FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 14-01-2010, 16:08   #1
Banned
 

Quanti di voi sono indipendenti, e cioè malgrado i disturbi e le fobie con cui lottano quotidianamente, riescono a vivere una vita autonoma, fatta di un lavoro o comunque di una entrata economica, quattro mura e soprattutto di una "forzata" attitudine nel prendersi cura di se stessi.

Il sociofobico riesce a vivere per conto proprio?
Vecchio 14-01-2010, 16:10   #2
Esperto
L'avatar di Nick
 

Prima o poi gli tocca per forza
Vecchio 14-01-2010, 16:25   #3
Esperto
L'avatar di paule
 

Ci sto provando, l'indipendenza è anche un bisogno primario...
Vecchio 14-01-2010, 17:19   #4
Esperto
 

io sono stato 20 giorni via senza i miei genitori, e gia stavo dando di matto uff
Vecchio 14-01-2010, 17:25   #5
Esperto
L'avatar di amarlena
 

Le responsabilità mi fanno paura per cui devo essere proprio costretta a prendermele sennò, se posso delego alla grande.
Ho vissuto per un periodo da sola ma con le spalle coperte economicamente.-.
Il problema è quando non avro piu nessuno a cui delegare.
In ogni caso essendoci costretta lo farò.
In me esiste la bambina bisognosa di protezione che vorrebbe che tutti si prendessero cura di lei e un adulta non troppo adulta che però ama non dover dare conto a nessuno e prendersi cura delle persone che ama, tanto da arrivare a diventare indispensabile forse solo per avere una ricompensa affettiva.
Vecchio 14-01-2010, 19:31   #6
Intermedio
L'avatar di FobiCarletto
 

Quote:
Originariamente inviata da paule Visualizza il messaggio
Ci sto provando, l'indipendenza è anche un bisogno primario...
ehm paule "un sociofobico" :p


cmq per rispondere al topic... io a metà, non sono ancora indipendentone, per assurdo comporta troppa interazione con estranei
Vecchio 14-01-2010, 20:53   #7
Esperto
L'avatar di Redman
 

totalmente dipendente dalla mia famiglia (per vari motivi)

PS. pur lavorando
Vecchio 15-01-2010, 00:04   #8
Intermedio
L'avatar di FobiCarletto
 

estroversone chi vive da solo (cit.)
Vecchio 15-01-2010, 00:15   #9
Esperto
 

Io vivo da solo da quasi 2 anni. Ci sono pro e contro come in tutte le cose.
Il problema principale non è comunque la solitudine, ma la responsabilizzazione, il sapere che nel bene e nel male nessun altro condividerà con te onori (pochi) e oneri (un po' di più).
Vecchio 15-01-2010, 00:22   #10
Esperto
L'avatar di HurryUp
 

Quote:
Originariamente inviata da FobiCarletto Visualizza il messaggio
estroversone chi vive da solo (cit.)
A meno che la famiglia non sia composta da rompiscatole e il fobico non abbia le capacità comunicative per esprimere la sua intolleranza per quelle rotture, allora preferirebbe di gran lunga stare da solo senza dover discutere forzosamente con nessuno.
Vecchio 15-01-2010, 00:26   #11
Intermedio
L'avatar di FobiCarletto
 

preferirebbe si, ma se ci riesce non è tanto fobico (mutt :p)
cioè sai quante interazioni che ti devi smazzare per poter viver da solo?
vivi molto più da solo chiudendoti nella tua cameretta
Vecchio 15-01-2010, 01:32   #12
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Io vivo da solo da quasi 2 anni. Ci sono pro e contro come in tutte le cose.
Il problema principale non è comunque la solitudine, ma la responsabilizzazione, il sapere che nel bene e nel male nessun altro condividerà con te onori (pochi) e oneri (un po' di più).
Io vivo solo da un anno ormai e per quanto mi riguarda il problema principale invece è proprio l'opposto, cioè non tanto le responsabilità e gli oneri, quanto la solitudine. A ciascuno il suo.
Vecchio 15-01-2010, 01:39   #13
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da moon-watcher Visualizza il messaggio
Io vivo solo da un anno ormai e per quanto mi riguarda il problema principale invece è proprio l'opposto, cioè non tanto le responsabilità e gli oneri, quanto la solitudine. A ciascuno il suo.
Io sono introverso, la solitudine non mi spaventa (entro certi limiti).
Vecchio 15-01-2010, 01:45   #14
Banned
 

Orrore, ho dimenticato un "da", così sembra che vivo solo da un anno. Bah. -.- Comunque il punto son proprio quei limiti che dici tu. Ri-bah. -.-
Vecchio 15-01-2010, 12:48   #15
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da paule Visualizza il messaggio
l'indipendenza è anche un bisogno primario...
Vero, vivere con la famiglia attualmente è il mio polmone di sopravvivenza ma sento il bisogno di dovermene andare, a volte la cosa diventa claustrofobico.

Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Io vivo da solo da quasi 2 anni. Ci sono pro e contro come in tutte le cose.
Il problema principale non è comunque la solitudine, ma la responsabilizzazione, il sapere che nel bene e nel male nessun altro condividerà con te onori (pochi) e oneri (un po' di più).
Quote:
Originariamente inviata da Winston_Smith Visualizza il messaggio
Io sono introverso, la solitudine non mi spaventa (entro certi limiti).
Quote:
Originariamente inviata da amarlena Visualizza il messaggio
Le responsabilità mi fanno paura per cui devo essere proprio costretta a prendermele sennò, se posso delego alla grande.
Ho vissuto per un periodo da sola ma con le spalle coperte economicamente.-.
Il problema è quando non avro piu nessuno a cui delegare.
In ogni caso essendoci costretta lo farò.
In me esiste la bambina bisognosa di protezione che vorrebbe che tutti si prendessero cura di lei e un adulta non troppo adulta che però ama non dover dare conto a nessuno e prendersi cura delle persone che ama, tanto da arrivare a diventare indispensabile forse solo per avere una ricompensa affettiva.
Responsabilità. Credo sia questo che faccia più paura. Prendere decisioni temendo di non esserne all'altezza o di sbagliare, e sapendo che chi può rimetterci sei solo tu (per fortuna).
Staccarsi dal nucleo familiare dovrebbe essere una fase naturale della vita, una tappa obbligatoria, credo che possa portare ad una certa maturità che manca in me, ma il pensiero di badare in toto a me stesso attualmente mi fa paura, oltre al fatto che non ho un lavoro e non posso permettermi di intingere dalle casse dei miei familiari più di come lo faccio ora.
Della solitudine non ne soffrirei più di quanto non ne soffra ora, spesso la cerco come isola felice nei momenti peggiori.
Vecchio 15-01-2010, 12:52   #16
Esperto
L'avatar di CodaDiLupo
 

Anch'io vorrei vivere da solo! Il problema è che non ho mai lavorato finora e non riesco a trovare lavoro perché quelli in cui si deve stare tantissimo a contatto con la gente li rifiuto a priori (e ai colloqui vengo scartato!)

Nessuno di voi è imprenditore e può offrire lavoro a tutto il forum?
Vecchio 16-01-2010, 19:09   #17
Esperto
L'avatar di HurryUp
 

Quote:
Originariamente inviata da FobiCarletto Visualizza il messaggio
preferirebbe si, ma se ci riesce non è tanto fobico (mutt :p)
cioè sai quante interazioni che ti devi smazzare per poter viver da solo?
vivi molto più da solo chiudendoti nella tua cameretta
Sì, ma non se sei in una famiglia come la mia, dove ad esempio mio padre si mette a ruttare durante i pasti davanti a tutti, a fare tossi finte rumorosamente per il gusto di molestare gli altri, perchè sta in un perenne stato di euforia che gli fa credere di essere spiritoso e di poter fare i versacci ogni 10 secondi, pure mentre sta in bagno a cagare, non vedresti l'ora di scappare. Purtroppo non lo posso uccidere come vorrei, perciò preferisco andare a vivere da solo.

Ultima modifica di HurryUp; 16-01-2010 a 22:14.
Vecchio 16-01-2010, 20:20   #18
Esperto
L'avatar di caostotale23
 

Totalmente dipendente (probabile candidato futuro clochard)
Vecchio 16-01-2010, 20:25   #19
Esperto
L'avatar di starlight
 

secondo me x alcuni ...sarebbe un toccasa....compresa la sottoscritta.......tuttavia prima di affrontare delle cose del genere...bisognerebbe fare delle piccole prove e analizzarsi sul si è pronti o meno..
Vecchio 16-01-2010, 20:30   #20
Esperto
L'avatar di clanghetto
 

Purtroppo quei grandissimi genitori dei miei non sono mai andati a farsi una benedetta vacanza lasciandomi solo! E dovevo pure avere paura di dire no perché altrimenti manco loro andavano a fare quello che dovevano.

Ma vabbeh, sono riuscito a stare una settimana senza mia madre e solo con mia sorella (mio padre tornava a pranzo e cena) e sono stto benissimo. Purtroppo, però, un conto è una settimana, un conto è un tempo indeterminato! Vivere da solo mi alletta ma non so se sarei in grado di affrontare i problemi di una vita così complessa e piena di interrogativi (intendo quelli legati al denaro)...inoltre è probabile che diventerei una specie di mostro alieno perché non avrei contatti se non virtuali e c'è da dire che io sono sfaticato, non farei mai il letto, morirei nella mia sporcizia probabilmente...
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Sociofobia vs indipendenza
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Prestanza fisica e sociofobia Fabiofilosofo SocioFobia Forum Generale 20 05-03-2009 01:51
Perfezionismo e sociofobia Chioccioccolata SocioFobia Forum Generale 15 16-12-2008 23:33
sociofobia e alcol luna87 SocioFobia Forum Generale 3 17-10-2008 08:16
Distinguere la sociofobia dal proprio carattere Chioccioccolata SocioFobia Forum Generale 6 08-04-2008 19:36
Sociofobia a Sanremo? piocca SocioFobia Forum Generale 3 14-03-2008 21:00



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 14:35.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2