FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 27-06-2020, 09:22   #21
Principiante
L'avatar di Persistente
 

Ti capisco, è difficile trovare un senso e a volte anche qualcosa di appagante.

Fossi in te inizierei a provare tante cose nuove,uno strumento musicale, uno sport, un hobby, recitazione, palestra, una sfida, oppure potresti viaggiare o addirittura trasferirti per ricominciare da capo.

La vita non ha alcun senso, finché non glielo diamo noi

Io ad esempio suono il pianoforte, e passo ore e ore ad imparare pezzi che più mi piacciono e poi li registro e li posto su instagram, non sono di certo mozart e a pochi importa ascoltarmi, però a me gratifica perché è una mia traccia, una mia impronta di questa esistenza per quanto stupida possa essere
Ringraziamenti da
PrincessGinevra (28-06-2020)
Vecchio 27-06-2020, 09:26   #22
Avanzato
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

L'unico modo di vivere in pace è non doversi confrontarsi con nessuno, non dover competere anche per respirare. La competizione è invece il cardine della nostra società capitalista, non c'è liberta e democrazia, niente del genere. Abbiamo creato un sistema che si basa sulla sopraffazione di un individio su un altro per avere tutto o niente. Un altro utente mi pare XL sosteneva in questo senso che le basi stesse della vita, di qualsiasi organismo, sono meccanismi infernali e crudeli da spazzare via. Ora non posso dire di essere pienamente d'accordo, non riesco a prendermela con piante e animali mossi dall'istinto e non da sentimenti di pura crudeltà come per l'essere umano senziente.
Ringraziamenti da
PrincessGinevra (28-06-2020)
Vecchio 27-06-2020, 09:59   #23
Esperto
L'avatar di JR_Reloaded
 

Comunque anche io ho vissuto un'esperienza come la tua, anni fa avevo un compagno, andavo all'università, avevo una vita sociale più attiva grazie al mio compagno che mi trascinava nella sua vita sociale, ebbene, ero comunque depressa. (sono meno depressa adesso perchè è come se fossi più vicina a come devo essere). C'è un qualcosa, "un brusio di sottofondo" (è un esempio per far capire cosa intendo, non è che sento davvero un brusio hahaha) che avverto da sempre e che non riesco a decifrare con esattezza, è come se questo brusio che è incomprensibile alla mia mente razionale suggerisse qualcosa alla mia anima, qualcosa che non riesco a capire, e tanto più mi allontano dalla mia interiorità vivendo totalmente immersa nel mondo esterno più questo brusio mi tormenta. A volte mi dico "forse sarei dovuta diventare suora, forse quello che provo è una vocazione non realizzata" ma poi mi analizzo razionalmente e capisco che non è quello, non mi sarei comunque sentita realizzata, poichè io ho un lato "intellettuale" che non avrebbe trovato sfogo nella vita monacale, ed anche un lato più "combattivo" che non centra molto con quel tipo di vita (io ho bisogno di combattere per i miei ideali, per realizzare qualcosa) allora continuo a domandarmi "e che cavolo è allora?"

Ultima modifica di JR_Reloaded; 27-06-2020 a 10:05.
Ringraziamenti da
Newage (27-06-2020)
Vecchio 27-06-2020, 11:30   #24
Esperto
L'avatar di Masterplan92
 

Quote:
Originariamente inviata da Black_Hole_Sun Visualizza il messaggio
L'unico modo di vivere in pace è non doversi confrontarsi con nessuno, non dover competere anche per respirare. La competizione è invece il cardine della nostra società capitalista, non c'è liberta e democrazia, niente del genere. Abbiamo creato un sistema che si basa sulla sopraffazione di un individio su un altro per avere tutto o niente. Un altro utente mi pare XL sosteneva in questo senso che le basi stesse della vita, di qualsiasi organismo, sono meccanismi infernali e crudeli da spazzare via. Ora non posso dire di essere pienamente d'accordo, non riesco a prendermela con piante e animali mossi dall'istinto e non da sentimenti di pura crudeltà come per l'essere umano senziente.
La competizione è ciò che fa soffrire di più le persone deboli caratterialmente come noi..l ho sempre detto
Vecchio 27-06-2020, 22:14   #25
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Noradenalin Visualizza il messaggio
Io non ho niente di tutto ciò, sono chiuso in casa, in solitudine, da 10 anni.
Vivo letteralmente fuori dalla società.

Ma mi sento esattamente come te, la vita ha perso completamente senso e ogni giorno aumenta sempre di più il senso di vuoto.

Eppure i miei ancora non si capacitano, non accettano la situazione, perché a 24 anni un ragazzo dovrebbe uscire con gli amici, con la ragazza, studiare o avere un lavoro, avere dei sogni, delle prospettive.

Io non ho niente e non ho neanche più prospettive.

La settimana prossima mi ricovereranno e credo che quella sarà la mia vita fino a che non finirà (spero molto presto).
Non esci nemmeno da solo?
Vecchio 27-06-2020, 22:16   #26
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da Locharb Visualizza il messaggio
Sono stufo, infondo non mi manca niente, ho tutto, eppure sono stanco.
Si perché non ci trovo nulla di appagante nella vita, al dilà della fobia sociale, ho un lavoro, dei soldi da parte, degli amici (che odio) , una ragazza.
Che palle, cosa mi manca? Nulla, è proprio questo il punto.
Mi sento un po' come Edward Norton in Fight Club.
Ho passato anni ad inseguire questo, a cercare disperatamente di essere come la società voleva che io fossi, come i miei volevano che io fossi, poi una volta arrivato a questo punto ho sentito il vuoto.
E' davvero questa la vita? So che c'è gente che sta molto peggio ma... Fare il criceto che gira nella ruota non è il massimo, anche se vivi in una bella gabbia.
I miei e chi mi circonda continuano a dirmi che questi sono gli anni più belli, che quando si è giovani bisogna uscire, andare al ristorante, festeggiare, uscire con gli amici fino a tarda sera, comprarsi la macchina nuova, spendere i soldi, viaggiare, andare di qua e di la. Non mi è mai interessato, queste cose non mi interessano e mi mettono tristezza. Preferisco starmene chiuso in casa o fare una passeggiata in mezzo alla natura. Ma neanche questo mi appaga.
Mi sento vuoto, vorrei fuggire da questa realtà che non mi è mai piaciuta, ma ciò non è possibile.
(Una frase tipica di mia mamma è : Ma possibile che non ti interessa nulla?
ebbene no, non mi interessa nulla, non ho alcun interesse in questa vita materiale, zero).










Edward Norton interpreta il narratore senza nome del film, che possiamo chiamare Jack, secondo la sceneggiatura. Inizialmente Jack è insonne e depresso. Fa un lavoro modesto, possiede tutto ciò che gli serve ma la sua vita è desolata.

Nel corso della narrazione capiamo perfettamente come Jack non sia una persona capace di vivere felicemente. La sua capacità di sentirsi vivo è stata abbattuta dal raggiungimento di un sogno (americano) fallace. Jack è vittima di una cultura del consumo che dà più valore ai bei mobili, a un lavoro adeguato e a un abbigliamento rispettabile che ai valori, estremamente maschilisti (e tipicamente americani), come coraggio e forza.

Il film espone i suoi aforismi e le sue frasi a effetto come “Le cose che possiedi alla fine ti possiedono”, ma ciò che si evince è il decadimento di una generazione perfettamente benestante e lamentosa che si sente rovinata dai privilegi delle donne e da un’economia in grande espansione.

“Non siete speciali, non siete un pezzo bello, unico e raro. Siete materia organica che si decompone come ogni altra cosa”.

Io forse venderei anche un rene per amicizie decenti, perché oltre ad avere zero amici e intendo una vita sociale nulla -sempre a casa o esco in bici da solo- non ho né un lavoro né una fidanzata(mai avuta). Non sarai felice, ma credo che esista al massimo lo stare bene temporaneo, la felicità non esiste, e pensa che potresti stare peggio.
Te quantomeno hai una vita nella norma, io a 23 anni vengo guardato male da mio padre e i parenti perché sto sempre da solo, ci ho provato a socializzare, sono anche abbastanza aperto, ma alla
Gente non gliene frega nulla...
Ringraziamenti da
DeadSoul (29-06-2020)
Vecchio 28-06-2020, 20:13   #27
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da Black_Hole_Sun Visualizza il messaggio
L'unico modo di vivere in pace è non doversi confrontarsi con nessuno, non dover competere anche per respirare. La competizione è invece il cardine della nostra società capitalista, non c'è liberta e democrazia, niente del genere.
sono d'accordo.
viviamo in una società in cui appena mettiamo il naso fuori di casa siamo in un certo senso costretti a confrontarci con gli altri per le cose piu' disparate, dal taglio di capelli ai vestiti, da dove si magia al ristorante al tipo di vacanze che si sceglie di fare.
questo comporta inevitabilmente un carico di stress inutile.

tornando al discorso iniziale, credo, come qualche utente ha già consigliato, sia utile che trovi un hobby che possa sviluppare il tuo interesse, cioè un qualcosa che rafforzi la tua autostima e la tua motivazione.
ci sarà qualcosa che ti piace fare
o non c'è magari una qualche attività/interessi (non so, ad esempio, viaggi, escursioni, corsi sportivi) che ti piace fare magari che piacciono anche alla tua ragazza? magari condividere certi momenti anche di questo tipo secondo me fa bene alla propria autostima

Vecchio 28-06-2020, 22:10   #28
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Non esci nemmeno da solo?
Esco da solo solamente un'ora a settimana per andare al csm dallo psicologo o dallo psichiatra, ma dipende un po' da come va la giornata, a volte devo farmi accompagnare anche lì perché mi serve supporto per muovermi.

Un paio di volte sono uscito a fare una passeggiata di mezz'oretta con l'infermiere che viene a casa mia per provare a farmi uscire, ma solo perché ero con lui, in posti poco affollati dove non si incontrava nessuno e mi teneva distratto dall'ansia e dalle paure facendomi parlare, tenendomi la mente impegnata.
Vecchio 29-06-2020, 13:32   #29
Esperto
L'avatar di DeadSoul
 

Quote:
Originariamente inviata da Noradenalin Visualizza il messaggio
Esco da solo solamente un'ora a settimana per andare al csm dallo psicologo o dallo psichiatra, ma dipende un po' da come va la giornata, a volte devo farmi accompagnare anche lì perché mi serve supporto per muovermi.

Un paio di volte sono uscito a fare una passeggiata di mezz'oretta con l'infermiere che viene a casa mia per provare a farmi uscire, ma solo perché ero con lui, in posti poco affollati dove non si incontrava nessuno e mi teneva distratto dall'ansia e dalle paure facendomi parlare, tenendomi la mente impegnata.
Cavoli, la tua situazione è veramente seria, mi dispiace molto, spero che uscirai da questa situazione.
Vecchio 29-06-2020, 14:45   #30
Esperto
L'avatar di Crepuscolo
 

Quote:
Originariamente inviata da DeadSoul Visualizza il messaggio
Cavoli, la tua situazione è veramente seria, mi dispiace molto, spero che uscirai da questa situazione.
E c'è chi dice che stiamo tutti sulla stessa barca, non è affatto vero e dirlo è una mancanza di rispetto verso persone che vivono queste situazioni.
Ringraziamenti da
DeadSoul (29-06-2020)
Vecchio 30-06-2020, 12:47   #31
Esperto
L'avatar di Locharb
 

Quote:
Originariamente inviata da Ezp97 Visualizza il messaggio
Io forse venderei anche un rene per amicizie decenti, perché oltre ad avere zero amici e intendo una vita sociale nulla -sempre a casa o esco in bici da solo- non ho né un lavoro né una fidanzata(mai avuta). Non sarai felice, ma credo che esista al massimo lo stare bene temporaneo, la felicità non esiste, e pensa che potresti stare peggio.
Te quantomeno hai una vita nella norma, io a 23 anni vengo guardato male da mio padre e i parenti perché sto sempre da solo, ci ho provato a socializzare, sono anche abbastanza aperto, ma alla
Gente non gliene frega nulla...
Hai ragione.
Spero le cose cambino per te in futuro, lo spero veramente, perché so come ci si sente. Per il momento cerchiamo di imparare a stare bene con noi stessi e fregarcene degli altri
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Non è possibile stare così alla soglia dei 25 anni
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Arrivati alla soglia dei 30 anni... Antares Amore e Amicizia 308 19-05-2017 23:17
Alla soglia dei 25; relazioni PrairieWolf SocioFobia Forum Generale 2 10-08-2016 23:13
Crediamo di stare peggio ma non è proprio così Yamcha Sondaggi 33 08-03-2016 14:29
A volte basta così poco per stare un po' meglio.... andre71to Forum Sessualità (solo adulti) 3 15-11-2013 10:49
27 anni la soglia marcus85 Depressione Forum 18 20-01-2012 11:11



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:54.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2