FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Medicine
Rispondi
 
Vecchio 07-10-2013, 18:11   #1
Banned
 

Terapia: Alprazolam 1 mg 2 volte al giorno (in teoria sarebbero prescritte tre dosi, ma siccome all'inizio dormivo 12 ore di fila, prenderne 3 in 12 ore e zero nelle altre dodici mi faceva un po preoccupare.... lo so che non si fa, ma così è)
Cymbalta 60 mg 2 volte al giorno (dopo i pasti)
Zyprexa 5mg (la sera dopo la cena)


Peso 95 KG, altezza 1,75, età 27

Terapia uguale da due anni (già lo so che si dice qua, alprazolam a quelle dosi due anni di fila, ma chi è il tuo psichiatra? un omicida?)
Prima ero senza l'alprazolam


Devo dire che contrariamente a quello che si legge (per questo non si dovrebbe leggere di farmaci se non addetti) non ho mai avuto dipendenza da farmaco o assuefazione
Mi erano spariti gli spasmi muscolari e i crampi


Il motivo per cui apro il topic oltre al fatto che non spaevo cosa fare e per rispolverare la sezione, è che mi sono tornati i crampi e gli spasmi..... anche se i pensieri sono molto migliori e meno ansiosi


Ovvio che ne dovrei parlare col mio psichiatra, ma il punto è..... dovrò cambiare terapia!!! io sto bene così, cioè mai stato meglio
Ho paura di tornare indietro a cambiare un farmaco, che i pensieri ritornino disfunzionali/pessimistici/apatia/scazzo ecc.... evitamento compreso


Secondo voi è necessario che gliene parli? aspetto un po? potrei avere conseguenze peggiori nel non dirglielo e quindi nel non cambiare terapia, che nel cambiarla?

Sottolineo il fatto che oggi faccio un corso a padova e l'integrazione nel gruppo è stata perfetta con quasi broccolamento a una ragazza.....
3 anni fa a padova neanche ci mettevo piede talmente mi terrorizzava....
ecco: io non voglio tornare lì!
Vecchio 07-10-2013, 18:52   #2
Principiante
L'avatar di maumau
 

Ma due anni di sola terapia a base di farmaci? Nessuna psicoterapia?

Non è così che si risolvono i problemi psichici. Così si creano le demenze senili di domani (tanto per dirne una, gli ansiolitici presi cronicamente danneggiano la memoria).

Se il tuo psichiatra si limita a scrivere ricette, cambialo.
Vecchio 07-10-2013, 18:53   #3
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da maumau Visualizza il messaggio
Ma due anni di sola terapia a base di farmaci? Nessuna psicoterapia?

Non è così che si risolvono i problemi psichici. Così si creano le demenze senili di domani (tanto per dirne una, gli ansiolitici presi cronicamente danneggiano la memoria).

Se il tuo psichiatra si limita a scrivere ricette, cambialo.
psicoterpia di gruppo da 4 anni
m'ero scordato di scriverlo
Vecchio 07-10-2013, 18:56   #4
Principiante
L'avatar di maumau
 

Allora bisognerebbe cominciare a ridurre la farmacia.
O cambiare psicoterapia se dopo 4 anni (4 anni!!!) non ha portato benefici.
Vecchio 07-10-2013, 18:59   #5
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da maumau Visualizza il messaggio
Allora bisognerebbe cominciare a ridurre la farmacia.
O cambiare psicoterapia se dopo 4 anni (4 anni!!!) non ha portato benefici.
ma se c'è scritto che ad esempio tre anni fa non andavo neanche a padova, ora ci vado tranquillo e in corriera con i ragazzini

progressi ne ho fatti, tantissimi, infatti dico che non voglio tornare quello che ero ed elenco i miglioramenti: ho detto che ho paura tornino questi pensieri:
disfunzionali/pessimistici/apatia/scazzo ecc.... evitamento compreso
che ora non ho più o in parte non ho


comunque il DEP dura tutta la vita
Vecchio 07-10-2013, 19:22   #6
Principiante
L'avatar di maumau
 

Non mi sono spiegato.
Nessun psicofarmaco dovrebbe essere prescritto per lunghi periodi. Se va bene, non si conoscono gli effetti di un loro uso cronico; se va male, per i farmaci più "vecchi" (pochi hanno più di vent'anni di vita) si conoscono i danni che il loro uso cronico produce (come ho detto degli ansiolitici).
Il farmaco dovrebbe essere uno strumento d'emergenza per rendere funzionale una persona velocemente e fare da "ponte" verso soluzioni più durature (psicoterapia) che però richiedono più tempo, ma che almeno non hanno nessun effetto collaterale.
I due effetti vanno separati. Dopo un congruo periodo di psicoterapia i farmaci andrebbero gradualmente ridotti fino a farli sparire dal menù. Se non è possibile, evidentemente la psicoterapia non è adeguata.

La depressione non dura tutta la vita, almeno non in tutti i casi. I farmaci sono spesso la "copertina di Linus" con la quale psichiatri e pazienti, entrambi pigri, cercano di rassicurarsi, senza pensare alle conseguenze a lungo termine.
Vecchio 07-10-2013, 19:26   #7
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da maumau Visualizza il messaggio
Non mi sono spiegato.
Nessun psicofarmaco dovrebbe essere prescritto per lunghi periodi. Se va bene, non si conoscono gli effetti di un loro uso cronico; se va male, per i farmaci più "vecchi" (pochi hanno più di vent'anni di vita) si conoscono i danni che il loro uso cronico produce (come ho detto degli ansiolitici).
Il farmaco dovrebbe essere uno strumento d'emergenza per rendere funzionale una persona velocemente e fare da "ponte" verso soluzioni più durature (psicoterapia) che però richiedono più tempo, ma che almeno non hanno nessun effetto collaterale.
I due effetti vanno separati. Dopo un congruo periodo di psicoterapia i farmaci andrebbero gradualmente ridotti fino a farli sparire dal menù. Se non è possibile, evidentemente la psicoterapia non è adeguata.

La depressione non dura tutta la vita, almeno non in tutti i casi. I farmaci sono spesso la "copertina di Linus" con la quale psichiatri e pazienti, entrambi pigri, cercano di rassicurarsi, senza pensare alle conseguenze a lungo termine.
dep= disturbo evitante di personalità

la terapia dura tutta la vita, è un dato di fatto
farò anche le carte per l'invalidità
e una volta ottenuta (molto probabile) è per tutta la vita senza nuovi esami periodici....

premesso questo, la terapia va variata? annullata?
ribadisco: io non voglio tornare quello che ero....
Vecchio 07-10-2013, 19:31   #8
Banned
 

Quote:
maumau, ti ricordo che in questa sezione vengono discusse le esperienze relative a specifici farmaci e non questioni generali che concernono il rapporto depressione/psicofarmaci. Ergo, sei pregato di tornare in topic e di chiudere l'ot, grazie.
---Messaggio di moderazione---
Vecchio 07-10-2013, 19:32   #9
Esperto
L'avatar di SonoRovinato2
 

se tu prendessi solo l alprazolam da due anni stanne certo che saresti assueffato e tollerante dopo un mese massimo 2, ma dopo due anni prenderesti una scatola di alprazolam per sentire qualche beneficio. diciamo che se dormi 12 ore a notte è il mix con il ziprexa che è una bomba...poi cos è la ltro che prendi? non ricordo. Ti stanno tornando di nuovo dei sintomi? beh si in questo caso parlane con lo psichiatra o il medico
Vecchio 07-10-2013, 21:21   #10
Banned
 

qualcuno che smettendo o cambiando ansiolitico ha avuto dei peggioramenti?
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Alprazolam e dipendenza o assuefazione/aumento tolleranza farmaco
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Assuefazione al Remeron argo87 Medicine 8 29-05-2011 21:11
assuefazione viene.y.va SocioFobia Forum Generale 8 06-03-2011 19:12
Alprazolam, Anafranil e Dropaxin & aumento di peso Memole88 Medicine 7 15-02-2011 20:06
Attacchi di panico e dipendenza da Alprazolam albert73 Attacchi di panico Forum 10 16-03-2009 18:21



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:39.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2