FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Amore e Amicizia
Rispondi
 
Vecchio 21-02-2009, 13:49   #1
Principiante
L'avatar di Jumo
 

Ciao a tutti
vi racconto come è andata la serata di ieri sera in cui mi sono buttato non senza timori per non sembrare sempre l'associale di turno con i miei colleghi di lavoro.
Finito il lavoro siamo andati a mangiare a casa di un collega che abita nella via vicino ad una festa.
Abbiamo cominciato a bere alcolici (a me non piacciono) e mentre si mangiava ho cominciato ad avere nausea e sono dovuto andare in bagno 4 volte a vomitare.
Allora sono cominciate le prese in giro e da quel momento in poi mi sono trasformato in un ebete con un espressione del viso da scemo che non sa dire una frase.
Arrivano altre persone che io non conosco ci presentiamo ma ero gia in una situazione di testa che non sono riuscito a mascherare i miei problemi.
Tra l'altro due di questi li ho sentiti che dicevano senza farsi sentire che sembravo un andicappato.
Dopo tutto cio siamo scesi alla festa e tutti ballavano saltavano pogavano ed io non mi divertivo per niente e provavo goffamente di imitare gli altri senza successo.
E allora subito prese in giro spinte sorrisini allora me ne sono tornato alla casa di prima dicendo di stare male.
finisco il racconto piu tardi
Vecchio 21-02-2009, 13:59   #2
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Jumo
Ciao a tutti
vi racconto come è andata la serata di ieri sera in cui mi sono buttato non senza timori per non sembrare sempre l'associale di turno con i miei colleghi di lavoro.
Finito il lavoro siamo andati a mangiare a casa di un collega che abita nella via vicino ad una festa.
Abbiamo cominciato a bere alcolici (a me non piacciono) e mentre si mangiava ho cominciato ad avere nausea e sono dovuto andare in bagno 4 volte a vomitare.
Allora sono cominciate le prese in giro e da quel momento in poi mi sono trasformato in un ebete con un espressione del viso da scemo che non sa dire una frase.
Arrivano altre persone che io non conosco ci presentiamo ma ero gia in una situazione di testa che non sono riuscito a mascherare i miei problemi.
Tra l'altro due di questi li ho sentiti che dicevano senza farsi sentire che sembravo un andicappato.
Dopo tutto cio siamo scesi alla festa e tutti ballavano saltavano pogavano ed io non mi divertivo per niente e provavo goffamente di imitare gli altri senza successo.
E allora subito prese in giro spinte sorrisini allora me ne sono tornato alla casa di prima dicendo di stare male.
finisco il racconto piu tardi
ecco dopo sto racconto ho ancora meglio voglia di uscire stasera con quei tipi (e soprattutto tipe) che non conosco....
rischio di fare 'na figuraccia colossale e di sentirmi 'na merda...
Vecchio 21-02-2009, 14:07   #3
Esperto
L'avatar di Wonderlust76
 

Quote:
Originariamente inviata da Jumo
Ciao a tutti
vi racconto come è andata la serata di ieri sera in cui mi sono buttato non senza timori per non sembrare sempre l'associale di turno con i miei colleghi di lavoro.
Finito il lavoro siamo andati a mangiare a casa di un collega che abita nella via vicino ad una festa.
Abbiamo cominciato a bere alcolici (a me non piacciono) e mentre si mangiava ho cominciato ad avere nausea e sono dovuto andare in bagno 4 volte a vomitare.
Allora sono cominciate le prese in giro e da quel momento in poi mi sono trasformato in un ebete con un espressione del viso da scemo che non sa dire una frase.
Arrivano altre persone che io non conosco ci presentiamo ma ero gia in una situazione di testa che non sono riuscito a mascherare i miei problemi.
Tra l'altro due di questi li ho sentiti che dicevano senza farsi sentire che sembravo un andicappato.
Dopo tutto cio siamo scesi alla festa e tutti ballavano saltavano pogavano ed io non mi divertivo per niente e provavo goffamente di imitare gli altri senza successo.
E allora subito prese in giro spinte sorrisini allora me ne sono tornato alla casa di prima dicendo di stare male.
finisco il racconto piu tardi
Il problema nn sei tu (anche se potevi evitare di bere se sei astemio...poi si sa come va a finire), ma i tuoi colleghi (e loro amici) che sono degli idioti...nn si prende per il culo uno che sta male.
Fosse stata della gente normale ti saresti divertito..da come li descrivi sembrano dei 17enni (o giù di li): se hanno tipo 25 anni sarebbe molto grave, e gli "handicappati" sarebbero loro. :wink:
Vecchio 21-02-2009, 14:12   #4
Banned
 

L'inferno...
Vecchio 21-02-2009, 14:40   #5
Esperto
L'avatar di vetro
 

Il loro comportamento non è stato ineccepibile pero' fondamentalmente il tuo disagio ha amplificato il tutto.Eri cosi' preoccupato dell'opinione che gli altri avevano di te che probabilmente tutto hai pensato tranne che a divertirti.Gli altri poi non ci mettono niente ad emettere giudizi.
Pero' se ci pensi,è come quando guardi un quadro e vedi un elemento che non c'entra niente nel contesto.Subito focalizzi l'attenzione su quel particolare che quasi destabilizza l'intera opera.In quella situazione loro erano inseriti nel contesto e tu ne eri fuori.
Vecchio 21-02-2009, 14:44   #6
Avanzato
L'avatar di 88_ThE_BeSt2_88
 

questo fatto rispecchia il ragionamento della società : o sei figo o sei un handicappato da deridere senza rimorsi
Vecchio 21-02-2009, 15:17   #7
Intermedio
L'avatar di infelice2
 

io resto convinto infatti,che e' meglio non buttarsi in questo modo,si va a certi eventi sociali essendo sicuri,tranquilli,con la testa a posto,se si va con ansia paura, al 99% non ci si diverte,ci si avvilisce di piu' magari,inoltre come vedi gli altri non si fanno problemi a deriderti,se erano piu' cattivi ti umiliavano pure;a queste feste bisogna andare convinti,decisi a divertirsi,non titubanti e intimiditi,io le evitero' fin quando non mi sentiro' bene con la testa,che mi frega tanto non mi divertirei,quindi non perdo nulla non andandoci
Vecchio 21-02-2009, 15:52   #8
Principiante
L'avatar di Jumo
 

Tornato a casa del collega mi sentivo male un po per la nausea molto per il modo da sfigato con cui mi sono esposto ai miei colleghi.
Dopo circa un ora sono ritornati anche loro e chiedendomi come stavo con il sorriso stampato in faccia.
Dopo un po hanno cominciato a fissarmi tutti facendo battute del cavolo dicendomi che sono un cadavere e cose del genere.
Alla fine dopo tutte queste umiliazioni cercando di coprire il dispiacere ho salutato tutti scusandomi di avere rovinato la festa.(che coglione che sono)
Tornando a casa ho cominciato a pensare a come comportarmi quando sarei tornato al lavoro...se avrei dovuto chiedere ai colleghi presenti di non sputtanarmi con gli altri,ho pensato alle foto che mi hanno fatto quando stavo male,ho pensato alle future prese per il culo, ho pensato di lasciare il lavoro.
Sono veramente distrutto
Ora ripensandoci mi sono sforzato di fare delle cose che non m i piacevano per stare con gli altri che tra l'altro non mi piacciono e non amo fare le cose che piacciono a loro.
Tutto cio pe r dimostrarmi che non sono un associale diverso dagli altri ma da questa cosa ho capito che non faro piu niente per piacere agli altri devo fare solo cio che mi piace e stare con gente che ama le stesse cose.
La media di eta dei pertecipanti era 24 26 anni.
Urge un vostro consiglio su come affrontare la situazione perche io da solo non ne vengo proprio fuori.
Grazie per le risposte
Vecchio 21-02-2009, 15:57   #9
Avanzato
L'avatar di 88_ThE_BeSt2_88
 

fai in modo di non vederli più, ormai ti hanno etichettato a vita
Vecchio 21-02-2009, 16:20   #10
Banned
 

inutile dirti che te la sei cercata... se non hai mai bevuto in vita tua, ovvio che anche 1-2 bicchieri ti fanno salire mal di testa, nausea ed appunto vomito

cmq ormai è andata cosi... inutile recriminare sul passato... ed adesso ?

puoi fare solo una cosa...

PRENDERLA CON IRONIA !!!

quando loro mostreranno in ufficio le foto di te ubriaco (perchè se le hanno scattate è matematico che lo faranno) non prendertela ma ridici su anche te con loro... scherzando pure te su quello che è accaduto lo minimizzi... e vedrai che alla fine ne uscirai come simpatico :wink:
Vecchio 21-02-2009, 16:25   #11
Banned
 

tutti qui consigliano di evitare sguardi e rapporti coi colleghi

SAREBBE LA FINE !!!

diventeresti lo zimbello di tutto l'ufficio, una specie di Fantozzi passivo mira di tutte le prese in giro

cavolo non è mica una tragedia !!! chi non si è mai ubriacato ???

invece devi usare l'autoironia, devi unirti a loro alle tue prese in giro... cosi li spiazzi e probabilmente, non trovandoci la soddisfazione di umiliarti, ti lasciano in pace
Vecchio 21-02-2009, 16:34   #12
Esperto
L'avatar di Wonderlust76
 

Quote:
Originariamente inviata da Jumo
La media di eta dei pertecipanti era 24 26 anni.
Minchia stan messi bene questi...
cmq io fossi in te nn ne farei un dramma..hai solo preso una piena, capita a tutti.
Soprattutto nn cercare di imitare gli altri solo perchè altrimenti rimani solo...mi sembra di capire che tu nn hai niente a che fare con quella gente.
Basta, frequentala solo al lavoro...e se ti danno dell' asociale fregatene, tu sei li per lavorare nn per fare salotto e nn devi per forza essere loro amico, ma solo un collega. :wink:
Vecchio 21-02-2009, 19:23   #13
Banned
 

Take it easy e cambia amicizie..

star male davanti agli altri non è un disonore, pensa che una volta ho vomitato in mezzo ad una discoteca (vabbe, ero ubriaco fradicio, e avevo pure preso medicine, non psicofarmaci, nel pomeriggio..ci è mancato poco che finissi in coma etilico). Gli altri miei amici mi hanno aiutato e si sono preoccupati della mia situazione.

quindi, se hai avuto la sfortuna di uscire con gente simile, mandala direttamente al diavolo la prossima volta che ti propongono un'uscita..
Vecchio 21-02-2009, 22:49   #14
Esperto
L'avatar di -GUERRIERO-ITALIANO-
 

HAI FATTO BENE AD ANDARTENE
Vecchio 22-02-2009, 12:25   #15
Esperto
L'avatar di JohnReds
 

Ascolta, io mi sono trovato in una situazione unabbastanza simile, anche se i miei compagni di festa erano per la maggior parte miei amici... ti capisco.

1)I tuoi colleghi sono un pò stronzi, ma oggettivamente la situazione era un pò comica. Anch'io, al posto loro, un pò l'avrei presa sul ridere...diciamo non al punto di umiliare ma cmq non avrei fatto il crocerossino subito.
Fare il "briao" della serata è stato molto imbarazzante (specie per te che temi il giudizio degli altri), ma come ha detto qualcuno, la cosa migliore è prenderla con ironia...cose del genere sono capitate anche ad altri.
Guarda che buttandola tutto sull'alcool te la cavi meglio che ammettendo che soffri di fobia sociale, le "briae" pese capitano a tutti.

E forse quest'esperienza può essere la strada per iniziare a fregartene del giudizio degli altri. Dimostrando che te ne freghi, e mostrando ai tuoi colleghi che la prendi sul ridere dimostri autoaffermazione e puoi rimediare al tuo ruolo di "passivo". Te lo dico perchè mi è capitata una cosa simile (con tanto di foto trasmesse a mezzo mondo) e però è stata la strada per imparare ad andare oltre e imparare (un pochino) a fregarmene del giudizio delle persone.

2)Hai commesso, a mio parere, un errore fondamentale: fare cose perchè le senti imposte, per paura di sembrare strano...sbagliatissimo. Non puoi superare certi limiti, se una cena o una data situazione può sembrare insostenibile non andarci, e se quando sei li ti senti male vattene, la figuraccia l'hai fatta perchè ti ostinavi a rimanerci (per paura del giudizio, forse l'hanno intuito). Meglio una figuretta perchè "scappi" o perchè rimani tutta la sera?

3) come comportarti con i colleghi. E' un casino, lo so bene. Perché non riesci a non provare quell'imbarazzo terribile di essere lo zimbello di tutti, vorresti cambiare lavoro perché non sai affrontare la situazione...
Ti capisco. Ti dico come l'ho affrontata io? (Beh, qui mi ripeterò)
Arrivando a capire che dovevo cambiare la concezione che avevo di me. Perché l'imbarazzo nasce perchè mi vedo uno sfigato, che ora è ancora più sfigato e che non uscirà mai dal suo ruolo.
Però...è la prova che devi cambiare il modo di rapportarti con te stesso. Una persona sicura di sè se ne fregherebbe, sopporterebbe l'imbarazzo e andrebbe oltre. Io un pochino ci sono riuscito, spero che riesca anche a te. :wink:

ps: NON QUOTATE!
Vecchio 22-02-2009, 15:36   #16
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Jumo
Sono veramente distrutto
Ora ripensandoci mi sono sforzato di fare delle cose che non m i piacevano per stare con gli altri che tra l'altro non mi piacciono e non amo fare le cose che piacciono a loro.
Tutto cio pe r dimostrarmi che non sono un associale diverso dagli altri ma da questa cosa ho capito che non faro piu niente per piacere agli altri devo fare solo cio che mi piace e stare con gente che ama le stesse cose.
La media di eta dei pertecipanti era 24 26 anni.
Urge un vostro consiglio su come affrontare la situazione perche io da solo non ne vengo proprio fuori.
Grazie per le risposte
condivido quello che scrivi , queste riflessioni ti serviranno in altre occasioni ...
per questa volta se in ufficio cercano di prenderti per il c... ( probabile) smitizza la situazione con loro , e con te stesso pure , avevi bevuto ...
Vecchio 22-02-2009, 15:45   #17
Esperto
L'avatar di esposizione
 

condivido quello che scrivi , queste riflessioni ti serviranno in altre occasioni ...
per questa volta se in ufficio cercano di prenderti per il c... ( probabile) smitizza la situazione con loro , e con te stesso pure , avevi bevuto ...[/quote]



si si fai cosi' !! Tira fuori la scusa che avevi bevuto, impara la lezione per le prossime volte, impara ad essere piu' sciolto, non devi eliminare quelle persone, ma anzi, devi dimostrargli che non sei veramente cosi' !!
Vecchio 22-02-2009, 16:00   #18
Principiante
L'avatar di Jumo
 

Ragazzi grazie per le dritte oggi devo dire che mi sento un po piu tranquillo (ieri mi sono dovuto sparare una ventina di goccine magiche)
Ieri sera poi un mio collega mi ha chiamato e gli ho detto che stavo meglio ma che la cosa che mi dispiaceva di piu era la figura di merda che avevo fatto con loro.Lui mi ha detto che io prima della festa avevo detto mangiamo beviamo e spacchiamo e poi al terzo bicchiere stavo un cadavere cmq ci saranno nuove occasioni per rimediare.
Io ripensando bene alla serata non ero tanto imbarazzato dal fatto di avere vomitato ma dal fatto di non avere niente in comune con i miei colleghi( a me non piace ubriacarmi ballare pogare)e cercando di dimostrare il contrario sono stato ridicolo.
Da questa bastonata voglio provare a cambiare nel senso che non voglio piu fare niente che non mi vada e voglio assolutamente evitare i sorrisini falsi di approvazione che mi si stampano in faccia per dimostrare di stare bene in gruppo.
Oggi in un pranzo con altre persone ho applicato questa cosa e pur non essendo il piu loquace ho evitato i soliti arrossamenti e sudori che ho in queste situazioni.
Sono proprio alla frutta vero?
Un saluto a tutti e commentate se vi va
Vecchio 22-02-2009, 16:48   #19
Principiante
 

No alla frutta, vai bene così.
Vecchio 22-02-2009, 22:42   #20
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da suchende
No alla frutta, vai bene così.
quoto
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Uscita serale (non sono mai stato cosi' male)
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
disagio nel comunicare una uscita serale mariobross Amore e Amicizia 18 01-05-2009 12:32
Forse è stato un male esposizione SocioFobia Forum Generale 15 25-03-2009 12:46
Le donne sono il male calimelo Off Topic Generale 39 08-08-2008 15:27
sono messo male Anonymous-User Amore e Amicizia 36 23-01-2006 23:42



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:03.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2