FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Disturbo evitante di personalità
Rispondi
 
Vecchio 12-01-2019, 23:55   #1
Principiante
 

Non ho più voglia di provare ad intraprendere nuovi rapporti sociali. Quando ero al liceo, ero così sola che volevo realmente morire, avevo la speranza però che una volta finito il liceo mi sarei allontanata dai miei compagni di classe con cui ormai era impossibile stabilire una relazione dato che mi vedevano come un alieno che non parlava, non usciva e non aveva amici.. pensavo che una volta cominciata l'università avrei cambiato tutto, sarei stata una nuova persona e mi sarei costruita un gruppo di amici che fino ad allora non avevo mai avuto. Non ci crederete, ma il primo anno ci sono realmente riuscita, ero così incredula. Poi tutto è andato sfaldandosi, perché quando i rapporti sembrano diventare più seri, e più intimi, io vengo automaticamente tagliata fuori. Mentre i membri del gruppo legavano tra di loro a due a due, o a tre a tre, io rimanevo sempre quella del gruppo che usciva ma che in realtà non aveva legato realmente con nessuno oltre alla chiacchiera superficiale. Non so se mi sto facendo capire..
E ormai da due anni tutto è andato in pezzi.. ho bruciato anche l'opportunità di socializzare dell'università. Oggi mi trovo fidanzata con un fobico.. e per il resto sono sola come prima.. ma la differenza è che adesso non ho neanche più la speranza di uscirne un giorno.. perché dopo l'università comincerà la vita lavorativa (si spera) e tutte le persone che incontrerò avranno già le loro amicizie stabili. E io rimarrò sola per sempre. Senza mai delle persone con cui condividere una risata, un'uscita, un Capodanno, una Pasquetta. E se mai in futuro dovessi incontrare qualcuno disposto a fare amicizia con me, non saprei nuovamente da dove partire.. perché le mie abilità sociali non si sono mai realmente affinate. Non sono capace a coltivare un'amicizia. E non so neanche se vorrei spendere così tante energie. Voglio delle amicizie, ma allo stesso tempo non voglio rogne, non voglio qualcosa che mi rubi il tempo, qualcuno con cui inventarmi scuse se non voglio uscire. Però allo stesso tempo la solitudine mi sta mangiando dentro, sto male anche fisicamente. Sta peggiorando.

Cosa dovrei fare? Arrendermi per sempre? C'è una soluzione?
Vecchio 13-01-2019, 00:01   #2
Esperto
 

Arrendersi mai, soluzioni non ne ho, comunque avere un compagno con le tue stesse problematiche è sempre meglio del nulla assoluto, che poi questo non basti è altro discorso, l'essere umano non è mai appagato.
Ringraziamenti da
syd_77 (13-01-2019), wastingtime (13-01-2019)
Vecchio 13-01-2019, 00:06   #3
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da bukowskiii Visualizza il messaggio
Arrendersi mai, soluzioni non ne ho, comunque avere un compagno con le tue stesse problematiche è sempre meglio del nulla assoluto, che poi questo non basti è altro discorso, l'essere umano non è mai appagato.
Quoto
Ringraziamenti da
wastingtime (13-01-2019)
Vecchio 13-01-2019, 00:21   #4
Banned
 

Se vuoi legare con persone nuove che non conoscono la tua intimità e la tua solitudine, non avrai amici ma durerà finché reggerà la maschera . Ma quelle sono compagnie easy e penso che quelle maschere siano dei taciti accordi. Un amico e qualcuno con cui poter essere se stessi nel bene e nel male, come quando da bambini non si era ancora soggetti a lavaggi del cervello e dirottati è ci confidava o i più macabro segreti e i sogni più infiniti . Ci si piaceva e basta a pelle e si stava assieme a giocare senza guardare l orologio . Puoi provare ad andare tu incontro agli altri e accettare quelle che chiami 'rogne' come parte del gioco, li forse può nascere un amicizia tra adulti che lavorano e incontrare qualcuno che ti sia amico . A dire il vero sono l'ultimo che può darti consigli perché anche senza la fobia sono riuscito a farmi il vuoto intorno. Buona fortuna.
Ringraziamenti da
wastingtime (13-01-2019)
Vecchio 13-01-2019, 00:42   #5
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da wastingtime Visualizza il messaggio
Voglio delle amicizie, ma allo stesso tempo non voglio rogne, non voglio qualcosa che mi rubi il tempo, qualcuno con cui inventarmi scuse se non voglio uscire. Però allo stesso tempo la solitudine mi sta mangiando dentro, sto male anche fisicamente. Sta peggiorando.

Cosa dovrei fare? Arrendermi per sempre? C'è una soluzione?
L'amicizia da una parte è un piacere, però può essere anche un peso se la vediamo come un'incombenza. in realtà non dovrebbe essere così, si dovrebbe essere liberi in amicizia. L'unica cosa rispettosa da fare è che se se si prende un'impegno poi in linea di massima andrebbe rispettato. E' proprio questo il mio problema, avere l'ansia anticipatoria per le uscite: una serie di pensieri assurdi si succedono nella mia testa e si autoamplificano fino a non capirci più nulla. Questo mi frena dal fare nuove amicizie e mi ha fatto perdere quelle vecchie. Aggiungiamoci il fatto che la gente non è che faccia a gara per frequentarmi..non li biasimo neanche.

La speranza c'è sempre, anche se la fobia sociale è una bestiaccia maledetta che ti fa diventare un malato di mente anche se poi non lo sei
Ringraziamenti da
wastingtime (13-01-2019)
Vecchio 13-01-2019, 10:34   #6
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da wastingtime Visualizza il messaggio
Poi tutto è andato sfaldandosi, perché quando i rapporti sembrano diventare più seri, e più intimi, io vengo automaticamente tagliata fuori. Mentre i membri del gruppo legavano tra di loro a due a due, o a tre a tre, io rimanevo sempre quella del gruppo che usciva ma che in realtà non aveva legato realmente con nessuno oltre alla chiacchiera superficiale.
Siamo nella stessa situazione. Mi è capitata esattamente la stessa cosa sia all'università che al liceo, ma purtroppo non ho mai trovato una soluzione.
Ringraziamenti da
Tudor80 (13-01-2019)
Vecchio 13-01-2019, 15:10   #7
Esperto
L'avatar di Xchénnpossoreg?
 

Non puoi prevedere il futuro.
Ho visto diverse amicizie nascere in un contesto lavorativo perciò non escludere questa evenienza.
Ad ogni modo si sopravvive comunque, io non ho più dei legami da anni e anni.
Cerca di non pensarci troppo e in caso di magone manda un messaggio al tuo ragazzo.. lui c'è, è dalla tua parte. Non sei completamente sola, ricordalo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Arrendersi alla solitudine?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Come abituarsi alla solitudine? Iago Timidezza Forum 43 18-08-2017 20:36
Rassegnarsi alla solitudine... iturbe89 Amore e Amicizia 72 09-02-2016 01:55
abituarsi alla solitudine Masterplan92 Depressione Forum 3 11-09-2015 19:10
Elogio alla solitudine Kavin Casey SocioFobia Forum Generale 5 10-04-2012 20:02
adattarsi alla solitudine reietta84 SocioFobia Forum Generale 85 16-05-2010 19:04



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:38.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2