FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Rispondi
 
Vecchio 17-07-2016, 21:17   #8541
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Roberto97 Visualizza il messaggio
Marx col suo materialismo storico praticamente ci dice che il mondo si è evoluto nei secoli sempre e solo sul denaro. Infatti, secondo la sua visione, basta vedere come viene prodotta la ricchezza e poi distribuita per capire come vivono le persone in una data società. Per lui la lotta di classe è sempre esistita e sempre esisterà fino all'affermazione della società comunista; fin dalla preistoria, la società è progredita sulla lotta fra chi possiede qualcosa e chi non possiede nulla. Ironicamente Marx definiva questa fase economica, arrivata fino ai giorni nostri, come "preistorica", solo dall'affermazione del comunismo e al raggiungimento delle pari opportunità per tutti si uscirà da questa fase primitiva. Comunque secondo me Marx nell'intimo non era così ottimista, certo, da un lato c'era il vento del cambiamento in poppa, dall'alto, col capitalismo a scalare così in fretta ogni società, secondo me intuiva che parte di quel cambiamento era necessario solamente a rinnovare i rapporti di produzione e generare nuovi schiavi.
Sto continuando a leggere e ora parla di abolire la famiglia, io quando pensavo al comunismo ho sempre pensato allo stalinismo o comunque all'Unione Sovietica, non la facevo un'ideologia così libertina.
Vecchio 18-07-2016, 00:33   #8542
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Io agli stalinisti dico sempre che il comunismo è Marx, o lo applichi oppure non lo applichi. Stalin non lo ha applicato, fine. Poi l'amore di un buon comunista verso l'iconografia sovietica è scontato, è l'unico paese che ha potuto sventolare la falce e il martello per 70 anni mentre nel resto del mondo trionfava il capitalismo, impossibile non rimanerne affascinati. Però, capendo che nell'Urss il comunismo esisteva solo su una bandiera (seppur i principi socialisti fossero in parte applicati), è errato dire che il comunismo sia un'ideologia autoritaria, quando è tutt'altro. Semmai lo è giusto nella fase della dittatura del proletariato, in effetti parte che può sembrare leggermente sociopatica, ma che in un'ottica democratica ha perfettamente senso: la maggioranza delle persone è proletaria e quindi un governo che tuteli gli interessi della maggioranza non sarà mai una vera e proprio dittatura. Poi beh, anche quella, un giorno dovrebbe aver fine. Quindi fra l'idea capitalistica di eterno controllo delle persone tramite lo stato e quella comunista dell'estinzione graduale dello stato mi sembra mooolto più autoritaria la prima!
Vecchio 18-07-2016, 00:46   #8543
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Roberto97 Visualizza il messaggio
Io agli stalinisti dico sempre che il comunismo è Marx, o lo applichi oppure non lo applichi. Stalin non lo ha applicato, fine. Poi l'amore di un buon comunista verso l'iconografia sovietica è scontato, è l'unico paese che ha potuto sventolare la falce e il martello per 70 anni mentre nel resto del mondo trionfava il capitalismo, impossibile non rimanerne affascinati. Però, capendo che nell'Urss il comunismo esisteva solo su una bandiera (seppur i principi socialisti fossero in parte applicati), è errato dire che il comunismo sia un'ideologia autoritaria, quando è tutt'altro. Semmai lo è giusto nella fase della dittatura del proletariato, in effetti parte che può sembrare leggermente sociopatica, ma che in un'ottica democratica ha perfettamente senso: la maggioranza delle persone è proletaria e quindi un governo che tuteli gli interessi della maggioranza non sarà mai una vera e proprio dittatura. Poi beh, anche quella, un giorno dovrebbe aver fine. Quindi fra l'idea capitalistica di eterno controllo delle persone tramite lo stato e quella comunista dell'estinzione graduale dello stato mi sembra mooolto più autoritaria la prima!
Però sinceramente l'idea di Marx mi sembra un tantino ottimista considerando che lui sfotteva i socialisti che definiva utopisti perché speravano in un superamento del capitalismo in un'ottica di collaborazione tra le classi mentre lui sperava che il proletariato si trasformasse in avanguardia rivoluzionaria contro praticamente tutte le altre classi sociali, addirittura considerava reazionari i contadini e piccoli proprietari terrieri, però appunto l'idea di abolire oltre allo Stato e alle classi sociali anche la famiglia sinceramente mi ha lasciato di stucco, comunque l'ideologia su cui si basava l'URSS era ufficialmente il marxismo leninismo che mi pare abbia già qualche modifica rispetto il marxismo originale, poi immagino che col passare del tempo la cosa si sia pervertita sempre più finendo a una potenza statalista che controlla tutto, praticamente l'incubo di Marx, questo si che è lolloso.
Vecchio 18-07-2016, 01:36   #8544
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Diciamo che il leninismo è la realizzazione pratica del marxismo. Lenin ha fatto quello che Marx aveva solo sognato. Se possibile Lenin era ancora più categorico rispetto a Marx ed era molto interessato a criticare tutte quelle forme di pseudo-marxismo che volevano una rivoluzione "gentile" (ovvero non farla mai) oppure una rivoluzione senza dittatura del proletariato. Lenin è riuscito nel miracolo di ottenere una dittatura, ma poi, beh... la proprietà dei mezzi di produzione non è servita per il benessere dei lavoratori ma per il benessere di chi era al potere. Lenin represse violentemente ogni dissenso, ma ciò aveva una logica, la Russia era ingestibile e iniziare a dissolvere lo stato era follia, egli diceva che sarebbe tutto andato in mano ai lavoratori dopo la fine della guerra civile, se fosse sincero o meno non lo potremo mai sapere, poi è arrivato Stalin e fine dei giochi.

Secondo me il punto debole del comunismo risiede proprio nell'attuazione finale dei suoi ideali. Messo anche che Lenin fosse sopravvissuto fino alla stabilizzazione dell'URSS, al momento dell'ipotetica dissoluzione dello stato, crediamo forse che il resto del mondo sarebbe rimasto a guardare? No, sarebbe servita almeno un'altra metà di mondo favorevole al comunismo. Altrimenti ciao; senza un esercito ben coordinato sei finito. Se ciò all'epoca era impensabile, oggi è praticamente impossibile. Perciò il comunismo rimane un'ideologia nella pratica inapplicabile, ma è al tempo stesso l'unica ideologia che fornisca una critica al sistema in cui viviamo ponendo basi concrete per distruggerlo e ricostruirlo, senza generare odi razziali di alcun tipo e senza proclamare la necessità di una dittatura eterna per elevare la propria nazione sopra le altre.
Vecchio 18-07-2016, 01:44   #8545
Esperto
L'avatar di Gummo
 

In effetti l'unica forma di stato concretamente realizzabile e vicina al comunismo sarebbe quella socialista da te descritta tempo fa. In una nazione come l'Italia poi, che volendo avrebbe molte risorse, sarebbe molto più facile da realizzare rispetto che in altri paesi. Ma un socialismo serio, mica il socialismo farsa che abbiamo visto fino ad oggi in giro per il mondo. Mah. Io ormai sono convinto che non si possa far più nulla per andar contro la deriva della nostra società e che parlare di realizzabile e utopico sia di per se un tantino assurdo, forse è per questo che mi professo comunista, do per scontato che anche la più realistica delle vie favorevole ai cittadini non sarebbe comunque seguita da chi si ritroverà per sempre al comando. Ovvero qualcuno che è distante dai cittadini anni luce.
Vecchio 18-07-2016, 09:09   #8546
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Roberto97 Visualizza il messaggio
I. In una nazione come l'Italia poi, che volendo avrebbe molte risorse, sarebbe molto più facile da realizzare rispetto che in altri paesi.
quale sarebbero le risorse di cui dispone il ns. Paese ?
Vecchio 18-07-2016, 09:27   #8547
Esperto
 

Chissà se a qualcuno dei GomBloDDisti, sempre all'erta a scovare ogni possibile sentore di manovre da parte del mitologico establishment allo scopo di far progredire la congiura "mondialista", chiedendosi sempre cui prodest dopo attentati e stragi varie, perché "c'è sempre qualcosa dietro" e i fanatici di turno sono sempre manovrati da qualche burattinaio... chissà, dicevo, se a qualcuno di loro verrà mai in mente di applicare analoghe metodologie di analisi alle uccisioni di poliziotti in USA che guarda caso rafforzano la candidatura di Trump e quindi la lobby delle armi.
O invece il campo dei sedicenti antiestablishment, per definizione, è sempre immune da dietrologie e secondi fini? Si può pianificare a tavolino il crollo delle Twin Towers ma non una "semplice" sparatoria in una nazione dove il possesso delle armi è garantito addirittura dalla Costituzione? Meditate, gente, meditate (cit.)
Vecchio 18-07-2016, 13:33   #8548
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Quote:
Originariamente inviata da tersite Visualizza il messaggio
quale sarebbero le risorse di cui dispone il ns. Paese ?
Tutto meno che il petrolio. E tutto quello che non si puó fare senza l'esterno, si potrebbe eliminare o fare in modo alternativo. Niente è fondamentale a vivere bene, se non la libertá, il mangiare e il bere. Guarda le bellezze del nostro paese, dagli appennini ai mari fino alle campagne, che cos'è il denaro davanti a ciò? Ferro fuso, puss. Per il resto, la globalizzazione ha solo danneggiato questa nostra nazione. Infatti imporrei per legge di aprire 10 locali di cibo autoctono per ogni McDonald, dato che in questa presunta ripresa fantasma i piccoli locali chiudono e le grandi catene trionfano. La nostra cultura viene spazzata via e gli involucri vuoti delle persone diventano salvadanai più facili da spremere. Lo so bene io, con un fratello che mi propone sempre di mangiare al sushi e schifa i ristoranti che fanno buonissimo cibo locale. Io non ci sto, non accetto che portino via le antiche radici al nostro paese, non ci sto che diventi terra battuta da sfruttare, come le altre. Se ci fosse uno stato ecologista e fondamentalmente agricolo, eviteremmo di trovare sul piatto tonni stranieri quando in Italia potremmo vivere solo dei nostri. Non dovremmo mangiare cibo pompato con la merda proveniente dagli altri paesi europei, perché malgrado tutto le nostre carni continuano ad essere tutelate rispetto alle altre; come si può verificare? Sentendo il sapore. Avessimo uno stato che aiuta i tanti volenterosi e non i pochi miliardari, se solo ci fosse. Servirebbe uno stato guidato da quei volenterosi, sennò, il profitto altrui vincerà sempre.

Ultima modifica di Gummo; 18-07-2016 a 13:35.
Vecchio 18-07-2016, 13:54   #8549
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Chissà se a qualcuno dei GomBloDDisti, sempre all'erta a scovare ogni possibile sentore di manovre da parte del mitologico establishment allo scopo di far progredire la congiura "mondialista", chiedendosi sempre cui prodest dopo attentati e stragi varie, perché "c'è sempre qualcosa dietro" e i fanatici di turno sono sempre manovrati da qualche burattinaio... chissà, dicevo, se a qualcuno di loro verrà mai in mente di applicare analoghe metodologie di analisi alle uccisioni di poliziotti in USA che guarda caso rafforzano la candidatura di Trump e quindi la lobby delle armi.
O invece il campo dei sedicenti antiestablishment, per definizione, è sempre immune da dietrologie e secondi fini? Si può pianificare a tavolino il crollo delle Twin Towers ma non una "semplice" sparatoria in una nazione dove il possesso delle armi è garantito addirittura dalla Costituzione? Meditate, gente, meditate (cit.)
Winston, il punto è che far crollare 3 palazzi a velocità di caduta libera in perfetta posizione verticale da cima a fondo è fisicamente impossibile, 3 poliziotti sono molto più facili da uccidere ed ê difficile da dimostrare come complotto. Poi il punto sta nelle premesse, è plausibile che un drappello di dirottatori abbia potuto girare per 1 ora e 30 sui cieli degli USA senza essere abbattuto? Quanto meno è sospetto, mentre nel caso dei poliziotti morti le motivazioni di rabbia ci sono e tante. Comunque la tua è una lettura interessante e la terrò a mente per il futuro nel caso uscisse qualche incongruenza. ^^

Ultima modifica di Gummo; 18-07-2016 a 13:58.
Vecchio 18-07-2016, 14:28   #8550
Esperto
L'avatar di Clend
 

Quote:
Originariamente inviata da Roberto97 Visualizza il messaggio
Winston, il punto è che far crollare 3 palazzi a velocità di caduta libera in perfetta posizione verticale da cima a fondo è fisicamente impossibile
No, non è fisicamente impossibile.
Il fenomeno è stato studiato da diversi fisici e ingegneri nel corso di questi 15 anni, e le esplosioni non sembrano essere necessarie per spiegare il modo in cui sono crollate le torri
Vecchio 18-07-2016, 14:47   #8551
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Quote:
Originariamente inviata da Clend Visualizza il messaggio
No, non è fisicamente impossibile.
Il fenomeno è stato studiato da diversi fisici e ingegneri nel corso di questi 15 anni, e le esplosioni non sembrano essere necessarie per spiegare il modo in cui sono crollate le torri
Ma dall'altra parte, diversi fisici e ingegneri ti diranno che è impossibile. Per il semplice fatto che per ottenere la caduta verticale di edifici come il Wtc7 bisogna minare le colonne portanti alla base, altrimenti il crollo avverrà parzialmente e non perpendicolarmente alla struttura portante. Un palazzo colpito da detriti NON può crollare nella maniera in cui è crollato il Wtc7, è proprio fuori da ogni logica umana, basta guardarlo coi propri occhi. Rimane da chiedersi il come e perché degli esplosivi atto a detonarlo fossero presenti sul posto in anticipo.

Vecchio 18-07-2016, 14:48   #8552
Esperto
L'avatar di Centauro
 

Quote:
Originariamente inviata da Clend Visualizza il messaggio
No, non è fisicamente impossibile.
Il fenomeno è stato studiato da diversi fisici e ingegneri nel corso di questi 15 anni, e le esplosioni non sembrano essere necessarie per spiegare il modo in cui sono crollate le torri
E babbo natale vive al polo nord con gli elfi e s incula le renne.

WTC n 7 ?
Ah è vero!,è venuto giù per solidarietà.
Vecchio 18-07-2016, 15:54   #8553
Esperto
L'avatar di Clend
 

È tutto spiegato anche quello.
C'è il rapporto ufficiale dettagliato del NIST del 2008 sulle cause del crollo del WTC 7.
Leggete se siete abbastanza curiosi
Vecchio 18-07-2016, 15:57   #8554
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Non è che il Nist detiene Il verbo (organo federale, se si accetta l'idea che gli Usa abbiano compiuto un false flag sarebbe surreale chiedergli di ammetterlo direttamente). Io un po' l'ho letto (mi dispiace ma i tecnicismi non li capirei nemmeno sforzandomi), peccato che l'interpretazione di altri esperti dimostri come sia impossibile che un incendio causi il collasso perfetto di un palazzo. Poi oh, si può credere a tutte le formuline del mondo, ma un collasso perfetto e in caduta libera per una serie d'incendi farebbe sorridere chiunque.
Vecchio 18-07-2016, 16:16   #8555
Esperto
L'avatar di Clend
 

Non è crollato "solo per incendi", è un pó più estesa la cosa.
Cmq ho capito, si anche tutti quelli che hanno partecipato al rapporto NIST facevano parte del complotto. E probabilmente anche tutti quelli indipendenti che hanno raggiunto spiegazioni simili.
E va beh che ve devo dí, come al solito chi crede a un complotto lo vuole rendere non falsificabile
Vecchio 18-07-2016, 16:18   #8556
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Roberto97 Visualizza il messaggio
Tutto meno che il petrolio. E tutto quello che non si puó fare senza l'esterno, si potrebbe eliminare o fare in modo alternativo. Niente è fondamentale a vivere bene, se non la libertá, il mangiare e il bere. Guarda le bellezze del nostro paese, dagli appennini ai mari fino alle campagne, che cos'è il denaro davanti a ciò? Ferro fuso, puss. Per il resto, la globalizzazione ha solo danneggiato questa nostra nazione. Infatti imporrei per legge di aprire 10 locali di cibo autoctono per ogni McDonald, dato che in questa presunta ripresa fantasma i piccoli locali chiudono e le grandi catene trionfano. La nostra cultura viene spazzata via e gli involucri vuoti delle persone diventano salvadanai più facili da spremere. Lo so bene io, con un fratello che mi propone sempre di mangiare al sushi e schifa i ristoranti che fanno buonissimo cibo locale. Io non ci sto, non accetto che portino via le antiche radici al nostro paese, non ci sto che diventi terra battuta da sfruttare, come le altre. Se ci fosse uno stato ecologista e fondamentalmente agricolo, eviteremmo di trovare sul piatto tonni stranieri quando in Italia potremmo vivere solo dei nostri. Non dovremmo mangiare cibo pompato con la merda proveniente dagli altri paesi europei, perché malgrado tutto le nostre carni continuano ad essere tutelate rispetto alle altre; come si può verificare? Sentendo il sapore. Avessimo uno stato che aiuta i tanti volenterosi e non i pochi miliardari, se solo ci fosse. Servirebbe uno stato guidato da quei volenterosi, sennò, il profitto altrui vincerà sempre.
allora sono due problemi diversi : per risorse intendevo proprio quelle energetiche e cioè petrolio ed altri materiali , l'Italia è un paese povero cioè nel suo sottosuolo non c'è niente e dobbiamo tutto importare dall'estero ...
problema alimentazione invece hai ragione ci stiamo facendo colonizzare e colonizzare con 'robaccia' , il menu di Mc donald nonostante gli sforzi di marketing che fanno rimane un menu scadente , ma non hanno affatto vinto , forse a Milano e nel nord è così m al'Italia non è affato una in questo , da noi siamo una piccola città (ma è la seconda della toscana) c'èun solo MCDonald e ci vanno solo coi figlioli perchè c'è l'happy meal e si spende poco
le trattorie vanno ancora forte come il 'cibo locale' pizza e torta (sorta di farinata di ceci cotta al forno a legna) , quella del cibo sopratutto nel centro sud non è affatto una bataglia vinta da parte delle grandi catene , hai ragionissima sulle legge per difendere il 'nostro' cibo e qui la globalizzazione ha le sue colpe , si deve pretendere per es. che il formaggio sia fatto col latte fresco e non con quello in polvere , sì però bisogna anche che la gente si informi e non compri il primo olio extra vergine , che in relatà è spagnolo o marocchino e scadente , ci sono i consorzi come i'IGP e l'olio toscano extra vergine da noi . ma ci sono analoghi consorzi nel barese come in liguria , umbria etc..

Ultima modifica di minunmaailmass; 07-12-2018 a 15:57.
Vecchio 18-07-2016, 16:58   #8557
Esperto
 

Girava una storiella del tipo 'se Steve Jobs fosse nato in Italia'

Beh uno ce l'abbiamo avuto, ed era Adriano Olivetti

Che altresì, fu imprenditore illuminato, fuse capitalismo e socialismo e pure comunismo nei suoi ambienti di lavoro

Genio vero



Ma confrontiamo la Apple e la Olivetti oggi





Non c'è niente da fare

America numero 1, il capitalismo è stato proclamato dalla storia come modello unico possibile nella realtà, e quindi vincente



Piaccia o meno, quando la realtà incontra la fantasia, la fantasia non può parlare, e il comunismo purtroppo è solo una bella favola, i cui riscontri o non sono pervenuti, o lo hanno fatto in modo orribile

Ultima modifica di lauretum; 18-07-2016 a 17:00.
Vecchio 18-07-2016, 17:01   #8558
Esperto
 

Invece il capitalismo, ogni tanto qualche storia bella ce l'ha da raccontare
Vecchio 18-07-2016, 17:07   #8559
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Per ogni storia bella milioni di morti / morti di fame. America numero uno nel distruggere le democrazie altrui e massacrare popoli inermi rincitrullendo in contemporanea i propri concittadini. Se quello è il modello del futuro possiamo star freschi, è finita, ma io lo so già da un pezzo.
Vecchio 18-07-2016, 17:12   #8560
Esperto
L'avatar di Gummo
 

Quote:
Originariamente inviata da Clend Visualizza il messaggio
Non è crollato "solo per incendi", è un pó più estesa la cosa.
Cmq ho capito, si anche tutti quelli che hanno partecipato al rapporto NIST facevano parte del complotto. E probabilmente anche tutti quelli indipendenti che hanno raggiunto spiegazioni simili.
E va beh che ve devo dí, come al solito chi crede a un complotto lo vuole rendere non falsificabile
Tipo questi ricercatori indipendentiche criticano aspramente la versione ufficiale del 9/11? Anche loro complottisti che hanno tempo da perdere, come no. Solo che chi sostiene tesi governative non ha niente da temere e non rischia una visita a casa della CIA per attività sospette, chi sceglie sulla propria pelle di parlare e farlo senza alcuna raccomandazione può andare incontro a guai seri.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Forum Politica
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Politica e sesso Zanna92 Forum Sessualità (solo adulti) 33 27-06-2019 16:19
''politica'' del forum ansiolino Off Topic Generale 3 14-10-2017 14:43
La politica e la crisi Fantasmino Off Topic Generale 1 04-08-2011 07:31
Politica: L. 180/'78 barclay Off Topic Generale 3 06-01-2011 10:53
la politica salvo-auron Off Topic Generale 30 18-04-2009 23:39



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:54.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2