FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Libri
Rispondi
 
Vecchio 19-05-2019, 17:27   #101
Banned
 

Parola mai sentita.
Sei proprio un manfano!

Quote:
mànfano s. m. [lat. tardo mamphur -ŭris, che indicava un arnese del tornitore], region. – 1. Il cocchiume (foro e tappo) della botte. 2. tosc. Lo stesso che manfanile. 3. fig., tosc. a. Membro virile. b. Furbacchione: questi suoi contadini son proprio dei m. (Pratolini).
Qui però il significato pare diverso

http://www.vocabolariofiorentino.it/lemma/manfano/1663
Ringraziamenti da
Hor (19-05-2019)
Vecchio 24-05-2019, 15:04   #102
Banned
 

Alluzzare, mai sentita

https://unaparolaalgiorno.it/significato/A/alluzzare

chissà se la zeta si pronuncia come in zanzara o come in pazzo. a me viene da dirla come in zanzara.
Ringraziamenti da
Hor (24-05-2019), SamueleMitomane (24-05-2019)
Vecchio 24-05-2019, 15:36   #103
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

Quote:
Originariamente inviata da Abuela Visualizza il messaggio
Alluzzare, mai sentita

https://unaparolaalgiorno.it/significato/A/alluzzare

chissà se la zeta si pronuncia come in zanzara o come in pazzo. a me viene da dirla come in zanzara.
Sta scritto che deriva dal toscano "uzzolo", magari un toscano qui può aiutarci
a me piace la z sorda (pazzo), ha più carattere
Ringraziamenti da
Abuela (24-05-2019)
Vecchio 24-05-2019, 15:43   #104
Esperto
L'avatar di An.dream
 

https://www.dizionario-italiano.it/d...a=ALLUZZARE100

Qui dice con la z sorda.
Vecchio 17-06-2019, 10:08   #105
Banned
 

Ho scoperto che cadetto significa anche: Figlio maschio non primogenito di famiglia nobile.
Vecchio 13-08-2019, 10:27   #106
Banned
 

Una parola che non conoscevo e che ho incontrato due volte in questi giorni: avocare.

Quote:
avocare*v. tr. [dal lat.*avocare«chiamare altrove, distogliere», comp. di*a(b)- «via da» e*vocare*«chiamare»] (io àvoco,*tu àvochi, ecc.). –*1.*Assumere, prendere su di sé quanto è di competenza di altro ufficio subordinato:*a.*a sé una pratica,*una facoltà;*il sostituto procuratore generale ha avocato a sé l’inchiesta sulla fuga di notizie.*2.*Attribuire, devolvere a sé stesso un bene (riferito allo stato):*in caso di mancanza di eredi legittimi,*lo stato avoca a sé l’eredità.
Vecchio 08-09-2019, 13:33   #107
Esperto
L'avatar di dharma
 

dindirindina - Solo nella loc. inter. Per dindirindina, per esprimere stupore, meraviglia o rabbia, reali o affettate

non ero sicuro sul significato per dindirindina !
Vecchio 08-09-2019, 13:59   #108
Esperto
L'avatar di E. Scrooge
 

Jacquerie

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Jacquerie

http://www.treccani.it/enciclopedia/...dia-Italiana)/

Interessante, chissà se è vero :
"Il termine è derivato da Jacques Bonhomme, il soprannome dato ai contadini dai nobili. Dallo stesso soprannome, e non viceversa, deriva il termine jacque che indica un vestito corto e semplice che ricorda quello usato dai contadini durante le rivolte, da cui deriva l'italiano "giacca"."

Ultima modifica di E. Scrooge; 08-09-2019 a 14:07.
Vecchio 20-10-2019, 19:56   #109
Banned
 

Prude come aggettivo, mai sentita!

Quote:
prude*‹prüd› agg., fr. [ellissi dell’ant.*preud-femme*«donna saggia, seria», femm. di*preudhomme, da cui l’ital. ant.*prod’uomo*(v.*prode)], non com. – Di persona che ostenta un pudore eccessivo e affettato, che si scandalizza esageratamente di tutto quello che sembra offendere la decenza:*un’anziana signora molto p.;*non vorrei sembrare p.,*ma disapprovo certi gesti;*è davvero un tipo p.,*e non le si conosce né un’avventura né un flirt*(Arbasino); di ciò che manifesta tale atteggiamento:*un discorso p.;*parole molto prud


Sto pensando che non ricordo mezza parola di quelle inserite in sto topic

Ultima modifica di Abuela; 20-10-2019 a 19:59.
Vecchio 30-12-2019, 13:55   #110
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

Manteniamo questo topic vivo please

Abiura :
s. f. [der. di abiurare, dal latino ab iurare].
– Rinuncia libera e perpetua, sotto la fede del giuramento, a cose, persone o idee, alle quali prima si era aderito: fare formale a. dei proprî errori;

- in partic., ritrattazione giurata mediante la quale si rinuncia per sempre a una dottrina fino a quel momento praticata, riconoscendola erronea ed eretica: l’a. di un’eresia, di uno scisma, o a. a un’eresia, a uno scisma.

- Per estens., rinuncia a un credo politico, ritrattazione delle ideologie o abbandono dei principî precedentemente professati, e sim.

SIN: Disconoscimento, rinuncia, abbandono, ritrattazione.

Un'abiura famosa è quella di Galileo Galilei per disconoscere la sua teoria del sole al centro dell'universo.

Un concetto simile può essere l'apostasia, che si riferisce specificatamente alla religione e può essere seguita dalla conversione ad un altro credo https://www.google.com/amp/s/unaparo...cato/apostasia
Vecchio 31-12-2019, 12:11   #111
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

SPERTICATO: agg

TRECCANI

sperticato agg. [part. pass. di sperticarsi]. –
1) non com. Che ha lunghezza esagerata, altezza eccessiva e sproporzionata: a soli tredici anni era già così s.; s. e magro, per l’età giovanile e non per gli stenti (Bacchelli); con quel naso s. sembra Pinocchio.

2.) Caratterizzato da forme e modi esagerati ed enfatici, che rivelano l’intento di convincere, adulare, lusingare: fare lodi s., elogi s.; questi complimenti s. mi fanno dubitare della vostra sincerità; dopo le ripetute e s. assicurazioni di lealtà, è stato il primo a tradirmi.

SIN: Lungo; eccessivo, esagerato

https://www.google.com/amp/s/unaparo...ato/sperticato

Ultima modifica di SamueleMitomane; 31-12-2019 a 12:13.
Vecchio 01-01-2020, 19:11   #112
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

COMPENETRARE:
[com-pe-ne-trà-re] (compènetro)

------- A v.tr.

1) Penetrare intimamente qualcosa, fondendosi con essa: l'umidità ha compenetrato tutta la falda del monte

2) fig. Pervadere: il mio cuore è compenetrato di pietà

SIN (1):* penetrare, entrare, incorporarsi
SIN (2):. riempire, colmare, occupare, invadere, pervadere, permeare

------ B v.rifl. recipr. compenetràrsi

Fondersi insieme; penetrarsi reciprocamente: questi due liquidi non si compenetrano
|| fig. In questo brano musicale, armonia e stile si sono intimamente compenetrati

SIN: Fondersi, amalgamarsi, confondersi


---- C v.intr. pronom. compenetràrsi

fig. Essere pervaso da un sentimento, riempirsi di un sentimento o immedesimarsi (in), calarsi (in) una situazione: mi compenetro di gioia;
Vecchio 02-01-2020, 18:08   #113
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

LANGUORE:

languóre s. m. [dal lat. languor -oris, der. di languēre «languire»]. –
1) Stato di estenuazione e di abbattimento fisico e psichico, che si manifesta anche esternamente con un rilassamento della persona: cadere in l.; morire di l.; sentirsi prostrato da un grande l.; Non son chi fui; perì di noi gran parte: Questo che avanza è sol l. e pianto (Foscolo)

2) atteggiamento o espressione di sentimentalismo e di dolce abbandono: "occhi pieni di languore", anche nel plurale nel senso di svenevolezze, smancerie "non mi lasciai commuovere dai suoi languori."

LANGUIDO:
1)
Stanchezza fisica, senza forze, debole, fiacco, stanco: essere, sentirsi l.; avere le membra languide
|| Fiori languidi, appassiti, reclinati
|| Polso languido, debole, che si percepisce appena
|| Stomaco languido, per mancanza di cibo o per inappetenza= vuoto, bisognoso di cibo.

---SIN: debole, esausto, fiacco, molle, prostrato, sfinito, (lett.) slombato, spossato, stanco, svigorito

2)Caratteristiche che riflettono l’interna languidezza, debolezza: occhio l., sguardo l., stanco, privo di vivacità, o anche melanconico, pensoso: allor che ’l sonno chiude I languid’occhi a l’affannata gente (Caro);

SIN: stanco, melanconico.

3)
A.
Che mostra una dolcezza eccessiva: una prosa l.; uno stile l.] ≈ carezzevole, effeminato, lezioso, melenso, MIELOSO, molle, SDOLCINATO, svenevole.

B.
fig .* " fare gli occhi l.", "guardare con occhio l.", volendo esprimere visibilmente amore, tenerezza, desiderio (spesso iron., per indicare affettazione, smanceria); sim., fare la voce l., parlare con voce l.; posa, attitudine l., di chi si abbandona con la persona, per debolezza, svogliatezza o sentimentalismo.

SIN:* Languoroso, sentimentale.

4) fig. Significato generico di debole, privo di forza e vivacità:
\\ voce languida
|| Colore languido, smorto, pallido, sfiorito
|| Luce languida, fioca, bassa
|| Musica languida, sentimentale, di ritmo lento
|| Stile languido, senza nerbo
|| Suono languido, smorzato
SIN. snervato, molle
CONT. energico, vigoroso
Vecchio 03-01-2020, 16:00   #114
Esperto
L'avatar di Idiota
 

Ho appena scoperto che meteorite è anche un sostantivo femminile. Crollano le certezze di una vita...
Ringraziamenti da
SamueleMitomane (03-01-2020)
Vecchio 03-01-2020, 18:34   #115
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

Quote:
Originariamente inviata da Idiota Visualizza il messaggio
Ho appena scoperto che meteorite è anche un sostantivo femminile. Crollano le certezze di una vita...
Aaah ecco... Hai letto anche te questa notizia del meteorite (a questo punto, della meteorite) caduto in Emilia? Credevo avessero sbagliato e ho scosso la testa con saccenza lol
Immagini allegate
Tipo di file: jpg IMG_20200103_183422.jpg‎ (21.5 KB, 0 visite)
Ringraziamenti da
Idiota (03-01-2020)
Vecchio 03-01-2020, 18:39   #116
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

ARCIGNO:
1) Di persona severa e scostante, acida di carattere.
- detto del volto e della sua espressione: "far viso arcigno", "ha costantemente un viso arcigno"= accigliato, duro, severo.
-In usi estens.: un palazzo, un castello a., una montagna a., una cattedrale a., di aspetto severo, non aggraziato o allettante
2) antico. Acido, aspro, acerbo, specie di frutta.
Vecchio 04-01-2020, 18:12   #117
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

RIMPANNUCCIARE
rimpannucciare v. tr. [der. di panno, col pref. rin-] (io rimpannùccio, ecc.).

1) non com. Rivestire di nuovi panni, di abiti migliori. Più com. nell’intr. pron.: "prima vestiva tanto male, ora s’è un po’ rimpannucciata."

2) fig. Migliorare le condizioni economiche, o anche fisiche (com. soprattutto nell’intr. pron.), es:
"quella vincita al lotto l’ha un po’ rimpannucciato"; 'tutto questo contribuì a rimpannucciarmi un pochino, e cominciai allora a svilupparmi e a crescere (Alfieri)"; "erano dei poveracci, ora si sono rimpannucciati con l’eredità del nonno". ◆ Part. pass. rimpannucciato, anche come agg.: Un rivendugliolo Rimpannucciato (Giusti).

https://unaparolaalgiorno.it/significato/rimpannucciare
Vecchio 05-01-2020, 13:17   #118
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

SUSSIEGO:
sussiègo s. m. [dallo spagn. sosiego «calma; gravità contegnosa» (der. di sosegar «calmare»)] (pl. -ghi). –

Atteggiamento, contegno pieno di gravità un po’ altezzosa: stare, mettersi in s.; gli rispose con aria, con tono di s.; entrarono la contessa, e dietro a lei il conte ..., il quale riverì le signore col suo solito s. d’uomo molto serio e molto nobile (M.Pratesi).

https://unaparolaalgiorno.it/significato/sussiego
Ringraziamenti da
Idiota (05-01-2020)
Vecchio 09-02-2020, 20:16   #119
Esperto
L'avatar di SamueleMitomane
 

BALZELLO: s.m., dim. di balzo.

1) piccolo balzo, saltello.

2) "a balzello", appostando la selvaggina dove è solita passare o fermarsi. mi sono un po' scervellato su questo secondo significato perché non capivo se indicava il luogo o l'azione e come si interpretava quella "a", ma andando a cercare l'etimologia della parola mi è più chiaro: descrive la maniera, il modo. Quindi ho chiarito meglio la definizione più in basso

ETIMOLOGIA/SIGNIFICATO: balzello significa letteralmente "piccolo salto". Nella caccia questa parola venne associata all'andar saltellante della lepre, che si sposta in tale maniera per giungere in certi luoghi dove abbeverarsi o pascersi. Da ciò venne detto "Balzello" quella caccia che prevede l'appostarsi nei nei luoghi dove la selvaggina è solita passare o fermarsi per pascersi, abbeverarsi o ricoverarsi.
Dunque, l'espressione "a balzello" dipinge qualsiasi scenario in cui la dinamica sia l'appostarsi in un determinato luogo allo scopo di prendere di sorpresa la preda che, secondo le previsioni del cacciatore, dovrebbe passar di lì. "A balzello" quindi si traduce in "alla maniera del balzello". Da qui le espressioni proprie della caccia "andare, stare, aspettare, pigliare a balzello". Il significato è lo stesso anche quando rivolto a persone, che sostituirebbero la selvaggina: "ho preso il Mitomane a balzello mentre entrava in una discoteca. Lo dicevo che era un estroversone" (Pirandello).

3) Imposizione economica (specie tassa o imposta) gravosa nonché arbitraria, ovvero che colpisce saltuariamente o in maniera disuguale.

È un termine generico usato già nel Tardo Medioevo per indicare tributi straordinari di varia natura; data l'onerosità e l'iniquità di molti di questi, il termine ha col tempo acquistato il significato di tributo eccessivo e arbitrario: "imporre balzelli"; "opprimere con balzelli la popolazione".
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Topic dizionario
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Dizionario degli acronimi e dei neologismi del Forum barclay Supporto Web 56 28-07-2019 20:26
il topic anonimo Off Topic Generale 9 27-05-2013 00:25
Come mai non c'e il topic.. White Guy Off Topic Generale 4 11-08-2012 00:26
Manco il dizionario ajMcwill Off Topic Generale 6 04-06-2011 18:33
Piccolo dizionario fobichese-italiano Ludwig SocioFobia Forum Generale 13 26-08-2008 21:30



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 07:53.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2