FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 04-04-2008, 15:38   #1
Esperto
L'avatar di vikingo
 

voglio sapere tutto cio che differenzia un individuo patologicamente fobico da uno solo eccessivamente timido per capire a quale categoria.e poi che differenza ce tra psicoterapeuta e psicologo
Vecchio 04-04-2008, 15:49   #2
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da vikingo
voglio sapere tutto cio che differenzia un individuo patologicamente fobico da uno solo eccessivamente timido per capire a quale categoria.e poi che differenza ce tra psicoterapeuta e psicologo
ma sinceramente io non capisco come si può fare una differenza...
ho letto di divisioni "stupide".
Se hai almeno 3 di questi disturbi sei sociofobico, se ne hai 2 ti salvi...
che? ma siamo pazzi? cos'è? 3 x 2? I Saldi?

Io penso che la timidezza sia un fattore sociofobico...ma che sociofobia e timidezza sono semplicemente etichette per suddividere i problemi del tutto generica.

Tremi solo pensando che tuo fratello ti guarda mentre mangi e ti assale l'ansia? diventi rosso ogni 3,5 secondi? ti senti addirittura la nausea? Ti fai 1654 problemi al secondo? Secondo l'etichetta sei sociofobico.
Ti impasticci semplicemente a parlare con la donna che ti interess a potenzialmente dal punto di vista sentimentale? sei timido.

Io non oserei mai fare certe differenze così nette.

Io mi considero allo stesso tempo "normale" e tanto timido.
Io sono timido...ma davvero tanto...ma tanto.
Eppure anche a primo impatto posso apparire estroverso.
Il cuore sotto batte...tu basta che non gli dai peso.
Presente quando litighi con il fratello? Ogni giorno ce l'hai in casa...però quando vi incontrare abbassate gli occhi facendo finta di non vedervi.

Uguale: cervello mio sei sensibile e timido? Io non ti guardo e faccio finta che non sia così.

Perchè? perchè sono tutte fobie/problemi della mente...basta sapersi prendere in giro da soli e prendi in giro le tue stesse fobie.
Non lo fai? nemmeno te ne accorgi e rimani incollato al letto.
Vecchio 04-04-2008, 16:05   #3
Avanzato
L'avatar di 88_ThE_BeSt2_88
 

basta kiedere a mio cuggino Astolfo



Quote:
Originariamente inviata da Astolfo
devi ezere pionto alto e con occhi azurri
skerzi a parte quoto giova!
Vecchio 04-04-2008, 16:17   #4
Esperto
L'avatar di gio1
 

Quote:
Originariamente inviata da vikingo
voglio sapere tutto cio che differenzia un individuo patologicamente fobico da uno solo eccessivamente timido per capire a quale categoria.e poi che differenza ce tra psicoterapeuta e psicologo
Beh, se ti interessa tutto cio che caratterizza la definizione "ufficiale" di "fobia Sociale" (quella per intenderci che riporta il DSM IV) nei vari post se ne è parlato spesso. Si tratta cmq di sfumature poiché se la timidezza, come dici, è eccessiva, allora significa che la vita di tutti i giorni è limitata, e quindi di sicuro non si è sani.
Non credo proprio che sia una questione di etichetta, anzi prima si riconosce e si accetta il fatto di avere dei limiti (impossibilità di instaurare relazioni di amicizia , sentimentali, ecc...) e meglio si può intevenire. Più si è giovani e maggiori sono i margini di miglioramento.....ogni giorno che passa è prezioso, fidati ^_^
Ciao
Vecchio 04-04-2008, 16:27   #5
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da gio1
Quote:
Originariamente inviata da vikingo
voglio sapere tutto cio che differenzia un individuo patologicamente fobico da uno solo eccessivamente timido per capire a quale categoria.e poi che differenza ce tra psicoterapeuta e psicologo
Beh, se ti interessa tutto cio che caratterizza la definizione "ufficiale" di "fobia Sociale" (quella per intenderci che riporta il DSM IV) nei vari post se ne è parlato spesso. Si tratta cmq di sfumature poiché se la timidezza, come dici, è eccessiva, allora significa che la vita di tutti i giorni è limitata, e quindi di sicuro non si è sani.
Non credo proprio che sia una questione di etichetta, anzi prima si riconosce e si accetta il fatto di avere dei limiti (impossibilità di instaurare relazioni di amicizia , sentimentali, ecc...) e meglio si può intevenire. Più si è giovani e maggiori sono i margini di miglioramento.....ogni giorno che passa è prezioso, fidati ^_^
Ciao
impossibilitò di instaurare relazioni di amicizia/sentimenali?
Se non hai le gambe sei impossibilitato a camminare.
Se hai un handicap mentale sei impossibilitato a comprendere ed esprimerti.
Se hai una paura il problema è la volontà di affrontarla.

La questione è: mi batte il cuore? sarei propenso a non parlare? ad arrossire e sentirmi imbarazzato? inglobiamo il tutto nella "timidezza".
Quello resta solo un nome che diamo a dei sentimenti/delle senzasioni mentali.

Timidezza e sociofobia si affronta nello stesso modo. Perchè? perchè sono la stessa cosa. La prima è più piccola, la seconda è più grossa.
Vecchio 04-04-2008, 16:48   #6
Esperto
L'avatar di gio1
 

Quote:
Originariamente inviata da 1giova88
Quote:
Originariamente inviata da gio1
Quote:
Originariamente inviata da vikingo
voglio sapere tutto cio che differenzia un individuo patologicamente fobico da uno solo eccessivamente timido per capire a quale categoria.e poi che differenza ce tra psicoterapeuta e psicologo
Beh, se ti interessa tutto cio che caratterizza la definizione "ufficiale" di "fobia Sociale" (quella per intenderci che riporta il DSM IV) nei vari post se ne è parlato spesso. Si tratta cmq di sfumature poiché se la timidezza, come dici, è eccessiva, allora significa che la vita di tutti i giorni è limitata, e quindi di sicuro non si è sani.
Non credo proprio che sia una questione di etichetta, anzi prima si riconosce e si accetta il fatto di avere dei limiti (impossibilità di instaurare relazioni di amicizia , sentimentali, ecc...) e meglio si può intevenire. Più si è giovani e maggiori sono i margini di miglioramento.....ogni giorno che passa è prezioso, fidati ^_^
Ciao
impossibilitò di instaurare relazioni di amicizia/sentimenali?
Se non hai le gambe sei impossibilitato a camminare.
Se hai un handicap mentale sei impossibilitato a comprendere ed esprimerti.
Se hai una paura il problema è la volontà di affrontarla.

La questione è: mi batte il cuore? sarei propenso a non parlare? ad arrossire e sentirmi imbarazzato? inglobiamo il tutto nella "timidezza".
Quello resta solo un nome che diamo a dei sentimenti/delle senzasioni mentali.

Timidezza e sociofobia si affronta nello stesso modo. Perchè? perchè sono la stessa cosa. La prima è più piccola, la seconda è più grossa.

beh...personalmente non me la sento di mettere sullo stesso piano tutti i mali di questo mondo. Chiaro che una fobia si nasconde anche dietro la mancanza di volontà per affrontarla, ma esistono, seppur limitati, degli strumenti per farlo, chi sta su una sedia a rotelle invece, causa trauma spinale, da quella sedia non ha speranze di alzarsi. Il mio esempio è estremo ma rende bene l'idea come i tre sopra.

La timidezza è una componente che può essere o meno presente nella FS, ho frequentato consultori a lungo, e di SF per nulla timidi ne ho conosciuti.
Pensa se, causa mancanza timidezza, non gli avessero diagnosticato la FS....come a volte accade, e avrebbero liquidato il tutto come una nevrosi, che sarebbe successo? Si sarebbero inutilmente sprecati mesi e anni e curati in modo del tutto inefficace. A volte, distinguere, può essere davvero utile.....soprattutto quando si sta male
Vecchio 04-04-2008, 19:28   #7
Esperto
L'avatar di vikingo
 

cioe fammi capire un sociofobico puo anche non essere timido,mi spiegeresti meglio il tutto mi interessa molto :roll:
Vecchio 04-04-2008, 19:56   #8
Esperto
L'avatar di piocca
 

Se sei sociofobico lo capisci....è diverso dall'essere soltanto timido, te lo assicuro...
Vecchio 04-04-2008, 20:14   #9
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da piocca
Se sei sociofobico lo capisci....è diverso dall'essere soltanto timido, te lo assicuro...

vero..... magari all inizio pensi di essere solo timido....

poi cazzo quando ti accorgi che ti fai problemi anche solo a parlare all operatore di un call center al telefono (con cui parlerai quell unica volta, che non risentirai mai + e che sentirai per al max 5 min) o quando prima di mettere piede in un bar ti fai 1000 seghe mentali o eviti i posti troppo affollati.... quando non hai lavoro e anche solo per entrare in un agenzia interinale ci metti mezz ora (quando riesci a entrare...)...

beh non sei solo timido.... DEVE essere qualcosa di +...
Vecchio 05-04-2008, 12:52   #10
Esperto
L'avatar di HurryUp
 

Dire che un socialfobico ha minori potenzialità espressive di un non socialfobico è come dire che il sistema binario ha meno capacità del sistema in base 10 di rappresentare i numeri naturali, solo perchè il sistema binario ha 2 simboli e il sistema in base 10 ne ha 10! Con gli altri forse questa balla attacca, ma con me no!

Un socialfobico può esprimere le stesse emozioni di un non socialfobico con il suo linguaggio, a condizione che si accetti l'equivalenza di tale linguaggio.

Ho il diritto di pretendere una società in cui venga sancito chiaramente questo patto, in cui io abbia la possibilità di comunicare attraverso una meta-comunicazione con gli altri fintanto che non avrò superato il blocco.

Finchè non vedrò la disponibilità degli altri a usare questa meta-comunicazione, e continuerò a vedere invece il ricatto di dover assumere per forza il linguaggio extra-verbale naturale, io non permetterò alla società che servo di definirmi malato!

Io sono intenzionato a superare il blocco, ma devo avere la possibilità di comunicare con le persone normali anche prima di superarlo, altrimenti mi incazzerei non poco con la società...
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a parametri per essere sociofobico
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La merenda del sociofobico alberto Off Topic Generale 1 09-02-2010 00:51
SocioFobico ? atk67 SocioFobia Forum Generale 3 29-05-2008 22:35
Quanto mangia un sociofobico? Zabbo77 SocioFobia Forum Generale 22 11-04-2008 17:41
Il sesto senso del sociofobico. pain2 SocioFobia Forum Generale 21 12-03-2008 20:51



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 19:05.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2