FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Depressione Forum
Rispondi
 
Vecchio 27-04-2022, 17:48   #1
Principiante
L'avatar di CamMitchell
 

Salve a tutti, so di non essere molto presente sul forum, e di scrivere principalmente quando ho bisogno di consigli. Spero che nessuno si offenda per questo, vorrei avere un vostro parere in merito a una situazione che sto vivendo e che temo possa sfociare in un nuovo episodio di depressione.
Non voglio tirarla per le lunghe: a ottobre 2020, in seguito a un lungo periodo di problemi lavorativi e personali che mi avevano gettato in un tunnel da cui non vedevo l'uscita, d'accordo con la mia psicoterapeuta, mi reco dal medico che mi diagnostica una forma depressiva in stadio iniziale e mi prescrive Sertralina 30 mg una volta al giorno. Dopo un po' di tempo le cose iniziano a migliorare decisamente e dopo 6 mesi, a maggio 2021, decido di interrompere la cura. La psicologa mi aveva detto di parlarne però prima col medico, ma io stupido, ormai mi sento bene, penso che i problemi a cui attribuivo l'origine di tutto siano risolti e decido di smettere senza il parere del medico. Così per 10 giorni dimezzo la dose e poi smetto definitivamente. Ero convinto che tanto, se proprio avessi avuto una ricaduta, sarebbe stata nel giro di qualche settimana al massimo e non vedendo cambiamenti penso di essere a posto. Nei mesi successivi tutto bene, tanto che - forse galvanizzato dal modo in cui ne ero uscito - decido di lasciare il mio lavoro da dipendente e a partire dal 2022 di prendere il posto di mio padre (andato in pensione) nella sua attività in proprio. I primi mesi mi sembra che tutto fili abbastanza liscio, ma da marzo circa inizio a non sentirmi bene psicologicamente, ad avere sempre più spesso pensieri negativi. Attribuisco il tutto al fatto di dovermi abituare a una nuova realtà, con più pensieri e responsabilità rispetto a prima. Tuttavia la situazione non migliora, nonostante i miei sforzi per cercare sempre nuove motivazioni anche al di fuori dell'ambito lavorativo. Negli ultimi giorni inizio a prendere nota dei 'sintomi' che compaiono. In generale:
- presenza costante di pensieri negativi durante il giorno
- forti sbalzi di umore apparentemente senza motivo
- difficoltà a concentrarmi
- improvvise crisi di ansia che a volte per poco non sfociano in pianto

Il fatto è che questi sintomi mi ricordano molto quelli che provavo prima di iniziare la cura nel 2020, e seppur più leggeri non mi sembra abbiano avuto una vera e propria causa scatenante. Sto iniziando a pensare che forse, l'origine di tutto non sia da cercare in situazione esterne ma dentro di me e inizio a temere che possa essere il principio di una ricaduta depressiva. Mi rendo conto di avere fatto una sciocchezza a interrompere l'antidepressivo senza il parere del medico ma purtroppo ormai è successo. Secondo voi è possibile che si tratti nuovamente di un inizio di depressione? Qualcuno ha avuto esperienze in merito?

P.s. premetto che tra una settimana vedrò la psicologa e cercherò con lei di capire cosa possa essere, però nel frattempo vorrei chiedervi un'opinione, penso che sia anche questo il bello del forum. Grazie a tutti quelli che risponderanno
Vecchio 28-04-2022, 04:38   #2
Esperto
 

Si è molto probabile che sia una ricaduta.
Io ho iniziato una cura con zoloft a febbraio, e tutt'ora ho molti sbalzi di umore ma ho riacquisito la speranza o semplicemente penso di meno (?), prima della cura ho passato un periodo simile a quello che descrivi, senso di malinconia, disperazione, crisi di ansia e pianto, ogni cosa angosciante etc. Io ho sempre avuto una depressione lieve (distimia) fin dall'adolescenza ma lo scorso anno sono caduto molto più in basso a maggio, ho cominciato a perdere la speranza totalmente, ho avuto una crisi esistenziale tipo, ho cominciato ad avere forti attacchi di ansia e pianto, sentivo come se ormai fosse tutto finito e volevo togliermi la vita, anche se non ho mai agito nemmeno in una pianificazione vera e propria, però si quella malinconia che non andava più via era tremenda, mi sembrava di implodere dentro, quasi come voglia di vomitare, è difficile da spiegare... Comunque un consiglio è di non lasciare la terapia antidepressiva, perchè le ricadute ahimè ci sono e ci saranno se sei predisposto.
Vecchio 09-05-2022, 15:43   #3
Principiante
 

Buonasera,
oltre a considerare la possibilità di una ricaduta, potrebbe essere utile verificare se ha avuto luogo un'astinenza da sospensione del farmaco. Se vuole saperne di più può leggere la pagina https://www.smettereglipsicofarmaci.unifi.it/index.php.
Fiammetta Cosci
Università di Firenze
Vecchio 10-05-2022, 01:52   #4
Esperto
L'avatar di varykino
 

cambia il nome fiammetta hahhah
Vecchio 10-05-2022, 13:36   #5
Esperto
L'avatar di anahí
 

Si si, questa è una situazione proprio tipica, la ho sentita varie volte. Siccome ci si abitua a sentirsi bene ci si dice "ma perché ho pensato di aver bisogno di psicofarmaci? Sembrano fuori luogo e superflui" e invece è proprio dagli psicofarmaci che viene il benessere!

Io sono proprio nella stessa situazione tua in questo momento e infatti da poco ho contattato lo psichiatra perché intendo riprendere la terapia farmacologica. Io li ho presi per poco più di un anno e appunto sto accusando la ricaduta in questi ultimi mesi e settimane.

La cosa positiva è che te ne sei accorto in tempo e quindi puoi agire!
Vecchio 10-05-2022, 13:47   #6
Banned
 

Ci sono soggetti geneticamente predisposti e se l'hai avuto una volta,ogni tanto episodi depressivi torneranno.cerca di non esagerare con questi farmaci se riesci.io a parte Depakin e Tavor al bisogno non voglio più prendere nulla..spesso e la mancanza di motivazioni e il piattume di una vita che ti deprime..io a volte cerco di fare cose nuove anche per trovare nuovi stimoli..
Vecchio 07-06-2022, 21:28   #7
Principiante
L'avatar di CamMitchell
 

Grazie a tutti per le risposte. Riapro il topic dopo un mese perchè penso proprio che abbiate ragione; durante l'ultima visita con la psicologa eravamo rimasti d'accordo di attendere qualche settimana per vedere come si evolvesse la cosa. Purtroppo la situazione non è migliorata, anzi è peggiorata e non poco. Ormai ho un senso di angoscia continuo durante la giornata, attacchi di ansia che mi possono venire in qualsiasi momento e sento di continuo come se stesse per venirmi da piangere. Credo proprio che l'unica possibilità sia, mio malgrado, quella di ricominciare a prendere l'antidepressivo, non ha senso proseguire così. Sabato parlerò con la psicologa spiegandole la situazione e poi prenderò appuntamento col medico per ricominciare la cura. Spero solo che possa darmi ancora degli effetti benefici, perchè ora sto veramente ma veramente male.
Non so di preciso cosa abbia innescato questa crisi, il lavoro c'entra sicuramente, ma non credo basti a giustificare da solo questo malessere. Il fatto è che davvero non mi aspettavo una crisi simile dopo neanche un anno e mezzo essere uscito dall'altra, speravo fosse stata solo un caso isolato, è un incubo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Possibile ricaduta depressiva?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Insicurezza per una possibile fregatura di un possibile lavoro Ansiaboy Off Topic Generale 6 18-02-2015 12:59
Ricaduta R.I.P. Trattamenti e Terapie 6 09-10-2012 18:20
ancora un'altra crisi depressiva.. EdgarAllanPoe Amore e Amicizia 4 15-09-2011 11:45
ricaduta Martes00 Depressione Forum 6 07-06-2007 20:30
ricaduta ghostshape SocioFobia Forum Generale 10 11-03-2006 17:45



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:54.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2