FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale
Chiudi la discussione
 
Vecchio 04-05-2019, 22:46   #91001
Jai
Esperto
L'avatar di Jai
 

Quote:
Originariamente inviata da silenzio Visualizza il messaggio
Una domanda per Itachi se ha voglia di rispondere.

Siccome so che hai una mente analitica dall'efficienza invidiabile, potresti per favore risolvere un enigma che non sono mai stato capace di spiegarmi?

Assumi l'esistenza di un gruppo di persone, assumi che quel gruppo siano gli unici esseri senzienti del Creato. Ognuno di loro ha il suo punto percettivo, la sua consapevolezza, per così dire. Ognuna di quella consapevolezze, di quei punti percettivi, di quelle coscienze è identica alle altre, non ha attributi distintivi perchè sta al di sopra di elementi come carattere, emotività, opinioni, ecc. Solo pura e semplice coscienza di esistere.

Tu sei l'osservatore, allora chi sei tu? Tu che immagini e costruisci quella situazione non puoi essere uno di loro perchè sei altro da loro, eppure percepisci il loro gruppo, ma non sei uno di loro perchè in tutto il Creato ci sono solo loro.
Allora chi sei tu, osservatore delle loro esistenze?

Ti prego, non dirmi Dio perchè sarebbe banale e in ogni caso, come detto, esistono solo loro, se sono dieci non esiste un undicesimo.
Allora chi è l'osservatore?

Se non ho spiegato bene la domanda puoi chiedermi di chiarire.

Grazie infinite!
Per come l'hai esposta ho due opzioni:

• Sono uno dello stesso gruppo, considerato che la variabile è un'astrattezza di un concetto, quindi analizzabile dall'esterno anche se si è parte di esso (come la mera società, organo macroscopico di elementi che a loro volta, singolarmente, sono costituiti da famiglie, nuclei familiari etc, alla quale posso rivolgermi a essa anche divincolandola da me in quanto elemento). Ogni elemento di quel gruppo è un osservatore del gruppo stesso, visto che hanno le medesime consapevolezze degli oggetti delle dimensione nei quali sono immersi.

• Sono un osservatore non senziente (non è stato specificato che esseri non coscienti non esistano nell'universo del quesito proposto), poiché osservare ciò che succede non implica necessariamente capirlo.

--- Edit ---

Terza opzione: mi si è posto di "assumere"(per vero, a.k.a. "immagina di..."), quindi potrei anche essere colui che immagina di osservare un simile scenario.

Ultima modifica di Jai; 04-05-2019 a 23:29.
Vecchio 04-05-2019, 23:14   #91002
Esperto
 

dente del giudizio morto/distrutto/marcio... voglio morire con lui
se non opero che succede
Vecchio 04-05-2019, 23:30   #91003
Esperto
L'avatar di silenzio
 

Quote:
Originariamente inviata da Itachi Visualizza il messaggio
Per come l'hai esposta ho due opzioni:

• Sono uno dello stesso gruppo, considerato che la variabile è un'astrattezza di un concetto, quindi analizzabile dall'esterno anche se si è parte di esso (come la mera società, organo macroscopico di elementi che a loro volta, singolarmente, sono costituiti da famiglie, nuclei familiari etc, alla quale posso rivolgermi a essa anche divincolandola da me in quanto elemento). Ogni elemento di quel gruppo è un osservatore del gruppo stesso, visto che hanno le medesime consapevolezze degli oggetti delle dimensione nei quali sono immersi.

• Sono un osservatore non senziente (non è stato specificato che esseri non coscienti non esistano nell'universo del quesito proposto), poiché osservare ciò che succede non implica necessariamente capirlo.
Ti ringrazio della risposta, ma il problema è che - come sempre - non riesco a formulare la domanda in modo da permettere all'ascoltatore o lettore di distinguere un elemento del gruppo che di diverso non ha assolutamente nulla, eppure in lui c'è qualcosa di diverso.
Ogni coscienza di quel gruppo è singola e percepisce le altre riferendosi alla sua angolazione, non percepisce contemporaneamente tutte le coscienze, nonostante esse non si differenzino in nulla tra loro.
Ogni essere del creato, che ce ne siano miliardi o soltanto due, hanno la caratteristica di avere la stessa identica percezione, la stessa coscienza, intesa come punto percettivo, eppure ce n'è una che si distingue tra loro perchè è LA coscienza, quella principale, quella che detiene l'angolazione privilegiata, sebbene non abbia nulla di privilegiato, sebbene sia esattamente come tutte le altre, nè più nè meno. Eppure ce n'è una che è diversa e non è Dio.
Non trovi che non abbia senso che la coscienza principale, cioè quella che per prima è apparsa nell'Universo non appartenga al Creatore dell'Universo stesso? Non trovi che sia una cosa assurda?

Ecco, credo che l'origine e causa del mio dubbio sia insito nelle ultime due righe della domanda.

Ultima modifica di silenzio; 04-05-2019 a 23:33.
Vecchio 04-05-2019, 23:36   #91004
~~~
Esperto
L'avatar di ~~~
 

Sinceramente a me ultimamente sto forum mi stressa, leggo troppe stronzate e mi sono rotta i coglioni.
Vecchio 04-05-2019, 23:50   #91005
Jai
Esperto
L'avatar di Jai
 

Quote:
Originariamente inviata da silenzio Visualizza il messaggio
Ti ringrazio della risposta, ma il problema è che - come sempre - non riesco a formulare la domanda in modo da permettere all'ascoltatore o lettore di distinguere un elemento del gruppo che di diverso non ha assolutamente nulla, eppure in lui c'è qualcosa di diverso.
Ogni coscienza di quel gruppo è singola e percepisce le altre riferendosi alla sua angolazione, non percepisce contemporaneamente tutte le coscienze, nonostante esse non si differenzino in nulla tra loro.
Ogni essere del creato, che ce ne siano miliardi o soltanto due, hanno la caratteristica di avere la stessa identica percezione, la stessa coscienza, intesa come punto percettivo, eppure ce n'è una che si distingue tra loro perchè è LA coscienza, quella principale, quella che detiene l'angolazione privilegiata, sebbene non abbia nulla di privilegiato, sebbene sia esattamente come tutte le altre, nè più nè meno. Eppure ce n'è una che è diversa e non è Dio.
Non trovi che non abbia senso che la coscienza principale, cioè quella che per prima è apparsa nell'Universo non appartenga al Creatore dell'Universo stesso? Non trovi che sia una cosa assurda?

Ecco, credo che l'origine e causa del mio dubbio sia insito nelle ultime due righe della domanda.
Se quanto scritto si riferisce all'idea astratta di un universo nel quale i "residenti" esistenti posseggono quelle caratteristiche, allora si ha una situazione contraddittoria nel definire il privilegiato.

Se, invece, con quanto scritto si cerca di proiettarne l'idea alla (multi)realtà nella quale ci troviamo, si hanno presupposti che non si dovrebbero considerare assiomatici.
In tal caso si dovrebbe dare una definizione consistente di cos'è la Coscienza, e cos'è la (multi)Realtà per poter definire cosa siano le Percezioni e i gradi delle stesse in una rete interazionale di esseri senzienti... il tutto collimerebbe nel poi definire cosa sia la vita e cosa sia la morte a livello sia epistemologico che epistemico.
Certamente un quesito tutt'altro che semplice, a meno di non intervenire in sola chiave speculativa.

Ultima modifica di Jai; 04-05-2019 a 23:53.
Vecchio 04-05-2019, 23:54   #91006
Banned
 

Quando ero più giovane mi dicevo più spesso che volevo morire, oggi mi chiedo invece più che altro come fare a sopravvivere. Paradossalmente il momento migliore sembra quello in cui ci si chiederà quanto tempo ancora resta da vivere

(da anziani intendo, quando non si vuole ancora finire)
Vecchio 05-05-2019, 00:06   #91007
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Teach83 Visualizza il messaggio
Ma sei Interista Masterplan ? Credevo fossi juventino
Purtroppo si..che sofferenza
Vecchio 05-05-2019, 01:32   #91008
Esperto
L'avatar di Unspecified
 

Ahahah, mio fratello ha appena fatto una scenata perché, nella camera da letto, "c'erano zanzare".
Secondo me invece è nervoso perché ieri non è potuto andare al compleanno della fidanzata, siccome aveva la febbre (lui), e probabilmente avranno litigato per questo.
Povera checca isterica
Vecchio 05-05-2019, 05:40   #91009
Banned
 

Evvai lavatrice alle 5 di domenica mattina
Vecchio 05-05-2019, 08:52   #91010
Esperto
L'avatar di Unspecified
 

Ultimamente non riesco a dormire più di 5 ore.
Sempre meglio prima, che non dormivo nemmeno un'ora.
Vecchio 05-05-2019, 09:39   #91011
Esperto
L'avatar di DeadSoul
 

Quote:
Originariamente inviata da Headache94 Visualizza il messaggio
Ogni volta che i miei litigano vengo colto da un'angoscia persistente,mi crolla il mondo addosso,non è possibile una cosa del genere
Stessa cosa vale per me.
Vecchio 05-05-2019, 09:50   #91012
Esperto
L'avatar di Peste Nera
 

Stamani mi sono svegliato con in testa le canzoni degli Who, chissà perché poi.
Vecchio 05-05-2019, 10:01   #91013
Banned
 

Che rabbia che provo..
Ringraziamenti da
BbFenix (05-05-2019), Dorian Gray (06-05-2019)
Vecchio 05-05-2019, 10:08   #91014
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Che rabbia che provo..
Idem.
Vecchio 05-05-2019, 10:24   #91015
Banned
 

MI rendo conto di essere stato un ragazzo fortunato, da una famiglia dove i miei si amavano, ho potuto studiare , non mi è mai mancato nulla e in una area di civiltà superiore a molti posti nel mondo...
In piu' ho vissuto in un periodo 'felice' per l'Italia , che cosa sia andato storto poi nella mia vita non lo so, prob ero poco socievole e timido fin da piccolo, anche se nemmeno a livelli di sociopatia.
comunque sia l'ho pagata veramente cara
Vecchio 05-05-2019, 11:04   #91016
Esperto
L'avatar di Peste Nera
 

Una bellissima storia JericoRose. La tua ultima frase poi sarebbe da incorniciare.

Ultima modifica di Peste Nera; 05-05-2019 a 11:27.
Vecchio 05-05-2019, 11:07   #91017
Esperto
L'avatar di Teach83
 

Quote:
Originariamente inviata da tersite Visualizza il messaggio
MI rendo conto di essere stato un ragazzo fortunato, da una famiglia dove i miei si amavano, ho potuto studiare , non mi è mai mancato nulla e in una area di civiltà superiore a molti posti nel mondo...
In piu' ho vissuto in un periodo 'felice' per l'Italia , che cosa sia andato storto poi nella mia vita non lo so, prob ero poco socievole e timido fin da piccolo, anche se nemmeno a livelli di sociopatia.
comunque sia l'ho pagata veramente cara
Anche la mia famiglia è abbastanza nella norma come la tua, penso che in alcuni casi come i nostri entrino in gioco fattori genetici.
Poi ci possono essere pure traumi rimossi ( da bambini piccoli), mio fratellino per esempio è la prova che nel mio caso non si tratta di una cosa familiare, lui è normalissimo. Non bisogna mai generalizzare.
Vecchio 05-05-2019, 11:22   #91018
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da tersite Visualizza il messaggio
MI rendo conto di essere stato un ragazzo fortunato, da una famiglia dove i miei si amavano, ho potuto studiare , non mi è mai mancato nulla e in una area di civiltà superiore a molti posti nel mondo...
In piu' ho vissuto in un periodo 'felice' per l'Italia , che cosa sia andato storto poi nella mia vita non lo so, prob ero poco socievole e timido fin da piccolo, anche se nemmeno a livelli di sociopatia.
comunque sia l'ho pagata veramente cara
La mia storia è simile alla tua. Genitori normali, nessun problema familiare. Io do la colpa in parte alla genetica (infatti, ho effettivamente un problema di salute che fatalità comporta problemi psichici) e in parte all'ambiente (scuola soprattutto). Sono sempre stata timidissima, ma la mia non era una timidezza normale. Troppo introspettiva, ipersensibile, troppo principessina delicata e perbene. Penso che se avessi avuto genitori disfunzionali e fossi vissuta in strada invece di passare tutto il tempo in casa a studiare, sarei stata sicuramente più apprezzata. Ma ahimè, io sono questa. Sembro davvero una principessina fragile e delicata, solo che non esiste il principe per me. E anche se passano gli anni, continuo a non capire il mondo, le persone continuano a farmi paura e continuo a preferire la quiete di casa mia.
Vecchio 05-05-2019, 11:30   #91019
Esperto
L'avatar di Peste Nera
 

Quote:
Originariamente inviata da incompresa88 Visualizza il messaggio
La mia storia è simile alla tua. Genitori normali, nessun problema familiare. Io do la colpa in parte alla genetica (infatti, ho effettivamente un problema di salute che fatalità comporta problemi psichici) e in parte all'ambiente (scuola soprattutto). Sono sempre stata timidissima, ma la mia non era una timidezza normale. Troppo introspettiva, ipersensibile, troppo principessina delicata e perbene. Penso che se avessi avuto genitori disfunzionali e fossi vissuta in strada invece di passare tutto il tempo in casa a studiare, sarei stata sicuramente più apprezzata. Ma ahimè, io sono questa. Sembro davvero una principessina fragile e delicata, solo che non esiste il principe per me. E anche se passano gli anni, continuo a non capire il mondo, le persone continuano a farmi paura e continuo a preferire la quiete di casa mia.
Da questo punto di vista sei stata più fortunata di me se hai avuto dei genitori normali. Parte dei miei problemi derivano dal fatto di avere una famiglia disastrata per vari motivi, se poi ci aggiungo la sfortuna che ho avuto in ambito amici/ragazze la frittata è fatta.
Vecchio 05-05-2019, 11:33   #91020
Hor
Esperto
L'avatar di Hor
 

È proprio vero che invecchiando la gente peggiora.
Chiudi la discussione
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Il Vostro Pensiero in Questo Momento...
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il Vostro Pensiero in Questo Momento... Loner Discussioni inifinite 64590 Oggi 17:26
Il Vostro Pensiero Sessuale in Questo Momento ~~~ Forum Sessualità (solo adulti) 7174 Ieri 18:40
Il Vostro pensiero Sentimentale in questo momento BbFenix Off Topic Generale 465 24-05-2024 00:57
Il vostro momento in questo pensiero.. Hazel Grace Off Topic Generale 18 19-05-2024 07:34



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 17:39.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2