FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Insonnia Forum
Rispondi
 
Vecchio 30-09-2012, 01:56   #1
Esperto
L'avatar di VyCanisMajoris
 

Posso agevolmente dire che il sonno mi sta rovinando la vita.
Sono anni ormai che passo periodi caratterizzati da un ciclo sonno-veglia sballatissimo, tendo ad andare a letto tardissimo di notte e svegliarmi altrettanto tardi. Più vado a letto tardi, più mi sveglio tardi... se un giorno mi sveglio presto, sono talmente stanco che mi addormento il pomeriggio, e mi ritrovo punto da capo. E' un loop dal quale non riesco ad uscire.
Non so più cosa fare, anche perchè spesso ci penso e mi rispondo che la colpa è solo mia, della mia pigrizia e del menefreghismo nei confronti di me stesso, dei miei compiti e dei miei doveri. Mi autoconvinco che basta un po' di volontà e di testa sulle spalle... passo una settimana a regolarizzare il ciclo, e poi ricomincio come se nulla fosse.

La mattina per me è diventata un optional, non esiste quasi più. Punto quantità esagerate di sveglie (30-40, non sto scherzando), mi faccio promesse su promesse... che poi so che non manterrò.
Ho perso giorni interi di scuola, decine di lezioni all'università, visite mediche, giri con amici, impegni importanti di ogni genere, fatto figure di merda epocali con un sacco di persone. Tutto per quel cazzo di letto, dal quale non mi riesco a staccare per nessun motivo al Mondo.
Sento la sveglia, mi sveglio... so benissimo che mi sentirei meglio, fisicamente e moralmente, se mi alzassi in quel momento. Ma immancabilmente preferisco di nuovo collassare sul materasso girandomi dall'altra parte.

Due anni fa sono arrivato al punto di non vedere la luce del sole per quasi una settimana intera. Andavo a letto alle 6.30/7 per svegliarmi alle 5.30/6 del pomeriggio. Vivevo letteralmente di notte.
Per rendere meglio l'idea, ormai per me non esiste letto se non sono almeno le 2.30, e svegliarmi alle 11 è diventato un vero traguardo per me.

Mia mamma non ne può più, e ha ragione, le sto facendo del male. Non riesce più a vedermi in quello stato. Passa le mattinate a cercare di tirarmi su dal letto in tutti i modi, ed io di tutta risposta la insulto e la tratto male... confermando a lei e a me stesso di essere sempre la solita merda d'uomo.
So di dover cambiare ma semplicemente non ci riesco. Il mio istinto, la mia pigrizia, la mia scarsa fibra morale mi impediscono di prendere in mano la situazione.

Un'ora fa ho detto: "alle 2.30 sono a letto". Sono ancora qua.

Scusate lo sfogo. Volevo solo cercare qualcuno che capisse senza minimizzare.
Vecchio 30-09-2012, 02:12   #2
Esperto
L'avatar di Josef K.
 

Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Posso agevolmente dire che il sonno mi sta rovinando la vita.
Sono anni ormai che passo periodi caratterizzati da un ciclo sonno-veglia sballatissimo, tendo ad andare a letto tardissimo di notte e svegliarmi altrettanto tardi. Più vado a letto tardi, più mi sveglio tardi... se un giorno mi sveglio presto, sono talmente stanco che mi addormento il pomeriggio, e mi ritrovo punto da capo. E' un loop dal quale non riesco ad uscire.
Non so più cosa fare, anche perchè spesso ci penso e mi rispondo che la colpa è solo mia, della mia pigrizia e del menefreghismo nei confronti di me stesso, dei miei compiti e dei miei doveri. Mi autoconvinco che basta un po' di volontà e di testa sulle spalle... passo una settimana a regolarizzare il ciclo, e poi ricomincio come se nulla fosse.

La mattina per me è diventata un optional, non esiste quasi più. Punto quantità esagerate di sveglie (30-40, non sto scherzando), mi faccio promesse su promesse... che poi so che non manterrò.
Ho perso giorni interi di scuola, decine di lezioni all'università, visite mediche, giri con amici, impegni importanti di ogni genere, fatto figure di merda epocali con un sacco di persone. Tutto per quel cazzo di letto, dal quale non mi riesco a staccare per nessun motivo al Mondo.
Sento la sveglia, mi sveglio... so benissimo che mi sentirei meglio, fisicamente e moralmente, se mi alzassi in quel momento. Ma immancabilmente preferisco di nuovo collassare sul materasso girandomi dall'altra parte.

Due anni fa sono arrivato al punto di non vedere la luce del sole per quasi una settimana intera. Andavo a letto alle 6.30/7 per svegliarmi alle 5.30/6 del pomeriggio. Vivevo letteralmente di notte.
Per rendere meglio l'idea, ormai per me non esiste letto se non sono almeno le 2.30, e svegliarmi alle 11 è diventato un vero traguardo per me.

Mia mamma non ne può più, e ha ragione, le sto facendo del male. Non riesce più a vedermi in quello stato. Passa le mattinate a cercare di tirarmi su dal letto in tutti i modi, ed io di tutta risposta la insulto e la tratto male... confermando a lei e a me stesso di essere sempre la solita merda d'uomo.
So di dover cambiare ma semplicemente non ci riesco. Il mio istinto, la mia pigrizia, la mia scarsa fibra morale mi impediscono di prendere in mano la situazione.

Un'ora fa ho detto: "alle 2.30 sono a letto". Sono ancora qua.

Scusate lo sfogo. Volevo solo cercare qualcuno che capisse senza minimizzare.
Sono identico a te. Minimo 2.30, se mi si lascia campo libero almeno le 3.30, se vivessi da solo 6.30-7.00. Ora per fortuna mi alzo alle 9.00 per lavoricchiare. Ma so che se fosse per me, sarebbe di nuovo tutto un sonno. è che non si è motivati, tutto qua. Ci piace la notte, la dimensione "fuori dal tempo" che crea, ed il rimandare all'infinito un altro giorno noioso con le stesse identiche routine da affrontare. La notte è il nostro spazio di libertà. Probabilmente sei stato così fin da piccolo, come me. Non me ne farei eccessivamente una colpa. Se solo fossimo scrittori, e la notte potessimo lavorare sulle nostre pagine, sarebbe la perfezione^^
Vecchio 30-09-2012, 02:27   #3
Esperto
L'avatar di Pluvia
 

Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Sono anni ormai che passo periodi caratterizzati da un ciclo sonno-veglia sballatissimo, tendo ad andare a letto tardissimo di notte e svegliarmi altrettanto tardi. Più vado a letto tardi, più mi sveglio tardi...
Ti capisco, guarda me adesso dove sono...mi è sempre successo il sabato e la domenica, e nei periodi di non frequentazione delle lezioni scolastiche e\o universitarie. Il lunedì sono sempre distrutto.
Mio fratello più grande ha lo stesso ciclo sballato, ma lui esce con gli amici e torna molto tardi, io invece rimango su questo forum o al computer o a giocare alla Play o a studiare.
Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
se un giorno mi sveglio presto, sono talmente stanco che mi addormento il pomeriggio, e mi ritrovo punto da capo.
Io evito di andare a letto il pomeriggio, in questi casi, pur avendone grande necessità, altrimenti durante la notte non dormirei perchè ho già smaltito la stanchezza.
Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Non so più cosa fare, anche perchè spesso ci penso e mi rispondo che la colpa è solo mia, della mia pigrizia e del menefreghismo nei confronti di me stesso, dei miei compiti e dei miei doveri. Mi autoconvinco che basta un po' di volontà e di testa sulle spalle... passo una settimana a regolarizzare il ciclo, e poi ricomincio come se nulla fosse.
Ma perchè vai a letto così tardi? Che fai di solito per allontanarti dal dolce talamo?


Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
La mattina per me è diventata un optional, non esiste quasi più. Punto quantità esagerate di sveglie (30-40, non sto scherzando)
Ci sono stati interi periodi in cui non facevo più colazione e non potevo bere il mio latte al cioccolato.

Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Ho perso giorni interi di scuola, decine di lezioni all'università, visite mediche, giri con amici, impegni importanti di ogni genere, fatto figure di merda epocali con un sacco di persone.
E' grave questa situazione
Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Mia mamma non ne può più, e ha ragione, le sto facendo del male. Non riesce più a vedermi in quello stato. Passa le mattinate a cercare di tirarmi su dal letto in tutti i modi, ed io di tutta risposta la insulto e la tratto male... confermando a lei e a me stesso di essere sempre la solita merda d'uomo.
A me mia madre chiedeva continuamente perchè mi riducessi fino alle 4-5 di mattina a studiare e perchè, sapendo che avrei finito tardi, non cominciassi a studiare prima, sfruttando la mattina.
Odio però quando mi alzano presto le persiane!


Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
So di dover cambiare ma semplicemente non ci riesco. Il mio istinto, la mia pigrizia, la mia scarsa fibra morale mi impediscono di prendere in mano la situazione.
Devi adoperarti maggioramente e chiedere anche a tua madre di aiutarti, costringendoti. Se avrai per obiettivo quello che è il tuo bene, potrai farcela.

Ultima modifica di Pluvia; 30-09-2012 a 02:30.
Vecchio 30-09-2012, 02:37   #4
Esperto
L'avatar di Moonwatcher
 

Sposto in Insonnia, anche se non si parla propriamente di insonnia ma di regolarità del sonno mi sembra la sezione più appropriata.
Vecchio 30-09-2012, 02:39   #5
Principiante
L'avatar di eleade
 

Quote:
Originariamente inviata da Josef K. Visualizza il messaggio
Ci piace la notte, la dimensione "fuori dal tempo" che crea, ed il rimandare all'infinito un altro giorno noioso con le stesse identiche routine da affrontare. La notte è il nostro spazio di libertà.
Non avrei saputo descriverlo meglio.

Io vado a dormire anche alle 5 e mi sveglio anche molto tardi. Vado a dormire tardi per non pensare. Se mi sveglio presto la mattina sento un tale senso di vuoto, che se posso accorcio la giornata.
Vecchio 30-09-2012, 02:42   #6
Esperto
L'avatar di VyCanisMajoris
 

Quote:
Originariamente inviata da Josef K. Visualizza il messaggio
è che non si è motivati, tutto qua. Ci piace la notte, la dimensione "fuori dal tempo" che crea, ed il rimandare all'infinito un altro giorno noioso con le stesse identiche routine da affrontare. La notte è il nostro spazio di libertà. Probabilmente sei stato così fin da piccolo, come me. Non me ne farei eccessivamente una colpa. Se solo fossimo scrittori, e la notte potessimo lavorare sulle nostre pagine, sarebbe la perfezione^^
Pensandoci, per me è la stessa cosa. Non so cos'abbia di tanto speciale la notte per me. Ma ogni cosa acquista un altro valore se fatta di notte, persino studiare. Tutti se ne sono andati a letto, nessuno mi rompe più le palle, c'è un silenzio e una calma perfetti ed io mi ritrovo da solo con me stesso. Mi sento al sicuro, lontano da ogni giudizio, da ogni pretesa.

L'unica cosa che mi salverebbe da questo circolo vizioso sarebbe un lavoro. Ma non un lavoro qualsiasi, uno di quei lavori che il principale ti spacca la faccia se non sei lì ad una certa ora. La scorsa estate lavoravo in spiaggia, ero sul posto alle 9 tutte le mattine, ed ero felice, pur sapendo che poi avrei sgobbato per due lire sorbendomi pure i rimproveri di clienti e capi.
Ma non voglio continuare a vivere solo col fucile puntato. Voglio tornare ad essere padrone di me stesso e delle mie responsabilità.
Vecchio 30-09-2012, 02:49   #7
Esperto
L'avatar di VyCanisMajoris
 

Quote:
Originariamente inviata da dany91 Visualizza il messaggio
Ma perchè vai a letto così tardi? Che fai di solito per allontanarti dal dolce talamo?
Non lo so, è come se andare a dormire presto per me fosse uno spreco di tempo. Sto messo male, lo so.

Quote:
Originariamente inviata da dany91 Visualizza il messaggio
E' grave questa situazione
Lo so
Giuro, quando mi tiro su dal letto molto tardi mi sento la persona più inutile della storia. Chi mai stimerebbe uno così? Uno che mentre gli altri si sbattono per guadagnarsi soldi o un futuro, dorme come se nulla gli fregasse?
Vecchio 30-09-2012, 02:57   #8
Esperto
L'avatar di Josef K.
 

Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Pensandoci, per me è la stessa cosa. Non so cos'abbia di tanto speciale la notte per me. Ma ogni cosa acquista un altro valore se fatta di notte, persino studiare. Tutti se ne sono andati a letto, nessuno mi rompe più le palle, c'è un silenzio e una calma perfetti ed io mi ritrovo da solo con me stesso. Mi sento al sicuro, lontano da ogni giudizio, da ogni pretesa.

L'unica cosa che mi salverebbe da questo circolo vizioso sarebbe un lavoro. Ma non un lavoro qualsiasi, uno di quei lavori che il principale ti spacca la faccia se non sei lì ad una certa ora. La scorsa estate lavoravo in spiaggia, ero sul posto alle 9 tutte le mattine, ed ero felice, pur sapendo che poi avrei sgobbato per due lire sorbendomi pure i rimproveri di clienti e capi.
Ma non voglio continuare a vivere solo col fucile puntato. Voglio tornare ad essere padrone di me stesso e delle mie responsabilità.
Nella notte l'introverso ritrova quel senso che perde di giorno, dietro quelle tante regole di un mondo che non è mai completamente il suo. Proprio per questo avverte più che mai la voglia di vivere, ed il pensiero di smorzarla per andare a dormire lo nausea. Se tutti vedessero la notte in questo modo, e trasportassero in essa il loro mondo, finiremmo per desiderare il giorno. è una fuga verso se stessi e quel che si vuole davvero. Io la vedo così.
Vecchio 30-09-2012, 03:02   #9
Esperto
L'avatar di VyCanisMajoris
 

Quote:
Originariamente inviata da Josef K. Visualizza il messaggio
Nella notte l'introverso ritrova quel senso che perde di giorno, dietro quelle tante regole di un mondo che non è mai completamente il suo. Proprio per questo avverte più che mai la voglia di vivere, ed il pensiero di smorzarla per andare a dormire lo nausea.
Me la segno
Vecchio 30-09-2012, 03:07   #10
Esperto
L'avatar di Josef K.
 

Quote:
Originariamente inviata da VyCanisMajoris Visualizza il messaggio
Me la segno
Eheheh
Della serie "troviamo il bello nelle nostre piccolezze".
Vecchio 30-09-2012, 03:13   #11
Esperto
L'avatar di VyCanisMajoris
 

Nonostante questo devo cambiare. Chissà mai se ci riuscirò.
Intanto finisco l'ennesima sigaretta e finalmente me ne vado a letto.
Vecchio 01-10-2012, 21:20   #12
Intermedio
L'avatar di ultranoia
 

quando non ho scuola solitamente non vado a letto prima delle 3-4 e non mi sveglio prima di mezzogiorno del giorno dopo, a meno che qualcuno non venga a rompermi i coglioni. per quello che mi riguarda dipende dal fatto che di sera ho sempre fatto fatica ad addormentarmi fin da piccola, mentre la mattina ho il sonno molto più pesante, e anche se mi sveglio poi mi riaddormento subito..
ho fatto tre mesi quest'estate a non vedere quasi mai la mattina, se non perché ero ancora sveglia dalla notte *-* è un ritmo che mi piace e non mi ha creato particolari problemi, se non quando ho dovuto riabituarmi ad alzarmi alle 6. adesso davvero ho degli orari malsani, mi sveglio alle sei, sto rincoglionita fino a quando arrivo a casa da scuola alle 3, mangio, la maggior parte delle volte dormo 2-3 ore e poi la sera non ho sonno quindi vado a letto tardi e il giorno dopo sono ancora più zombie..
potresti provare a importi degli orari giorno per giorno, gradualmente: del tipo ogni sera provi a andare a letto mezz'ora prima e ti svegli mezz'ora prima del solito la mattina.. non so, la butto lì :)
Vecchio 13-10-2012, 01:51   #13
Intermedio
 

Da quando ho smesso di seguire le lezioni,più di 2 anni fa,ho avuto un peggioramento incredibile....ormai vado a letto alle 4-5 di notte e poi mi sveglio alle 13 ma durante la mattina sento i rumori dei miei vicini e rumori da fuori e quindi dormo pure male....ormai sono fatto così la notte mi rasserena e voglio viverla tutta

p.s. io alle 13 quando mi sveglio,beh anche alle 11 ma poi resto a letto,sono un cadavere....di primo pomeriggio sembro addormentato,sto bene in prima serata mentre di notte le mie energie sembrano moltiplicarsi sia fisiche che mentali sogno sempre ad occhi aperti di notte mi costruisco castelli di sabbia che poi la luce del sole spazza via.

Ultima modifica di rocky9; 13-10-2012 a 01:54.
Vecchio 13-10-2012, 02:36   #14
Esperto
L'avatar di Josef K.
 

Eccoci qui alle 3.30 ancora sveglissimi, colleghi di ore piccole
Vecchio 03-11-2012, 06:47   #15
Esperto
L'avatar di Oda Nobunaga
 

cristo santo pure averlo scritto io sto post..
Vecchio 09-11-2012, 04:29   #16
Principiante
 

Purtroppo faccio lo stesso anch'io e per ora ho una forza di volontà troppo debole per riuscire a cambiare. Mi odio per questo...
Vecchio 10-11-2012, 02:43   #17
Esperto
L'avatar di Oda Nobunaga
 

se becco lo stronzo che ha inventato la notte gli spacco la faccia.se faccio la seconda notte in bianco domani muoio, per forza di cose
Vecchio 10-11-2012, 22:32   #18
Intermedio
L'avatar di panda minore
 

Un esperienza un po' simile - anche se non così radicale ed estrema - mi è capitata dopo essermi diplomato.
Non cercando lavoro, la mia vita - che durante la scuola era scandita da orari precisi (sveglia alle 6.10 circa, autobus alle 7.15, arrivo a scuola verso le 7.45-7.50, ritorno a casa per le 14 e la sera sempre a letto entro le 22 di sera sennò mia madre mi ci portava a forza...) improvvisamente ha preso una piega disperata. Non avevo niente da fare, andavo tardi a dormire, diciamo sempre verso le 2-2.30 e al mattino mi svegliavo sempre intorno alle 9 se non addirittura verso le 10...un inferno. E le (pochissime per fortuna) volte che ero costretto a svegliarmi verso le 7 del mattino era un dramma
Gli orari cambiavano solamente nei brevi periodi in cui lavoravo tramite il Collocamento negli Enti Pubblici..poi ricominciava la solita solfa.
Da più di 10 anni a questa parte, ora che ho ormai un'occupazione stabile (dipendente pubblico) il mio ritmo di vita non potrebbe essere più diverso ed estremo di quello che conducevo allora.
Basti questo: sveglia tutti i giorni alle 5 ....e per forza di cose devo andare a dormire entro le 23... anche se purtroppo alle volte arrivo anche alle 23.30: con il risultato che il giorno dopo mi alzo per forza d'inerzia...
Non c'è dubbio che oggi sto pagando quegli anni di inerzia e debosciaggine (e qualche anno fa ci sono stati lunghi periodi in cui - a causa di problemi lavorativi - mi vedevo costretto ad alzarmi alle 4.40....): e pensare che facevo fatica a svegliarmi alle 7...(oggi invece la sveglia suona alle 5....)
La conseguenza è che anche quando sono a casa a riposo (la domenica e spesso il sabato) mi alzo alle 7...e punto pure la sveglia per rispettare il ritmo altrimenti durante la settimana faccio fatica a uscire dal letto alle 5, troppa fatica, che poi pago durante la giornata. Mai e poi mai oggi riuscirei a dormire fino alle 9 o addirittura 10 del mattino...e di conseguenze mi sarebbe impossibile restare sveglio la notte fino alle 2 od oltre....
Persino a Capodanno, quando resto di norma sveglio fino all'1.30 - 2 di notte - mi alzo al mattino alle 7....
La morale è semplice: il lavoro.....questa è stata la medicina che ha sconvolto quell'esistenza assolutamente amorfa e scellerata che ho portato avanti quand'ero disoccupato.
Molto comunque mi ha giovato la scoperta di due sostanze omeopatiche che a tutt'oggi sono la mia salvezza: valeriana e melatonina. Le uso in grandi quantità, la prima in verità più per risolvere nel miglior modo possibile i miei frequentissimi stati di nevrosi che per dormire perchè a questo ci pensa la melatonina, una sostanza che ho scoperto qualche anno fa per caso e che si rivela utilissima; la prendo anche due ore prima (la regola è assumerla un'ora prima) e mi assopisce nel 90% dei casi, raramente fallisce e se accade è perchè mi trovo in periodi (in verità non proprio rari) talmente difficili che dormo proprio male.
Spero la mia esperienza possa servire a chi ha problemi di insonnia...
Vecchio 11-11-2012, 01:40   #19
Banned
 

ma non basta resistere un giorno?
Vecchio 11-11-2012, 02:02   #20
Esperto
L'avatar di Blackrose
 

uguale a me!
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Sonno. Maledetto sonno
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
sonno lexolas Insonnia Forum 28 11-11-2012 13:57
La paralisi nel sonno Blur Insonnia Forum 25 22-09-2012 11:25
terapia del sonno kocis666 Insonnia Forum 2 27-12-2009 12:26
Privazione del sonno claudioqq Insonnia Forum 3 06-05-2009 03:31
sonno................. aperonzolo Insonnia Forum 14 14-05-2006 10:55



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 06:25.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2