FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Scuola e Lavoro
Rispondi
 
Vecchio 10-09-2019, 22:29   #21
Intermedio
L'avatar di Shenlong
 

La vera discriminante in Italia è chi conosci

nel caso tu non abbia conoscenze favorevoli la laurea (specialmente in una disciplina medica, IT o statistico-matematica) aiuta abbastanza senza essere decisiva.

Fatto: In media (a parità di altri fattori socio-economici) i laureati guadagnano di più e fanno carriera più velocemente dopo la laurea dei non laureati. Questo perchè quello che ti dà veramente un'università seria non sono tanto una serie di nozioni da impiegare ma, piuttosto, la forma mentis e l'elasticità mentale per poter imparare qualsiasi cosa in maniera più agevole poi nel mondo del lavoro.

Però, ripeto, sono appunto statistiche sui grandi numeri soggette ad altissima varianza individuale; poi può succedere benissimo che prendi la magistrale in 5 anni con 110 e lode e finisci a fare lo stagista per 500 euro al mese mentre quello con la terza media che va a imparare subito il mestiere finisca per fare un botto di soldi perchè alla fine contano un casino di fattori tra i quali anche sapere vendere le proprie competenze e la mera fortuna di essere al posto giusto al momento giusto.
Ringraziamenti da
The_Sleeper (10-09-2019)
Vecchio 10-09-2019, 23:27   #22
Esperto
L'avatar di The_Sleeper
 

La laurea è requisito indispensabile solo per i lavori che la prevedono come prerequisito (medico, avvocato, psicologo etc) o per la partecipazione ad alcuni concorsi pubblici.

Per il resto, come ha scritto Shenlong, in media di sicuro è emglio averla che non averla. Però ci son talmente tanti fattori e variabilità dei casi individuali di cui tener conto che dare una risposta generale è di poca utilità.
Ringraziamenti da
Green Tea (11-09-2019), Lucernario (11-09-2019)
Vecchio 10-09-2019, 23:36   #23
Esperto
L'avatar di MEandjustMe
 

Quando andai a Milano conobbi un ragazzo di 21 anni che faceva il controllore dei treni, non so come si chiami esattamente la qualifica, forse capotreno (avete capito insomma).
Il ragazzo mi disse che guadagnava 2500 euro al mese circa e che aveva alberghi pagati dovunque il capolinea del treno lo portasse e che ogni fine settimana con le esenzioni di cui usufruiva scendeva a casa con il Frecciarossa. Diceva che aveva avuto occasione di rimorchiare un sacco di ragazze e che addirittura era stato abbordato da un sacco di loro durante l'espletamento delle sue funzioni. Faceva la bella vita, anche se un po' solitaria, ma in un lavoro come il suo non ci si sente mai soli.
Purtroppo la vita è un terno all'otto.
Vecchio 11-09-2019, 08:26   #24
Esperto
L'avatar di JR_Reloaded
 

Dipende, in certi casi laurearsi può essere peggio che non farlo (intendo al fine esclusivamente lavorativo, poichè studiare e apprendere è sempre una cosa positiva) perchè alcuni perdono molto tempo per farlo, si laureano tardi e sopratutto se non è una laurea molto "professionalizzante" quando esci poi fatichi a inserirti. Comunque è il grado di specializzazione che fa la differenza secondo me, in alcune facoltà (medicina, ingegneria informatica) è automatico specializzarsi, acquisire competenze approfondite e specifiche, alla fine, visto che "gli specialisti", gli esperti in qualcosa sono sempre richiestissimi, è automatico trovare lavoro.

Ma questo vale anche per le materie umanistiche, se fai lingue e invece di studiare inglese studi aramaico antico è ovvio che troverai lavoro perchè ti verranno a trovare da ogni parte del mondo visto che magari sei uno dei pochi che parla aramaico antico. Ecco, è questo il punto, non conta tanto la laurea in se ma il grado di specializzazione e quanto diventi competente in quella cosa che studi e questo è altresì vero per chi non ha una laurea ma magari ha delle competenze che può sfruttare nel mondo del lavoro, tipo l'idraulico, se sai il fatto tuo stai tranquillo che il lavoro lo trovi. Se invece hai le stesse conoscenze e competenze che hanno tutti è un pò più difficile.

Ultima modifica di JR_Reloaded; 11-09-2019 a 08:29.
Vecchio 11-09-2019, 10:24   #25
Esperto
L'avatar di pokorny
 

Risposta: no, conta solo il bel criminalino. (oh, si scherza eh...)
Vecchio 11-09-2019, 10:30   #26
Banned
 

Prendere una laurea in lettere e simili oggi è sprecare 5 anni della propria vita.
Vecchio 11-09-2019, 10:34   #27
Esperto
L'avatar di muttley
 

Quando hai un problema di ansia sociale e disturbi vari, ha poco senso soffermarsi ad analizzare il problema in termini di titoli di studio, possibilità offerte dal mercato del lavoro e tutto quanto. Al di sopra di ogni problematica esterna, ci sarà sempre la questione dell'ansia a torreggiare su tutto il resto. Chi non ha questo problema e un minimo di desiderio di auto affermazione troverà senz'altro la possibilità di sistemarsi, anche espatriando, anche aspettando e investendo in formazione (universitaria o meno), stage e tutte le altre alternative offerte dallo scenario attuale.
Ringraziamenti da
cringe (11-09-2019), pokorny (11-09-2019)
Vecchio 11-09-2019, 11:17   #28
Esperto
L'avatar di Anonimo.
 

Quote:
Originariamente inviata da muttley Visualizza il messaggio
Quando hai un problema di ansia sociale e disturbi vari
E come faccio a dire alle persone che ho problemi a scegliere cosa fare, e poi a fare una qualche cosa: niente, se non lavori sei peggio che un criminale. Questa per me è una mentalità da ignoranti.
Vecchio 11-09-2019, 11:29   #29
Esperto
L'avatar di Dahmer
 

Quote:
Originariamente inviata da Anonimo. Visualizza il messaggio
E come faccio a dire alle persone che ho problemi a scegliere cosa fare, e poi a fare una qualche cosa: niente, se non lavori sei peggio che un criminale. Questa per me è una mentalità da ignoranti.
Non glielo devi dire, ci mancherebbe.
Vecchio 11-09-2019, 14:28   #30
Esperto
L'avatar di Mike Patton
 

No. La laurea serve se ti interessa discernere di fatti e misfatti di un determinato campo dello scibile umano; si può dire che l'accesso più facile al mondo lavorativo sia un vantaggio comparato ma non il nucleo. Il percorso accademico non dà alcuna competenza pratica nel campo del lavoro, a meno che il tuo obiettivo sia lavorare nel campo di ricerca e insegnamento. L'apertura mentale perché so' diventato ingeggenerere è un falso mito o comunque non è più valido da quando la media della preparazione e quindi dell'insegnamento si è abbassata notevolmente; anzi direi che con spocchia taluni soggetti siano rinchiusi nella loro torre d'avorio. Tutto è relativo.
Ringraziamenti da
brisbian (11-09-2019)
Vecchio 11-09-2019, 17:42   #31
Intermedio
L'avatar di Torschlusspanik
 

Quote:
Originariamente inviata da Headache94 Visualizza il messaggio
Non me ne frega niente,se mi metto a pensare eh le materie umanistiche non servono eh senza.laurea sei fottuto eh dopo i 18 anni è tardi ecc. Rimango immobilizzato,ho imparato ad usare del sano menefreghismo e vivo la mia vita come viene senza guardare gli altri
Mi sono appena immatricolata a mediazione linguistica. Fra un mese esatto compio 29 anni.

Dopo due percorsi universitari falliti e una stagione estiva a fare l'interprete (alla selezione bastava il diploma), finalmente ho ficcato nella mia testolina che le lingue straniere sono la mia strada.
Ringraziamenti da
Green Tea (11-09-2019), Headache94 (11-09-2019)
Vecchio 11-09-2019, 18:06   #32
Esperto
L'avatar di Locharb
 

Io ho il diploma e lavoro in fabbrica, mi porto a casa i miei 1500 , 24 anni.. che ci devo fare, provo a andare avanti così, anche se nn mi soddisfa, non posso fare altro causa fobia. E poi chissenefrega, le bollette non le paghi con i libri e con i buoni voti
Vecchio 11-09-2019, 19:04   #33
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da MEandjustMe Visualizza il messaggio
Io ho 22 anni e ho lasciato la scuola per la fobia a 16 e mi sono diplomato in seguito ed ho un posto fisso che con gli straordinari (cioè lavorando 8 ore al giorno invece delle classiche 6) mi fa guadagnare quasi 2000 euro al mese.
Ma il mio è un lavoro particolare che non tutti credo sarebbero disposti a fare.
Di che lavoro si tratta se non è un segreto
Vecchio 11-09-2019, 19:07   #34
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da MEandjustMe Visualizza il messaggio
Quando andai a Milano conobbi un ragazzo di 21 anni che faceva il controllore dei treni, non so come si chiami esattamente la qualifica, forse capotreno (avete capito insomma).
Il ragazzo mi disse che guadagnava 2500 euro al mese circa e che aveva alberghi pagati dovunque il capolinea del treno lo portasse e che ogni fine settimana con le esenzioni di cui usufruiva scendeva a casa con il Frecciarossa. Diceva che aveva avuto occasione di rimorchiare un sacco di ragazze e che addirittura era stato abbordato da un sacco di loro durante l'espletamento delle sue funzioni. Faceva la bella vita, anche se un po' solitaria, ma in un lavoro come il suo non ci si sente mai soli.
Purtroppo la vita è un terno all'otto.
Una mia amica di 26 anni se non ricordo male lavora per i treniitalia e guadagna ogni mese sopra i 2000 euro. Viaggi gratis con i treni, tanto che torna a casa anche due volte a settimana se ha del tempo libero. Insomma, sono un sacco invidioso verso di lei
Vecchio 11-09-2019, 19:14   #35
Esperto
L'avatar di The_Sleeper
 

Quote:
Originariamente inviata da Balto Visualizza il messaggio
Una mia amica di 26 anni se non ricordo male lavora per i treniitalia e guadagna ogni mese sopra i 2000 euro. Viaggi gratis con i treni, tanto che torna a casa anche due volte a settimana se ha del tempo libero. Insomma, sono un sacco invidioso verso di lei
sì beh, dovete tenere conto che si parla di lavori su 3 turni a ciclo continuo, dove stai sempre in giro ed hai qualche responsabilità, però.
Meglio di molti altri, ma non esattamente il paradiso.

(sono in selezione come capotreno per Trenord, comunque)
Vecchio 11-09-2019, 22:09   #36
Intermedio
 

Concordo con quanto scritto da Mike Patton, aggiungerei anche che il livello medio di istruzione richiesto oggi è quello, un po' in tutto il mondo
Quindi per rispondere alla domanda dell'op imho più sì che no

Non sono poche le professioni per le quali è richiesta, anzi direi la maggioranza
Contando anche che ci sono programmi di stage (se formativi, rivolti sempre a laureandi o neo-laureati) o contratti a termine che assumono solo universitari
Ora non so se sia ancora così, ma fino a qualche fa catene come Leroy Merlin, Decathlon e Zara assumevano come commessi per lo più studenti

I campi in cui è possibile lavorare senza sono manopera specializzata, IT (solo in parte) , ristorazione e vendite, mi pare
Per la cura della persona, anche in ambito non sanitario ma socio-assistenziale, qualcosa viene quasi sempre richiesto
Tutto ciò, stando ai più comuni criteri di selezione da parte di aziende medio-grandi

Oltre ad attività in proprio che non richiedano un titolo abilitante

Poi può sempre essere che un datore di lavoro, se possibile, scelga un non laureato -come è già stato scritto da altri

Ultima modifica di brisbian; 11-09-2019 a 22:22.
Vecchio 11-09-2019, 23:29   #37
Esperto
L'avatar di MEandjustMe
 

Comunque per me i migliori lavori sono il bidello e il forestale.
Come mi piacerebbe poter lavorare all'aria aperta in mezzo alla natura.
Ringraziamenti da
Locharb (12-09-2019)
Vecchio 12-09-2019, 20:03   #38
Esperto
L'avatar di Palmiro
 

Non so ragazzi, sarà che ho aspettative troppo alte

Ma penso che finora abbiate parlato di lavori tradizionali, il che non sarebbe male di per sé ma.. Siamo sicuri che sarebbe auspicabile uno stile di vita del genere? A fare sempre le stesse mansioni nello stesso posto, per anni anni e anni, senza possibilità di fare carriera?

Ricordiamoci che i diplomati hanno molte meno possibilità di far carriera e avanzare di livello fino a ricoprire ruoli di responsabilità, a meno che non abbiano già accumulato esperienza pluriennale in un settore..

E non solo, un diplomato è praticamente tagliato fuori da posizioni lavorative qualificate, per cui si può aspirare a ben più dei soliti 1000-1100 euro al mese.. Questo sopratutto all'estero eh..

Che poi ci siano ingegneri a 1000 euro al mese e operai diplomati che ne tirano su 1500 non lo nego assolutamente.. Ma chi dei due ha più possibilità di avanzare di carriera o di riciclarsi forte delle competenze acquisite?

Quindi.. Riassumendo.. Siamo proprio sicuri che avere più di 25 anni e possedere solo il diploma senza una solida esperienza in un settore alle spalle, sia una scelta saggia? Mmhh..
Vecchio 12-09-2019, 20:11   #39
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Palmiro Visualizza il messaggio
Non so ragazzi, sarà che ho aspettative troppo alte

Ma penso che finora abbiate parlato di lavori tradizionali, il che non sarebbe male di per sé ma.. Siamo sicuri che sarebbe auspicabile uno stile di vita del genere? A fare sempre le stesse mansioni nello stesso posto, per anni anni e anni, senza possibilità di fare carriera?

Ricordiamoci che i diplomati hanno molte meno possibilità di far carriera e avanzare di livello fino a ricoprire ruoli di responsabilità, a meno che non abbiano già accumulato esperienza pluriennale in un settore..

E non solo, un diplomato è praticamente tagliato fuori da posizioni lavorative qualificate, per cui si può aspirare a ben più dei soliti 1000-1100 euro al mese.. Questo sopratutto all'estero eh..

Che poi ci siano ingegneri a 1000 euro al mese e operai diplomati che ne tirano su 1500 non lo nego assolutamente.. Ma chi dei due ha più possibilità di avanzare di carriera o di riciclarsi forte delle competenze acquisite?

Quindi.. Riassumendo.. Siamo proprio sicuri che avere più di 25 anni e possedere solo il diploma senza una solida esperienza in un settore alle spalle, sia una scelta saggia? Mmhh..
porca puttana, è più divertente sentirsi dire che hai l'ebola e devono cremarti da vivo che leggere questo forum a volte.
Ringraziamenti da
Headache94 (12-09-2019)
Vecchio 12-09-2019, 21:57   #40
Esperto
L'avatar di Orion
 

Mah, se hai un qualche talento e soprattutto hai spirito imprenditoriale, allora per avere un buon lavoro direi che puoi anche fare a meno della laurea.

Ma sono capacità che non tutti hanno, io per esempio non credo proprio di averle e per questo sto studiando per arrivare alla laurea. Anche perché non ho fatto scuole tecniche ma il liceo, quindi come giustamente dici ho solo dimostrato di saper fare i compiti a casa e nulla più.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a La laurea è davvero una discriminante per avere un buon lavoro?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Ho una laurea triennale e una magistrale e devo cercare lavoro, ma non mi piace TãoSozinho Forum Scuola e Lavoro 9 01-08-2017 22:04
Periodo post-laurea e lavoro fabfab90 Storie Personali 1 19-11-2016 12:34
ma la laurea nei rapporti sociali è una discriminante sato SocioFobia Forum Generale 39 13-09-2015 07:40
meglio avere la ragazza o avere un lavoro? LatrinLover Forum Scuola e Lavoro 257 07-12-2013 22:06
la vostra laurea vi è servita a qualcosa? avete trovato un lavoro inerente ad essa? iad Sondaggi 8 09-09-2013 14:14



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:31.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2