FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Chiudi la discussione
 
Vecchio 17-10-2020, 17:08   #9041
Esperto
L'avatar di Svalvolato
 

Stiamo ancora aspettando la potenza di fuoco economica promessa da Giuseppi Gonde, uno statista che tutto il mondo ci invidia. Un altro bel chiaccherone, sulla falsariga dell'altro "fuochista", il fuffologo campano, che è già partito a spron battuto con la chiusura delle scuole, tanto lo sanno tutti che in Campania sono in cima alla lista della qualità scolastica, un modello che pure Singapore e Finlandia vogliono studiare e imitare.

Se proprio si è preoccupati per il "troppo movimento", o per i trasporti pubblici troppo pieni, forse si dovrebbe dire ai cari pensionati che non è obbligatorio per loro trovarsi alle 8 di mattino a gironzolare per andare il mercato o a ritirare la pensione, per poi lamentarsi che i ggggiovani li "uccidono".
Si prendano precauzioni per tutelare gli anziani, senza fermare tutti; ma in questo Paese ci dovrà essere ancora qualcuno che lavora e studia o no? Tutti a grattarsi a casa (con quali soldi poi non si sa)?
E' facile chiedere chiusure col culetto al caldo (che avrei pure io comunque, essendo dipendente pubblico).
Vecchio 17-10-2020, 17:37   #9042
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Nuovo record di tamponi.. oggi 160.000..a marzo 25.000..dico solo questo..molti non si accorgono mano di averlo
In realtà sono più di 160mila perchè i test rapidi non vengono conteggiati e nessuno sa quanti sono,ah però i positivi dei test rapidi vengono conteggiati in modo da far salire il rapporto tamponi/ positivi.
Vecchio 17-10-2020, 17:51   #9043
Esperto
L'avatar di gaucho
 

Io non capisco tutta questa dietrologia sul voler pilotare il numero di positivi e dei tamponi.
Ma alle istituzioni lavorano proprio solo malintenzionati e aspiranti dittatori?
Dover limitare le nostre libertà a cosa porta loro? Sono misure impopolari e che minano l’economia del Paese e questo sicuramente si ripercuoterà su di loro una volta tornati alle urne.
Direi che più dittatori sono sadici a questo punto, proprio non capisco chi vede il male in tutte le istituzioni di governo.
Vecchio 17-10-2020, 17:55   #9044
Esperto
L'avatar di Clend
 

Quote:
Originariamente inviata da Milo Visualizza il messaggio
In realtà sono più di 160mila perchè i test rapidi non vengono conteggiati e nessuno sa quanti sono,ah però i positivi dei test rapidi vengono conteggiati in modo da far salire il rapporto tamponi/ positivi.
Non penso proprio che siano così maliziosi (o scemi) da fare una cavolata del genere.
Mai sentito sta roba
Ringraziamenti da
gaucho (17-10-2020)
Vecchio 17-10-2020, 18:04   #9045
Esperto
L'avatar di An.dream
 

I positivi dei test rapidi non vengono conteggiati, che io sappia.
Almeno per quanto riguarda Emilia-Romagna e Sicilia ne sono quasi sicuro. Dopo un test rapido positivo fanno il molecolare, se non è positivo anche quello non viene trasmesso e conteggiato, anzi a volte si aspetta il secondo tampone positivo prima di confermare.
Per il sierologico invece non ho capito se è cambiato e come viene conteggiato adesso.
Vecchio 17-10-2020, 18:20   #9046
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da Clend Visualizza il messaggio
Non penso proprio che siano così maliziosi (o scemi) da fare una cavolata del genere.
Mai sentito sta roba
Nè parlano su pillole di ottimismo dovreste leggerlo ci sono medici e studiosi in un'approccio multidisciplinare che spiegano in maniera chiara l'andamento della pandemia senza le distorisioni e i sensazionalismi della maggior parte dei media tral'altro ci sono delle slide chiare e molto complete con tutti i dati sul virus:

slide: https://public.flourish.studio/story...uyzlcYI0oZzs90

queste sono le persone che fanno parte del progetto:

LA NOSTRA SQUADRA
Editors-in-Chief: Sara GANDINI, Guido SILVESTRI & Paolo SPADA
Coordinamento: Chiara BARBIERI, Francesca UCCHEDDU
Comunicazione: Maddalena LOY
Ufficio Stampa: Claudia ZANGARINI, Clementina SASSO, Nicolò PREMOLI
Produzione Video: Walter LUCCHESI, Claudia ZANGARINI, Marco FAGOTTI, Clementina SASSO
SECTION EDITORS:
Basic Sciences: Aldo MANZIN, Francesco CECCONI, Paolo BONILAURI e Costanza Maria CRISTIANI
Clinical Medicine: Alessandra PETRELLI, Paolo SPADA, Piero SESTILI, e Mario PUOTI
Law & Economy: Silvia BRIZZI, Luciano BUTTI, Elena DRAGAGNA, Marco ERRICO e Roberto PANCRAZI
Epidemiology & Biology: Sara GANDINI, Ilaria BAGLIVO e Donato GRECO
Psychology & Social Sciences: Federica GALLI e Marilena APUZZO
RUBRICHE:
"ABC: storie di Covid in Pillole" è a cura di Maria Luisa IANNUZZO
"Pillole in Tasca" è a cura di Stefano TASCA
"Pillole Internazionali" è a cura di Ugo BARDI
"Nonsolocovid -- Pillole a 360 gradi" è a cura di Costanza Maria CRISTIANI, Walter LUCCHESI e Clementina SASSO
Grafica e sito web: Nicolo' PREMOLI e Claudia ZANGARINI
Supporto Tecnico: Andrea CALDARONE
Social Media Moderation: Marilena FALCONE DE DOMENICO
Vignette: Ivan “Hurricane” MANUPPELLI
EDITORIAL BOARD:
Roberto ACCOLLA, Professore Ordinario Psichiatria, Università dell’Insubria
Antonella AGODI, Professore Ordinario Igiene generale e applicata, Università di Catania
Franco ARTURI, Giornalista e scrittore
Ugo BARDI, Professore Associato Chimica Fisica, Università di Firenze
Matteo BASSETTI, Professore Ordinario Infettivologia, Università di Genova
Paolo BONILAURI, Biologo e dirigente Istituto Zooprofilattico Sperimentale, Lombardia ed Emilia Romagna
Giovanna BORSELLINO, Ricercatore Neuroimmunologa Fondazione Santa Lucia, IRCCS
Michele BOLDRIN, Professore Economia, Washington University, St. Louis
Luciano BUTTI, Avvocato e membro del Clare Hall College Cambridge, UK
Stefania CARAMASCHI, Medico Assegnista di Ricerca Department of Medical and Surgical Sciences for Children and Adults, Università di Modena e Reggio Emilia
Margherita CARLETTI, Ricercatrice Analisi Numerica, Università di Urbino C. Bo
Arnaldo CARUSO, Professore Ordinario microbiologia e microbiologia clinica, Università di Brescia
Domenico CAVALLO, Professore Ordinario, dipartimento di scienza ed alta tecnologia, Università dell’Insubria
Francesca CECCHERINI-SILBERSTEIN, Professore Associato virologia, Università di Roma Tor Vergata
Francesco CECCONI, Professore Ordinario biologia dello sviluppo, Università di Roma Tor Vergata
Massimo CLEMENTI, Professore Ordinario microbiologia e virologia, Università Vita e Salute “San Raffaele” Milano
Piergiuseppe DE BERARDINIS, Direttore di Ricerca, CNR
Gigliola DI RENZO VILLATA, Professore Ordinario giurisprudenza, Università Statale di Milano
Julia FILINGERI, Professore a contratto farmacia, Università di Trieste
Mario FULCHERI, Professore Ordinario di Psicologia Clinica, Università di Chieti-Pescara
Donato GRECO, Epidemiologo, ex-Direttore Dipartimento ISS
Andrea GRIGNOLIO, Professore a contratto Medical Humanities, Università Vita e Salute “San Raffaele” Milano
Carlo LA VECCHIA Professore ordinario di Statistica Medica ed Epidemiologia all’Università degli Studi di Milano. Temporary advisor all’Organizzazione Mondiale della Sanità a Ginevra
Aldo MANZIN, Professore Ordinario di microbiologia e microbiologia clinica, Università di Cagliari
Roberto PANCRAZI, Professor of Advanced Macroeconomic Analysis, Warwick University
Alessandra PETRELLI, MD, PhD, Project Leader, Ospedale San Raffaele
Stefania PETRUCCIOLI, Economista ed analista finanziario
Claudia PICCOLI, Professore Ordinario biochimica, Università di Foggia
Carlo PIROLA, Professore Ordinario, Chemical Plants and Technologies, Università Statale di Milano
Sergio PORTA, Professor of Urban Design, University of Strathclyde, Glasgow UK
Gabriella PRAVETTONI, Professore Ordinario di Psicologia Cognitiva, Director - Department of Oncology and Hemato-Oncology - University of Milan, Director - Psycho-Oncology Division - European Institute of Oncology
Claudio PUOTI, Primario Infettivologia, Roma
Manuela RAFFATELLU, Professor of Microbial Pathogenesis and Mucosal Immunity, University of California San Diego
Giuseppe REMUZZI, Professor of Nephrology e Direttore dell' Istituto Mario Negri
Clementina SASSO, Astrofisico, INAF
Luca SCORRANO, Professore Ordinario di biochimica, Università di Padova
Piero SESTILI, Professore Associato farmacologia, Università di Urbino
Ilaria Maria SOTIS, Giornalista e scrittrice
Marco TAMIETTO, Professore Ordinario di neuroscienze, Università di Torino
Carlo TORTI, Professore Associato malattie infettive, Università Magna Grecia, Catanzaro
Alberto ZANGRILLO, Professore Ordinario di anestesia e rianimazione, Università Vita e Salute “San Raffaele” Milano
AUTORI:
Franco ARTURI, giornalista e scrittore
Alessandra BASSO, TINT, Università di Helsinky
Federica BELLERBA, Biostatistica
Serenella BRUSCHI, Microbiologa
Francesca CAPELLI, Sociologa, Ricercatrice, Giornalista, Università del Salvador, Buenos Aires
Elisa DELVECCHIO, Psicologa, Ricercatrice, Dip. Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, UNI Perugia
Angelo DI LIBERTO, Scrittore
Valentina FLAMINI, Biologa Molecolare
Eleonora FRANCHINI, Biotecnologia Medica, Insegnante di Chimica e Biologia al liceo
Daniele FRATERNALE Professore Associato di Biologia farmaceutica Università di Urbino Carlo Bo
Giuseppe GARZIA, UNIBO, Dipartimento Beni Culturali
Giulio LIGUORI Dottore in Scienze degli Alimenti e della Nutrizione e Laureando in Scienze Chimiche
Claudia MAZZESCHI, Prof. Ordinaria di Psicologia Dinamica, Dir. Dip. Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, UNI Perugia
Olga MILANESE, Avvocatessa, Esperta nella tutela dei Diritti, Famiglia e Minori
Antonella NURRA, funzionaria amministrativa nella ATS (Azienda tutela della Salute) della Sardegna. Collabora con la cattedra di diritto privato comparato all'università di Sassari
Giuseppe PICHIERRI, Consultant Microbiologist, Kingston Hospital NHS Foundation Trust
Eloisa PROCOPIO Scrittrice
MauriIo RAINISIO, Biostatistico
Chiara RUBES Attrice
Maria Sabina SABATINO Storica dell’Arte
Simone SANTAMATO: appassionato di filosofia
Davide SIMONE, Giornalista
Giovanna TESTA, Ginecologa
Vecchio 17-10-2020, 18:47   #9047
Banned
 

Chissa' come mai, con tutta la gente intelligente in giro (come quella elencata da Milo), questo virus non si sia ancora riuscito ad arginare...
Vecchio 17-10-2020, 18:57   #9048
Esperto
L'avatar di Clend
 

Quote:
Originariamente inviata da Milo Visualizza il messaggio
Nè parlano su pillole di ottimismo dovreste leggerlo ci sono medici e studiosi in un'approccio multidisciplinare che spiegano in maniera chiara l'andamento della pandemia senza le distorisioni e i sensazionalismi della maggior parte dei media tral'altro ci sono delle slide chiare e molto complete con tutti i dati sul virus:
Non penso che lì dicano una cosa del genere.
Un conteggio dei positivi su tamponi fatto così non sta nè in cielo nè in terra, è impossibile che li contino in un modo così stupido.
E se lo facessero intenzionalmente per dare l'illusione che ci siano più positivi, sarebbe una cosa gravissima ma anche facilmente sgamabile, e quindi molto improbabile.
Vecchio 17-10-2020, 18:59   #9049
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Ma oltre a raccogliere miliardi di dati, nessuno riesce a fare una previsione sull'intensità e la durata di questa seconda ondata?
Vecchio 17-10-2020, 19:31   #9050
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da Clend Visualizza il messaggio
Non penso che lì dicano una cosa del genere.
Un conteggio dei positivi su tamponi fatto così non sta nè in cielo nè in terra, è impossibile che li contino in un modo così stupido.
E se lo facessero intenzionalmente per dare l'illusione che ci siano più positivi, sarebbe una cosa gravissima ma anche facilmente sgamabile, e quindi molto improbabile.
Puoi trovare i loro articoli su facebook,un'estratto di quello dell'11 ottobre:

"Quanto ci si mettano i test rapidi, che non sono contati e quindi spremono solo positivi in quel rapporto, non lo sappiamo, e comincia a farsi largo in me il sospetto che non lo sapremo a lungo: un ulteriore elemento di confusione, ma ci siamo abituati."

questo uno stralcio di oggi invece:

" Quel rapporto positivi/persone testate, nonostante lo sforzo di arrivare a 165.000 tamponi al giorno, resta molto elevato, ma ha anche perso significato, gonfiato dall’uso dei test rapidi, ancora non contati nel denominatore."

Io lo interpreto che secondo loro non sono contati.
Vecchio 17-10-2020, 19:44   #9051
Esperto
L'avatar di An.dream
 

Ah, ho capito cosa vuoi dire, Milo, ma credo che sia giusto non contarli. Cioè tu dici che in questo modo si crea allarmismo perché la percentuale dei positivi è una percentuale tra persone con già alta probabilità di avere il coronavirus, e quindi sembra alta. Sì, sicuramente, io infatti non ho mai dato molta importanza a quelle percentuali, ma al numero di positivi in sé. Però c'è da dire che quando l'ASL ha un sospetto non ti fa fare il test rapido, ma il molecolare. Il test rapido di solito se lo fa la gente che ha un sospetto perché è venuta a contatto col cugino del cugino del tizio infetto, o che non vuole aspettare i tempi dell'ASL, o ancora per moda perché ha soldi da buttare.
Vecchio 17-10-2020, 20:26   #9052
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da syd_77 Visualizza il messaggio
Ma oltre a raccogliere miliardi di dati, nessuno riesce a fare una previsione sull'intensità e la durata di questa seconda ondata?
È già tanto se raccolgono dati..un po' di pazienza dai
Vecchio 17-10-2020, 22:58   #9053
idk
Esperto
L'avatar di idk
 

Interessante comunque l'approccio schizofrenico avuto nei confronti dello smartworking. Inizialmente sembrava fosse un'idea utopica da tecnoinvasati progressisti, la non presenza fisica dell'impiegato avrebbe affossato la produttività e reso impossibile l'interazione tra i team.
Quando alla luce dei fatti è emerso il contrario, che anzi, sia per le aziende che per i pendolari il risparmio era notevole, tanto da spingere alcune realtà a studiare piani di transizione a lungo termine, arriva il dietrofront inspiegabile della politica: dicono che bisogna tornare in ufficio, altrimenti i bar non vendono più il tramezzino di cefalo pescato sul naviglio a 5€. Così nelle città la gente torna ad ammassarsi nei mezzi, in ufficio e nei locali. A loro dire era necessario per consentire la sopravvivenza delle piccole attività. In realtà è solo retorica, lo smartworking infastidisce le amministrazioni comunali e gli speculatori immobiliari, per il fatto che non si possa più affittare un buco a 800€. Chi ci vuole restare nella tua città di merda, quando posso lavorare dal mio paese?
In questo senso spero a un'intensificazione dell'epidemia, perché renda lo smartworking una realtà non provvisoria ma definitiva, di conseguenza città più vivibili. Se devo aspettare il cittadino (molti non vedevano l'ora di tornare in ufficio) resto fresco.
Ringraziamenti da
Daytona (17-10-2020)
Vecchio 17-10-2020, 23:58   #9054
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Svalvolato Visualizza il messaggio
Stiamo ancora aspettando la potenza di fuoco economica promessa da Giuseppi Gonde, uno statista che tutto il mondo ci invidia. Un altro bel chiaccherone, sulla falsariga dell'altro "fuochista", il fuffologo campano, che è già partito a spron battuto con la chiusura delle scuole, tanto lo sanno tutti che in Campania sono in cima alla lista della qualità scolastica, un modello che pure Singapore e Finlandia vogliono studiare e imitare.
De Luca è il Salvini della Campania, "risolve" le cose sparando minchiate e facendo la faccia feroce e tanti lo votano per quello come vota(va)no quell'altro. Salvini prende come capri espiatori i migranti, lui i runners "cinghialoni" o quelli che festeggiano Halloween.

Quote:
Originariamente inviata da Svalvolato Visualizza il messaggio
Se proprio si è preoccupati per il "troppo movimento", o per i trasporti pubblici troppo pieni, forse si dovrebbe dire ai cari pensionati che non è obbligatorio per loro trovarsi alle 8 di mattino a gironzolare per andare il mercato o a ritirare la pensione, per poi lamentarsi che i ggggiovani li "uccidono".
Oppure potenziare le corse, invece di tagliarle. Così come i posti letto.
Troppo logico, eh?
Vecchio 18-10-2020, 00:04   #9055
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Asocial87 Visualizza il messaggio
Ancora non si capisce che se non si adottano misure di contenimento il problema è che le terapie intensive si riempiono fino a saturare.
Vuol dire che se uno è malato di covid e potrebbe salvarsi con le giuste cure, viene rimandato a casa perchè non sanno dove metterlo!
Vuol dire che se una persona ha una malattia cronica che necessita di essere seguito periodicamente. viene messo in secondo piano perchè i medici devono seguire chi ha il covid!
Non si capisce perché non si vuole capire (da parte di alcuni).
Dopo l'estate del non ce n'è coviddi e del virus clinicamente morto, queste cose che tu evidenzi sono come l'aglio per i vampiri, non possono ammetterle senza autodistruggersi moralmente.
Il lassismo estivo, va detto, è stato COLPEVOLMENTE assecondato o non adeguatamente contrastato dal governo che al primo Zangrillo che sparava minchiate criminali avrebbe dovuto rispondere chiarendo a reti unificate agli italiani che col cazzo che il virus era andato via. La percezione di molti è stata quella del "passata la festa, gabbato lu santo" e la classe dirigente (!) non è stata in grado di far capire che non era così, che non ci si poteva d'un tratto intruppare a ripetizione nei posti di vacanza senza nessuna precauzione, ma che bisognava mantenere sempre il minimo distanziamento ed evitare assembramenti. Eh no, la stagione turistica valeva bene una seconda ondata, lungimiranza zero, come ha detto la fu presidente della regione Calabria "da noi si rischia solo di ingrassare" (essì, anche le minchiate dei morti vanno ricordate, mica diventano tutti santi dopo il trapasso). E del resto Briatore e i briatorini dovevano pur campare, poverini, tanto lui e quelli come lui il posto letto ce l'hanno assicurato, nessun rischio di saturazione...
E il governo da agosto ad adesso, quando si è visto che cominciava l'inversione di tendenza, non ha fatto UNA MAZZA (oltre che chiudere le discoteche dopo Ferragosto, non prima eh, prima li sordi) per due mesi (ha solo bene o male avviato la scuola, questo sì, ma senza nessun piano per prevenire e far fronte a quello che era nell'ordine delle probabilità), salvo poi uscirsene solo adesso con provvedimenti un tanto al chilo tirati fuori come al mercato (chiudiamo alle 22? alle 24? palestre e piscine sì, parrucchieri no? che faccio lascio?) e con dichiarazioni ridicole come quelle di Conte che in sostanza dice "non dipende da noi, ma da voi" (come se loro non avessero potuto fare di più). A marzo si era in un'emergenza che poteva aver colto di sorpresa, adesso no, non ci sono più scuse.

Ultima modifica di Winston_Smith; 18-10-2020 a 00:11.
Vecchio 18-10-2020, 08:04   #9056
Esperto
L'avatar di Milo
 

Quote:
Originariamente inviata da idk Visualizza il messaggio
Interessante comunque l'approccio schizofrenico avuto nei confronti dello smartworking. Inizialmente sembrava fosse un'idea utopica da tecnoinvasati progressisti, la non presenza fisica dell'impiegato avrebbe affossato la produttività e reso impossibile l'interazione tra i team.
Quando alla luce dei fatti è emerso il contrario, che anzi, sia per le aziende che per i pendolari il risparmio era notevole, tanto da spingere alcune realtà a studiare piani di transizione a lungo termine, arriva il dietrofront inspiegabile della politica: dicono che bisogna tornare in ufficio, altrimenti i bar non vendono più il tramezzino di cefalo pescato sul naviglio a 5€. Così nelle città la gente torna ad ammassarsi nei mezzi, in ufficio e nei locali. A loro dire era necessario per consentire la sopravvivenza delle piccole attività. In realtà è solo retorica, lo smartworking infastidisce le amministrazioni comunali e gli speculatori immobiliari, per il fatto che non si possa più affittare un buco a 800€. Chi ci vuole restare nella tua città di merda, quando posso lavorare dal mio paese?
In questo senso spero a un'intensificazione dell'epidemia, perché renda lo smartworking una realtà non provvisoria ma definitiva, di conseguenza città più vivibili. Se devo aspettare il cittadino (molti non vedevano l'ora di tornare in ufficio) resto fresco.
Premesso che sono a favore dello smart, hai pensato che se questa cosa prende piede oltre che la produzione molte aziende potranno delocalizzare anche gli uffici amministrativi? una bella connessione internet e sposti tutti in albania e tanti saluti e fisco e lavoratori italiani...
Vecchio 18-10-2020, 08:50   #9057
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Quote:
Originariamente inviata da gaucho Visualizza il messaggio
Io non capisco tutta questa dietrologia sul voler pilotare il numero di positivi e dei tamponi.
Ma alle istituzioni lavorano proprio solo malintenzionati e aspiranti dittatori?
Dover limitare le nostre libertà a cosa porta loro? Sono misure impopolari e che minano l’economia del Paese e questo sicuramente si ripercuoterà su di loro una volta tornati alle urne.
Direi che più dittatori sono sadici a questo punto, proprio non capisco chi vede il male in tutte le istituzioni di governo.
Se proprio devono fare i dittatori allora lo facessero sul serio (precisando che sono assolutamente contro la dittatura) per un periodo limitato così ti togli dalle palle il virus come in cina e buonanotte. Invece hanno paura di non essere ri-votati, hanno paura delle corporazioni, etc. Oltre a tanta tanta incompetenza e poca lungimiranza.
Vecchio 18-10-2020, 08:52   #9058
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da alien boy Visualizza il messaggio
Non ho capito, il problema è che non ha pensato di usare il gel per le mani o che si è soffiato il naso?
Il problema è che non ha pensato al gel mani. Insomma, è una cosa alquanto schifosa toccare le cose, poi passatele, se prima ti sei soffiato il naso. A prescindere dal virus, è semplice igiene. Col virus ci aggiungi il carico da 90.
Vecchio 18-10-2020, 09:00   #9059
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Clend Visualizza il messaggio
Non penso che lì dicano una cosa del genere.
Un conteggio dei positivi su tamponi fatto così non sta nè in cielo nè in terra, è impossibile che li contino in un modo così stupido.
E se lo facessero intenzionalmente per dare l'illusione che ci siano più positivi, sarebbe una cosa gravissima ma anche facilmente sgamabile, e quindi molto improbabile.
Quote:
Originariamente inviata da Milo Visualizza il messaggio
Puoi trovare i loro articoli su facebook,un'estratto di quello dell'11 ottobre:

"Quanto ci si mettano i test rapidi, che non sono contati e quindi spremono solo positivi in quel rapporto, non lo sappiamo, e comincia a farsi largo in me il sospetto che non lo sapremo a lungo: un ulteriore elemento di confusione, ma ci siamo abituati."

questo uno stralcio di oggi invece:

" Quel rapporto positivi/persone testate, nonostante lo sforzo di arrivare a 165.000 tamponi al giorno, resta molto elevato, ma ha anche perso significato, gonfiato dall’uso dei test rapidi, ancora non contati nel denominatore."

Io lo interpreto che secondo loro non sono contati.
Prima erano i tamponi che "più tamponi, più positivi" (trump docet), poi si è visto che comunque il rapporto positivi-tamponi saliva e allora sono i test rapidi che aumentano i positivi ma non verrebbero conteggiati nel numero di tamponi. E anche ammesso che sia così quanti sono i test rapidi rispetto a quelli standard? Così tanti da fare scendere il rapporto positivi/tamponi totali sotto il 3% (adesso siamo sopra il 6%)?

https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/#
Un solo numero oggi: 3%. Intorno al quale ruota però buona parte dell’interpretazione dell’epidemia. Non è un caso che in Germania, al Robert Koch Institute, lo considerino in questa fase l’indicatore chiave. Il valore del 3% si riferisce al rapporto tra positivi individuati e tamponi eseguiti: quando è sotto a questa soglia significa che viene effettuato un numero sufficiente di tamponi e soprattutto che il sistema di tracciamento sul territorio è in grado di contenere la diffusione del contagio. Se questo valore viene superato avviene l’esatto contrario: tamponi insufficienti e contact tracing messo alle corde. I 10.010 nuovi casi rilevati ieri, 16 ottobre, avrebbero rispettato questo parametro con l’esecuzione di 333.666 tamponi: ne abbiamo fatti meno della metà (150.377) con un rapporto positivi/tamponi di 6,65%. Il limite del 3% è stato superato per la prima volta il 5 ottobre (3,74%). Ed era peraltro calcolato, come sempre, usando come denominatore tutti i tamponi: non solo quelli diagnostici, ma includendo anche quelli per conferma di positività o guarigione. Il forte incremento di test eseguiti nelle ultime settimane non può nascondere il fatto che siamo largamente al di sotto del numero che sarebbe necessario raggiungere: 250-300.000 al giorno. Per capire il limite dell’attuale numero di tamponi possiamo usare ancora il dato di ieri, 16 ottobre: dei 150.377 test elaborati solo 92.402 erano quelli diagnostici, quindi destinati all’individuazione dei nuovi casi, con 57.975 eseguiti per conferma di positività o guarigione. Calcolato solo sulla base dei tamponi diagnostici, il rapporto positivi/tamponi era 10,83%. Più di tre volte superiore al 3% che rappresenta il valore ideale.

Ma al di là di questo, vogliamo parlare del dato dei ricoveri? Almeno quelli sono in aumento, mi pare non contestabile. O non ce n'è coviddi forever e basta?

Ultima modifica di Winston_Smith; 18-10-2020 a 09:09.
Ringraziamenti da
gaucho (18-10-2020)
Vecchio 18-10-2020, 09:45   #9060
Esperto
L'avatar di gaucho
 

Massimo Giannini non è il mio giornalista preferito, ma è comunque una testimonianza dalla terapia intensiva:

https://www.open.online/2020/10/18/r...pia-intensiva/
Chiudi la discussione
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Nuovo virus cinese
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Che segno Cinese 6? :D Black Moon Off Topic Generale 96 18-06-2014 20:22
C'era un cinese in coma... fuoridalmondo Timidezza Forum 7 04-02-2012 21:01
virus TONNO Supporto Web 38 21-04-2010 22:58
Ritratto Cinese... vaniroma Off Topic Generale 10 21-12-2005 11:20



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 16:42.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2