FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Psico Forum > Ansia e Stress Forum
Rispondi
 
Vecchio 09-11-2011, 03:39   #1
Principiante
L'avatar di Dalida
 

Sono assalita dai pensieri che nn mi fanno prendere sonno. Le mie insicurezze, la convinzione ormai insinuata nel mio pensiero di essere sbagliata e vari episodi in cui anche chi mi dovrebbe sostenere pensa altrettanto. Mi ripeto l'aforisma che ognuno è artefice del proprio destino, dunque anche la mia posizione attuale è influita dalle scelte sbagliate, che mi hanno portato a vivere questo stato di piena insoddisfazione. Mi domando: come si fa a ritrovare un po di fiducia in se stessi, dove posso guardare ed avere ancora una sottile speranza? Sono una trent'enne precaria, senza prospettive future, senza amicizie, si , perchè il mio carattere schivo e poco socievole mi ha portato pian piano ad essere "isolata" ed oramai in questo stato di isolamento volontario ci sto anche bene, anche se mi rendo conto che è controproducente per me, perchè nn mi aiuta ad uscire da questa campana di vetro che mi son creata.In piu ho riversato le mie speranze in un rapporto amoroso in cui pensavo di essere accettata e compresa ma in realtà sono stata vessata, sminuita e screditata, ma il bello è che si è instaurata una sorta di dipendenza affettiva che mi impedisce di prendere una decisione una volta per tutte. Mi sto autolesionando. Ho fatto un po di tempo psicoterapia ma adesso nn me lo posso piu permettere e poi con il senno di poi ho valutato che nn mi è stato di grande aiuto. Vorrei chiedervi,dunque, se qualcuno di voi abbia vissuto il mio stesso disagio e in che modo sia riuscito a vivere piu serenamente.
Vecchio 09-11-2011, 04:18   #2
Banned
 

Secondo me è perchè ti colpevolizzi troppo dagli errori che hai fatto dalle tue scelte.
Quello dell'autostima è il fulcro principale. Restando fermi non si incrementa, facendo errori neppure. Però mica si può solo sbagliare, prima o poi capiterà di fare la scelta giusta, ma per arrivare alla scelta giusta bisogna prima fare degli errori.
E' una banalità, ma non per questo da sottovalutare.

Lo sò bene perchè queste insicurezze le si trascina dai tempi dell'adolescenza.
Gli errori che si fanno vanno presi come lezioni di vita.

Io stesso continuo a fare una marea di cazzate, insistendo a volte sulla stessa, a volte non me ne rendo subito conto se non poi...e vabbè...mi dico, significa che sarà una cazzata che cercherò di non commettere più....se ci ricasco significa che non ho ancora capito bene la lezione.

Comunque storia molto simile alla mia, soprattutto l'ultima parte
Vecchio 09-11-2011, 10:03   #3
Esperto
L'avatar di Inosservato
 

sono problemi comuni a molti credo....il nostro vero problema è il rimuginarci troppo su....
tu sei quello che sei ora, il perchè o il percome alla fine conta relativamente....sarebbe importante riuscire a guardare avanti, poter riflettere sulle cose da fare e non su quelle fatte che in fondo sono state il frutto di mille condizioni diverse e spesso non controllabili...
vabbè detto così sembra facile....
Vecchio 09-11-2011, 10:36   #4
Banned
 

penso che alla fine sia tutto , o quasi destino .che ti pòne in una determinata famiglia .con un determinato carattere . . .che ti fa incontrare un tipo/a anzichè un'altro/a . . .poi le cose vanno avanti per forza d.inerzia. Con il deterrente che la forza che abitualmente spinge gli altri fuori dalla porta .* per noi soffia controcorrente . . .
Vecchio 09-11-2011, 10:54   #5
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Dalida Visualizza il messaggio
...ognuno è artefice del proprio destino, dunque anche la mia posizione attuale è influita dalle scelte sbagliate, che mi hanno portato a vivere questo stato di piena insoddisfazione. Mi domando: come si fa a ritrovare un po di fiducia in se stessi, dove posso guardare ed avere ancora una sottile speranza? Vorrei chiedervi,dunque, se qualcuno di voi abbia vissuto il mio stesso disagio e in che modo sia riuscito a vivere piu serenamente.
Ho vissuto e sto vivendo il tuo stesso disagio. Oltre alla consapevolezza non ho risposte. E di certo, non vivo serenamente.
Vecchio 09-11-2011, 11:13   #6
Esperto
L'avatar di Allocco
 

Quote:
Originariamente inviata da Dalida Visualizza il messaggio
Mi domando: come si fa a ritrovare un po di fiducia in se stessi, dove posso guardare ed avere ancora una sottile speranza?
Se hai dei desideri, prova a raggiungerli..
Se hai delle paure, allontanale...
Se hai delle passioni/talenti, coltivali...
Mh, questa mi sembra una formula abbastanza generale. I cosa e i come stanno a te...
Purtroppo non esistono formule magiche, e tutto è dannatamente complicato...


Non è mica detto che tutti debbano essere in prima pagina.
Potresti fare qualche compromesso, il necessario per sopravvivere in questo mondo che ti è estraneo, e contemporaneamente vivere dei tuoi obbiettivi, siano essi da raggiungere, da rifuggere o da sviluppare.

Oppure eliminare i desideri, le paure e le passioni... Ma questa è un'altra storia ': )
Vecchio 09-11-2011, 18:36   #7
Avanzato
L'avatar di lupo
 

In questo periodo ho lavorato molto su me stesso, cercando di scalzare schemi e abitudini mentali che alla fine portano ai pensieri che hai avuto stanotte.
E' banale, banalissimo, di una semplicita' imbarazzante.
Bisogna smetterla di pensare e FARE. MA FARLO.
Lasciare i rimpianti dove sono e AGIRE.
Abbandonare le vecchie abitudini mentali (piangersi addosso, chiudersi, isolarsi) e FARE.
E' banale da dire, ma non da fare. Il nostro cervello trova mille modi per tagliarci le gambe in partenza e solo noi stessi possiamo rompere gli schemi e praticare nuove strade (come AGIRE, per esempio)

Quanto sopra non e' una risposta, ma uno spunto. Uno spunto che mi ha aiutato a scalzare vecchie e pericolose abitudini mentali.
Dallo spunto in poi, il lavoro sta a te. E non e' poco.

Cito solo una delle mie fonti di spunto. Max Pezzali (che prima non avevo mai granche' considerato) nella sua canzone "il mio secondo tempo" scrive:
"Finchè un bel giorno io non ho capito che era l'ora di scegliere
cose e persone (e pensieri, ndr) che mi succhiavano via
anche soltanto un grammo di energia
buttare tutto, buttare quello che fa male
o perlomeno buttare quello che non vale"

... E DARSI DA FARE, ORA!

Ciaooooooooo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Introspezione notturna..
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
"agorafobia notturna"? Heiwa Agorafobia Forum 16 22-10-2016 20:41
Apnea notturna orange Depressione Forum 6 21-12-2011 22:23
iperidrosi notturna Lilith Sudorazione Eccessiva - Iperidrosi Forum 4 05-03-2006 03:21



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 01:00.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2