FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 15-09-2020, 13:55   #21
Principiante
 

La tua università non organizza delle collaborazioni retribuite tipo aiutare i disabili a studiare o fare l'assistente in laboratorio/biblioteca?
Vecchio 15-09-2020, 14:25   #22
Esperto
 

Quote:
Ricordo anche che le maestre dicevano a mia madre "lei a suo figlio lo sta rovinando"
Lei come reagiva?
Vecchio 15-09-2020, 16:40   #23
Esperto
 

fai bene a cercarti un lavoretto part time per la tua dignità e sviluppo, però il mantenimento a 23 anni non si può proprio sentire, 250 euro al mese poi sono anche tanti, fossi padre col cavolo che li darei...50 al mese e te ne devono anche avanzare
Vecchio 16-09-2020, 11:39   #24
Intermedio
L'avatar di Luca97ct
 

Quote:
Originariamente inviata da onisco Visualizza il messaggio
Lei come reagiva?
Non gliene fregava molto e continuava a farlo. Mia madre era molto criticata anche dalle altre madri perchè non andavo mai alle gite scolastiche, o meglio ero io che non volevo andarci ma lei non forzava la cosa e non mi ci mandava. Che poi più che altro non volevo andarci perchè era una "situazione nuova" che mi spaventava, è un po' una cosa che si manifesta adesso e su cui sto lavorando, perchè vedo che ora, come allora, quando affronto situazioni "nuove" dopo 2/3 volte ci prendo gusto e mi diverto anche. Come ai tempi, una volta andai ad una gita che fu organizzata il giorno stesso e mi divertii molto.
Per quanto riguarda il lavoro, non critico molto l'opinione di mia madre, io però parlavo di un lavoretto 1/2 volte a settimana giusto per distaccarmi dai soldi di mio padre, dirmi come risposta "ti rovinerai" è un po' eccessivo. Comunque sto cercando di vedere se la mia università appunto offre qualcosa da questo punto di vista
Vecchio 16-09-2020, 11:43   #25
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Luca97ct Visualizza il messaggio
Non gliene fregava molto e continuava a farlo. Mia madre era molto criticata anche dalle altre madri perchè non andavo mai alle gite scolastiche, o meglio ero io che non volevo andarci ma lei non forzava la cosa e non mi ci mandava. Che poi più che altro non volevo andarci perchè era una "situazione nuova" che mi spaventava, è un po' una cosa che si manifesta adesso e su cui sto lavorando, perchè vedo che ora, come allora, quando affronto situazioni "nuove" dopo 2/3 volte ci prendo gusto e mi diverto anche. Come ai tempi, una volta andai ad una gita che fu organizzata il giorno stesso e mi divertii molto.
Per quanto riguarda il lavoro, non critico molto l'opinione di mia madre, io però parlavo di un lavoretto 1/2 volte a settimana giusto per distaccarmi dai soldi di mio padre, dirmi come risposta "ti rovinerai" è un po' eccessivo. Comunque sto cercando di vedere se la mia università appunto offre qualcosa da questo punto di vista
Anche mia madre era così, non mi ha mai mandato alle gite perché aveva paura sempre potesse succedere qualcosa e anche quando ero adolescente a volte non mi faceva uscire con le poche amiche che avevo, credo che questo abbia molto inciso e che non si possa fare più di tanto nella mia condizione..
Nella mia università fanno fare il part time a chi non prende la borsa, magari informati e provaci.. Io ci avevo pensato ma ho troppa ansia..
Vecchio 16-09-2020, 12:19   #26
Intermedio
L'avatar di Luca97ct
 

Quote:
Originariamente inviata da Nessun Visualizza il messaggio
Anche mia madre era così, non mi ha mai mandato alle gite perché aveva paura sempre potesse succedere qualcosa e anche quando ero adolescente a volte non mi faceva uscire con le poche amiche che avevo, credo che questo abbia molto inciso e che non si possa fare più di tanto nella mia condizione..
Nella mia università fanno fare il part time a chi non prende la borsa, magari informati e provaci.. Io ci avevo pensato ma ho troppa ansia..
Ecco è un po' quello che succede a me ora, ovviamente a me fa uscire adesso visto che ho 23 anni, però ogni cosa che devo fare o ti scoraggia o mette molta ansia. Se dovessi viaggiare con un amico mi direbbe "e se succede qualcosa? E se l'aereo crolla?" E robe varie. Cosi come se le dicessi che vorrei studiare in un'altra città, dice "Non lo fare, ti rovini la vita". 2 mesi fa ho deciso di andare a mare con un amico visto che non capivo perchè evitavo questa situazione, e lei ha cominciato a mettermi ansia "eh ma ora ti bruci, stai attento a non annegare" e cose varie. Quindi, molto spesso, sono portato ad evitare situazioni non tanto per la mia ansia ma perchè lei poi comincerebbe a mettermi ansia e angoscia, oltre che a scoraggiarmi. Ovviamente evita questo, evita quello, evita quell'altro e poi il risultato è che mi sento inadeguato in ambito sentimentale rispetto agli altri ragazzi.
Vecchio 16-09-2020, 12:30   #27
Esperto
 

Quote:
Non gliene fregava molto e continuava a farlo.
Mi chiedevo se si arrabbiava, parlava male con te di chi la criticava, o protestava che non capivano. O se le scorreva tutto addosso, o altro ancora, tipo si intristiva.

In bocca al lupo per tutto.
Vecchio 16-09-2020, 13:01   #28
Intermedio
L'avatar di Luca97ct
 

Quote:
Originariamente inviata da onisco Visualizza il messaggio
Mi chiedevo se si arrabbiava, parlava male con te di chi la criticava, o protestava che non capivano. O se le scorreva tutto addosso, o altro ancora, tipo si intristiva.

In bocca al lupo per tutto.
Mmmm allora, da quel che ricordo odiava la mia maestra che una volta disse di essere disgustata dal fatto che mia madre non mi mandasse alle gite scolastiche e che continuasse a levarmi lei il giubbotto e tutto. Inoltre accollava tutto a me, infatti diceva con le altre madri amiche "ma se lui non vuole andarci alle gite io che posso farci". Alla fine poteva avere anche ragione, ma io avevo 7 anni non 35, quindi avrebbe potuto farmi coraggio per andarci invece di dirmi "no infatti non andarci". Comunque il suo comportamento è assurdo, fino a 5 anni fa (quando avevo 18 anni) quando cucinava la carne me la tagliava lei, tipo come i bambini piccoli. Poi un giorno le dissi che non doveva più farlo, tende a farti sentire in colpa dicendo "ma io lo faccio per bene, per giunta mi critichi pure". Fatto sta che rispetto a 5 anni fa sono molto più autonomo, mi resta da fare qualche altro passo in avanti. Ovviamente il problema di base (sintomo nausea in varie situazioni sociali in cui mi sento sottogiudizio ma soprattutto con le ragazze) ha esordito quando ho cominciato, diciamo, a mettere un piede nella vita esterna. Prima stavo sempre a casa h24. C'è ancora da fare un bel lavoro dietro, ma sono fiducioso nonostante tutto
Ringraziamenti da
onisco (16-09-2020)
Vecchio 16-09-2020, 14:44   #29
Intermedio
L'avatar di Luca97ct
 

Quote:
Originariamente inviata da sparatemi Visualizza il messaggio
fai bene a cercarti un lavoretto part time per la tua dignità e sviluppo, però il mantenimento a 23 anni non si può proprio sentire, 250 euro al mese poi sono anche tanti, fossi padre col cavolo che li darei...50 al mese e te ne devono anche avanzare
Preciso comunque una cosa, i suoi soldi io li uso per lo più per cose riguardanti l'università, come libri e iscrizioni. Non fumo o faccio altro, a volte esco con gli amici ma non spendo moltissimo. E il secondo punto riguarda il fatto che io, dopo la scuola, ero disposto a trovarmi un lavoro, sono stati loro a dirmi di continuare con l'università. Mia madre è stata di parola, mio padre una volta gli ho detto che le iscrizioni scadevano tot giorno e quindi mi servivano 60 euro (120 euro era, quindi 60 euro mia madre e 60 lui) entro quel giorno, lui scomparì senza farsi sentire e i soldi me li diede mia madre quindi dipendeva da lui manco l'iscrizione potevo fare, dopo che è stato lui a dirmi di fare l'università e dopo che ero entrato (ne entravo 250 su 2200). Premessa questa situazione, a 23 anni mi è appunto frustrante elemosinare soldi a mio padre, per quello anche un lavoretto di 2 volte a settimana potrebbe risultarmi utile visto che ritengo, visto che ho un buon metodo di studio e non passo giornate sui libri, di poter coniugare le due cose. (Alla fine si parla di un lavoro di 2 volte a settimana non ogni giorno)

Ultima modifica di Luca97ct; 16-09-2020 a 14:46.
Vecchio 22-11-2020, 09:16   #30
Esperto
L'avatar di Rose
 

Non puoi aspettare che ti trattino loro da adulto, funziona così: a un certo punto inizi a prendere in mano la tua vita e decidere autonomamente per essa. Loro semplicemente ne prendono atto a una certa. Detto questo, non si comportano bene nessuno dei due dei tuoi genitori, ma dei soldi pare che importi più a tua madre che a te. Io al tuo posto farei cosi: mi cercherei il lavoro e le direi di chiederli lei i soldi a tuo padre se è così importante.In futuro però magari potrebbero servirti questi soldi, fra l'altro ne disponi tu o se li intasca tua madre? Dovresti aprire un conto in banca o una Postepay e farteli accreditare direttamente lì da tuo padre in modo da aver modo di dimostrare eventuali mancati pagamenti in caso




Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Altra perla di mia madre
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Io e mia madre Kaname92 Storie Personali 46 29-04-2013 17:52
Come fanno? Iniziano una storia, finisce; ne iniziano un'altra, finisce; un'altra anc Labocania Amore e Amicizia 48 05-04-2013 19:46
La prima impressione: perla shycrs Amore e Amicizia 19 28-01-2013 21:49
Mia madre Aree SocioFobia Forum Generale 24 23-03-2012 11:26
Una perla di Saggezza caostotale23 SocioFobia Forum Generale 0 13-05-2010 02:12



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:21.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2