FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 16-09-2020, 00:21   #1
Avanzato
L'avatar di eely
 

Secondo voi come bisogna fare per imparare a vivere bene i rapporti di amore /amicizia. Il fatto che sono strana si capisce, altrimenti non sarei su questo forum, però non riesco a vivere in maniera serena i rapporti. A parte la paura costante che essi possano finire e quindi ho paura di sentirmi sola, vivo le cose in maniera marcata, soprattutto in amore. Cerco un legame fortissimo e poi vivo il sesso in maniera drammatica, cioè se faccio sesso con un ragazzo e mi trovo male a livello di relazione io ci resto con lui perché affrontare il fatto che ci lasciamo e quindi divento meno importante per lui con l'inevitabile conseguenza che lui si trova un altra per me è di un dolore indescrivibile. Anche a voi capita di vivere le cose in questa maniera? Come si può fare a migliorare un un po' questo aspetto che è davvero paralizzante?
Ps:premetto che sto cercando confronti e pareri, vorrei evitare le critiche in quanto non sono costruttive e non aiutano per niente
Ringraziamenti da
Chelios (Ieri)
Vecchio 16-09-2020, 01:53   #2
Intermedio
L'avatar di pure_truth2
 

C'è un solo modo per evitare di viverli con questa "pesantezza", ovvero fare sì che non diventino tutto il tuo mondo,non fartici inglobare, risucchiare.
È la via della "indipendenza emotiva",che non significa freddezza,o distacco,ma significa semplicemente: io basto a me stesso,sono già completo. Se un'altra persona mi affinca lungo il mio percorso, ottimo. Se se ne andrà, ottimo ugualmente, avremo guadagnato qualcosa entrambi.
Lo ringrazierò per il tempo insieme.

Ora,mi rendo conto che questa è una visione assolutamente in contrasto rispetto a come sei fatta tu, però non ci sono altri modi. Le maniere totalizzanti sono sì ricche di pathos,ma nel caso finissero (e lo fanno spesso) sì rischia seriamente un tracollo.

Non voglio essere ipocrita,io stesso mi sono più volte fatto molto male,per aver messo la mia vita "nelle mani dell'altro".
Ora sono migliorato ma ci sto lavorando ancora, perché ricadere nelle dipendenze affettive è un attimo.
La prima cosa è la stima di sé, senza di questa non c'è relazione che non diventi tossica.
La questione sesso,che sottolinei,fa parte dello spettro della gelosia, dell'ossessione,del possesso. L'altro è "mio".
Ebbene non lo è,ne sarebbe giusto che lo fosse, d'altra parte.
Se puoi, parlane con uno psicologo,ti aiuterà a capire questi meccanismi,approfondirai sulle tue insicurezze.
Ringraziamenti da
Alienata (16-09-2020)
Vecchio 16-09-2020, 06:53   #3
Principiante
 

Io mi ero reso conto che il punto era quello di familiarizzare un po' di più con questi sentimenti che sentiamo nel profondo, ma alla fine conosciamo poco. Quando la nostra quotidianità si sposa quasi solo con la paura e l'insicurezza, spesso accade il contrario di ciò che vorremmo: invece di aprirci, finisce che ci chiudiamo in questi nostri sentimenti. Può accadere proprio che non ci apriamo più verso gli altri e neanche verso noi stessi. L'unica cosa su cui siamo veramente disposti, è identificarci con la nostra paura. Non è una colpa, non dobbiamo cercare punizioni. Però, incominciare a lavorare su noi stessi, nel profondo, notavo che dava la possibilità di riconoscere e gestire, col tempo, queste paure e insicurezze. In questo mi fu (ed è tuttora) importante la meditazione, praticandola quotidianamente e anche in gruppo.
Ringraziamenti da
eely (16-09-2020)
Vecchio 16-09-2020, 06:58   #4
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Eh..debolezza caratteriale...
Vecchio 16-09-2020, 09:28   #5
Principiante
 

vivere bene i rapporti. mi chiedo spesso come alcune persone riescano a mantenere amicizie di tipo fraterno a distanza di anni..
Io faccio fatica a viverli, e viverli bene. nel corso degli anni ho sempre avuto "amiche" per lo più "traditrici" o che, appena compariva una "new entry", mi mollavano per questa e ciao a tutti..
questo accade sin da quando sono piccola, con la mia migliore amica degli scout, sino ad una tizia che cercava di provarci con il mio compagno.
insomma, dal punto di vista delle amicizie, mantengo sempre quell'atteggiamento di "si usciamo sentiamoci ma non troppo", e per troppo intendo che dopo due-tre messaggi sul cel non ho cavoli di stare lì tre ore.
dal punto di vista relazionale, poi, non ne parliamo. Sono sempre andata dietro a ragazzi che, fino all'amplesso tutto ok, quando poi mi affezionavo e mi confidavo, sparivano nel nulla, per poi tornare - ovviamente per lo stesso motivo - e riscomparire.
Per questo, ho passato anni della mia vita a rincorrere fantasmi e speranze che non si sono mai avverate..a volte ci spero ancora che certi individui tornino da me..
Quindi, no..non riesco a vivere bene i rapporti
Ringraziamenti da
Nessun (16-09-2020)
Vecchio 16-09-2020, 13:39   #6
Avanzato
L'avatar di eely
 

Quote:
Originariamente inviata da pure_truth2 Visualizza il messaggio
C'è un solo modo per evitare di viverli con questa "pesantezza", ovvero fare sì che non diventino tutto il tuo mondo,non fartici inglobare, risucchiare.
È la via della "indipendenza emotiva",che non significa freddezza,o distacco,ma significa semplicemente: io basto a me stesso,sono già completo. Se un'altra persona mi affinca lungo il mio percorso, ottimo. Se se ne andrà, ottimo ugualmente, avremo guadagnato qualcosa entrambi.
Lo ringrazierò per il tempo insieme.

Ora,mi rendo conto che questa è una visione assolutamente in contrasto rispetto a come sei fatta tu, però non ci sono altri modi. Le maniere totalizzanti sono sì ricche di pathos,ma nel caso finissero (e lo fanno spesso) sì rischia seriamente un tracollo.

Non voglio essere ipocrita,io stesso mi sono più volte fatto molto male,per aver messo la mia vita "nelle mani dell'altro".
Ora sono migliorato ma ci sto lavorando ancora, perché ricadere nelle dipendenze affettive è un attimo.
La prima cosa è la stima di sé, senza di questa non c'è relazione che non diventi tossica.
La questione sesso,che sottolinei,fa parte dello spettro della gelosia, dell'ossessione,del possesso. L'altro è "mio".
Ebbene non lo è,ne sarebbe giusto che lo fosse, d'altra parte.
Se puoi, parlane con uno psicologo,ti aiuterà a capire questi meccanismi,approfondirai sulle tue insicurezze.
Sicuramente è così. Per quanto riguarda il discorso del l'ossessione e del possesso, quando ne parlo, la mia psicologa oltre che annuire con la testa non aggiunge altro.
Vecchio 16-09-2020, 13:43   #7
Avanzato
L'avatar di eely
 

Quote:
Originariamente inviata da Ofelia_89 Visualizza il messaggio
vivere bene i rapporti. mi chiedo spesso come alcune persone riescano a mantenere amicizie di tipo fraterno a distanza di anni..
Io faccio fatica a viverli, e viverli bene. nel corso degli anni ho sempre avuto "amiche" per lo più "traditrici" o che, appena compariva una "new entry", mi mollavano per questa e ciao a tutti..
questo accade sin da quando sono piccola, con la mia migliore amica degli scout, sino ad una tizia che cercava di provarci con il mio compagno.
insomma, dal punto di vista delle amicizie, mantengo sempre quell'atteggiamento di "si usciamo sentiamoci ma non troppo", e per troppo intendo che dopo due-tre messaggi sul cel non ho cavoli di stare lì tre ore.
dal punto di vista relazionale, poi, non ne parliamo. Sono sempre andata dietro a ragazzi che, fino all'amplesso tutto ok, quando poi mi affezionavo e mi confidavo, sparivano nel nulla, per poi tornare - ovviamente per lo stesso motivo - e riscomparire.
Per questo, ho passato anni della mia vita a rincorrere fantasmi e speranze che non si sono mai avverate..a volte ci spero ancora che certi individui tornino da me..
Quindi, no..non riesco a vivere bene i rapporti
Mi dispiace molto per la tua situazione. Probabilmente sei come me, desideri di essere apprezzata per ciò che sei e sarai anche una persona seria, che vive le cose con un certo impegno e appunto serietà. Magari è questo il motivo per il quale le persone scappano, cioè che loro vivono la vita con più leggerezza rispetto a te e per i loro gusti risulti "rompiscatole", anche a me capita di essere definita esagerata e rompiscatole, è una cosa molto triste non sentirsi accettati e non sentirsi capiti.
Vecchio 16-09-2020, 14:24   #8
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Quoto Pure_truth2, ottima spiegazione breve e concisa.
Ma capisco anche che se razionalmente ci puoi arrivare benissimo a capire, emotivamente é tutto un altro paio di maniche.
Serve molto tempo per apprendere anche a livello emotivo, servono esperienze dirette, serve anche osservarsi e osservare.
Per ora mi limiterei a cominciare i rapporti senza aspettarsi niente o quasi niente, cercare di mettere da parte i propri pregiudizi così da aprirsi mentalmente agli altri. Accettare che i rapporti possono avere alti e basi di intensità e che così come possono iniziare così anche possono finire.
Ringraziamenti da
Avalanche (16-09-2020), eely (16-09-2020), pure_truth2 (Ieri)
Vecchio 16-09-2020, 15:07   #9
Principiante
L'avatar di Avalanche
 

Quote:
Originariamente inviata da pure_truth2 Visualizza il messaggio
C'è un solo modo per evitare di viverli con questa "pesantezza", ovvero fare sì che non diventino tutto il tuo mondo,non fartici inglobare, risucchiare.
È la via della "indipendenza emotiva",che non significa freddezza,o distacco,ma significa semplicemente: io basto a me stesso,sono già completo. Se un'altra persona mi affinca lungo il mio percorso, ottimo. Se se ne andrà, ottimo ugualmente, avremo guadagnato qualcosa entrambi.
Lo ringrazierò per il tempo insieme.

Ora,mi rendo conto che questa è una visione assolutamente in contrasto rispetto a come sei fatta tu, però non ci sono altri modi. Le maniere totalizzanti sono sì ricche di pathos,ma nel caso finissero (e lo fanno spesso) sì rischia seriamente un tracollo.

Non voglio essere ipocrita,io stesso mi sono più volte fatto molto male,per aver messo la mia vita "nelle mani dell'altro".
Ora sono migliorato ma ci sto lavorando ancora, perché ricadere nelle dipendenze affettive è un attimo.
La prima cosa è la stima di sé, senza di questa non c'è relazione che non diventi tossica.
La questione sesso,che sottolinei,fa parte dello spettro della gelosia, dell'ossessione,del possesso. L'altro è "mio".
Ebbene non lo è,ne sarebbe giusto che lo fosse, d'altra parte.
Se puoi, parlane con uno psicologo,ti aiuterà a capire questi meccanismi,approfondirai sulle tue insicurezze.
Hai centrato il punto.
Noi emotivamente instabili siamo prima di tutto degli egoisti, pensiamo sempre a noi stessi, colmi di orgoglio, ci aspettiamo che siano sempre gli altri a prendere l'iniziativa, crediamo che ci debba essere sempre qualcun'altro a salvarci. Ma purtroppo questa è la strada per una vita da codardi.

Ti cito un brano da un libro che sto leggendo:
"Lo sforzo è solo nell'uscire dalla chiusa fortezza dell'egoismo, accorgersi che non ci sei solo tu...Ci si creano degli alibi: ci vuole troppo tempo, e se ne ha poco, ci vogliono soldi, e non si può spenderne, dopo i trent'anni non ci si fanno più amici, sono solo conoscenze, poi ti tradiscono e ci si resta male, ho già la mia famiglia, non mi serve altro. Basterebbe rimuovere gli ostacoli, perché l'amicizia fluisca spontanea, eliminando tutti gli alibi in un secondo. gli ostacoli come la paura del rifiuto, l'orgoglio, la pigrizia, la diffidenza, il giudizio. Sono come resistenti abitudini, da contrastare attivamente per non restarne schiavi...è un circolo vizioso, essere giù perché si è soli, e poi restare soli perché ci si sente troppo giù."

Insomma ci aspettiamo di ricevere affetto ma noi quanto ne diamo?

Ultima modifica di Avalanche; 16-09-2020 a 15:59.
Ringraziamenti da
eely (16-09-2020), pure_truth2 (Ieri)
Vecchio 16-09-2020, 15:10   #10
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da Ofelia_89 Visualizza il messaggio
vivere bene i rapporti. mi chiedo spesso come alcune persone riescano a mantenere amicizie di tipo fraterno a distanza di anni..
Io faccio fatica a viverli, e viverli bene. nel corso degli anni ho sempre avuto "amiche" per lo più "traditrici" o che, appena compariva una "new entry", mi mollavano per questa e ciao a tutti..
questo accade sin da quando sono piccola, con la mia migliore amica degli scout, sino ad una tizia che cercava di provarci con il mio compagno.
insomma, dal punto di vista delle amicizie, mantengo sempre quell'atteggiamento di "si usciamo sentiamoci ma non troppo", e per troppo intendo che dopo due-tre messaggi sul cel non ho cavoli di stare lì tre ore.
dal punto di vista relazionale, poi, non ne parliamo. Sono sempre andata dietro a ragazzi che, fino all'amplesso tutto ok, quando poi mi affezionavo e mi confidavo, sparivano nel nulla, per poi tornare - ovviamente per lo stesso motivo - e riscomparire.
Per questo, ho passato anni della mia vita a rincorrere fantasmi e speranze che non si sono mai avverate..a volte ci spero ancora che certi individui tornino da me..
Quindi, no..non riesco a vivere bene i rapporti
Come mai?
Vecchio 16-09-2020, 15:20   #11
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da eely Visualizza il messaggio
Secondo voi come bisogna fare per imparare a vivere bene i rapporti di amore /amicizia. Il fatto che sono strana si capisce, altrimenti non sarei su questo forum, però non riesco a vivere in maniera serena i rapporti. A parte la paura costante che essi possano finire e quindi ho paura di sentirmi sola, vivo le cose in maniera marcata, soprattutto in amore. Cerco un legame fortissimo e poi vivo il sesso in maniera drammatica, cioè se faccio sesso con un ragazzo e mi trovo male a livello di relazione io ci resto con lui perché affrontare il fatto che ci lasciamo e quindi divento meno importante per lui con l'inevitabile conseguenza che lui si trova un altra per me è di un dolore indescrivibile. Anche a voi capita di vivere le cose in questa maniera? Come si può fare a migliorare un un po' questo aspetto che è davvero paralizzante?
Ps:premetto che sto cercando confronti e pareri, vorrei evitare le critiche in quanto non sono costruttive e non aiutano per niente
Quando impari a star bene da sola stai bene anche con gli altri e i rapporti si vivranno bene quasi automaticamente, sempre dettati dal rispetto ovviamente.
Vecchio 16-09-2020, 15:24   #12
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Quote:
Originariamente inviata da Avalanche Visualizza il messaggio
Ti cito un brando da un libro che sto leggendo:
Che libro é?

Cmq molti danno affetto ma con la clausola nascosta scritta in piccolo, tipo contratto bancario: da restituire indietro con tutti gli interessi, interessi da usuraio
Altrimenti poi cominciano le punizioni

Non é un dono, non é un atto amorevole, ma un atto di bisogno, un atto egoistico.

L'egocentrismo é una brutta bestia.
Vecchio 16-09-2020, 15:36   #13
Principiante
L'avatar di Avalanche
 

Quote:
Originariamente inviata da Equilibrium Visualizza il messaggio
Che libro é?

Cmq molti danno affetto ma con la clausola nascosta scritta in piccolo, tipo contratto bancario: da restituire indietro con tutti gli interessi, interessi da usuraio
Altrimenti poi cominciano le punizioni

Non é un dono, non é un atto amorevole, ma un atto di bisogno, un atto egoistico.

L'egocentrismo é una brutta bestia.
Beh si, il rapporto donare/ricevere dovrebbe essere reciproco ma soprattutto senza aspettarsi nulla in cambio. Se no si resta nel campo delle relazioni tossiche. Magari riformulo il concetto...quanto facciamo per essere quel tipo di persona che vorremmo avere come amico?

Il libro è Uscire dalla solitudine. Dietro le nuvole, l'amicizia e l'amore di Olga Chiaia.
Ringraziamenti da
eely (16-09-2020)
Vecchio 16-09-2020, 16:22   #14
Esperto
 

Io non riesco a vivere bene i rapporti con gli altri soprattutto per via della mia scarsa autostima , spesso anche da solo non sto bene e poi una vita di solitudine mi ha stroncato molto
Vecchio 16-09-2020, 17:29   #15
Super Moderator
L'avatar di Clover
 

Provare per migliorare. Prova .
Vecchio 16-09-2020, 21:37   #16
Avanzato
L'avatar di eely
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Quando impari a star bene da sola stai bene anche con gli altri e i rapporti si vivranno bene quasi automaticamente, sempre dettati dal rispetto ovviamente.
Io sto bene da sola e' con li altri che vivo le cose male, nel senso che mi sento poco capita e poco accettata, non posso isolarmi per sempre e quindi ci sto male. Voglio stare con li altri...
Vecchio 16-09-2020, 21:40   #17
Esperto
L'avatar di varykino
 

Quote:
Originariamente inviata da eely Visualizza il messaggio
Io sto bene da sola e' con li altri che vivo le cose male, nel senso che mi sento poco capita e poco accettata, non posso isolarmi per sempre e quindi ci sto male. Voglio stare con li altri...
s è rotta la g sulla tastiera?
Vecchio 16-09-2020, 21:41   #18
Avanzato
L'avatar di eely
 

Quote:
Originariamente inviata da varykino Visualizza il messaggio
s è rotta la g sulla tastiera?
hahah un po'
Vecchio Ieri, 07:06   #19
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Quote:
Originariamente inviata da Avalanche Visualizza il messaggio
Il libro è Uscire dalla solitudine. Dietro le nuvole, l'amicizia e l'amore di Olga Chiaia.
Vecchio Ieri, 08:32   #20
Esperto
L'avatar di Misty.
 

I rapporti non si vivono mai da soli. Tu puoi metterci tutta la tua buona fede, impegno, amore, buona volontà; tutto il buono che hai da dare. E puoi incontrare chi è incasinato e non riesce a fare altrettanto, chi ha tanto amore da donare ma è incompatibile a te per qualche ragione, e anche chi calpesta tutta l'energia creativa/la bellezza che c'è in te deliberatamente e consapevolmente, con intenzionalità. Ricordati sempre che il tuo tempo e le tue energie sono le cose a cui tenere prima di ogni altra cosa.
Purtroppo la consapevolezza dei vari tipi umani la si fa per esperienza diretta e sulla propria pelle, disgraziatamente la teoria non basta.
Lascia sempre perdere le situazioni in cui il bilancio benefici/svantaggi pende nettamente a tuo sfavore.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Vivere bene i rapporti
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Con 1800 euro al mese si può vivere bene? BbFenix Off Topic Generale 244 06-05-2018 13:11
rapporti amichevoli vs rapporti formali Orion SocioFobia Forum Generale 13 09-01-2017 21:39
è possibile vivere bene con poca fiducia in se stessi ? AnimoCosciente SocioFobia Forum Generale 15 08-05-2015 15:40
come vivere bene gli anni a venire!!! tino Amore e Amicizia 11 11-02-2009 20:15
come cercare di vivere bene nella nostra situazione? tino Depressione Forum 7 18-11-2007 21:21



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 07:40.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2