FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 16-04-2022, 23:11   #1
Avanzato
 

È da oggi che sto rimuginando sulla ramanzina che mi ha fatto il padre di un mio conoscente; in pratica mi ha fatto tutto un discorso dicendomi di trovarmi un lavoro, che è importante essere indipendenti e che sia io che il figlio stiamo dormendo, invitandoci tra l'altro a svegliarci e fare in fretta, che stando a casa non si combina nulla eccetera. Conoscendomi da tanti anni mi ha chiesto se mi stesse offendendo mica o se invece fossi d'accordo con lui, ovviamente io non sono il tipo che fa questioni e gli ho detto di no, che 'ste cose le so pure io. Sta di fatto che a me questa discussione mi ha turbato e non poco, ha instaurato in me una certa ansia e un senso di sconforto. Premesso che so benissimo che debba trovarmi un lavoro, ma con la fobia sociale e l'evitamento di mezzo per me non è affatto facile. Tra l'altro è un problema mio e non so perché le persone debbano mettersi in mezzo, in particolare in questo caso, come se per ammonire il figlio dovesse farlo anche con me. Se vuoi fare la ramanzina a tuo figlio ok, va bene, ma lasciate stare me che già di problemi ne ho avuti e continuo ad averne. Poi che palle questa ossessione per il lavoro, se mi andrà male andrò sotto qualche ponte del cazzo oppure mi auto-determinerò crepando, a voi che cazzo frega!?
Ringraziamenti da
cringe (17-04-2022), matriX85 (17-04-2022), Ruoppolo (16-04-2022), Tragopan (17-04-2022), Vento (19-04-2022)
Vecchio 16-04-2022, 23:39   #2
Esperto
L'avatar di Ruoppolo
 

Beati quelli che hanno il tempo per impicciarsi degli affari altrui, si vede che non hanno preoccupazioni nella loro vita.
Ringraziamenti da
Ezp97 (17-04-2022)
Vecchio 16-04-2022, 23:43   #3
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Dovevi rispondere a tono capisco non è nelle tue corde.e non sei alto 2 metri come me e non puoi intimidire però e una bastardata,un nonnino bello e buono.
Vecchio 17-04-2022, 00:22   #4
Esperto
 

Io ste cose non le devo leggere perchè mi triggerano, a me lo scorso anno mi hanno preso per il culo in tutti i modi perchè non lavoro, mi tiravano frecciatine aspre "sai io la mattina ho da fare mica come lui" "vai a lavorà fallito" "c'è chi si fa il culo e c'è chi si gratta le palle" "fallito" "mantenuto problematico".
Questa situazione della paura di lavorare mi sta facendo uscire di testa, ho paura di rivivere le prese in giro sui posti di lavoro, oppure le domande che mi faranno quando a 25 anni senza nemmeno una singola esperienza lavorativa mi approccerò al mondo del lavoro, come cazzo mi ci metto dopo anni fermo? Mi fermo qua perchè ci sarebbe una marea da dire, solo tanta tristezza e paura.
Ringraziamenti da
Cioran (18-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 00:36   #5
Esperto
L'avatar di Dark97
 

Noi giovani, spesso e volentieri veniamo etichettati come fannulloni, da quelli che hanno diversi anni piú di noi...é successo anche a me qualche volta. Alla fine lo fanno per il nostro bene...credono che sottovalutiamo l' importanza del lavoro, in quest' epoca soprattutto, se arrivi a 30 anni senza aver fatto nulla, é un bel casino...
Certo, se sapessero che un ragazzo soffre di fobie/ depressione/ altri disturbi.. probabilmente ci penserebbero due volte prima di fare certe uscite..

Ultima modifica di Dark97; 17-04-2022 a 00:45.
Ringraziamenti da
matriX85 (17-04-2022), Norlit (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 07:52   #6
Avanzato
 

Fa male, ma ha ragione. Forse se qualcuno ogni tanto ce lo ricorda si può anche generare quella "scossa" mentale che ci permette di "darci da fare", per quello che si può naturalmente
Ringraziamenti da
Blue Sky (17-04-2022), franz90 (17-04-2022), Ilsaggio (17-04-2022), kraken (17-04-2022), niubi (17-04-2022), Norlit (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 07:58   #7
Esperto
L'avatar di faria
 

quelli che parlano così, poi li vedi a lavoro e...
...parlano.

si mettessero a lavorare ché lo stipendio glielo pagano i colleghi.
Ringraziamenti da
cringe (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 09:23   #8
Intermedio
L'avatar di kraken
 

A mio avviso se i problemi sono tali da non riuscire a lavorare pur necessitando di un reddito, è necessario intraprendere la strada della psicoterapia.
Altre strade non ne vedo sinceramente .
Ringraziamenti da
edward00767 (17-04-2022), euridice_ (17-04-2022), franz90 (17-04-2022), RKO (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 09:34   #9
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Trovati qualcosa che ti piace, non buttarti come me e molti altri sulla prima cosa che trovi.
Come dice dark97 però è anche vero se non hai nessuna esperienza lavorativa a 30 anni poi è difficile che qualcuno ti assume. Diciamo che è già difficile a priori, anche se hai fatto sempre e solo lavori generici a 30 anni non ti prendono manco come cameriere, di solito. Quindi meglio cercare di imparare un lavoro se dalle tua parti c'è qualche opportunità lavorativa, qui da me è tutto morto.
Ringraziamenti da
matriX85 (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 09:36   #10
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da Dark97 Visualizza il messaggio
Noi giovani, spesso e volentieri veniamo etichettati come fannulloni, da quelli che hanno diversi anni piú di noi...é successo anche a me qualche volta. Alla fine lo fanno per il nostro bene...credono che sottovalutiamo l' importanza del lavoro, in quest' epoca soprattutto, se arrivi a 30 anni senza aver fatto nulla, é un bel casino...
Certo, se sapessero che un ragazzo soffre di fobie/ depressione/ altri disturbi.. probabilmente ci penserebbero due volte prima di fare certe uscite..
D'accordo, ma qua sfruttano troppo.
Vecchio 17-04-2022, 09:52   #11
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

Quote:
Originariamente inviata da Viewer Visualizza il messaggio
Premesso che so benissimo che debba trovarmi un lavoro, ma con la fobia sociale e l'evitamento di mezzo per me non è affatto facile.
C'è purtroppo tanta gente che non considera l'ostacolo che si può frapporre tra il sapere che una cosa vada fatta e il farla concretamente.
Dunque si immaginano che una persona non lo sappia che una certa cosa va fatta e si mettono a fare discorsi evidenziando cose del tutto ovvie.

"guarda, il lavoro va trovato!" grazie, che genio, non lo sapevo ahah. Ma fosse così facile e alla portata di tutti, l'avrei già trovato, no?

Addirittura tra gli psicoterapeuti c'è questa tendenza. Alcuni mi hanno detto: "tu non hai questa cosa perché non la vuoi abbastanza, perché non hai voglia di ottenerla".
Assurdo: come se ostacoli, ansie, paure non potessero esistere e bastasse davvero sapere che sia giusto e utile fare una tale cosa per poi metterla in pratica.
Ringraziamenti da
Ezp97 (17-04-2022), Viewer (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 09:54   #12
~~~
Esperto
L'avatar di ~~~
 

Ormai questi sono talmente un meme che bisognerebbe trovare un meme di controrisposta per chiudergli la bocca.
Ringraziamenti da
Cioran (18-04-2022), cringe (17-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 09:55   #13
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

Quote:
Originariamente inviata da Dark97 Visualizza il messaggio
Alla fine lo fanno per il nostro bene...credono che sottovalutiamo l' importanza del lavoro, in quest' epoca soprattutto, se arrivi a 30 anni senza aver fatto nulla, é un bel casino...
Avrebbe senso se insistessero riguardo all'importanza del lavoro già dai 15-16 anni, quando una persona è in formazione e può ancora costruirsi un bel CV di tutto rispetto.
Farlo con un 25enne è solo un infierire su chi con tutta probabilità già sa di essere messo male.
Ringraziamenti da
Cioran (18-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 09:59   #14
RKO
Intermedio
L'avatar di RKO
 

Il punto è che al mondo non gliene frega assolutamente una mazza dei nostri problemi, e se uno psicoterapeuta ti dicesse che fai bene a non cercare lavoro perchè hai l'ansia allora tu ti adageresti su te stesso e ti sentiresti "giustificato".
I problemi che abbiamo li sappiamo noi e li capiamo solo noi, al mondo non interessano e non avremo nessuna comprensione da questo punto di vista.
Nessuno ti porterà mai la pagnotta a casa perchè sei depresso.
Allora il lavoro dello psicoterapeuta è proprio quello di motivarti, stimolarti e anche punzecchiarti laddove necessario.

Fa malissimo sentirsi dire ciò che si è sentito dire l'utente che ha aperto il topic, però purtroppo è la verità detta a fin di bene e non tutti nella vita ti parleranno per il tuo bene.
Molti ti parleranno per farti del male e per tenerti la testa sott'acqua, quindi vale la pena porsi due domande e in qualche caso discorsi come questi possono servire anche a stimolare il tuo orgoglio e smuoverti.
Vecchio 17-04-2022, 10:08   #15
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

Quote:
Originariamente inviata da kraken Visualizza il messaggio
A mio avviso se i problemi sono tali da non riuscire a lavorare pur necessitando di un reddito, è necessario intraprendere la strada della psicoterapia.
Altre strade non ne vedo sinceramente .
se bastasse andare in psicoterapia per lavorare, allora non esisterebbero disoccupati e inoccupati

tuttavia, sì, generalmente, si consiglia anche questa strada
Vecchio 17-04-2022, 10:30   #16
Esperto
L'avatar di muttley
 

La mia domanda è un'altra: il problema è dato dai commenti delle persone o dal fatto che non si accetta la propria condizione? Perché se si accetta la propria condizione e sono solo i commenti a dare fastidio (in realtà la cosa è altamente improbabile: chi accetta qualcosa di sé, non si lascia trafiggere dai commenti), allora si risolve tutto con l'eremitaggio più completo.
Ma io ho idea che il vero problema sia il secondo.
Vecchio 17-04-2022, 10:32   #17
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da Holbaek Visualizza il messaggio
Fa male, ma ha ragione. Forse se qualcuno ogni tanto ce lo ricorda si può anche generare quella "scossa" mentale che ci permette di "darci da fare", per quello che si può naturalmente
E indovina un po'? A me non ha generato un bel niente se non malumore giornaliero, poiché erano cose che già sapevo. Il punto non è se abbia avuto ragione o meno, è il fatto di intromettersi nelle questioni altrui come se uno già non sapesse. La vita è mia e riguarda solo me, saprò io decidere quando voler fare una determinata cosa, con i miei tempi e la giusta calma, sempre se vorrò, per il resto ognuno guardi in casa propria.
Vecchio 17-04-2022, 10:35   #18
Esperto
L'avatar di Darby Crash
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
La mia domanda è un'altra: il problema è dato dai commenti delle persone o dal fatto che non si accetta la propria condizione? Perché se si accetta la propria condizione e sono solo i commenti a dare fastidio (in realtà la cosa è altamente improbabile: chi accetta qualcosa di sé, non si lascia trafiggere dai commenti), allora si risolve tutto con l'eremitaggio più completo.
Ma io ho idea che il vero problema sia il secondo.
nel mio caso è dato da entrambe le cose.

1) non accetto la mia condizione: questo è in effetti un problema, ma non intendo risolverlo perché penso sia giusto non accettarla.

2) i commenti delle persone mettono il dito nella piaga peggiorando le cose.
Ringraziamenti da
Ezp97 (17-04-2022), Viewer (18-04-2022)
Vecchio 17-04-2022, 11:07   #19
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quote:
Originariamente inviata da Darby Crash Visualizza il messaggio
non accetto la mia condizione: questo è in effetti un problema, ma non intendo risolverlo perché penso sia giusto non accettarla.
Quindi vuoi uscire dalla tua situazione?
Secondo me i commenti delle persone arriveranno comunque, il più delle volte in maniera non mirata e con indifferenza, perché come ha già fatto notare qualcuno, la maggior parte della gente non rivolge uno specifico interesse in noi né per fornirci supporto né per demolirci. Il bias della persona insicura è che la gente abbia invece un intento preciso nel lanciare frecciate acuminate all'indirizzo delle sue insicurezze.
Del resto anche noi lanciamo giudizi: questo forum pullula di strali contro personaggi e comportamenti, bisognerebbe per correttezza sospendere ogni maldicenza e critica.
Vecchio 17-04-2022, 11:23   #20
Principiante
 

Buona Pasqua intanto,
Anche io mi trovo in difficoltà per quanto riguarda un possibile lavoro a causa delle fobie che ho.
Per fortuna investo e riesco ad avere un ritorno sul capitale investito buono e con il gruzzolo dovrei riuscire a campare.
Ma mi piacerebbe molto lavorare per mettere in pratica quello che ho studiato/sto studiando.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a "Trovatevi un lavoro"
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Come rispondere quando ti svalutato (es. "tu non saresti capace per quel lavoro") Sitchnatio SocioFobia Forum Generale 15 08-01-2022 00:32
"Hai sbagliato" "Cosa ho fatto?" "Lo dovresti sapere" Heisenberg Off Topic Generale 19 24-06-2015 22:13
"Lo stai facendo con qualcuna?" "No" "E perché?" Heisenberg SocioFobia Forum Generale 67 18-12-2014 21:27
Shutter Island [""""SPOILER"""""] Paridone Forum Cinema e TV 5 13-09-2014 21:10
Avrei trovato una sorta di "lavoro fobico ideale".. RhyenaN Forum Scuola e Lavoro 7 14-04-2013 21:14



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 13:14.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2