FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Sondaggi
Visualizza i risultati del sondaggio: In quale delle due opzioni vi rivedete meglio sull'origine della vostra sociofobia?
Qualunque cosa fosse accaduta sarei stato fobico, ce l'ho nel dna 6 17.14%
Le circostanze sono state decisive nel diventare fobico, di base sò socializzare, mi sarei integrato 29 82.86%
Chi ha votato: 35. Non puoi votare questo sondaggio

Rispondi
 
Vecchio 18-05-2017, 12:24   #41
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Non ho mai creduto all'influenza della genetica sul carattere, nel senso che non ho mai creduto al fatto che quell'insieme variegato di caratteristiche che si è soliti chiamare indole, dipenda da un codice nato e morto con noi, al pari dei i nostri tratti fisici. Penso possa esservi una componente innata però, legata a come il soggetto vive il periodo della gestazione, cosa in grado di influenzare il temperamento (quindi non stiamo ancora parlando di carattere).
Il resto dipende da educazione e circostanze esterne, eventi e persone incontrate nel corso della vita, ma la famiglia ha un peso determinante più di ogni altra cosa nello sviluppo della personalità, anche perché è spesso l'unico cellula sociale di confronto e contrasto durante i primi cinque anni di vita, quelli in cui si sviluppa l'architettura neurale principale e di base (che condizionerà il modo di rapportarsi al mondo da parte dell'individuo).
Ecco perché ci capita di conoscere persone con trascorsi molto problematici nella vita di tutti i giorni ma in grado di affrontarli o aggirarli senza troppi traumi e altre persone invece che si lasciano colpire e affondare da vicende all'appareza innocue ai più. C'è chi passa sostanzialmente illeso dopo mille tempeste e chi alla prima pioggerella si abbatte...come un edificio costruito con criteri antisismici in grado di resistere ai più violenti parossismi tellurici e un edificio invece non a norma che affloscia alla prima scossa.
L'idea che si possano costruire super uomini con l'educazione familiare (o di altro tipo) è dura a morire.
Il punto è un altro, facciamo un esempio esplicativo.
Se hai la pelle chiara serve una protezione quando c'è il sole. Il fatto concreto che ti scotti non dipende solo dai geni, dipende anche dal fatto che vivendo in un certo ambiente senza protezioni aggiuntive se fai le stesse ed identiche cose che fanno le persone di colore finirai con lo scottarti ed arrostirti, non è che se resti all'ombra il tuo DNA fa divntare la pelle arrosto comunque perché questo c'è scritto da qualche parte.
In tal senso questo tipo disagio o disturbo, non dipende dai geni.

Il fatto che vengano fuori persone con pelle scura e pelle chiara dipende dal DNA, il fatto che qualcuno si scotti al sole dipende da fattori contingenti ed ambientali.

Se ci sono indumenti adeguati per proteggersi, non si scotta nessuno, se non ce ne sono e si tratta chi ha la pelle scura allo stesso modo di chi ha la pelle chiara uno dei due tipi di individui si scotterà più dell'altro.

L'idea di far abituare un bambino con la pelle chiara a stare al sole per temprarlo come uno di colore, produrrà più danni che benessere. Ammesso anche che si voglia far sviluppare un tipo di protezione simile a quella del bambino di colore (là dove la pelle non è chiarissima tipo albino) bisognerà esporre il secondo molto gradualmente e quindi lo si dovrà trattare comunque in modo diverso e particolare senza aspettarsi che resista al sole come riesce a fare l'altro (ma comunque non raggiungerà i livelli dell'altro).

Non è che grazie a qualche sistema poi si possono far diventare i neri bianchi ed i bianchi neri (e direi che non sia neanche auspicabile fare una cosa del genere).

Quel che si può fare è cercare di far sviluppare tutti quanti bene tenendo conto delle differenze e non facendo finta che siamo tutti quanti uguali ed identici (gli edifici antisismici hanno tutti la stessa struttura, gli individui no, sono diversi). In tal senso i disagi e disturbi vari non sono installati nel DNA da nessuna parte, così come non sono installate le scottature, mentre il temperamento ed una serie di caratteristiche dipendono dal DNA, se non fosse così dovremmo venir fuori tutti quanti molto più simili di quanto non siamo.

Ultima modifica di XL; 18-05-2017 a 13:16.
Ringraziamenti da
Aygo (18-05-2017)
Vecchio 18-05-2017, 13:10   #42
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio

[...]

Quel che si può fare è cercare di far sviluppare tutti quanti bene tenendo conto delle differenze e non facendo finta che siamo tutti quanti uguali ed identici (gli edifici antisismici hanno tutti la stessa struttura, gli individui no, sono diversi). In tal senso i disagi e disturbi vari non sono installati nel DNA da nessuna parte, così come non sono installate le scottature, mentre il temperamento ed una serie di caratteristiche dipendono dal DNA, se non fosse così dovremmo venir fuori tutti quanti molto più simili di quanto non siamo.
Ottimo intervento
Vecchio 18-05-2017, 13:30   #43
Esperto
L'avatar di captainmarvel
 

sospetto di essere sempre stato predisposto all'ansia e dai 13 anni in poi anche alla depressione cronica, ma i miei genitori, con la loro disumanità e mancanza di empatia, hanno molto probabilmente contribuito parecchio a peggiorare il mio quadro clinico.
Vecchio 18-05-2017, 13:33   #44
Avanzato
 

il carattere è formato dall'ambiente familiare e sociale...ma c'è anche una componente genotipica.
per quanto mi riguarda sono state le esperienze familiari e quindi personali, accadute in tenerissima età, a fare di me un introverso...
forse senza quelle vicende avrei avuto un'altra vita, chissà.
ma non serve a nulla pensarci, ormai: alea iacta est...
mi sento come un lancio di dadi nel buio.
Vecchio 18-05-2017, 16:01   #45
Esperto
L'avatar di DownwardSpiral2
 

La seconda
Vecchio 18-05-2017, 19:34   #46
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
Quel che si può fare è cercare di far sviluppare tutti quanti bene tenendo conto delle differenze e non facendo finta che siamo tutti quanti uguali ed identici (gli edifici antisismici hanno tutti la stessa struttura, gli individui no, sono diversi). In tal senso i disagi e disturbi vari non sono installati nel DNA da nessuna parte, così come non sono installate le scottature, mentre il temperamento ed una serie di caratteristiche dipendono dal DNA, se non fosse così dovremmo venir fuori tutti quanti molto più simili di quanto non siamo.
Il fatto è che ci sono elementi sui quali l'intervento umano non può che essere minimo se non addirittura nullo. L'idea di creare una società che faccia stare bene tutti sotto il profilo materiale è già difficile di per sé (qualcuno dice che sia utopica), l'idea di far stare bene tutti emotivamente risulta ancora più complicata per via dell'ancor più ampio numero di variabili. Puoi sforzarti di ceare una società il più giusta possibile, ma basta vedere l'esempio delle società scandinave che sono finora quelle che più di tutte si avvicinano ad un modello accettabile di uguaglianza e pacifica convivenza, eppure i tassi di depressione e suicidio sono tra i più alti al mondo. Sarà colpa del clima, del contesto ambientale, ma come vedi la società da sola non basta, anche dovesse riuscire ad approssimarsi il più possibile alla perfezione. Occorre anche fortificare la persona mediante un'educazione supportiva...
Ringraziamenti da
Franz86 (18-05-2017)
Vecchio 18-05-2017, 19:43   #47
Esperto
L'avatar di Svers0
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Il fatto è che ci sono elementi sui quali l'intervento umano non può che essere minimo se non addirittura nullo. L'idea di creare una società che faccia stare bene tutti sotto il profilo materiale è già difficile di per sé (qualcuno dice che sia utopica), l'idea di far stare bene tutti emotivamente risulta ancora più complicata per via dell'ancor più ampio numero di variabili. Puoi sforzarti di ceare una società il più giusta possibile, ma basta vedere l'esempio delle società scandinave che sono finora quelle che più di tutte si avvicinano ad un modello accettabile di uguaglianza e pacifica convivenza, eppure i tassi di depressione e suicidio sono tra i più alti al mondo. Sarà colpa del clima, del contesto ambientale, ma come vedi la società da sola non basta, anche dovesse riuscire ad approssimarsi il più possibile alla perfezione. Occorre anche fortificare la persona mediante un'educazione supportiva...
Ahahahah, non è possibile, anche tu sei cascato nel mito delle società scandinave in cui tutti si ammazzano, tempo fa avevano linkato un articolo che smentiva definitivamente il mito, se lo trovo lo posto.
Vecchio 18-05-2017, 19:46   #48
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Svers0 Visualizza il messaggio
Ahahahah, non è possibile, anche tu sei cascato nel mito delle società scandinave in cui tutti si ammazzano, tempo fa avevano linkato un articolo che smentiva definitivamente il mito, se lo trovo lo posto.
Fatti comunque un giro in Finlandia e vedi quanto sono allegri
Vecchio 18-05-2017, 23:19   #49
Intermedio
L'avatar di Annie
 

tutte e due.
mi è stato raccontato che nella prima infanzia avevo difficoltà di socializzazione con gli altri bambini, in presenza di adulti non parlavo, benché da sola facessi un sacco di cose :giocare, leggere, guardare la televisione, disegnare, scrivere....ma sempre sola. Poi con il passare del tempo qualche amichetta l'ho avuta, ma esperienze scolastiche successive (medie, liceo, università) hanno dato il colpo di grazia a una situazione secondo me già abbastanza definita.
Vecchio 19-05-2017, 00:14   #50
Esperto
L'avatar di Stella89
 

La seconda che hai detto
Vecchio 19-05-2017, 00:46   #51
Esperto
L'avatar di Svers0
 

Quote:
Originariamente inviata da Stella89 Visualizza il messaggio
La seconda che hai detto
Un post tuo di un rigo? Impossibile!
Vecchio 19-05-2017, 21:35   #52
Banned
 

Sinceramente non saprei o non voglio andare cosi indietro nel tempo,comunque una cosa posso dirla senza timore di smentita,ho avuto una vita molto difficile che ha contribuito al formarsi, aggravarsi, riaffacciarsi di tutti i miei problemi.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Ci sei, o ci sei diventato?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Cosa sono diventato? Semifobico Storie Personali 19 21-10-2016 20:26
Sono diventato vecchio. ndm SocioFobia Forum Generale 40 05-04-2016 23:22
Sono diventato inutile Strange Man SocioFobia Forum Generale 31 03-08-2014 11:38
L'impossibile diventato realtà... Stasüdedòs Amore e Amicizia 45 18-03-2012 18:34
Come sono diventato evitante BarbaZOO SocioFobia Forum Generale 15 06-05-2011 17:40



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 18:55.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2