FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 29-09-2020, 20:13   #261
Esperto
 

Mi hanno sempre insegnato i miei genitori (quando erano in vita) che il lavoro e una vita senza macchia nobilitano l'uomo e che mi avrebbero dato delle chances in più per costruirmi una famiglia ed avere una vita normale....
A 19 anni e mezzo dopo un'adolescenza costellata da bullismo di ogni genere e di ogni forma ho tentato il suicidio (purtroppo ho fallito...I miei non si sono accorti di nulla mi ha salvato un dottore...Oltre ad essere un beta cesso avevo problemi di pronuncia...Andavo da un logopedista)...
Non ho potuto cominciare l'università per la depressione conseguente e i miei genitori senza darmi un minimo di appello e senza un minimo di pazienza mi hanno costretto ad andare a lavorare due mesi dopo il tentativo di suicidio di cui sopra. (La mia prima busta paga e lo stipendio depositato in banca me lo ricordo ancora...Pensavo fosse l'inizio di una nuova vita)...
Da allora sono passati tantissimi anni...
Il "come ti permetti cesso schifoso" ha raggiunto cifre iperboliche prima che smettessi di tentare, molti capelli sono caduti, i miei genitori (come altre cinque persone importanti nella mia vita) non ci sono più e adesso sono completamente solo nonostante non sia proprio cosi vecchio...
E ho SEMPRE lavorato salvo un periodo di disoccupazione di due mesi scarsi...Ho fatto di tutto..Il tornitore, le pulizie, facchinaggio generico (con la schiena a pezzi facevo lavori "che gli italiani non vogliono più fare" secondo i radical chic choc)...Problemi di scoliosi, problemi alle mani con i movimenti di un certo tipo, una costituzione allora gracile ma nulla poteva fermarmi...Io credevo fermamente che il lavorare onestamente (e con i miei che non mi hanno mai permesso di stare a casa neanche quando potevo) mi avrebbe portato credibilità nella società e con le ragazze...
Ebbene signori miei erano tutte fesserie iperboliche...
Non esiste meritocrazia nella vita non è chi si impegna maggiormente che ottiene risultati in certi settori della vita...
Oggi sono solo ripeto e guardandomi indietro non riesco ad essere orgoglioso per aver sempre lavorato....Sono riuscito a risparmiare (sono considerato un privilegiato per questo...Dopo che ho pagato tasse, e continuo a pagare, per decenni fra le più alte del mondo per mantenere tutto e tutti devo pure considerarmi un privilegiato) e riesco a sopravvivere a livello di sussistenza grazie a questo e grazie al lavoro...
Dopo aver messo da parte la speranza di fare una famiglia mi rimangono le mie passioni ed è grazie a loro e a qualche amicizia rimasta che ho desistito all'ipotesi di suicidarmi...
Non so quanto andrò avanti ma se qualcuno ipoteticamente mi desse la possibilità di barattare i soldi che ho da parte con un minimo di fortuna a livello sociale e sentimentale io accetterei DI CORSA...
Ma proprio senza pensarci un attimo...
Vecchio 29-09-2020, 20:37   #262
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da Markos Visualizza il messaggio
Mi hanno sempre insegnato i miei genitori (quando erano in vita) che il lavoro e una vita senza macchia nobilitano l'uomo e che mi avrebbero dato delle chances in più per costruirmi una famiglia ed avere una vita normale....
A 19 anni e mezzo dopo un'adolescenza costellata da bullismo di ogni genere e di ogni forma ho tentato il suicidio (purtroppo ho fallito...I miei non si sono accorti di nulla mi ha salvato un dottore...Oltre ad essere un beta cesso avevo problemi di pronuncia...Andavo da un logopedista)...
Non ho potuto cominciare l'università per la depressione conseguente e i miei genitori senza darmi un minimo di appello e senza un minimo di pazienza mi hanno costretto ad andare a lavorare due mesi dopo il tentativo di suicidio di cui sopra. (La mia prima busta paga e lo stipendio depositato in banca me lo ricordo ancora...Pensavo fosse l'inizio di una nuova vita)...
Da allora sono passati tantissimi anni...
Il "come ti permetti cesso schifoso" ha raggiunto cifre iperboliche prima che smettessi di tentare, molti capelli sono caduti, i miei genitori (come altre cinque persone importanti nella mia vita) non ci sono più e adesso sono completamente solo nonostante non sia proprio cosi vecchio...
E ho SEMPRE lavorato salvo un periodo di disoccupazione di due mesi scarsi...Ho fatto di tutto..Il tornitore, le pulizie, facchinaggio generico (con la schiena a pezzi facevo lavori "che gli italiani non vogliono più fare" secondo i radical chic choc)...Problemi di scoliosi, problemi alle mani con i movimenti di un certo tipo, una costituzione allora gracile ma nulla poteva fermarmi...Io credevo fermamente che il lavorare onestamente (e con i miei che non mi hanno mai permesso di stare a casa neanche quando potevo) mi avrebbe portato credibilità nella società e con le ragazze...
Ebbene signori miei erano tutte fesserie iperboliche...
Non esiste meritocrazia nella vita non è chi si impegna maggiormente che ottiene risultati in certi settori della vita...
Oggi sono solo ripeto e guardandomi indietro non riesco ad essere orgoglioso per aver sempre lavorato....Sono riuscito a risparmiare (sono considerato un privilegiato per questo...Dopo che ho pagato tasse, e continuo a pagare, per decenni fra le più alte del mondo per mantenere tutto e tutti devo pure considerarmi un privilegiato) e riesco a sopravvivere a livello di sussistenza grazie a questo e grazie al lavoro...
Dopo aver messo da parte la speranza di fare una famiglia mi rimangono le mie passioni ed è grazie a loro e a qualche amicizia rimasta che ho desistito all'ipotesi di suicidarmi...
Non so quanto andrò avanti ma se qualcuno ipoteticamente mi desse la possibilità di barattare i soldi che ho da parte con un minimo di fortuna a livello sociale e sentimentale io accetterei DI CORSA...
Ma proprio senza pensarci un attimo...
Io non ho ne’ passioni ne’ amicizie, da anni, finché reggo vado avanti...
Vecchio 29-09-2020, 20:41   #263
Intermedio
 

Che poi se fai un lavoro da 1200 al mese x 5-10 anni e nel frattempo sfrutti i tuoi genitori o parenti hai cmq da parte sui 100k euro minimo, bastano ed avanzano x una vecchiaia, magari in qualche paese esotico come Canarie o sud Portogallo o dove costa ancora meno la vita...
Vecchio 29-09-2020, 21:04   #264
Avanzato
L'avatar di SkywalkerJR
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
Che poi se fai un lavoro da 1200 al mese x 5-10 anni e nel frattempo sfrutti i tuoi genitori o parenti hai cmq da parte sui 100k euro minimo, bastano ed avanzano x una vecchiaia, magari in qualche paese esotico come Canarie o sud Portogallo o dove costa ancora meno la vita...
Ma che tristezza io sono su questa strada da quasi due anni e devo dire che è uno schifo assurdo.
Dei soldi non se ne trae piacere senza vita sociale...
Ringraziamenti da
DeadSoul (29-09-2020)
Vecchio 29-09-2020, 21:11   #265
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da SkywalkerJR Visualizza il messaggio
Ma che tristezza io sono su questa strada da quasi due anni e devo dire che è uno schifo assurdo.
Dei soldi non se ne trae piacere senza vita sociale...
Verissimo, io intendevo andare in un paese più economico con 100k euro da parte e fare il fantasma (quello che facciamo già qua)

Diciamo che la schiavitù del lavoro è più per stranieri, gente con livello di istruzione basso da non capire di venire sfruttato, e gente con una vita al di fuori delle 9-10 o più ore al giorno nel capannone
Vecchio 29-09-2020, 21:14   #266
Esperto
L'avatar di Ezp97
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
Verissimo, io intendevo andare in un paese più economico con 100k euro da parte e fare il fantasma (quello che facciamo già qua)

Diciamo che la schiavitù del lavoro è più per stranieri, gente con livello di istruzione basso da non capire di venire sfruttato, e gente con una vita al di fuori delle 9-10 o più ore al giorno nel capannone
Infatti io voglio andarmene dal posto in cui vivo, ma per farlo devo lavorare e sinceramente non so cosa fare e lavoro in ogni caso non se ne trova...sono prigioniero in questo borgo
Vecchio 29-09-2020, 21:27   #267
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Infatti io voglio andarmene dal posto in cui vivo, ma per farlo devo lavorare e sinceramente non so cosa fare e lavoro in ogni caso non se ne trova...sono prigioniero in questo borgo
Se vai da solo sei condannato a fare lo schiavo dello stipendio... Non ti conviene valuta bene, tanto si sta male ovunque, dal mio punto di vista la città è peggio
Ringraziamenti da
DeadSoul (29-09-2020)
Vecchio 30-09-2020, 16:45   #268
Principiante
 

Sì, ma tu lavori per campare, per essere "indipendente", e non per pagare i drink agli amici nei locali.
Vecchio 30-09-2020, 16:55   #269
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Quote:
Originariamente inviata da SkywalkerJR Visualizza il messaggio
Dei soldi non se ne trae piacere senza vita sociale...
Per quello io dico sempre che per me lavorare non vuol dire essere felici e non traggo tutta questa gratificazione personale dal lavoro.
Io posso pure lavorare tanto ma se fuori da lì la mia vita non mi piace non è che mi sento meglio arrivando a casa stanco morto e non avendo più tempo per nient'altro.
Anzi mi sentirei di fare una vita ancora più grama.



Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 30-09-2020, 18:04   #270
Intermedio
L'avatar di Jack Dundee 987
 

Quote:
Originariamente inviata da M4RCO Visualizza il messaggio
Che poi se fai un lavoro da 1200 al mese x 5-10 anni e nel frattempo sfrutti i tuoi genitori o parenti hai cmq da parte sui 100k euro minimo, bastano ed avanzano x una vecchiaia, magari in qualche paese esotico come Canarie o sud Portogallo o dove costa ancora meno la vita...
Purtroppo non credo che sia così facile, con 100K non ci puoi fare granché, penso che se uno vuole smettere di lavorare a 40 anni deve avere accumulato come minimo il doppio della cifra indicata oltre ad essere già sistemato a livello di casa e ad entrare nell'idea che non potrà mai concedersi sfizi come acquistare macchine nuove, moto, cellulari belli e cose così. Inoltre non è semplice nemmeno andare all'estero nei cosiddetti paradisi tropicali perché comunque possono essere anche luoghi pericolosi, dove c'è povertà e delinquenza e si possono correre dei rischi elevati anche per pochi spiccioli. Inoltre c'è sempre anche l'incognita delle spese legate a motivi di salute, se per esempio ad uno capita un problema grosso ai denti e deve andare dal dentista corre il rischio di spendere anche 10 o 15 mila euro, purtroppo o si è ricchi o altrimenti tocca lavorare 😟
Vecchio 05-10-2020, 15:30   #271
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Jack Dundee 987 Visualizza il messaggio
Purtroppo non credo che sia così facile, con 100K non ci puoi fare granché, penso che se uno vuole smettere di lavorare a 40 anni deve avere accumulato come minimo il doppio della cifra indicata oltre ad essere già sistemato a livello di casa e ad entrare nell'idea che non potrà mai concedersi sfizi come acquistare macchine nuove, moto, cellulari belli e cose così. Inoltre non è semplice nemmeno andare all'estero nei cosiddetti paradisi tropicali perché comunque possono essere anche luoghi pericolosi, dove c'è povertà e delinquenza e si possono correre dei rischi elevati anche per pochi spiccioli. Inoltre c'è sempre anche l'incognita delle spese legate a motivi di salute, se per esempio ad uno capita un problema grosso ai denti e deve andare dal dentista corre il rischio di spendere anche 10 o 15 mila euro, purtroppo o si è ricchi o altrimenti tocca lavorare ��
se va bene il dentista... pensa se la casa ha problemi e c'è da fare lavori grossi oltre a quelli ordinari, problemi di salute gravi che se vai a vivere in posti economici l'assicurazione non ti copre e forse manco hanno le strutture per curarti, ma poi c'è l'inflazione e 200k secondo me non bastano nemmeno, ora come ora se si ha 1 milione in banca allora può permetterselo
Vecchio 05-10-2020, 16:33   #272
Avanzato
 

10.000 euro per ogni anno che vuoi sopravvivere senza lavorare.
l'inflazione la gestisci con investimenti a lungo periodo.
Vecchio 05-10-2020, 16:57   #273
Intermedio
L'avatar di Ben Sahar
 

Altro che 100k, ce ne vogliono dieci volte tanto o quasi per poter vivere senza lavorare, anche contando di fare una vita super economica e in un paese del terzo mondo.
Vecchio 22-11-2020, 19:42   #274
Principiante
L'avatar di nuvolo91
 

Quote:
Originariamente inviata da sparatemi Visualizza il messaggio
io lavoro fino a quando i miei genitori saranno in vita, poi sucidio e fine della storia, anche io lavoro e guadagno e accumolo ma per cosa poi? pagare le tasse e basta, come hanno già detto altri io oltre all'essenziale i soldi non so manco come spenderli e tanto non ho nessuno e nulla cambierà
Questa cosa che hai detto è magnifica, in parte ovvio. Anche io quando penso al suicidio penso sempre a quelli che mi vogliono bene e al fatto che ne soffrirebbero tantissimo. Qualche tempo fa ho realizzato che è un pensiero che farebbe solo una persona stupenda. Meritiamo di vivere fratello, perchè siamo persone stupende. Non mollare!
Vecchio 22-11-2020, 20:29   #275
Esperto
L'avatar di Stasüdedòs
 

Quote:
Originariamente inviata da Ben Sahar Visualizza il messaggio
Altro che 100k, ce ne vogliono dieci volte tanto o quasi per poter vivere senza lavorare, anche contando di fare una vita super economica e in un paese del terzo mondo.
A me basteranno circa 400k a 50/52 anni per smettere.

L'inflazione non mi spaventa, anche perchè rimarrà con ogni probabilità bassa a lungo (bassa = meno del 2-3%), poi la sua incidenza è molto soggettiva, perchè legata sia al proprio paniere di spesa, sia all'entità stessa delle spese.

Il dato ufficiale dell'inflazione è infatti una media nazionale su numerosi prodotti e servizi ... su una media ipotetica del 2%, quache prodotto farà anche +4 o +5%, altri zero... se io compro principalmente i prodotti che hanno mantenuto stabili i prezzi, il 2% Istat mi fa una pippa, al contrario la avverto molto di più se per sfiga tendo a consumare le cose che sono aumentate di più.

Ma anche in quel caso, si può aggirare o neutralizzare... cambiando marche, servizi, fornitori, sfruttando offerte/sconti ... si compensano facilmente i rialzi, specie se lievi, per alcuni anni prima di raggiungere il limite percui non sarà più possibile evitare gli aumenti delle proprie spese.
Rimanendo però consumatori dinamici, attenti e non "pigri" e cristallizzati sulle stesse cose, secondo me l'inflazione si potrà sempre se non azzerare, almeno dimezzare, qualunque valore abbia adesso e in futuro.

Poi l'entità... la tipica famiglia X riceve (esempio) una bolletta della luce MEDIA di 200 euro bimestrali, io single in piccolo appartamento solo 35 euro medi bimestrali ... arriva una botta di inflazione sull'elettricità e la bolletta sale del +10% (a parità di consumi ovviamente):

X passa da 200 a 220 euro bimestrali --> +120 euro all'anno
Io passo da 35 a 38.5 euro bimestrali --> +21 euro all'anno

Ho subìto le stessa inflazione di X (+10%), eppure c'è una bella differenza, pari a quasi 100 euro in meno come incidenza annua rispetto ad X, senza contare il fatto che compensare 21 euro annuali di aumento è più facile di 120.

Applicando l'esempio a tutte le spese, le proporzioni non cambiano: meno spendo, più posso risparmiare e compensare gli aumenti, meno mi danneggia l'inflazione.
Vecchio 22-11-2020, 21:34   #276
Esperto
 

Ultimamente spesso ci penso a questo , comunque il lavoro è uno sforzo notevole per me , in effetti non ho nessuna soddisfazione dalla vita che giustifichi questo sforzo continuato , a volte è molto dura affrontare le giornate lavorative e le difficoltà della vita senza nulla di piacevole e/o positivo in cambio
Vecchio 22-11-2020, 21:54   #277
Esperto
L'avatar di syd_77
 

Anche per me lavorare non ha senso.. tanto una vita non ce l'ho.. però è proprio il lavoro che mi impedisce di debordare negli stravizi.. perché per lavorare devi essere un minimo in forma.. quindi diciamo il lavoro ti salva la vita.. però che vita è? merita di essere salvata?
Vecchio 22-11-2020, 22:33   #278
Esperto
L'avatar di claire
 

A me piace di più lavorare quando ho una vita privata poco soddisfacente, così mi ci posso dedicare meglio e mi tiene occupata.
E viceversa, quando sto bene nel privato lavorare mi pesa di più, se sto già bene a casa e ho cose da fare, cosa ci vado a fare al lavoro, che poi non ho abbastanza tempo ed energie per fare questo e quello?

Ultima modifica di claire; 22-11-2020 a 22:36.
Vecchio 26-11-2020, 17:16   #279
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

E' ovvio,perchè ogni mattina ti alzi e ti domani:per chi o cosa lo sto facendo?Se uno è solo da una vita ha molto poco da perdere..
Vecchio 13-12-2020, 16:32   #280
Esperto
L'avatar di DeadSoul
 

Io, dal canto mio, smetterei sul serio di cercare lavoro infatti, come detto da più di un utente qui, non ha proprio senso lavorare se non si ha una vita e hanno, pienamente, ragione!
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Non ha senso lavorare se non si ha una vita.
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Qual è il senso di lavorare... Strange Man Off Topic Generale 112 20-12-2016 19:38
Che senso ha la vita? mezzastella Off Topic Generale 10 17-12-2016 09:10
Il senso della vita senyek SocioFobia Forum Generale 52 13-07-2016 12:39
La vita ed il senso di soddisfazione trademarko SocioFobia Forum Generale 17 02-06-2009 21:46
Il senso della vita andrea870 SocioFobia Forum Generale 10 21-10-2006 19:47



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:43.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2