personalmente i grandi Totalitarismi del passato.
Guardandoli, ho percepito quelle persone come imprigionate nel passato, da ideologie vetuste; condizioni tipiche di chi si richiude nelle vecchie dicotomie del passato perché nel presente non ha nulla di interessante da dire.

Per fortuna sono riuscito ogni volta a schivare quel dualismo becero.
Vecchio 09-01-2021, 00:41   #19152
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
io li voglio in galera, o morti.
No, qua non ci siamo proprio. In galera è una cosa, morti è un'altra. Siamo due universi paralleli, se si fanno queste considerazioni non c'é proprio dialogo (e, per quanto mi riguarda, non c'é il minimo raziocinio).


Quote:
Originariamente inviata da hypnos688 Visualizza il messaggio
perchè quando sono i dementi di destra a fare altrettanto il mio giudizio è tale e quale.
Non mi sembra sia proprio così, a me pare che minimizzi, definendole carnevalate o simili. Ti ho linkato più volte quell'articolo perché hai più volte scritto che i gruppi af o blm hanno commesso più violenze rispetto alla controparte che popola la galassia dell'alt-right che però, sempre secondo i tuoi giudizi, sarebbe più martellata dai media nostrani. Ti si è dunque fatto notare che non è così, che per gli omicidi e le violenze ai danni di persone la conta propende verso destra. Per la precisione.
Poi se tu te ne esci dicendo che i danni alla proprietà sono più importanti dei danni alle vite umane, a certe vite umane per lo meno, allora non ci intendiamo proprio. Anche perché io un ragionamento del genere non lo farei con nessuno, né destra né sinistra. La vita del peggio incappucciato del kkk, seguace di Qanon e di tutti i complotti oggi circolanti sul webete, è comunque più importante di mille vetrine rotte.

Ultima modifica di muttley; 09-01-2021 a 00:43.
Ringraziamenti da
Gummo (09-01-2021)
Vecchio 09-01-2021, 00:50   #19153
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Inner_Beauty89 Visualizza il messaggio
Ah, allora non sono l'unico a non essere ideologizzato

Non so cosa ne pensi tu od altri, ma ho sempre mal sopportato le divisioni tra Bianco o Nero, quelle nette ed irreversibili come fossero dogmi, senza cercare di comprendere come spesso la stragrande maggioranza degli avvenimenti della società civile, si muova attraverso zone grigie dove su alcune tematiche la verità sta nel mezzo od in una terza via.

Ho sempre mal digerito le profonde ed irremovibili fratture politiche ai tempi del Liceo, dove tra fantomatiche Destre e Sinistre, i ragazzi si scontravano su argomenti vecchi e superati, come fossero in un circolo di nostalgici, pur non avendo vissuto personalmente i grandi Totalitarismi del passato.
Guardandoli, ho percepito quelle persone come imprigionate nel passato, da ideologie vetuste; condizioni tipiche di chi si richiude nelle vecchie dicotomie del passato perché nel presente non ha nulla di interessante da dire.

Per fortuna sono riuscito ogni volta a schivare quel dualismo becero.

sottoscrivo ogni singola parola.

a scuola, all'università, o n altri contesti, mi sono sempre ritrovato in mezzo a mandrie di coglioni che si minacciavano o tentavano di menarsi per delle ideologie di merda sparite da decenni.

anche se la violenza o lo squadrismo l'ho ritrovato casualmente in chi si diceva antidemocratico.

eppure qualcuno l'aveva già detta una verità assoluta..

in italia, i fascisti si dividono in due categorie..
fascisti e antifascisti.

a me sostanzialmente non fotte nulla di appartenere nè agli uni nè agli altri.
e non mi sono mai identificato come tale.
fascismo e comunismo per quanto mi riguarda, sono la stessa roba.
forme di lobotomizzazione senza senso.

di essere incasellato in ideali, o pseudo-ideologie morte e sepolte non ne ho mai avuta alcuna intenzione. non ne avevo da ragazzino, nonostante ne fossi circondato, ne ho ancora meno oggi.
quindi francamente di essere incasellato, o di essere etichettato me ne sbatto.
io seguo unicamente i miei ideali.
non ho simboli di riferimento, e non ho alcuna intenzione di averne.
solitamente quelli che etichettano con più facilità gli altri sono quelli che di ideologia sono i più intrisi.

Vecchio 09-01-2021, 01:13   #19154
Esperto
L'avatar di muttley
 

Io ho parlato di destra e sinistra, non di fascismo e comunismo comunque.
Ritieni forse che anche le categorie destra-sinistra siano equipollenti?
Vecchio 09-01-2021, 01:39   #19155
Esperto
 

[quote=muttley;2556441]No, qua non ci siamo proprio. In galera è una cosa, morti è un'altra. Siamo due universi paralleli, se si fanno queste considerazioni non c'é proprio dialogo (e, per quanto mi riguarda, non c'é il minimo raziocinio).


la vita di un criminale per quanto mi riguarda non vale nulla.
io non credo affatto nel valore universale della vita umana.
non sono credente, non ho divinità a dover fare riferimento, nè ideologie a cui dover rispondere.
tu attenti alla vita di altre persone perchè ti arroghi il DIRITTO di prevaricare gli altri...che essi siano in divisa, o cittadini qualsiasi, unicamente per affermare i tuoi insulsi ideali o la tua indole criminale?
benissimo.
qualsiasi conseguenza pagherai, sarà dovuta.
senza se e senza ma.
mors tua, vita mea.
mi spiace, ma non sono abituato a porgere la guancia.
meglio la vendetta del masochismo o del martirio.
preferisco mille volte preoccuparmi dei diritti delle vittime dei reati, piuttosto che preoccuparmi della salvaguardia o dei diritti (umani) dei carnefici.



Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Non mi sembra sia proprio così, a me pare che minimizzi, definendole carnevalate o simili. Ti ho linkato più volte quell'articolo perché hai più volte scritto che i gruppi af o blm hanno commesso più violenze rispetto alla controparte che popola la galassia dell'alt-right che però, sempre secondo i tuoi giudizi, sarebbe più martellata dai media nostrani. Ti si è dunque fatto notare che non è così, che per gli omicidi e le violenze ai danni di persone la conta propende verso destra. Per la precisione.
Poi se tu te ne esci dicendo che i danni alla proprietà sono più importanti dei danni alle vite umane, a certe vite umane per lo meno, allora non ci intendiamo proprio. Anche perché io un ragionamento del genere non lo farei con nessuno, né destra né sinistra. La vita del peggio incappucciato del kkk, seguace di Qanon e di tutti i complotti oggi circolanti sul webete, è comunque più importante di mille vetrine rotte.


continui a confondere i piani..
partendo dal presupposto che certe idee sarebbero meritevoli di conseguenze gravi...
c'è differenza tra avere idee, di merda, e metterle in pratica pisciando sui diritti altrui.

mi spiace, ma non sopporto chi vive solo per sopraffare gli altri.
quindi che l'articolo dica che propenda a destra la violenza..
beh, te lo ripeto..
dimostralo.
perchè nell'articolo non c'è scritto nulla che contestualizzi.

se qualche antifa è stato ammazzato o picchiato da qualche avversario politico me ne sbatto.

quindi di quale violenza parliamo?
sparatorie? attentati terroristici?
cittadini ammazzati a caso?
o parliamo di beghe politiche tra invasati?
perchè in tal caso...

tra l'estremista di destra che ammazza il leader o il capobanda di qualche gruppetto antifa, o di qualche gang di afroamericani...

e tra migliaia e migliaia di bestie che conoscono solo la violenza come massima espressione di lotta politica, e che ogni qualvolta scendano in piazza cerchino lo scontro con la polizia, ne mandino tot all'ospedale, o agiscano come descritto sopra mettendo a ferro e fuoco interi quartieri o città vessando e terrorizzando la popolazione facendone di ogni...

beh, non ho alcun dubbio su cosa e chi sia infinitamente più pericoloso per la democrazia, l'ordine pubblico, e la sicurezza/incolumità dei cittadini.

della vetrina rotta in sè non me importa nulla, m'interessa il diritto NEGATO di chi è proprietario di quella vetrina, l'auto, o qualsiasi altro bene privato, dalla vessazione di chi della proprietà altrui.
creando danni economici, ed esistenziali. magari nei confronti di chi non riuscirà a riaprire il proprio esercizio commerciale, o non avrà i soldi per riparare i danni, o dovrà per questo licenziare qualche lavoratore.

se tu mi bruci la macchina perchè ti va di giocare al rivoluzionario, in una qualche manifestazione, o ti va fare il criminale spaccando tutto quello che capita a tiro, stai pisciando sui miei diritti, la mia libertà, e la mia dignità. e magari sulla mia vita. sotto mille punti di vista.
è VIOLENZA. null'altro.
quindi per quale motivo io dovrei avere rispetto per la tua vita?

nel caso di violenze alla polizia, il discorso diventa ancora più ampio.

nel caso di beni pubblici, o della classica vetrina spaccata del negozio di una qualche catena, il discorso non è per la vetrina in sè, ma per la violenza sottesa.
magari perchè nel bel mezzo della rivolta c'è qualcuno dentro...che non saprà nemmeno se tornerà a casa la sera.
anche un solo istante di terrore vissuto da chi si trova costretto in condizioni simile vale infinitamente più della vita o dei diritti di chi agisce come carnefice.
quindi seriamente il tuo problema quando si discute di tali eventi è la vetrina rotta, o la dicotomia bene vs vita umana?
perchè mi sembra che tu non abbia ben chiaro il focus del discorso.
il problema non sono 4 pezzi di vetri per terra....il paio di scarpe rubato dalla vetrina, qualche danno, o la gomma dell'auto bucata...stai tranquillo.
il problema è altro...

e per cosa poi? per un branco di coglioni che non hanno rispetto per niente e nessuno? costringendo oltre ai danni economici, o al calpestare la dignità altrui, terrorizzare dei cittadini che non sapranno se sopravviveranno o meno? che non hanno la forza o i mezzi per reagire? o sanno di non poterlo fare sennò subiranno conseguenze ben peggiori?
se potranno reagire, o non potranno farlo senza rischiare di essere ammazzati?
già il discorso può essere esteso a qualsiasi tipologia di reato, rapina, furto e quant'altro...e lo è ancora di più in circostanze in cui sia l'ordine pubblico stesso, e quindi la possibilità di essere tutelati o salvati da una possibile ritorsione o violenza, ad andare a quel paese.
sai cosa me ne fotte della vetrina in sè...
IL problema è tutto il resto.

a fronte di questo...
ricalcoliamo ancora la differenza tra destra e antifa?
o la differenza tra omicidi, o danni alle persone...e alle cose?

perchè i danni di queste bestie SONO danni verso le persone...
è V-I-O-L-E-N-Z-A.

una sola vetrina rotta, un'auto bruciata, o il terrore vissuto da chiunque si trovi coinvolto in queste situazione, il senso di impotenza, o la vita rovinata per ragioni economiche, o di quasliasi altro tipo, vale infinitamente più della vita di una qualsiasi di queste bestie.

le quali, anche se non uccidono in prima persona, o semplicemente non attuano violenze fisiche, uccidono la dignità degli onesti. ANCHE quando fisicamente non ci sono ferite o traumi.

partendo dal presupposto che queste bestie non si farebbero alcuno scrupolo nemmeno ad ammazzare, o picchiare chiunque gli si pari davanti, o in qualche modo ne ostacoli la violenza.

quindi assodata la violenza degli antifa...dei estremisti di sinistra, o dei blm

quella pericolosissima suprematisti bianchi, o degli estremisti di destra quale sarebbe?
un cittadino medio americano corre maggiori rischi mediamente quando o in quali circostanze?

una sparatoria, o un attentato terroristico compiuto da qualche estremista di destra? di essere ammazzato a caso da un estremista suprematista bianco? di essere ammazzato da un afroamericano? di ritrovarsi in una sparatoria a causa di qualche gang? o di essere coinvolto in qualche sommossa o rivolta afroamericana a causa di qualche criminale ammazzato da qualche poliziotto?
un po' come i possibili rischi in italia...al netto di qualche sparatoria, o arma in meno.

Ultima modifica di hypnos688; 09-01-2021 a 01:59.
Vecchio 09-01-2021, 01:47   #19156
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Io ho parlato di destra e sinistra, non di fascismo e comunismo comunque.
Ritieni forse che anche le categorie destra-sinistra siano equipollenti?
sinistra e destra non sono ideologie.
al massimo ad esse possono ispirarsi.

sono tuttalpiù insieme di ideali, per quanto mi riguarda incasellamenti comunque insensati.

posso avere idee di destra quanto di sinistra, e non volermi incasellare in ogni caso.

poi ci sono i casi concreti...
la pratica politica in sè, ben oltre gli ideali, o che gli ideali li applica per intero.

destra e sinistra no, non sono uguali.
come non lo sono fascismo e comunismo.

sono uguali non perchè lo siano in fatto di ideali, benchè abbiano una matrice comune, ma perchè entrambe sono portatrici di violenza.
sono estremismi, ed in quanto tali sono state portate avanti nella storia, sia sotto forma di lotta politica, che di poteri istituzionali con la sopraffazione e la violenza.
checchè ne dicano gli antifascisti o i comunisti blaterando dello squadrismo fascista la storia ha dimostrato che tra loro non c'è nessuna differenza nella difesa della propria dottrina o delle relative applicazioni.

in questo non c'è nessuna differenza.
non è questa l'uguaglianza di cui parlavo.
ma della tossicità, storica, politica, ed ideologica di entrambi.
non sono uguali perchè si poggiano sugli stessi ideali, sono uguali perchè sono stati entrambe un danno per l'umanità.
Vecchio 09-01-2021, 02:04   #19157
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Però ci tieni tanto a sottolineare quanto taluni siano più pericolosi degli altri.

Quindi, per gli "altri" (i destri) parteggi.

Sennò non staresti qui a scrivere papiri su papiri cercando di mettere spalle al muro i sinistri ...
Vecchio 09-01-2021, 02:34   #19158
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Gummo Visualizza il messaggio
Però ci tieni tanto a sottolineare quanto taluni siano più pericolosi degli altri.

Quindi, per gli "altri" (i destri) parteggi.

Sennò non staresti qui a scrivere papiri su papiri cercando di mettere spalle al muro i sinistri ...
spalle al muro? no, beh, i miei auspici sono altri.


solo che fondamentalmente non m'interessa essere di destra, o essere definito di destra. tuttalpiù sono anti-sinistra.

eppure surprise surprise....l'ho persino votata, evidentemente sbagliando.

se poi la sinistra parteggia per dei terroristi, ha santificato per anni no global, e feccia simile, rivendica ogni tipologia di lotta violenta, o violenza di piazza tranne quando ci sono gli avversari di mezzo, invoca, difende, o parteggia per l'immigrazione a cazzo, per i diritti di tutta la feccia del pianeta, per i diritti umani a senso unico, di mafiosi, devastatori, o criminali d'ogni sorta..

pretende di trasformare l'europa in una sorta polveriera anche a causa dell'immigrazione, con tanto di quartieri, periferie o zone off limits o in una sorta di succursale dell'islam....invoca porti aperti e minchiate simili...
pretende di dare lezioni di democrazia agendo come i peggiori squadristi, etichettando chiunque non rientri nei canoni come fascista, razzista, omofobo e cazzate simili...
oppure blatera di fascismo tacciando come tale ogni questione inerente alla sicurezza, alle forze dell'ordine, o invoca giustizia sempre e solo solidarizzando con criminali di ogni tipologia...beh,
più altre decine di situazioni, o battaglie che vanno più o meno in direzioni simili....
di destra non saprei, masochista certamente no.

certamente tra le due chi difende e tutela maggiormente i miei diritti e non solo i miei non è la sinistra. quindi sì, spero sia ridotta in brandelli. all'arroganza di chi si arroga il diritto di autoelevarsi, o autocelebrarsi da 70 anni a questa parte come unica depositaria della democrazia, e della civiltà, senza averne benchè minimamente i requisiti necessari sono diventato allergico.
Vecchio 09-01-2021, 06:08   #19159
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Sarai anti-sinistra ma qui vedo soltanto un calderone di luoghi comuni su quella che sarebbe la sinistra.
Un insieme di luoghi comuni che sembrano usciti da un comizio di CasaPound ...
Questo elenco di insinuazioni sulla sinistra (una sinistra dalla parte di criminali, mafiosi... per l'invasione degli immigrati... certo perché la sinistra si basa su questo, non sull'emancipazione delle masse) potrebbe anche avere un senso se dall'altra parte ci fosse chi invece è davvero dalla parte del popolo, contro criminali, terroristi, mafiosi, realmente contro le cause che portano all'immigrazione. Il discorso anti-sinistra avrebbe senso in tal caso. Ma a me risulta che i destri non siano mai stati dalla parte dei più deboli, anzi li hanno sempre visti come ingranaggi da usare per fare andare avanti il sistema (la famosa divisione della società in gerarchie e ceti sociali), criminali come Pinochet e Videla sono stati sostenuti dalla destra, il terrorismo è stato creato da un signore che si chiamava Reagan per combattere i sovietici in Afghanistan (Al Quaida nasce da lì), e poi, ciliegina sulla torta, un mafioso lo abbiamo avuto addirittura come presidente del consiglio. Per quanto riguarda il discorso immigrazione si vada a vedere chi sono i signori che hanno destabilizzato il medio oriente. Fra i responsabili ci sono sí persone nominalmente di sinistra, ma anche politici di destra. Insomma quel che imputi alla sx è imputabile anche alla dx. Con la differenza che ogni discorso egualitario e di giustizia sociale nasce a sinistra. Ed è solo e soltanto grazie al pensiero di sinistra e alle lotte operaie se oggi non siamo tutti costretti a lavorare 12 ore in una catena di montaggio, senza assistenza medica e senza alcuno stato sociale. Che poi io sono il primo a essere per il superamento di questo stato di cose (non mi piace la socialdemocrazia) ma bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare.

Ultima modifica di Gummo; 09-01-2021 a 06:17.
Vecchio 09-01-2021, 13:28   #19160
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Gummo Visualizza il messaggio
Sarai anti-sinistra ma qui vedo soltanto un calderone di luoghi comuni su quella che sarebbe la sinistra.
Un insieme di luoghi comuni che sembrano usciti da un comizio di CasaPound ...
Che poi io sono il primo a essere per il superamento di questo stato di cose (non mi piace la socialdemocrazia) ma bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare.

uhm...casapound?
strano...perchè il tuo discorso è decisamente più affine a quello che pensa l'estrema destra, rispetto al mio. o alle mie idee.

la pensate allo stesso modo sugli americani che avrebbero creato il terrorismo islamico, la pensate allo stesso modo sulle destabilizzazioni del medioriente da cui scaturiscono le rotte migratorie o il terrorismo stesso, la pensate allo stesso modo sulle responsabilità occidentali o sull'imperialismo/colonialismo da cui scaturirebbero le migrazioni o le guerre africane, o gli stessi terrorismi, la pensate allo stesso modo sulle boiate inerenti a pseudo ideali di giustizia sociale...
o sullo stesso approccio all'islam e al pericolo islamista in occidente. le guerre americane, l'imperialismo..
ovviamente sempre e solo a senso unico, e in funzione antiamericana.
i fasci per motivi di 70 anni fa, la sinistra per motivi un po' più recenti.

fondamentalmente ci sono una serie di concetti, visioni del mondo, o idee in cui sinistra e destra, o meglio, fascisti e comunisti più o meno nostalgici o radicali la pensano nello stesso modo.
quindi no, non sono decisamente casapoundino, e spesso nemmeno di destra,
perchè su una serie variegata di tematiche sono lontano anni luce dall'estrema destra e persino dalla destra attuale.
le mie posizioni su israele, che per quanto mi riguarda estenderei a TUTTO il medioriente, e anche oltre, l'antisemitismo, gli ebrei, piuttosto che il filo-americanismo sono posizioni inconciliabili con certa destra.
come d'altra parte con la sinistra che la pensa TALE E QUALE su questi temi.


i videla o i pinochet sono stati la controparte dei vari castro, o di altri più recenti presidenti sudamericani.
oltre a quelli asiatici, o dell'est europa.
le dittature sono sempre straordinariamente piaciute anche a sinistra.
quindi esattamente di che parliamo?

le mie opinioni in tal senso invece si discostano parecchio da questa visione finto-occidentalista dell'immigrazione, dell'islam, della politica estera americana..etc...

quello che tu chiami terrorismo si chiama banalmente islam.
o islamismo.
e no, non l'ha creato reagan e non si limita ad al queda.
e men che meno dalla prima guerra in afghanistan, tra l'altro voluta dai russi.
gli americani al massimo, in piena guerra fredda, si sono accodati.
i talebani non sono diventati improvvisamente dei terroristi, o degli invasati religiosi a causa degli americani, lo erano già.
come lo erano i palestinesi, gli sgherri iraniani degli Ayayollah, e la gran parte dei popoli nordafricani, mediorientali, o arabi.
le alleanze strategiche in afghanistan di 30 e passa anni fa non giustificano 1 miliardo e passa di invasati, e decine di popoli e paesi in balìa dell'islam politico. che è tale non da ieri, ma da secoli. senza mai aver progredito in nulla.
vi piace crederlo...
un po' come per i complottisti quando blaterano di 11 settembre, o mettono in discussione ogni attentato islamico compiuto in europa ventilandone la finzione. o banalmente quando viene sottinteso il fatto che il terrorismo sia terrorismo e basta, e non c'entri nulla con l'islam.
in questo no, destra e sinistra sono profondamente diversi.
anche se a destra i complottismi piacciono, a me decisamente meno.

l'islam rappresenta un pericolo da 1400 anni. da ben prima che esistessero i talebani, o che gli americani si alleassero con loro 40 anni fa in funzione anti-russa.

discorso simile per l'immigrazione. difficile destabilizzare aree del mondo che stabili politicamente e socialmente non lo sono mai state. e tantomeno civili.
poi possiamo disqusire quanto vogliamo sull'opportunità o meno di bombardare la siria, la libia e quant'altro, ma l'immigrazione indiscriminata e l'arrivo VOLUTO dalla sinistra di milioni e milioni di africani, in europa, e in italia indipendetemente che siano clandestini o meno, hanno delle ragioni che vanno un po' oltre le destabilizzazioni mediorientali.

chi vuole riempire di immigrati l'europa, o chi è favorevole, o meglio, è indifferente anche allo stesso concetto di clandestinità, certamente non è la destra.
in questo c'è già una differenza sostanziale.

in tunisia non risulta ci siano guerre...eppure di barchini dalla tunisia ne arrivano parecchi.

il mafioso che abbiamo avuto come capo del governo, in compenso non è mai stato dimostrato fosse tale. e non risultano a suo nome, o iniziative dei suoi vari governi volte a tutelare i boss mafiosi, a farli scarcerare, o in generale a giustificare un atteggiamento
per quanto non abbia mai amato berlusconi, e abbia sempre votato contro,
non c'è dubbio che chi abbia sempre favorito mafie e criminali comuni o alleggerito le carceri, o predicato i diritti umani a senso unico, non sia mai stata la destra berlusconiana a prescindere da presunte appartenenze, o collusioni discutibili su cui è più che sensato avere mille dubbi, soprattutto con la magistratura italiana di mezzo, ma unicamente la sinistra.
i fautori dell'abolizione delle carceri, o dell'ergastolo, o del 41bis dove si collocano politicamente?

altri presidenti o governi non mafiosi, a parole, hanno prodotto indulti, o si battono da decenni per l'abolizione del 41bis, dell'ergastolo compreso quello ostativo, hanno depenalizzato reati e quant'altro.
chi blatera all'occasione di far west ogni qual volta un cittadino si difenda o ammazzi un criminale?
o si voglia allargare l'istituto della legittima difesa?
chi blatera di fascismo o di tortura ogni qual volta che un detenuto crepa in carcere o quando violento e ingestibile viene magari giustamente menato? o qualcuno muore durante un fermo, a prescindere dalle circostanze?
tra i deboli che piacciono alla sinistra rientrano anche detenuti e criminali...o sbaglio?

in questo certamente c'è una differenza sostanziale tra destra e sinistra.
se non fosse che a certi livelli e a certa destra le divise non sempre piacciano. benchè l'acabbismo vada certamente maggiormente di moda a sinistra. a destra il più delle volte nelle curve.


quindi su chi sia maggiormente incline a favorire i criminali, o maggiormente mafioso...beh...avrei molti dubbi in proposito.


la destra non è mai stata dalla parte dei più deboli...
verissimo. ed è sacrosanto che sia così.
soprattutto quelli che la sinistra ha sempre inteso come deboli, e che ancora oggi definisce o intende come tali.
per la sinistra i deboli mediamente sono detenuti, criminali nelle varie forme, tossici, spacciatori, immigrati, soprattutto se clandestini, o banalmente chiunque sbarchi da una nave ong, o da un barchino proveniente dall'africa rifugiati veri o finti che siano, rom...gay...poi? ne vuoi aggiungere altre di categorie?
ecco, per quanto mi riguarda i deboli sono decisamente altri.

ehm...sì, in effetti grazie al pensiero di sinistra si sono ottenuti alcuni diritti...
ma a quale prezzo?
inneggiando alla rivoluzione? o armando studenti e operai?

eppure oggi i fans delle lotte operaie o dei diritti dei proletari sono gli stessi che li considerano feccia, o li liquidano come ignoranti o plebei, unicamente perchè sono passati dall'altra parte della barricata, o hanno cominciato ad acquisire idee un po' difformi dalle ideologie di 40 o 50 anni fa.
cominciando a rivendicare diritti diversi dalle lotte operaie, ossia un po' meno da operai, o proletari di lotta, e un po' di più come cittadini che si sono rotti il cazzo dell'immigrazione, o che hanno paura di perdere il lavoro grazie al debole di turno promosso o favorito dalla sinistra.

sono gli stessi che OGGI vengono definiti fascisti se hanno avuto l0ardire di votare lega magari dopo decenni di militanza politica, o di voti a sinistra, o magari proprio comunista.

a quanto pare per la sinistra il popolo è utile solo quando è funzionale alla causa, o all'ideologia. altrimenti diventa inascoltabile anche quando protesta veemente. solo che lo fa per le ragioni, o gli ideali sbagliati...
per la sinistra.

e per inciso...a me non importa NULLA di giustizia sociale o di qualsivoglia discorso equalitario. non mi è mai importato nulla di lotta di classe, o cazzate simili.
l'unico concetto di sinistra vagamente condivisibile potrebbe essere ogni discorso riferibile ad una possibile redistribuzione della ricchezza.
la giustizia sociale che intendete voi è quella che trasforma in debole l'immigrato, o il povero unicamente perchè tali indipendentemente dalle loro azioni, o dalle modalità di di comportamento.
o qualsiasi etnia, gruppo sociale elevato a vittima unicamente sulla base delle condizioni economiche di partenza?
ecco, a me non importa nulla di tutto questo.
la destra in questo è sicuramente meno impostata su una visione simile della società rispetto ad una sinistra che ha SEMPRE tollerato ogni forma di violenza, di illegalità o di criminalità.
sarà per questo che alla sinistra effettivamente piacciono i criminali?
soprattutto distinguendo il "poveraccio" "ladro di polli" che mediamente può includere un po' tutto...al colletto bianco, politico o imprenditore di turno..
preferendo rieempire le carceri o i tribunali dei secondi piuttosto che dei primi.
invece...pensa...per me è esattamente il contrario.
io preferisco il POVERO o presunto debole ma criminale e pericolo per la società in carcere, piuttosto che il colletto bianco, a meno che non si tratti di reati assimilabili alla mafia, o veri e propri boss. posizioni sicuramente inconciliabili con la sinistra.
anche se il medesimo approccio contro il sistema, o il "potere" economico o politico è piuttosto simile a quello di sinistra. in effetti destra e sinistra, così come i loro estremi molto spesso si toccano.

Ultima modifica di hypnos688; 09-01-2021 a 13:51.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Forum Politica
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Politica e sesso Zanna92 Forum Sessualità (solo adulti) 32 27-06-2019 17:19
''politica'' del forum ansiolino Off Topic Generale 3 14-10-2017 15:43
La politica e la crisi Fantasmino Off Topic Generale 1 04-08-2011 08:31
Politica: L. 180/'78 barclay Off Topic Generale 3 06-01-2011 11:53
la politica salvo-auron Off Topic Generale 30 19-04-2009 00:39



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 18:12.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2