FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Amore e Amicizia
Rispondi
 
Vecchio 29-06-2019, 21:26   #1
Principiante
 

Non c'è un tempo per crescere e uno per sgobbare? A quanto pare non per tutti(sempre con il rispetto dei bambini lavoratori del terzo mondo che non hanno questa possibilità)

Mentre i nostri compari universitari hanno tutto il tempo di formare il proprio carattere e fare amicizia, si innamorano e figliano con i compagni di corso, cosa dovrebbe fare uno che lavora?

Io lavoro 8 ore (con gli spostamenti e pausa pranzo fanno 12 ore tolte alla socializzazione) e in più soffro di insonnia, quindi se faccio tardi durante la settimana poi muoio il giorno dopo.
Come ca**o fa una persona che ha le capacità sociali di un bambino, che non ha mai fatto amicizia con un cane, stringere dei legami di un qualche significato con il solo weekend a disposizione?

A 21 anni secondo i miei devo pensare al futuro, farmi i soldi così almeno poi faccio il bel mutuino e la famigliola.
Ma quale futuro, se continua così mi butto da un ponte.
Vecchio 29-06-2019, 21:59   #2
Principiante
 

Questo per dire che sembra a tutti una cosa figa lavorare "presto", la gente ti invidia perché hai lo stipendio quando i tuoi coetanei sono dipendenti al 100% dai genitori.
A me invece sembra una trappola, poi vabbé mi fido che qualcuno sia riuscito a stringere nuove amicizie nonostante lavorasse.
Però se già uno ci mette tutti i suoi problemi, il lavoro mi sembra proprio palesemente controproducente.
Che coraggio ha la gente di dirti "Oh, bravo lavori".
Tanto le persone come me, pure se riescono ad avere una relazione con qualcuno, sarà sicuramente disfunzionale, non avendo avuto il tempo di "temprare il mio carattere" sono passivo al 100%.
Vecchio 29-06-2019, 22:01   #3
Esperto
L'avatar di Sig.ra Patricia
 

No non buttarti da nessun ponte , stima per le tue ore lavorative e tutti gli stress annessi e connessi ... capisco che ti è difficile ma non perdere la speranza ...prova magari a cercare qualche gruppo on line di qualcosa che ti appassiona , così puoi fare amicizia con persone che hanno una cosa in comune con te
Vecchio 29-06-2019, 22:03   #4
Avanzato
 

Lavorare è sempre una rottura di scatole.

Una cosa comunque sono i colleghi di lavoro, ben altra cosa gli amici. Al lavoro difficilmente trovi amici. Io ho lavorato in dei posti e i ragazzi che c’erano pensavano solo a lavorare, ci scambiavamo due chiacchiere in pausa ma fuori dal lavoro nulla.
Anche se tu avessi tutto il giorno per cercare gente non faresti molto, anzi, diciamo quasi niente. Se non sai relazionarti c’è poco da fare, se poi sei pure timido allora è un disastro.
Io pur molto tempo libero sono anni che cerco compagnie.

Ultima modifica di v97s; 29-06-2019 a 22:06.
Vecchio 30-06-2019, 08:22   #5
Intermedio
L'avatar di Meti
 

Il fatto di lavorare presto ha i suoi pro e i suoi contro. A me sono sempre sembrati più numerosi i contro (soprattutto dal punto di vista dei rapporti umani), in ogni caso all'epoca il mio "dovere" era studiare, quindi non mi sono nemmeno posta il problema.
Però è vero che chi ha iniziato presto ora ha i figli grandicelli mentre io non sono riuscita a produrne nemmeno uno (eppure lo avrei desiderato).
Vecchio 30-06-2019, 09:52   #6
Esperto
L'avatar di utopia?
 

Come fate a dire che fare esperienze sociali sia più importante del fare esperienze lavorative davvero non riesco a comprenderlo.

L'errore dei tuoi genitori non sta nel: "A 21 anni secondo i miei devo pensare al futuro, farmi i soldi"
bensì nel: "così almeno poi faccio il bel mutuino e la famigliola"

Risparmiare e pensare al futuro è una cosa buona, ma quel che vorrai fare del tuo futuro deve essere una tua scelta.
Vecchio 30-06-2019, 09:57   #7
Esperto
L'avatar di Badblues
 

Se lavori già a 21 anni apparterrai alla categoria sociale troglodita che figlia con la compagna compaesana o dello stesso quartiere con cui hai fatto asilo elementari e medie e ti sei messo assieme a 13 anni con un post-it a crocette ‘ti vuoi mettere con me si/no’.
I diversi non esistono.
Vecchio 30-06-2019, 10:25   #8
Principiante
 

Magari, ma nel mio paesello inutile (200'000 abitanti), sono lo scemo del villaggio, quindi nessuna mi prenderebbe.
Vecchio 30-06-2019, 10:35   #9
Esperto
L'avatar di utopia?
 

Quote:
Originariamente inviata da SkywalkerJR Visualizza il messaggio
Magari, ma nel mio paesello inutile (200'000 abitanti), sono lo scemo del villaggio, quindi nessuna mi prenderebbe.
200mila abitanti paesello inutile?
Dove sto io neanche a 10mila si arriva...
Vecchio 30-06-2019, 10:52   #10
Avanzato
 

Quote:
Originariamente inviata da Badblues Visualizza il messaggio
Se lavori già a 21 anni apparterrai alla categoria sociale troglodita che figlia con la compagna compaesana o dello stesso quartiere con cui hai fatto asilo elementari e medie e ti sei messo assieme a 13 anni con un post-it a crocette ‘ti vuoi mettere con me si/no’.
I diversi non esistono.
Se uno non ha vita sociale nè ragazza a 21 anni è meglio che lavora, perché a stare dentro casa dalla mattina alla sera a non fare niente nel vero senso della parola ti deprime a lungo andare, cominci ad andartene di testa. Per certi versi è fortunato, ma sfortunato per altri. Secondo me ci vorrebbe un giusto bilanciamento: stare sempre dentro casa non va bene ma anche uscire tutti i giorni, ogni sera, alla lunga stanca perché fai sempre le solite cose. A me basterebbe uscire anche solo 3 volte a settimana con qualcuno, anche solo con una o due persone e mi sentirei soddisfatto.

Ultima modifica di v97s; 30-06-2019 a 10:55.
Vecchio 30-06-2019, 11:03   #11
Intermedio
L'avatar di Meti
 

Quote:
Originariamente inviata da utopia? Visualizza il messaggio
Come fate a dire che fare esperienze sociali sia più importante del fare esperienze lavorative davvero non riesco a comprenderlo.
Non è che se si studia non si possano fare esperienze lavorative e formative, anzi
Vecchio 30-06-2019, 11:14   #12
Esperto
L'avatar di utopia?
 

Quote:
Originariamente inviata da Meti Visualizza il messaggio
Non è che se si studia non si possano fare esperienze lavorative e formative, anzi
Ho messo sulla bilancia "esperienze sociali" e "esperienze lavorative", non ho menzionato minimamente le esperienze di studio.
Stai quindi dicendo che le esperienze di studio valgono come esperienze sociali?
Vecchio 30-06-2019, 12:18   #13
Intermedio
L'avatar di Meti
 

Quote:
Originariamente inviata da utopia? Visualizza il messaggio
Ho messo sulla bilancia "esperienze sociali" e "esperienze lavorative", non ho menzionato minimamente le esperienze di studio.
Stai quindi dicendo che le esperienze di studio valgono come esperienze sociali?
Il mio intervento nasceva dal fatto che si parlava di studio VS lavoro come se le due cose favorissero solo le une e le altre esperienze. Non è necessariamente così.

Però il fatto di studiare penso ampli in particolar modo le esperienze sociali: si fanno conoscenze fuori dalla propria cerchia, si è spinti a parlare in pubblico, affrontare esami, sperimentarsi sul campo scelto e via dicendo. Si pongono le basi per la propria carriera futura che non è fatta soltanto di mere nozioni, bisogna avere la capacità di movimentare le proprie risorse in ogni campo (anche sociale, appunto).
Il lavoro che inizi a 20 anni spesso non ti dà lo stesso margine di sviluppo.

Questo in linea di principio, poi è vero che viviamo in Italia, quindi iniziare a lavorare prima sicuramente ti dà più possibilità di costruire la tua vita e il tuo futuro all'interno del Paese.

Come dicevo, pro e contro
Vecchio 30-06-2019, 13:27   #14
Esperto
L'avatar di utopia?
 

Quote:
Originariamente inviata da Meti Visualizza il messaggio
Il mio intervento nasceva dal fatto che si parlava di studio VS lavoro come se le due cose favorissero solo le une e le altre esperienze. Non è necessariamente così.
Il problema qui è che sembra si dia per scontato che uno o lavora o frequenta l'università, che ciò sia la normalità, mentre ci sono molti che non fanno né l'uno né l'altro e qualcuno che fa entrambe le cose contemporaneamente.
Vecchio 30-06-2019, 14:16   #15
Avanzato
L'avatar di Green Tea
 

Un po' è vero, viviamo in una società che divora il tempo personale e limita le nostre possibilità di "goderci la vita" e ampliare i nostri orizzonti stringendo nuove amicizie e facendo esperienze..
D'altra parte però spesso siamo noi stessi a limitare le nostre possibilità, ho passato anni a non fare nulla.
Vecchio 30-06-2019, 14:34   #16
Intermedio
L'avatar di Meti
 

Quote:
Originariamente inviata da utopia? Visualizza il messaggio
Il problema qui è che sembra si dia per scontato che uno o lavora o frequenta l'università, che ciò sia la normalità, mentre ci sono molti che non fanno né l'uno né l'altro e qualcuno che fa entrambe le cose contemporaneamente.
Penso però si possa dire che la "norma" a vent'anni è fare una delle due cose, poi ci sono molteplici varianti.
Vecchio 30-06-2019, 15:52   #17
Avanzato
L'avatar di stellina0391
 

Quote:
Originariamente inviata da utopia? Visualizza il messaggio
200mila abitanti paesello inutile?
Dove sto io neanche a 10mila si arriva...
Lol dove sto io invece siamo attorno ai 500 abitanti.... 200.000 abitanti un paesello?! Per una come me, non è una metropoli ma sicuramente è un numero abbastanza grande (per i miei standard ).

Ultima modifica di stellina0391; 30-06-2019 a 15:54.
Vecchio 30-06-2019, 17:26   #18
Principiante
L'avatar di crimm
 

Io ho 23 anni e pensa che uno dei motivi per cui mi sono iscritta all'università è stato proprio per fare conoscenze. Mi sentivo impreparata per il mondo del lavoro e pensavo di focalizzarmi di più sulla mia crescita personale. Purtroppo però non ci sono riuscita a causa dei miei problemi e la vita sociale è rimasta a zero.

Inviato dal mio SM-G800F utilizzando Tapatalk
Vecchio 30-06-2019, 17:36   #19
Esperto
 

A 21 gli "amici" bisogna già averli altrimenti difficilmente li avrai più avanti, intanto lavori il ché non è poco in previsione di future conoscenze che comunque avverranno.
Chiedi a un collega...
Vecchio 30-06-2019, 18:04   #20
Esperto
L'avatar di Hazel Grace
 

io non sento il bisogno di farmi nuovi amici, una volta quando ero piu giovane sentivo molto la solitudine ma ora mi basta quello che ho e le poche persone che conosco, tanto mi pare di aver pochi argomenti e di essere noiosa, esco solo ogni tanto
Ringraziamenti da
Dahmer (30-06-2019)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Lavorare e fare nuove amicizie (spoiler: più guadagni e più desidereresti impiccati)
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Come fare nuove amicizie? Keroro SocioFobia Forum Generale 48 13-11-2018 11:36
che fare per trovare nuove amicizie stimolanti Ansiaboy Amore e Amicizia 7 02-01-2013 00:23
Fare nuove amicizie a Torino andre71to Ansia e Stress Forum 2 21-07-2012 13:15
come fare nuove amicizie a 30 anni? Boyyy82 Amore e Amicizia 96 10-10-2011 01:29
Come fare nuove amicizie. Ramirez1 Amore e Amicizia 25 16-02-2009 10:30



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 17:26.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2