FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 15-01-2008, 21:14   #1
Esperto
L'avatar di Who_by_fire
 

--
Vecchio 15-01-2008, 21:23   #2
Esperto
L'avatar di riccio_toro
 

1)timidezza infantile unita a aspetto esteriore obeso
2)no,solo la voglia di scoprire chi come me si sta curando e come lo sta facendo.e quindi un confronto di terapie oltre ad un supporto morale per chi ne ha necessità
3)infanzia
4)moltissimo.fortunatamente dai 20 anni in poi è successo il contrario riguardo all'aspetto fisico (nel senso che ero molto ricercato dalle ragazze) e da qui ho cominciato ad acquisire fiducia in me (e la fs diminuiva progressivamente).
Vecchio 15-01-2008, 21:46   #3
Avanzato
L'avatar di sfigato
 

in primis il mio aspetto fisico. Per me è stato il colpo di grazia che mi ha ucciso l'anima. E' colpa del mio aspetto fisico se la sera quando esco sono spento, senza entusiasmo, senza voglia di scherzare. se non fossi così brutto probabilmente sarei un po più aperto con le ragazze e di conseguenza con gli amici.
Però ricordo che alla scuola media, quando non avevo ancora i complessi sulla bellezza, fui subito emarginato dai miei compagni di classe, probabilmente perchè apparivo ai loro occhi ingenuo ed imbranato. quindi al secondo posto metto l'ingenuità della preadolescenza. Infatti io credo che la scuola media sia fondamentale per la vita di tutti noi. se commetti un passo falso alle medie, rimanendo senza amici in quel periodo, ne risentirai per tutta la vita...io ho commesso un passo falso..
Vecchio 15-01-2008, 22:03   #4
Intermedio
L'avatar di deltoide
 

1)La mia assoluta mancanza di fiducia in me stessa unità alla mancanza di supporto da parte dei miei genitori per aiutarmi a migliorare

2)Ricordo un episodio di quando ero in seconda elementare,il giorno del mio compleanno:c'era stato un momento di silenzio assoluto nell'aula perchè la maestra aveva fatto una domanda a cui nessuno sapeva rispondere..io allora, per la prima volta in vita mia, riuscii a farmi coraggio e annunciai a lei e ai miei compagni che quel giorno era il mio compleanno e che sarebbe passata mia madre con la torta. A quel punto la cara donna mi rispose tutta seccata dicendo che non le importava nulla, che dovevo alzare la mano solo se sapevo la risposta alla sua domanda e ha continuato a rimproverarmi per un altro paio di minuti..mi ci era voluto non so quanto tempo per trovare il coraggio di parlare! Decisamente se me lo ricordo ancora adesso è stato piuttosto traumatizzante

3)Sono sempre stata timida in una maniera impressionante, fin dall'asilo

4)No, quello non mi ha mai preoccupata
Vecchio 15-01-2008, 22:30   #5
Banned
 

1) non so se si possa considerare genetica... comunque la mia grande timidezza.....

2) il fatto che mi sia lasciato con l unica persona veramente importante della mia vita.... e una ricerca sugli antidepressivi mi ha portato qua....

3) timido lo son sempre stato.... alle elementari e medie avevo attacchi d ansia e di pianto.... alle superiori le cose sono migliorate ma la timidezza comunque ha sempre minato i miei rapporti con tutti....

4) non particolarmente... ho alcuni difetti fisici che odio, mi imbarazzano e mi rendono anche un pò sicuro con l altro sesso... però in definitva non mi reputo così brutto (più che altro vedendo la media di quello che c è in giro!)
Vecchio 15-01-2008, 22:40   #6
Esperto
L'avatar di dottorzivago
 

1) E' nato tutto dalla timidezza che ha iniziato a crescere alle scuole medie, alle elementari tutto ok. Non ero proprio lo zimbello della classe ma dopo 2 o 3 venivo io.
Mi hanno convinto che ero un cesso esteticamente quando ero normalissimo, per questo non mi curavo nel look questo a fatto si che io e le donne fossimo due rette parallele.

2) il sito l'ho scoperto per caso. Eventi traumatizzanti in vita mia non ne ho avuti se non i soliti scherzi idioti e le prese in giro che quasi tutti subiscono.
Ho tagliato i ponti con tutti gli amici, l'ultima uscita è stata questa:
Cena in un ristorante, eravamo circa 15-20, diverse macchine circa 5 o 6.
Dopo la cena decidono di andare in un locale.All'uscita del ristorante tutti si organizzano con le auto ed io che ero uno che aveva la macchina rimango solo come un coglione, mi sono fatto il tragitto di pochi km da solo.
Ovvio che non è stata solo colpa d questo episodio ma è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.

3)E' stata colpa dell'adolescenza, la timidezza è cresciuta alle medie, alle superiori non sono stato in grado di crearmi un gruppo di amici e questo è stato il tassello fondamentale che è mancato.
Un gruppetto lo frequentavo i primi mesi delle superiori poi ho mollato, poi ne ho ritrovato uno alla fine delle superiori ed ho mollato per l'episodio di sopra citato.
Da allora i miei contatti sociali di amicizie sono stati una parabola discendente.

4) abbastanza. alle medie e alle superiori mi consideravano un cesso quando in realtà non le ero affatto questo ha portato ad un incredibile senso di inferiorità nei confronti delle donne.
ORa va molto meglio, mi curo di piu e mi sono rimesso in linea, sono abbastanza soddisfatto
Vecchio 15-01-2008, 22:41   #7
Avanzato
L'avatar di caliserio
 

1. secondo te, nel tuo caso specifico, in quali fattori (NON genetici) vedi la causa prima che ha innescato il tuo attuale stato di ''sociofobico''?

E' STATO UN LENTO PROCESSO INCONSCIO, UNA MATURAZIONE, UN PERCORSO DISINFORMATIVO

2. Ci sono stati eventi psicologicamente (x te) traumatici più o meno specifici che ti hanno portato qui?

GOOGLE

3. E' stata ''colpa dell'infanzia'', ''colpa dell'adolescenza'', o è successo dopo?

COME DETTO NEL PUNTO 1, CI SONO NATO, E SON TALMENTE SFIGATO CHE MI METTERANNO IN UNA FOSSA COMUNE

4. Il tuo aspetto fisico ha influito?

I COMPLESSI DA ADOLESCENTE UN PO'
Vecchio 15-01-2008, 22:46   #8
Principiante
L'avatar di Fearless
 

1) introversione infantile e infanzia con pochissimi amici di pui ero psicologicamente dipendente e poi adolescenza senza aver nessuna responsabilità da parte dei miei genitori che ha spento ogni briciola di autostima. Con questo voglio dire che non mi hanno mai coivolto nelle loro cose.
Emarginazione familiare.

2) perdita di ragazza amici

3) é iniziato verso i 18 20 anni anche perchè iniziai a frequentare gente sfigata e aggiunsi emarginazione ad emarginazione.

4) No dei 4 punti il meno importante
Vecchio 15-01-2008, 22:57   #9
Intermedio
L'avatar di deltoide
 

Oh,scusate! Avevo interpretato il "che ti hanno portato qui" della domanda 2 come i traumi che mi hanno portato ad essere eccessivamente timida, non che mi hanno portato a frequentare questo sito..bè, in questo caso direi che in realtà l'ho trovato per caso, nulla di traumatico mi ha spinto a venire qui
Vecchio 16-01-2008, 01:17   #10
Esperto
L'avatar di Who_by_fire
 

Cara Deltoide,
ecco, vedi che hai scarsa fiducia in te stessa! Dici ''Oh, scusate!'' credendo di aver interpretato male la mia domanda N.2, invece sei l'unica che l'aveva interpretata correttamente!

Naturalmente con ''qui'' intendevo in senso metaforico. Se uno psicologo ti chiede ''che cosa l'ha spinta a venire nel mio studio?'' non è che rispondi ''beh...i miei piedi!'' :wink:
(a meno che tu non voglia fare dell' Assorto-umorismo )
Vecchio 16-01-2008, 08:28   #11
LH
Principiante
 

Nel mio caso...penso dipenda soprattutto dalla mia infanzia e dall'adolescenza: praticamente ho passato, tutto il periodo che è andato dall'inizio della scuola elementare alla fine della scuola superiore, a venir emarginato, deriso, fatto vittima di scherzi molto crudeli (...che, però, probabilmente erano tali solo dal mio punto di vista), insultato e, talvolta, anche picchiato...insomma, per il fatto che ero molto timido e non riuscivo a reagire, ho sempre incontrato persone che non hanno, mai, voluto perder tempo ma ne hanno, da subito, aprofittato per dar sfogo alla loro indole violenta.
Perchè, certi adolescenti, si comportino così...non so dirlo...ho, solo, un'interessante teoria a riguardo ma non voglio dirla perchè ho paura di HurryUp (...HurryUp ti aspetta al varco e...quando meno te lo aspetti...ti trafigge con la sua, terribile, argomentazione...brrr...).
Tutti i peggiori bulli della scuola mi adoravano...ero così bravo a sopportare il dolore, senza fiatare...
Comunque, come si suol dire, "il passato ritorna" e...forse...prima o poi avrò la mia vendetta (...adoro quel film/documentario di Michael Moore..."Bowling for Columbine"...non biasimo affatto quei ragazzi...sono un loro, enorme, fan...).
Vecchio 16-01-2008, 10:55   #12
Esperto
L'avatar di inadatto
 

Quote:
Originariamente inviata da Who_by_fire

1. secondo te, nel tuo caso specifico, in quali fattori (NON genetici) vedi la causa prima che ha innescato il tuo attuale stato di ''sociofobico''?
E' una catena di conseguenze. Direi comunque l'estrema timidezza del periodo adolescenziale ( timidezza anche in parta causata da genitori iperprotettivi) mi ha creato un isolamento che ha fatto si che durante l'adolescenza appunto non facessi alcuna delle esperienze che sono normali per il periodo e che ti fanno crescere come persona ; la mancanza di esperienze poi accentua l'insicurezza tipica della personalità timida in un circolo vizioso difficile da spezzare

questo fatto direi che per certi versi me lo trascino ancora oggi , nonostante ora sono molto meno timido in tante situazioni e ho un buon numero di conoscenti e amici , come una pesante palla al piede


Quote:
Originariamente inviata da Who_by_fire
2. Ci sono stati eventi psicologicamente (x te) traumatici più o meno specifici che ti hanno portato qui?
A parte la ricerca su google come tutti , era un periodo un po' buio, di insoddisfazioni , di delusioni , di bilanci , di rese dei conti con la mia coscienza ; scoprire che non sei l'unico e non sei il solo "così" mi ha in qualche modo confortato


Quote:
Originariamente inviata da Who_by_fire
3. E' stata ''colpa dell'infanzia'', ''colpa dell'adolescenza'', o è successo dopo?
ho passato un'infanzia bellissima, quindi credo proprio l'adolescenza come ho scritto sopra


Quote:
Originariamente inviata da Who_by_fire
4. Il tuo aspetto fisico ha influito?
Ho capito troppo tardi che ( a meno di essere pesantemente sotto-media o sopra ) l'aspetto fisico conta relativamente ; un tempo( da adolescente appunto) ero convinto fosse l'unica e sola cosa che contasse ( e io non mi vedevo bello per nulla anche se ora a rivedere le mie foto vecchie mi accorgo appunto di quanto fossi fesso e idiota a pensare così )
Vecchio 16-01-2008, 12:45   #13
Esperto
L'avatar di valmor
 

1. secondo te, nel tuo caso specifico, in quali fattori (NON genetici) vedi la causa prima che ha innescato il tuo attuale stato di ''sociofobico''?

Una catena di eventi e circostanze sfavorevoli che si sono sommati. Brutta adolescenza in cui già c'era l'isolamento, cattiveria di quelli che si approfittano dei timidi, sfortuna di trovare persone sempre troppo diverse e/o negative.

2. Ci sono stati eventi psicologicamente (x te) traumatici più o meno specifici che ti hanno portato qui?

google....

3. E' stata ''colpa dell'infanzia'', ''colpa dell'adolescenza'', o è successo dopo?

Adolescenza, anche se già dall'infanzia ero timido.

4. Il tuo aspetto fisico ha influito?

No, lo metterei comunque all'ultimo posto in ogni caso.
Vecchio 16-01-2008, 12:46   #14
Banned
 

Quote:
(...adoro quel film/documentario di Michael Moore..."Bowling for Columbine"...non biasimo affatto quei ragazzi...sono un loro, enorme, fan...).
Dai quei due pazzi completi sono i tuoi idoli? Hanno solo dimostrato la loro debolezza usando le armi...peraltro le avessero usate solo con i bulli...no anche con gente che non c'entrava e con professori...
Vecchio 16-01-2008, 13:20   #15
LH
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da phobos86
Dai quei due pazzi completi sono i tuoi idoli?
La loro, da quel che ho letto, è stata, sostanzialmente, una vendetta...
Quando frequentavo la scuola superiore, sognavo di far esplodere una bomba all'interno dell'edificio...sterminando studenti e professori.
Così facendo avrei dimostrato la mia debolezza?
Certo che sì!
Anzi...molto di più...anche una, notevole, squilibratezza.
La domanda è: ...e allora?
Sai...mica tutti gli esseri umani vivono in armonia con se stessi e con i propri simili...ci sono anche i tormentati.
Quel che adoro è che tutti vorrebbero che, certi dementi, sparissero definitivamente dalla faccia del pianeta (...chi non li odia?)...eppure, questi, ribadiscono anche il loro diritto ad esistere...e lo fanno a modo loro (...alla faccia dei sani): li amo per questo.
Forse perchè, anch'io, mi sono sempre sentito calpestato perchè diverso: per mia sfortuna, a causa della mia timidezza, non riesco a reagire come vorrei...allora mi piace pensare che c'è chi lo fa anche per me.
E scusate se non sono simpatico, generoso ed altruista...come i "normali" vorrebbero che io fossi.
Vecchio 16-01-2008, 13:27   #16
Intermedio
L'avatar di TheSorrow
 

1. secondo te, nel tuo caso specifico, in quali fattori (NON genetici) vedi la causa prima che ha innescato il tuo attuale stato di ''sociofobico''?

fin da piccolo me ne stavo sulle mie, nonostante l intervento dei miei genitori che cercavano di farmi stare in qualche gruppo di bambini e robe del genere. poi crescendo le cose sono peggiorate gradualmente, ma riuscivo in qualche modo a non farle trasparire o a non pensarci.almeno fino a metà anno scorso.

2. Ci sono stati eventi psicologicamente (x te) traumatici più o meno specifici che ti hanno portato qui?

la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata una relazione durata + di 2anni finita male (lei si è messa con un tipo normale e alla moda, come biasimarla d altronde..), e la definitiva realizzazione del fatto che non avevo neanche un amico su cui contare.

3. E' stata ''colpa dell'infanzia'', ''colpa dell'adolescenza'', o è successo dopo?

Adolescenza, che ha fatto uscire in modo lampante quello che già si intravedeva nell infanzia.

4. Il tuo aspetto fisico ha influito?

forse in parte.
Vecchio 16-01-2008, 14:46   #17
Principiante
L'avatar di peppe_90
 

1. Credo sia per la timidezza e riservatezza, non credo per altro...

2. Nessun evento in particolare.

3. Io sono in fase di adolescenza ancora.. la colpa è solo mia e del mio carattere.

4. Fisicamente sono normale, nè brutto nè "figo"... ovviamente se sarei stato più carino avrei sicuramente meno problemi perchè l'aspetto conta molto al giorno d'oggi...
Vecchio 16-01-2008, 14:55   #18
Esperto
L'avatar di Vento_del_Sud
 

1. secondo te, nel tuo caso specifico, in quali fattori (NON genetici) vedi la causa prima che ha innescato il tuo attuale stato di ''sociofobico''?

Fattori sicuramente ambientali, genitori iperprotettivi, insicuri e timidi a loro volta, in più con un'ossessione maniacale nei confronti del rendimento scolastico del proprio figlio.

2. Ci sono stati eventi psicologicamente (x te) traumatici più o meno specifici che ti hanno portato qui?

No, solo una ricerca su Yah...Ops, su Google!

3. E' stata ''colpa dell'infanzia'', ''colpa dell'adolescenza'', o è successo dopo?

Durante l'infanzia erano tutti presenti i prodromi del futuro, ma la ricordo come un periodo abbastanza felice...All'inizio dell'adolescenza, con lo scoppio della grande competizione sessuale, sono venute a galla insicurezza, timidezza, introversione etc.

4. Il tuo aspetto fisico ha influito?

Come per molti anche per me è in fondo alla lista.
Vecchio 16-01-2008, 15:09   #19
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da LH
Perchè, certi adolescenti, si comportino così...non so dirlo...ho, solo, un'interessante teoria a riguardo ma non voglio dirla perchè ho paura di HurryUp (...HurryUp ti aspetta al varco e...quando meno te lo aspetti...ti trafigge con la sua, terribile, argomentazione...brrr...).
Mi hai fatto venire la curiosità :roll:
Vecchio 16-01-2008, 16:09   #20
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Who_by_fire
Rivolto a tutti:

1. secondo te, nel tuo caso specifico, in quali fattori (NON genetici) vedi la causa prima che ha innescato il tuo attuale stato di ''sociofobico''?

2. Ci sono stati eventi psicologicamente (x te) traumatici più o meno specifici che ti hanno portato qui?

3. E' stata ''colpa dell'infanzia'', ''colpa dell'adolescenza'', o è successo dopo?

4. Il tuo aspetto fisico ha influito?
complimenti per aver aperto questo nuovo topic molto interessante e intelligente, è un quesito che mi sono sempre posto e per il quale sono arrivato alla conclusione che la causa che ha innescato la mia fobia sociale è stata indirettamente mia madre con i suoi prblemi mentali e la sua influenza negativa , destabilizzante e portatrice di stress, ansia, frustrazione e in fine depressione nei confronti del resto della mia famiglia. In pratica ho passato un infanzia priva di affetto, ho ricevuto una pessima educazione improntata alla diffidenza nei confronti degli estranei da lei visti come nemici da evitare, ho molti ricordi della mia infanzia in cui prendevo forti spaventi per le continue sceneggiate di mia madre che prima litigava con mio padre, alzandogli le mani, inseguendolo per casa con un grosso coltello da macellaio ( scena degna dei migliori film thriller ) poi si buttava per terra tirandosi i capelli e picchiandosi con violenza e infine picchiava me e mia sorella senza motivo i quali eravamo costantemente terrorizzati da lei. io da piccolo avevo una paura tremenda di mia madre e cercavo in tutti i modi di non contraddirla e di assecondarla in tutto, non mi faceva mai uscire di casa per iperprotezione quindi non potevo giocare come tutti gli altri bambini, sempre in casa a fare compiti e a prendere legnate per niente, la carenza di affetto mi ha accompagnato per tutta la vita, mio padre è stato un esempio negativo di passività e di rassegnazione, mi fa pena poverino si è rovinato la vita sposandosi con mia madre, io non ce l'ho con lei è solo una persona molto malata che dovrebbe curarsi ma si ritiene perfettamente sana di mente e mio padre come al solito passivo non ha mai tentato di farla curare nemmeno con la forza ed ecco irisultati: io e mia sorella siamo due poveri depressi infelici e insicuri per foruna lei ha reagito anche perchè donna e avendo un bell'aspetto ha potuto contare sui vari ragazzi che ha avutonella sua vita uno dei quali l'ha aiutata ad andarsene di casa e attualmente sta da sola in affitto, mio padre ormai è completamente raassegnato malato d'ansia è diventato ormai bipolare nel senso che è sempre iperattivo corre sempre non sta mai fermo e poi tutto a un tratto va in depressione io per aani mi sono chiuso nel mio mondo di solitudine e solo adesso sto tentando di reagire, non voglio fare la vittima per il resto della mia vita solo perchè non ho avuto una bella famiglia è il momento di staccare il cordone ombelicale
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Qual è la causa della fs nel vostro caso specifico?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La causa della vostra fobia sociale Adler SocioFobia Forum Generale 158 11-12-2016 16:29
Qual è il ''significato'' del vostro nickname? Who_by_fire Off Topic Generale 70 27-04-2012 19:46
Qual è il vostro rapporto col denaro? Off Topic Generale 22 07-11-2011 06:55
Quanto avete perso a causa della timidezza? LeopardiTheBest Timidezza Forum 34 14-03-2009 18:14
L'ipocrisia della tv: il caso di Federica Squarise Vento_del_Sud Amore e Amicizia 55 17-07-2008 18:54



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:55.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2