FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 09-02-2008, 18:12   #1
Esperto
L'avatar di calipero
 

Ultimamente vado in un parco a "leggere", mi siedo su una panchina o uno di quei cosi di cemento che non so come si chiamino e leggo, concentratissimo.

Sono 2 giorni che arrivo, mi piazzo in un posto dove non c'è nessuno, abbasso la testa, la rialzo e puf, eccole li, le maledette coppie!!!

Di solito sono sempre stato abbastanza tollerante con le coppie, dopotutto può capitare a tutti, no?
Però cavoli, un'invasione!
Avevo 2 coppie davanti, 1 di fianco ed 1 dietro, dovunque guardavo scoppiavo, così dovevo tener solo la testa sul libro!
Che indecenza

La cosa brutta è che ero l'unico singolo, che brutta cosa!

Poi una in particolare mi ha messo tristezza, una coppia di lesbiche!
Non ho nulla contro i gay, considero solo un po' uno spreco se si tratta di donne ma mi ha messo tristezza perchè una parlava da bimba, era coccolonissima e dolcissima, cavoli, il mio ideale insomma, e chi si va a scegliere, un'altra donna :lol:
Deve essere un segno del cielo, che mi dice chiaramente "t'attacchi ar caxxo!" :lol:

E tantè che una volta, ormai saran + di 5 anni fa, ad una fermata dell'autobus ho visto una che veniva in palestra da me, siccome mi ha sorriso ho avuto il coraggio di avvicinarla e attaccar bottone, il destino ha poi proclamato problemi con l'autobus che non arrivava e alla fine abbiamo fatto tutta la strada assieme a piedi, cioè condizione ideale x me x parlare e sembrar normale...
fatto sta che dopo un po' parlando, è saltato fuori che era LSB che l'amica con cui veniva in palestra era più di una amica
Si vede che era destino anche li, una volta che tutto sembrava favorevole, puff, altro scherzo dai piani alti

fine post commemativo, se volete raccontare le vostre disavventure, fate pure
Vecchio 09-02-2008, 18:22   #2
Intermedio
L'avatar di ilfede
 

HEHEHE

Pensa che la prima ragazza che ho baciato ora è lesbica e vive con un altra amica qui del "condominio" dove siamo cresciuti....... 8O


Cmq non so perchè 2 donne lesbo non le vedo credibili invece 2 uomini gay si..... ho come la sensazione che 2 donne possano anche cambiare vita se lo vogliono........per i maschi questo invece no.......
Vecchio 09-02-2008, 18:26   #3
Esperto
L'avatar di calipero
 

Quote:
Originariamente inviata da ilfede
HEHEHE

Pensa che la prima ragazza che ho baciato ora è lesbica e vive con un altra amica qui del "condominio" dove siamo cresciuti....... 8O

.......
cavoli, questa si che è una cosa che lascia un po' l'amaro in bocca

si rischia di farsi venire pure dei complessi :lol:
Vecchio 09-02-2008, 18:31   #4
Intermedio
L'avatar di ilfede
 

manco tanto..... ci ha messo anni per raggiungere questa decisione..... poi è sempre stata un po un maschiaccio nei modi........ era la mia migliore amica dai 10 fino ai 15 tipo ..... quella che veramente lascia stupiti e la compagna..... anche questa la conosco da quando avevo tipo 6 anni (cresciuti nello stesso condominio).... molto femminile,bella oltre esteticamente anche nel caratteri/modi, addirittura fidanzata e si doveva sposare.......

Però sono una bella coppia lo devo ammettere..... sono contento per loro.....fossi io felice come loro adesso
Vecchio 09-02-2008, 18:46   #5
Principiante
L'avatar di Chitto2
 

Quote:
Originariamente inviata da calipero
Ultimamente vado in un parco a "leggere", mi siedo su una panchina o uno di quei cosi di cemento che non so come si chiamino e leggo, concentratissimo.

Sono 2 giorni che arrivo, mi piazzo in un posto dove non c'è nessuno, abbasso la testa, la rialzo e puf, eccole li, le maledette coppie!!!

Di solito sono sempre stato abbastanza tollerante con le coppie, dopotutto può capitare a tutti, no?
Però cavoli, un'invasione!
Avevo 2 coppie davanti, 1 di fianco ed 1 dietro, dovunque guardavo scoppiavo, così dovevo tener solo la testa sul libro!
Che indecenza

La cosa brutta è che ero l'unico singolo, che brutta cosa!

Poi una in particolare mi ha messo tristezza, una coppia di lesbiche!
Non ho nulla contro i gay, considero solo un po' uno spreco se si tratta di donne ma mi ha messo tristezza perchè una parlava da bimba, era coccolonissima e dolcissima, cavoli, il mio ideale insomma, e chi si va a scegliere, un'altra donna :lol:
Deve essere un segno del cielo, che mi dice chiaramente "t'attacchi ar caxxo!" :lol:

E tantè che una volta, ormai saran + di 5 anni fa, ad una fermata dell'autobus ho visto una che veniva in palestra da me, siccome mi ha sorriso ho avuto il coraggio di avvicinarla e attaccar bottone, il destino ha poi proclamato problemi con l'autobus che non arrivava e alla fine abbiamo fatto tutta la strada assieme a piedi, cioè condizione ideale x me x parlare e sembrar normale...
fatto sta che dopo un po' parlando, è saltato fuori che era LSB che l'amica con cui veniva in palestra era più di una amica
Si vede che era destino anche li, una volta che tutto sembrava favorevole, puff, altro scherzo dai piani alti

fine post commemativo, se volete raccontare le vostre disavventure, fate pure

Sinceramente non capisco questo genere di reazione/sentimento.
Perché ti da fastidio se qualcun altro è felice? Per esempio... io quando vedo una coppia (etero o omosessuale) sono contento per loro. Cosa c'è di più piacevole che avere un compagno o una compagna per affrontare la vita? Perché dovrei sentirmi triste per l'altrui felicità?
Capisco che forse la presenza di alcune coppie possa farti sentire "diverso", ma prova a vedere la cosa in modo positivo la prossima volta, sii felice per la felicità altrui
Vecchio 09-02-2008, 19:02   #6
Esperto
L'avatar di calipero
 

eh chitto, è come se la felicità altrui alimentasse la mia tristezza
brutta cosa l'invidia
vedi una cosa bella e vorresti averla anche tu, ma non sei capace di ottenerla

poi cmq la situazione era davvero surreale, erano troppe coppie, tutte abbracciate, sfido il più altruista single a viver la cosa senza il minimo scossone emotivo

quel che è certo è che da lunedì cambio posto :wink:
Vecchio 09-02-2008, 20:27   #7
Esperto
 

La prossima volta portati questo, vedrai come ti staranno alla larga :lol:

Vecchio 09-02-2008, 20:34   #8
Esperto
L'avatar di muttley
 

Ma dov'è questo posto pieno di lesbiche? Il mio immaginario erotico ha bisogno di nuovi stimoli
Vecchio 09-02-2008, 20:42   #9
Esperto
L'avatar di Redman
 

A proposito di coppie...oggi per la prima volta nella mia vita sono andato al cinema da solo...era l unico modo per non perdermi un film che m'interessava...cmq mi sono messo all ultimo posto in fondo alla sala (era piccola)...e mi vedo avvicinare una coppia, erano abbastanza grandi e mi son detto "per fortuna non ho al mio fianco una coppia di adolescenti con gli ormoni a palla".
Morale della favola hanno passato tutto il film a limonare e a parlare. Non ho nulla contro le coppie ma in certe situazioni le vorrei sterminare 8)
Vecchio 09-02-2008, 21:03   #10
Esperto
L'avatar di Wonderlust76
 

Quote:
Originariamente inviata da Redman
A proposito di coppie...oggi per la prima volta nella mia vita sono andato al cinema da solo...era l unico modo per non perdermi un film che m'interessava...cmq mi sono messo all ultimo posto in fondo alla sala (era piccola)...e mi vedo avvicinare una coppia, erano abbastanza grandi e mi son detto "per fortuna non ho al mio fianco una coppia di adolescenti con gli ormoni a palla".
Morale della favola hanno passato tutto il film a limonare e a parlare. Non ho nulla contro le coppie ma in certe situazioni le vorrei sterminare 8)
Sapessi quante volte ci sono andato io al cine da solo....è veramente 1 esperianza agghiacciante :cry:
Vecchio 09-02-2008, 21:33   #11
Mau
Avanzato
L'avatar di Mau
 

vorrei dire a chitto che ci siamo rotti il cazzo (io almeno parlo x me) di essere felici x l'altrui felicità, perchè magari in 21 anni di vita vorremmo che un pò di quella felicità toccasse anche a noi, e non solo agli altri...quindi affanculo i buoni sentimenti, non sono più in grado di provarli...quando vedo una coppia, sto male e basta
Vecchio 09-02-2008, 23:06   #12
Principiante
L'avatar di Chitto2
 

Quote:
Originariamente inviata da Mau
vorrei dire a chitto che ci siamo rotti il cazzo (io almeno parlo x me) di essere felici x l'altrui felicità, perchè magari in 21 anni di vita vorremmo che un pò di quella felicità toccasse anche a noi, e non solo agli altri...quindi affanculo i buoni sentimenti, non sono più in grado di provarli...quando vedo una coppia, sto male e basta
È certamente un tuo diritto provare i sentimenti che provi, non era questo il punto però.

Sentimenti come quelli che descrivete sono autodistruttivi, oltre che del tutto inutili.

Provate rabbia per l'altrui felicità... e poi? È cambiato qualcosa? Si... qualcosa è cambiato... e in peggio... ma per voi, non per gli altri.

Naturalmente è vostro diritto, su questo c'è poco da fare o dire. Quello che però voglio sottolineare è che l'invidia, l'intolleranza e l'odio non possono fare altro che peggiorare il vostro stato d'animo. Provare rabbia ogni tanto è perfettamente ok, serve anzi a scaricare la tensione... ma vivere nella rabbia e nell'invidia... questo è un altro paio di maniche.

Ti dirò. Danno fastidio anche a me quelli che esagerano, che siano etero o omosessuali. Gente che si bacia non per affetto, ma solo per far vedere agli altri "chi ce l'ha più lungo". Ma ciò non toglie che basta ignorarli, non serve provare odio o invidia o rabbia nei loro confronti. Non serve a nulla.

Tu vedi una coppia che si bacia e ne stai male, bé, dopo esserne stato male... ti è forse migliorata la giornata?

Dici di avere 21 anni, affermi di non essere mai stato felice. Io certo non sono te, ma immagino tu dica il vero, o per lo meno sono portato a credere che tu ne sia convinto. Ti invito però a riflettere sul fatto che ci sono persone che potrebbero ritenere fortunato te. Persone che magari non hanno una casa, o non sanno come dare da mangiare ai propri figli. Persone che hanno dovuto assistere alla morte del proprio figlio di 8 anni e hanno dovuto spiegargli che presto se ne sarebbe andato. Persone che muoiono per malattie di cui noi "ricchi" occidentali oramai nemmeno ci ricordiamo più il nome. Persone finite in prigione per difendere un idea, o una persona, o per puro errore che in seguito a questo hanno perso tutto, anche la speranza di poter lontanamente assomigliare a quello che erano. Conosco molte persone così, e non posso fare altro che ritenermi, nella sfiga, fortunato e anzi spesso penso a quanto ingiusto sia che io sono arrivato a 29 anni, mentre ci sono bambini lì fuori che muoiono a 12 per le malattie o i problemi più vari. E penso che bene o male io una chance ce l'ho avuta, ho vissuto la mia infanzia, la mia adolescenza, la mia gioventù e parte della mia vita da adulto, e l'ho fatto come io ho scelto di fare... giusto o sbagliato che fosse... mentre loro... loro questa chance non ce l'avranno mai, e non per colpa loro. Anche io ho affrontato difficoltà nella vita, anzi, spesso, spessissimo, erano enormi e alcune lo sono tutt'ora. Molto, molto, molto più grandi di me. Ma che diritto ho io di ritenermi un infelice, quando alla mia ex ragazza a 12 anni le hanno detto "tu non vedrai i 20 anni" (e per fortuna si sbagliavano, almeno su questo, anche se so che morirà soffocata quando i muscoli del suo corpo non riusciranno più a pompare aria)? Che diritto ho di stare male perché qualcuno è più felice di me, quando ci sono milioni, miliardi di persone MOLTO più infelici di me?

Certo, magra consolazione, ma il mio scopo con questo breve elenco non era affatto quello di consolarti, ma di invitarti a riflettere. Forse, se provi a guardare alla tua vita in un modo non così negativo, qualcosa di buono ce lo trovi. Io non voglio, assolutamente (me ne guarderei bene), minimizzare il fatto che stai male. Ne sono convinto che stai male, non saresti qui se tu stessi bene. Ma l'invidia ti farà stare peggio. È semplicemente questo che ti sto dicendo. Perché vuoi farti del male da solo? Perché è questo che stai facendo. Te ne rendi conto? Lo vedi? Riesci a vederlo?

La depressione, la solitudine... sono dei labirinti, da cui non si può uscire in poco tempo e da cui non si può uscire provando rabbia o risentimento o odio o invidia. Come in un racconto di Ende "per essere felici bisogna uscire dal labirinto, ma solo chi è felice può uscire dal labirinto".

Conosco bene il labirinto, l'ho attraversato in lungo e in largo. Ho provato tutte le sue strade, tutti i suoi cunicoli, molti dei quali portano a precipizi bui dai quali non si torna indietro e dei quali ho sentito il richiamo anche io. Lì ai margini del niente, non sei tu a guardare dentro al nulla, è il nulla a guardare dentro a te. Mi sono seduto alcune volte sul bordo di quei precipizi e alcune volte ho provato l'intenso desiderio di fare ciò che mi suggeriva, chiudere gli occhi e buttarmici dentro. Ho visto persone arrivare fin lì e farlo, altre erano incerte, alcune avevano paura, alcune altre erano semplicemente disperate. Ma una cosa è certa, chi vede quel baratro, se riesce a tornare indietro, non lo dimentica più.

Ma ci sono anche strade che portano fuori dal labirinto. Nessuna di queste è facile. Nessuna di queste è immediata. Alcune di queste richiedono di camminare in coppia e di sostenersi a vicenda.

Io nel labirinto sono entrato per far uscire una persona a cui volevo bene. Sono riuscito ad accompagnarla fino al varco d'uscita, ma io sono rimasto. C'erano altre persone lì dentro, persone che ho conosciuto dentro al labirinto entrate per le ragioni più varie... sono tantissimi gli ingressi del labirinto. Sfortunatamente le strade che lo compongono cambiano continuamente, e forse non riuscirò mai ad uscirne del tutto, ma forse non ne uscirei davvero nemmeno se potessi farlo. Ma nonostante le strade cambino continuamente e a volte portino in luoghi che sarebbe bene non visitare, so che ci sono alcune regole nel labirinto... e una di queste è proprio quella che Ende ha così meravigliosamente descritto in una sola frase. Trova un motivo per essere felice, cerca di guardare alle cose in modo positivo, e sopratutto, più di ogni altra cosa, non lasciare mai spegnere la candela della speranza... è l'unica fiammella che ha il potere di accendere tutte le altre. Cerca di ridimensionare i problemi che ti vedi davanti... lo so che li vedi grandi, enormi, insormontabili... gran parte delle volte però si rivelano essere solo dei granelli di sabbia distorti dalle lenti che porti davanti agli occhi senza saperlo.

Io non ti posso indicare la strada per uscire, la strada cambia sempre. Ma ti posso dire, che la strada c'è. Ti posso dire che si può uscire dal labirinto. Lo so che ora come ora non lo vedi. So che ti sembra impossibile che le cose cambino. E forse nemmeno vuoi davvero che cambino dopotutto. Ma non sono qui per raccontarti bugie, sappi che la strada c'è... c'è sempre.

Affronta le tue paure, le tue insicurezze un passetto alla volta. Piccoli passetti. Non cercare di affrontare tutto in un solo colpo o ne rimarrai schiacciato... è a livelli successivi che puoi sconfiggere ciò che ti fa stare male. Abbi coraggio, non arrenderti e vedrai che un giorno riuscirai ad uscire da qui. È possibile che tu incontri altre persone lungo il tuo cammino, se ne hai occasione, fai un pezzo di strada con loro. È aiutandosi a vicenda che si esce da qui. È la strada dell'affetto che conduce ad una delle porte.

Vedo che molti di voi qui perdete tempo ad attaccarvi, a lanciarvi inutili frecciatine, addirittura ad insultarvi a volte. Perché vi fate del male a vicenda? Non riuscirete mai ad uscire dal labirinto così. Più odio, più rancore, più rassegnazione, più invidia provate... e più la strada per uscire si complica.

Bisogna lavorare assieme, creare legami di amicizia profonda con gli altri, bisogna cercare di rispondere sempre quando qualcuno chiede aiuto. È così che si diventa felici, ed è così, che all'improvviso, girato un angolo, si vede la porta d'uscita del labirinto.

Poi, ovviamente, fai quello che pensi più giusto. Si chiama "libero arbitrio".
Vecchio 09-02-2008, 23:15   #13
Avanzato
L'avatar di caliserio
 

saggio chitto
le situazioni che hai descritto sono sicuramente bruttissime
perdere un figlio brrrrr...
ma sai cosa c'è di peggio?
non poterlo avere
e non perchè si è sterili
ma perchè non si è in grado di farsi una famiglia, e non certo per denaro
sai quanta gente stenta ad arrivare a fine mese ed è più felice di noi?

la sensazione di disagio non è una cosa che si può togliere a comando, del tipo "ma no, non è giusto provare disagio xchè son tutte coppie tranne me"
è una cosa che viene da sola, è un dato di fatto, che non aiuta, ma è una conseguenza del dolore
se cadi e ti fai male, il dolore è inutile e controproducente se non puoi proseguire una gara?
a prima vista si, ma in realtà il dolore è necessari per la sopravvivenza, per farti capire che devi evitare di fare una certa cosa

il fastidio delle coppie al parco può darmi solo 2 indicazioni:
1) trovarmi anche io una ragazza
2) cambiare parco

in attesa del punto 1 pratico il punto 2
Vecchio 10-02-2008, 11:46   #14
Esperto
L'avatar di paccello
 

Purtroppo mi basta soltanto uscire di casa per sentirmi escluso da una cosa che desidero tanto e che per altri è naturale. Ed anche stamattina mi maledico per essere così incapace e trasparente per l'altro sesso. Le ultime due volte che sono uscito: con una coppia -mannaggia a me, perchè l'ho fatto?- e ieri sera, con due -averlo saputo prima non sarei uscito. Ogni bacio, ogni coccola che vedo fare è una strizzatina al cuore. Io mi chiedo se questo finirà.
Vecchio 10-02-2008, 14:05   #15
Esperto
L'avatar di Lice
 

Mio caro calimero,
ti capisco perfettamente.
Anche a me la visione di coppie fidanzate dà un dolore lancinante.
L'anno scorso, quando sono andata a Napoli 2 giorni per lavoro, la sera, sono andata a mangiare fuori la pizza con l'avvocatessa per cui lavoravo...
Sfortunatamente, dal punto in cui mi ero seduta, vedevo due copie sedute sul muretto che costeggia il mare, che si stavano sbaciucchiando...
Mi sono sentita tanto a disagio che, ho chiesto, inventandomi una scusa, all'avvocatessa di cambiarci di posto...
Credo che la mia 4 formaggi, mi sarebbe andata di traverso, continuando a guardare quei 2 che si infilavano la lingua fino all'esofago :lol: .
La stessa sgradevole sensazione, la provo in tutti gli altri luoghi in cui mi capita di vedere le coppiette (per strada, al supermercato, sui mezzi pubblici, ecc...).
In particolare, mi mettono veramente a disagio, le coppiette di adolescenti sulla metropolitana...
Lei seduta in braccio a lui che limonano da Bisceglie a Duomo (tratta della durata di 20 minuti :lol: ).
A volte, guardando coppie, per me emotivamente più toccanti, mi sono anche messa a piangere...quindi, dubito fortemente che, questo genere di fastidio, sia poco diffuso in questo sito :wink: .

Chitto, i tuoi post non mi dispiacciono affatto nella forma, nel senso che sei molto discorsivo e prolisso (dote che apprezzo moltissimo) però...
C'è un però.
A volte, ti trovo insopportabilmente saccente e padreternista come Maurizio Costanzo :lol:.
Credo di aver letto che, tu abbia sofferto in passato di depressione...non so se al momento tu stia meglio (te lo auguro).
Ma mi pare di aver compreso che tu abbia già avuto delle relazioni sentimentali...
Quindi, dall'alto della mia ignoranza, permettimi di supporre che tu non possa immedesimarti in una persona come me che, in 29 anni non ha mai conosciuto la parola amore...
Nè all'interno di una relazione sentimentale (mai avuto un ragazzo), nè da parte dei miei familiari o altri...
Hai fatto un discorso molto giusto e comprensibile sul fatto che, ci siano altri che stanno peggio di noi ed hai anche citato dei dolorosi fatti personali che hanno reso il tuo intervento emotivamente più impattante...
Il problema è che il famoso discorso: "C'E' SEMPRE QUALCUNO CHE STA PEGGIO DI ME", reca in sè una certa banalità...
Non c'è pensiero sul fatto che, io comunque viva una condizione privilegiata rispetto agli ultimi della terra che non abbia fatto...
Ma sinceramente ciò non ha alleviato la mia sofferenza.
Auguro di tutto cuore, a qualcuno, di leggere le tue parole, svegliarsi domani mattina e pensare: "FINO ADESSO SONO STATO UN VERO COGLIONE, C'E' CHI STA PEGGIO DI ME, IN FONDO LA VITA E' BELLA E DEVO IMPARARE AD APPREZZARE CIO' CHE HA DA OFFRIRMI".
A me non succederà.

Ciao Chitto e colgo l'occasione per salutare anche il pulcino milanese.
Vecchio 10-02-2008, 14:48   #16
Mau
Avanzato
L'avatar di Mau
 

come ti hanno già detto, chitto, non è una cosa che si sceglie, quella di provare brutte sensazioni o emozioni...si provano e basta....uno che nn mangia mai, non sceglie di avere fame, la ha e basta...quando lo capirai forse riuscirai a capire di cosa io, calimero e tanti altri stiamo parlando...
Vecchio 10-02-2008, 15:01   #17
Guest
 

a
Vecchio 10-02-2008, 15:16   #18
Mau
Avanzato
L'avatar di Mau
 

bravo, ozarf, è esattamente questo, la volpe e l'uva
Vecchio 10-02-2008, 16:17   #19
Avanzato
L'avatar di sfigato
 

anche io scoppio nel vedere le coppie, sopratutto gli adolescenti, dieci anni piu piccoli di me ma molto più attivi di me...
Ma mi fa stare ancora più male vedere certe ragazze, single, estremamente sexy e zoccole che potrebbero farmi divertire come un pazzo se me ne trovassi una tra le mani, invece io posso solo guardarle :evil: :evil:
Vecchio 10-02-2008, 19:29   #20
Esperto
L'avatar di valmor
 

Calimero, mi hai ricordato un film in cui il protagonista mette degli occhiali speciali che fanno vedere gli alieni (camuffati da umani) e improvvisamente alza la testa e comincia a vedere alieni ovunque intorno a lui, quindi scappa subito dalla strada terrorizzato.

Nel nostro caso al posto degli alieni ci sono le coppie che limonano, sono tra noi (cit), e sono tantissime, e quando meno te lo aspetti spuntano intorno come funghi, ovviamente limonando e coccolandosi davanti ai tuoi occhi.

Seriamente, a me è capitato più volte, a volte in autobus o metro, una volta all'università, in pratica al banco davanti c'era una coppia che limonava, si toccava e baciava, e faceva le coccole, veramente molto fastidioso.

Quote:
Originariamente inviata da Lice
Il problema è che il famoso discorso: "C'E' SEMPRE QUALCUNO CHE STA PEGGIO DI ME", reca in sè una certa banalità...
Non c'è pensiero sul fatto che, io comunque viva una condizione privilegiata rispetto agli ultimi della terra che non abbia fatto...
Ma sinceramente ciò non ha alleviato la mia sofferenza.
Auguro di tutto cuore, a qualcuno, di leggere le tue parole, svegliarsi domani mattina e pensare: "FINO ADESSO SONO STATO UN VERO COGLIONE, C'E' CHI STA PEGGIO DI ME, IN FONDO LA VITA E' BELLA E DEVO IMPARARE AD APPREZZARE CIO' CHE HA DA OFFRIRMI".
A me non succederà.
Concordo, c'è sempre qualcuno che sta peggio di noi purtroppo, ma, se i problemi che abbiamo sono seri, fondati e ci condizionano o rovinano pesantemente la vita (come la fobia sociale, soprattutto quella generalizzata, o la solitudine amorosa), questo dolore vale in sè indipendentemente dalla situazione altrui.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a scoppio a veder le coppie
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il gioco delle coppie... exodus Amore e Amicizia 47 23-10-2008 23:00



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 19:32.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2