FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 13-04-2020, 13:49   #1
Esperto
 

A me si un sacco. È una delle cose che più apprezzo nella vita. La cosa che mi fa più paura della depressione, ad esempio, e non riuscire a lavorare.
E onestamente non riesco a capire quelli che, potendo, non lavorerebbero. E cosa faresti? Saresti davvero felice di vivere a spese degli altri (in tutti i sensi)?

Non parliamo poi di quanto è offensivo nei confronti di chi non trova lavoro, sentirlo dire da chi il lavoro ce l’ha.
Ringraziamenti da
choppy (13-04-2020)
Vecchio 13-04-2020, 13:56   #2
Banned
 

Fossi ben retribuito e avessi una posizione soddisfacente vivrei per il lavoro. Tutto il resto passerebbe in secondo/ terzo piano
Vecchio 13-04-2020, 13:58   #3
Esperto
L'avatar di Blue Sky
 

Non ti riferisci direttamente a me, ok, però la frase che hai estrapolato è stata scritta in un topic di discorso ipotetico e teorico ("se vincessi... bla bla bla").
Sul discorso che ciò sarebbe offensivo, probabilmente ti sei espresso male senza intento polemico, ma rispedisco volentieri al mittente.
Vecchio 13-04-2020, 14:03   #4
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Sarò onesto, no non mi piace.
Lo faccio per campare e lo vedo solamente come un mezzo ma nn ci ripongo nessuna aspettativa/realizzazione personale.

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 13-04-2020, 14:06   #5
Esperto
L'avatar di Lory
 

Io se potessi vivere di rendita da benestante, senza dipendere economicamente da nessuno, dubito che percepirei lo stimolo a cercare un impiego. Al massimo cercherei di coltivare qualche passione, al punto tale da farne divenire un lavoro.
Ringraziamenti da
Darby Crash (15-04-2020)
Vecchio 13-04-2020, 14:33   #6
Esperto
L'avatar di Crepuscolo
 

Domanda troppo generica. Il lavoro che faccio mi appassiona? Ho uno stipendio dignitoso? Il rapporto con i colleghi è buono?... Dipende da molti fattori.
Vecchio 13-04-2020, 14:56   #7
Intermedio
 

Un lavoro normale, in condizioni psicologiche accettabili, con uno stipendio dignitoso intorno ai 1000 €, sarebbe un sogno.
Vorrebbe dire riuscire ad uscire come le persone normali, non dipendere dai miei genitori come un parassita, avere un motivo per alzarsi la mattina e potersi permettere qualche sfizio.

Ma è un'utopia per me, quindi irrealizzabile; meglio non pensarci troppo.

Ultima modifica di Noradenalin; 13-04-2020 a 17:42.
Ringraziamenti da
DeadSoul (13-04-2020), Odiotutti (13-04-2020)
Vecchio 13-04-2020, 15:36   #8
Banned
 

mai lavorato, sempre tenuto alla larga, sempre arrabattato nelle cose che mi piace fare, non guadagno molto, di conseguenza faccio anche il mantenuto. la cosa non mi crea nessunissimo problema, quello che la gente potrebbe pensare e probabilmente pensa non mi sfiora minimamente, anzi, se salta fuori il discorso faccio sventolare alta la mia bandiera, zero esitazioni, entro in scena, perché la vita è solo una gran trollata, prima lo capirete e prima acquisirete il potere di trollare indistintamente tutti, i belli e i brutti, ma soprattutto i belli. quelli che vedono nella vita in società l'unica risposta plausibile alla vita stessa, che altro senso potrebbe mai avere tutto questo? non siamo mica qui a pettinar le bambole, dobbiamo imparare le regole del vivere comune, nel caldo confortante abbraccio del capitalismo che tutto risolve e tutto distrugge. prima dobbiamo studiare, poi dobbiamo lavorare, scegliere un posto dove stare, uscire e qualcuno incontrare, se va bene scopare, creare una famiglia e morire di gioia. adesso ditemi se non è questa la piu grande trollata mai concepita sulla terra. capito questo sei a cavallo. cioè tutte quelle sovrastrutture mentali legate ai rapporti sociali crollano sotto il peso della verità, della gran trollata, di tutta la montagna di cazzate che tutti i giorni tutti dobbiamo sopportare, volenti o nolenti. la trollata deve continuare. ora quando tu ti tiri fuori da questo meccanismo con la consapevolezza che è tutto sbagliato, che è esattamente il contrario, che la vita non è sacrificio ma esperienza unica e irripetibile e andrebbe vissuta come tale, quando questa verità, che in parte sicuramente sospettavi, ti travolge con tutta la sua potenza devastatrice, ecco che in quel momento, della normalità, della consuetudine, di tutte quelle piccole cose che fanno di questa società la trollata che è, non te ne fotterà piu una minchia di niente. perché essere parte attiva ma consapevole della Gran Trollata risulterà pressochè impossibile. poi ognuno è libero di provare, col rischio di star male, di finire sul fondo di qualche abisso della mente imperscrutabile, di fatto bene non starai. non che i trollanti passivi stiano bene, anzi, in parecchi tra noi soffrono le pene dell'inferno, ma la promessa di quel lavoro all'orizzonte, della figa sul macchinone, della foto con Balotelli, vi tiene sadisticamente incollati alla Gran Trollata. quindi, per tornare al discorso, se quello mi dice che sono un parassita, io di tutta risposta dico col massimo della seraficità che ormai è parte del mio essere, "grazie, per il tuo lavoro".

peace out.

anche mano sulla spalla, "grazie per il tuo sacrificio", funziona a meraviglia.

chips.

Ultima modifica di nattydread; 13-04-2020 a 15:43.
Ringraziamenti da
Giuseppe_ann (13-04-2020), Locharb (15-04-2020), pure_truth2 (13-04-2020)
Vecchio 13-04-2020, 16:11   #9
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Quote:
Originariamente inviata da nattydread Visualizza il messaggio
mai lavorato, sempre tenuto alla larga, sempre arrabattato nelle cose che mi piace fare, non guadagno molto, di conseguenza faccio anche il mantenuto. la cosa non mi crea nessunissimo problema, quello che la gente potrebbe pensare e probabilmente pensa non mi sfiora minimamente, anzi, se salta fuori il discorso faccio sventolare alta la mia bandiera, zero esitazioni, entro in scena, perché la vita è solo una gran trollata, prima lo capirete e prima acquisirete il potere di trollare indistintamente tutti, i belli e i brutti, ma soprattutto i belli. quelli che vedono nella vita in società l'unica risposta plausibile alla vita stessa, che altro senso potrebbe mai avere tutto questo? non siamo mica qui a pettinar le bambole, dobbiamo imparare le regole del vivere comune, nel caldo confortante abbraccio del capitalismo che tutto risolve e tutto distrugge. prima dobbiamo studiare, poi dobbiamo lavorare, scegliere un posto dove stare, uscire e qualcuno incontrare, se va bene scopare, creare una famiglia e morire di gioia. adesso ditemi se non è questa la piu grande trollata mai concepita sulla terra. capito questo sei a cavallo. cioè tutte quelle sovrastrutture mentali legate ai rapporti sociali crollano sotto il peso della verità, della gran trollata, di tutta la montagna di cazzate che tutti i giorni tutti dobbiamo sopportare, volenti o nolenti. la trollata deve continuare. ora quando tu ti tiri fuori da questo meccanismo con la consapevolezza che è tutto sbagliato, che è esattamente il contrario, che la vita non è sacrificio ma esperienza unica e irripetibile e andrebbe vissuta come tale, quando questa verità, che in parte sicuramente sospettavi, ti travolge con tutta la sua potenza devastatrice, ecco che in quel momento, della normalità, della consuetudine, di tutte quelle piccole cose che fanno di questa società la trollata che è, non te ne fotterà piu una minchia di niente. perché essere parte attiva ma consapevole della Gran Trollata risulterà pressochè impossibile. poi ognuno è libero di provare, col rischio di star male, di finire sul fondo di qualche abisso della mente imperscrutabile, di fatto bene non starai. non che i trollanti passivi stiano bene, anzi, in parecchi tra noi soffrono le pene dell'inferno, ma la promessa di quel lavoro all'orizzonte, della figa sul macchinone, della foto con Balotelli, vi tiene sadisticamente incollati alla Gran Trollata. quindi, per tornare al discorso, se quello mi dice che sono un parassita, io di tutta risposta dico col massimo della seraficità che ormai è parte del mio essere, "grazie, per il tuo lavoro".

peace out.

anche mano sulla spalla, "grazie per il tuo sacrificio", funziona a meraviglia.

chips.


Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 13-04-2020, 16:16   #10
Esperto
L'avatar di Qwerty
 

Ma nel senso che ti piace ricevere paga, o proprio lavoro in se e lo faresti pure gratis?
Vecchio 13-04-2020, 16:17   #11
Esperto
L'avatar di Lory
 

Quote:
Originariamente inviata da Noradenalin Visualizza il messaggio
Un lavoro normale, con uno stipendio dignitoso intorno ai 1000 €, sarebbe un sogno.
Vorrebbe dire riuscire ad uscire come le persone normali, non dipendere dai miei genitori come un parassita, avere un motivo per alzarsi la mattina e potersi permettere qualche sfizio.

Ma è un'utopia per me, quindi irrealizzabile; meglio non pensarci troppo.
Se poi devi pagarti l'affitto non ti rimane in tasca quasi nulla per spese voluttuarie
Vecchio 13-04-2020, 16:22   #12
Esperto
L'avatar di Qwerty
 

Quote:
Originariamente inviata da Lory Visualizza il messaggio
Se poi devi pagarti l'affitto non ti rimane in tasca quasi nulla per spese voluttuarie
Infatti pagare affitto è buttare via soldi, conviene abitare in casa altrui fin che non ci si può permettere comprare la propria.
Vecchio 13-04-2020, 16:23   #13
Avanzato
 

Io ho un buon stipendio ma purtroppo faccio fatica ad arrivare alla fine del mese perché tra affitto e altre spese fisse un po’ troppo alte sono sempre tirato, tra l’altro nonostante lavoro da anni con continuità faccio comunque fatica con i miei problemi ad andare a lavoro e questo mi crea un ulteriore sofferenza che si somma ad ansia e depressione
Vecchio 13-04-2020, 16:26   #14
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Lory Visualizza il messaggio
Se poi devi pagarti l'affitto non ti rimane in tasca quasi nulla per spese voluttuarie
Non devo pagare l'affitto perché vivo in casa dei miei.
Vecchio 13-04-2020, 16:26   #15
Esperto
L'avatar di Lory
 

Quote:
Originariamente inviata da Qwerty Visualizza il messaggio
Infatti pagare affitto è buttare via soldi, conviene abitare in casa altrui fin che non ci si può permettere comprare la propria.
Ammesso che si viva in un ambiente accettabile, più che altro a livello psicologico
Vecchio 13-04-2020, 16:28   #16
Esperto
L'avatar di Lory
 

Quote:
Originariamente inviata da Noradenalin Visualizza il messaggio
Non devo pagare l'affitto perché vivo in casa dei miei.
Ora no, ma magari in futuro sì
Vecchio 13-04-2020, 16:32   #17
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Lory Visualizza il messaggio
Ora no, ma magari in futuro sì
Impossibile; non ci sono né i soldi né le forze per vivere da solo.
In affitto poi...

Per me trovare un lavoro e riuscire ad uscire per svolgerlo sarebbe già il cambiamento del secolo.
Vecchio 13-04-2020, 17:40   #18
Esperto
L'avatar di Qwerty
 

Quote:
Originariamente inviata da Lory Visualizza il messaggio
Ammesso che si viva in un ambiente accettabile, più che altro a livello psicologico
A livello psicologico credo che è peggio sapere che se si butta soldi non si avrà casa propria e quando non si potrà più lavorare si finisce sotto ponte.
Vecchio 13-04-2020, 17:43   #19
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Quote:
Originariamente inviata da Qwerty Visualizza il messaggio
A livello psicologico credo che è peggio sapere che se si butta soldi non si avrà casa propria e quando non si potrà più lavorare si finisce sotto ponte.
Condivido.

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 13-04-2020, 18:10   #20
Esperto
L'avatar di VecchioErnesto
 

Quote:
Originariamente inviata da Qwerty Visualizza il messaggio
Infatti pagare affitto è buttare via soldi, conviene abitare in casa altrui fin che non ci si può permettere comprare la propria.
altrui in che senso , di chi?
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Vi piace(-rebbe) lavorare?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Domanda secca: ma a voi, a parte la fobia sociale, piace uscire o piace stare in casa Giuseppe_ann Amore e Amicizia 54 19-10-2019 11:59
Lavorare gratis lavorare tutti del sociologo De Masi Cioran Forum Libri 0 21-10-2017 14:53
Perché ci piace ciò che ci piace? dintei166 Off Topic Generale 16 19-04-2014 16:37
vi piace piace sbagliare? odg Sondaggi 36 09-11-2011 13:21
Vi piace(rebbe) stare con gli altri? April Amore e Amicizia 52 12-06-2011 12:40



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 00:48.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2