FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Altri disturbi di personalità
Rispondi
 
Vecchio 12-08-2021, 11:34   #1
Intermedio
L'avatar di ladyambra
 

Ormai si usa "narcisista" come sinonimo di egoista, o asociale, o violento, o qualunque cosa semplicemente per attribuire colpe all'altro (o altra) o per sentirsi migliori, specialmente nelle relazioni che non cominciano o finiscono male. Quando in realtà la gente non ha idea di cosa sia il narcisismo se non per sentito dire, e anche se fosse improvvisano diagnosi basate sul nulla. Come al solito, chi ci rimette sono i più deboli perché approfondire il tema della salute mentale non interessa a chi nel sistema ci sta bene, salvo magari fare conoscenze personali.
Ringraziamenti da
HelterSkelter (13-08-2021), Hor (12-08-2021), pure_truth2 (13-08-2021), spezzata (13-08-2021)
Vecchio 12-08-2021, 11:38   #2
Esperto
L'avatar di House
 

Conosci delle persone a cui è stato diagnosticato il 'disturbo narcisistico di personalità'? O tu stessa ne soffri?

Comunque l'ignoranza è all'origine di molti mali, specie quando si parla di salute mentale.
Vecchio 12-08-2021, 12:17   #3
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Prima si usava il termine stronzo ma anche pezzo di merda, che secondo me erano più carini per descrivere certe persone. Ora va di moda narcisista, cioè che poi dire a uno sei narcisista nn da per niente soddisfazione

Ultima modifica di Equilibrium; 12-08-2021 a 12:21.
Vecchio 12-08-2021, 12:26   #4
Esperto
L'avatar di faria
 

che poi se ad un narcisista gli dici narcisista potrebbe anche essere contento.
Vecchio 12-08-2021, 12:33   #5
Esperto
L'avatar di MoussakaChaos94
 

Una mia amica mi ha messo per mesi il tarlo di essere un narcisista... Per fortuna il rapporto poi si è concluso
Vecchio 12-08-2021, 12:36   #6
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Quote:
Originariamente inviata da faria Visualizza il messaggio
che poi se ad un narcisista gli dici narcisista potrebbe anche essere contento.
Metti che é uno ambizioso e desideroso di diventare un maschio alpha, sicuramente almeno autocompiaciuto sará, autostima top level
Vecchio 12-08-2021, 13:18   #7
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da MoussakaChaos94 Visualizza il messaggio
Una mia amica mi ha messo per mesi il tarlo di essere un narcisista... Per fortuna il rapporto poi si è concluso
Che stronza...
Vecchio 12-08-2021, 14:38   #8
Esperto
L'avatar di Da'at
 

E' importante sottolineare che il narcisismo patologico, e specialmente il disturbo di personalità narcisistico, è una condizione che causa sofferenza in chi la vive, così come in tutti i suoi affetti e conoscenti.

Essendo una patologia egosintonica è molto difficile che una persona affetta da DPN chieda aiuto, perché di solito gli aspetti narcisistici vengono percepiti come positivi e ciò che vien percepito, nella visione distorta del narcisista, come negativo sono le continue delusioni e insoddisfazioni che la sua condizione gli causa.

In effetti tuttavia quando si cercano informazioni a proposito del narcisismo si trovano solo consigli più o meno utili riferiti a eventuali vittime del narcisista di turno, e quasi mai invece suggerimenti volti ad aiutare la persona affetta da DPN a capire e superare questa problematica.

Il ché è profondamente ingiusto oltre che discriminatorio, e anche parecchio crudele nei confronti di persone che sovente non si rendono neanche conto del male che causano a loro stessi, figuriamoci agli altri.

Se a un narcisista gli si nega l'empatia che viene riservata per altri tipi di disturbi di personalità, questo non potrà che sentirsi vittima di ingiustizia, rafforzando in tal modo il suo problema. Capisco che sia complicato poi mostrarsi empatici nei confronti di una persona che potrebbe potenzialmente comportarsi in maniera manipolatoria ed egoistica, e infatti non andrebbe fatto senza la giusta dose di cautela; ma dal momento che la condizione è caratterizzata dalla difficoltà o incapacità di provare empatia, avere esempi positivi in tal senso è essenziale per comprendere come evitando di considerarsi sempre al centro del mondo la propria vita diventi improvvisamente meno complicata e conflittuale.

Concludo sottolineando che esiste anche un narcisismo "buono", perché avere un'opinione di sé tendente al positivo è una caratteristica che avvantaggia e rende le sfide della vita più digeribili. Si possono avere tratti narcisistici senza per questo doversi considerare delle cattive persone. L'importante è esserne consapevoli e non dimenticare mai di mettersi nei panni altrui quando serve.
Ringraziamenti da
spezzata (13-08-2021)
Vecchio 12-08-2021, 14:58   #9
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Di me lo pensano in molti ne sono sicuro.
Vecchio 12-08-2021, 15:19   #10
Esperto
L'avatar di Angus
 

E' una brutta moda. Molte persone sono arrabbiate e spaventate per un bel po' di motivi, che non capiscono e non riescono o possono gestire. Educate all'autoritarismo (esplicito o subdolo), subiscono molto più di quanto vorrebbero. "I narcisisti" sono un bersaglio passeggero su cui sfogare una rabbia generale. Se è vero che spesso fanno del male agli altri, il giudizio nei loro confronti è spropositato e per questo ingiusto. Che molti psicoterapeuti cavalchino l'onda, la dice lunga.
Vecchio 13-08-2021, 17:46   #11
Esperto
L'avatar di spezzata
 

Passi pure all'ignorante comune, ma pensa te che addirittura ci sono terapeuti con canali YouTube che parlano male di chi ha i disturbi del cluster B.
E pensare che specie gli psichiatri/psicoterapeuti dovrebbero riuscire a separare la persona da ciò che fa o ha fatto o da ciò che la affligge..per poi trovare una la cura migliore per poter aiutare la persona in questione. Strano che proprio loro che svolgono questo servizio spesso non riescano a riuscirci. Ironico direi.
Tutto ciò si vede comunque da come si rivolgono alla persona o alla categoria di persone in questione: "il narcisista", "il borderline", "l'antisociale", "l'evitante" e così via... Non "la persona che soffre del disturbo narcisistico di personalità" bensi "il narcisista". Curioso, no?
Molte persone, fragili ovviamente, possono farsi talmente propria un'etichetta da riuscire poi a credere che non possono essere altro se non quella determinata persona, come "io sono narcisista" o altro. Vista poi questa etichetta come un modo di essere, la persona tende a farla sua e a nasconderla, a non chiedere aiuto e di conseguenza a soffrirne. Tutta roba già vista.
C'è addirittura tutta una teoria costruita su ciò, si chiama la "teoria dell'etichettamento". Credo ci sia anche un libro che si chiami "Outsiders" di Howard S. Becker ma non l'ho letto. Prima o poi dovrò leggerlo. Parla dell'etichetta che l'intera società, dal cittadino allo psicologo, tende a dare al malato mentale e al carcerato, etichetta che poi questo fa sua in modo tale da non riuscire a far progressi: "Io sono un drogato" invece di "assumo droga". Inerente a ciò, credo che in psicologia ci sia un altro termine interessante al quale varrebbe la pena di dare un'occhiata, ovvero all'"errore fondamentale di attribuzione". Non me ne intendo ovviamente ma ho letto della roba online al riguardo che sembra essere abbastanza convincente. Forse uno dovrebbe approfondire con la lettura di testi specifici però.
Oggigiorno non si riesce ad arrivare all'origine del problema, il perché una persona si comporta in un determinato modo e come fare per aiutarlo e di conseguenza aiutare anche la società. Si danno le etichette e fine. Abbiamo inoltre tutto un sistema mediatico e giudiziario che contribuisce ben bene ad accelerare il processo.
Poi...che abusare di certi termini è discriminatorio è ovvio se ci si pensa attentamente.. ma certi tipi di ostracismo vanno bene a quanto pare.
Vecchio 13-08-2021, 17:48   #12
Intermedio
L'avatar di ladyambra
 

Quote:
Originariamente inviata da Dr. House Visualizza il messaggio
Conosci delle persone a cui è stato diagnosticato il 'disturbo narcisistico di personalità'? O tu stessa ne soffri?

Comunque l'ignoranza è all'origine di molti mali, specie quando si parla di salute mentale.
Personalmente non ne soffro, quello che so al riguardo l'ho imparato ascoltando le persone direttamente coinvolte.
Vecchio 13-08-2021, 18:07   #13
Intermedio
L'avatar di ladyambra
 

Quote:
Originariamente inviata da spezzata Visualizza il messaggio
Quote
Il discorso è interessante, anche complesso direi. In lingua inglese si parla di differenza tra linguaggio person first e linguaggio identity first. Il person first sarebbe "person with disability", mentre l'identity first sarebbe "disabled person". In italiano diventa "persona disabile" perché l'aggettivo va comunque dopo il nome, ma per chi vuole approfondire può provare con queste parole chiave (magari più avanti scrivo qualcosa in più). Nel caso del narcisismo o di disturbi mentali demonizzati può essere che molti preferiscano il person first (come ad esempio nel quote), ma per altre neurodivergenze come ad esempio l'autismo c'è divisione tra person first e identity first (per chi rivendica la propria identità in contrapposizione a discriminazione o disinformazione) e in questi casi è complesso andare a scegliere le parole per le altre persone.
Vecchio 13-08-2021, 18:14   #14
Esperto
L'avatar di Da'at
 

Posto questo link perché sottolinea una problematica estremamente sottovalutata nelle persone affette dal disturbo di personalità narcisistica: sono estremamente vulnerabili all'echoism, ovvero persone che, per patologia o per malevolenza tendono a incoraggiare il narcisismo altrui, a esacerbarlo, a celebrarlo. L'echoism è in pratica il disturbo complementare del narcisismo, la persona che ne è afflitta vuole stare all'ombra di qualcuno e tesserne le lodi, preferisce che i complimenti non siano rivolti a lei ma a questa persona, tende a sminuire i suoi meriti e ingigantire quelli della persona a cui si aggancia.

In effetti è una situazione che in passato mi è capitata spesso nell'ambito lavorativo, dove il capo o collega di turno mi lisciava il pelo tessendo lodi sproporzionate sul mio operato al solo scopo di manipolare il mio narcisismo e spingermi verso i suoi obiettivi.

https://www.reddit.com/r/JordanPeter...rcissists_npd/
Vecchio 14-08-2021, 11:50   #15
Principiante
 

Confermo, ed è un'abitudine consolidata:
demente, psicopatico, narcisista, borderline, autistico, iperattivo, bipolare, ho sentito usare in senso dispregiativo anche tourettiano. Abbiamo una fantasia...e il bello è che chi sta più male non lo sa!
Tutte queste mogli, mamme, fidanzate di narcisisti secondo voi stanno bene? Io ho parlato con qualcuna e 🤦🏽*♀️
Vecchio 14-08-2021, 13:00   #16
Avanzato
L'avatar di nonsense
 

Quote:
Originariamente inviata da MoussakaChaos94 Visualizza il messaggio
Una mia amica mi ha messo per mesi il tarlo di essere un narcisista... Per fortuna il rapporto poi si è concluso
non hai idea di quanti tarli un ex amico ha messo in testa a me, tanto da sentirmi completamente tarlata!!!
Vecchio 27-08-2021, 09:59   #17
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da faria Visualizza il messaggio
che poi se ad un narcisista gli dici narcisista potrebbe anche essere contento.
ma infatti non è un insulto.
Vecchio 27-08-2021, 13:48   #18
Esperto
L'avatar di Cancelletto
 

Il problema che ho notato io è che le persone che credo siano tendenzialmente narcisiste, non andrebbero ne ammetterebbero mai di dover andare da uno psicologo. Se ne possono rendere conto in momenti di crollo emotivo, ma per il resto per loro sono sempre gli altri ad essere sbagliati. Comunque anche secondo me non dovrebbe essere una scusa per mostrare meno empatia verso queste persone, di solito peggiora la situazione
Vecchio 27-08-2021, 15:26   #19
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da ladyambra Visualizza il messaggio
Ormai si usa "narcisista" come sinonimo di egoista, o asociale, o violento, o qualunque cosa semplicemente per attribuire colpe all'altro (o altra) o per sentirsi migliori, specialmente nelle relazioni che non cominciano o finiscono male. Quando in realtà la gente non ha idea di cosa sia il narcisismo se non per sentito dire, e anche se fosse improvvisano diagnosi basate sul nulla. Come al solito, chi ci rimette sono i più deboli perché approfondire il tema della salute mentale non interessa a chi nel sistema ci sta bene, salvo magari fare conoscenze personali.
Fa parte IMO della più generale confusione che è diffusa riguardo alla terminologia psicologica/psichiatrica, per cui tratti caratteriali, scelte personali e disturbi clinici vengono confusi allegramente in un mischione infernale. Del resto, avviene persino qui: basta dissentire su certi argomenti e immancabilmente arriva qualcuno/a a dirti che "hai problemi" oppure ad appiopparti la sua diagnosi a distanza stilata ad minchiam. Figuriamoci cosa può uscire dalla bocca di gente che certi disturbi non sa neanche dove stiano di casa...
Aggiungo la considerazione che la presentazione pseudoclinica del narcisismo ha per lo più protagonisti uomini, specie in ambito relazionale ("occhio AL narcisista", "come smascherare UN narcisista al primo appuntamento", ecc.), come se le donne non potessero mai esserlo.

Ultima modifica di Winston_Smith; 27-08-2021 a 15:28.
Ringraziamenti da
Angus (27-08-2021), cancellato22422 (27-08-2021)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Abusare del termine "narcisista" è discriminatorio
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il termine "introverso" Shadows SocioFobia Forum Generale 14 24-01-2019 15:38
Ma quanto è offensivo il termine "sfigato"? Wonderlust76 Off Topic Generale 17 02-10-2018 15:40
"Hai sbagliato" "Cosa ho fatto?" "Lo dovresti sapere" Heisenberg Off Topic Generale 19 24-06-2015 22:13
"Lo stai facendo con qualcuna?" "No" "E perché?" Heisenberg SocioFobia Forum Generale 67 18-12-2014 21:27
Shutter Island [""""SPOILER"""""] Paridone Forum Cinema e TV 5 13-09-2014 21:10



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:53.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2